Perché acquistare una macchina sottovuoto? Tutti i vantaggi di questo acquisto

03/lug/2017 18:24:29 Grey Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La macchina sottovuoto per la conservazione degli alimenti, è un apparecchio molto diffuso perché permette di allungare i tempi di conservazione degli alimenti. Il sottovuoto permette la rimozione dell’aria dalle confezioni o dai contenitori in cui c’è l’alimento, prevenendo quindi per maggiore tempo gli stessi da muffe e microrganismi.

Le macchine per il sottovuoto degli alimenti hanno numerosi vantaggi. Dal punto di vista economico, ma anche di igiene. Grazie all’utilizzo di questi apparecchi, è possibile infatti preservare maggiormente gli alimenti, che restano più sani a lungo. Grazie a questo, si possono anche acquistare magari in offerta prodotti, con la sicurezza di poterli conservare al meglio in frigorifero o in freezer. Il risparmio quindi è assicurato.

La macchina permette di rimuovere l’aria da involucri e contenitori, quasi nella sua totalità. Una volta rimossa questa, ridotto enormemente l’ossigeno a contatto con il prodotto, le attività biologiche ed enzimatiche a carico dello stesso sono limitate. Il risultato è un prolungamento della durata del cibo. L’involucro, di norma, è in plastica o vetro (nel caso dei contenitori), in tutti i casi è impermeabile. Quindi il contenuto è anche protetto dall’umidità, uno dei motivi tra l’altro per cui i cibi si deteriorano in poco tempo

Quanto si conservano i cibi sottovuoto

Gli alimenti congelati in molti casi si deteriorano per il cosiddetto effetto “freezer burn”, ovvero per la bruciatura a freddo, causa del rapido deterioramento. La conservazione sottovuoto invece permette tempi di conservazione più lunghi e un minore deterioramento in generale. Da una conservazione di pochi mesi, si passa a tempi che arrivano anche oltre a un anno.

Gli alimenti cucinati, spezzatino o legumi per esempio, conservati in frigorifero non durano che 4-5 giorni al massimo. Mettere un alimento invece sottovuoto e conservarlo in frigo, significa averlo a disposizione sano e ottimo per almeno due settimane. Questo vale per cane e legumi per esempio. I vasetti che permettono di mettere sottovuoto sono utili per conservare cibi liquidi e cremosi.

La frutta e la verdura, durano al massimo 3-4 giorni, ma mettendole sotto vuoto, il tempo raddoppia. Gli affettati ed i salumi sottovuoto, arrivano addirittura a 4-6 mesi. Questo non vale tuttavia per tutti gli affettati, quindi bisogna valutare bene per alimento. I formaggi freschi sottovuoto possono arrivare inalterati sino a 2 settimane, mentre i semi-stagionati fino a 3-6 mesi. Carne e pesce freschi possono mantenere inalterate le loro caratteristiche per almeno 5 giorni, quando di norma non superano i due giorni.

Grazie alla conservazione con il sottovuoto, gli sprechi saranno ridotti al minimo. Non ci sarà nulla che verrà buttato o che resterà in frigo, grazie al maggior tempo a disposizione per consumarlo.

I sacchetti ed i contenitori sottovuoto

I sacchetti ed i contenitori che si possono usare per mettere sottovuoto gli alimenti non sono tutti uguali. Cambia la grandezza e la qualità, nonché il prezzo. La cosa importante è prendere un prodotto di qualità, anche perché in molti casi, quando il marchio è buono, i sacchetti si possono riutilizzare. I sacchetti si possono quindi lavare. Per alimenti particolari, come carne, pesce e uova crude, si sconsiglia di riutilizzare i sacchetti perché vi potrebbero essere batteri invisibili. I contenitori per le macchine sottovuoto hanno un apertura apposita per applicare la pompetta che risucchia l’aria dal contenitore. Anche in questo caso si raccomanda di utilizzare prodotti garantiti, di qualità.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl