Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Internet Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Internet Sat, 16 Dec 2017 02:43:58 +0100 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/1 Auto: uomini e donne al volante, ancora grande la distanza Thu, 14 Dec 2017 17:08:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/462633.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/462633.html Facile.it Facile.it

Quanti sono gli italiani con più di 15 anni che hanno una patente di guida attiva per auto o moto? Dove abitano? Quanti gli uomini al volante e quante le donne? Secondo l’analisi di Facile.it (https://www.facile.it/assicurazioni-auto.html), in Italia ci sono 38,6 milioni di patenti attive* intestate agli over 15, equivalenti al 73,8% della popolazione.

Il sito, specializzato nel confronto delle polizze RC auto e moto, rielaborando i dati ufficiali del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, è riuscito a tracciare la mappa delle patenti di guida attive in Italia.

La geografia dei guidatori, Campania ultima in classifica

Se si analizza il rapporto tra residenti over 15 e patenti attive a guidare classifica è la Valle d’Aosta, dove il 79,64% della popolazione ha la patente di guida; segue il Veneto, con il 78,21% e le Marche, con il 78,16%. Leggendo l’elenco nel senso opposto, invece, emerge che le aree con il rapporto più basso tra licenze di guida e residenti sono la Campania (67,43%), la Calabria (69,18%) e la Liguria (70,12%).

Se si guarda al numero totale di patenti intestate agli over 15, emerge una classifica differente e tutto sommato in linea con la distribuzione della popolazione sul territorio italiano; al primo posto si trova la Lombardia, che da sola conta ben 6,43 milioni di patentati, pari al 16,6% del totale, seguita dal Lazio, con 3,74 milioni di guidatori (9,7%) e dalla Campania con 3,35 milioni (8,7%). Nelle ultime posizioni si trovano invece la Valle d’Aosta, con solo 87 mila guidatori abilitati, il Molise (198 mila) e la Basilicata (358 mila).

Uomini e donne alla guida, ancora grande il divario

Facile.it ha poi analizzato la distribuzione delle patenti in base al sesso, rilevando importanti differenze di genere; secondo i dati, a livello nazionale, solo il 63,21% della popolazione femminile over 15 ha una licenza di guida attiva, mentre se si guarda agli uomini, la percentuale sale di oltre 20 punti, arrivando a 85,16%.

Esaminando più da vicino le differenze territoriali, emerge che le aree con la percentuale maggiore di donne con più di 15 anni intestatarie di patente di guida sono la Valle d’Aosta (70,32%), il Veneto (69,24%) e il Friuli Venezia Giulia (68,34%). Le regioni con le percentuali di guidatrici più basse sono invece la Campania (solo il 54,37% della popolazione femminile ha la patente), la Calabria (57,27%) e la Liguria (57,71%).

Guardando agli uomini, invece, le regioni con il rapporto più alto sono la Valle d’Aosta, dove l’89,56% della popolazione maschile over 15 ha la patente, le Marche (89,22%) e l’Umbria (88,50%). Le ultime posizioni in classifica sono invece occupate da Campania (81,47%), Calabria (81,80%) e Puglia (82,86%).

 

Se la patente di guida risulta quindi essere più comune tra gli uomini, ci sono aree nel Paese dove il divario tra i due sessi è più evidente; la Campania, ad esempio, è la regione dove il distacco si fa più sentire, con una distanza di oltre 27 punti percentuali a favore degli uomini. Seguono in classifica la Liguria (26,3 i punti percentuali di distanza) e il Molise (25,9 punti percentuali).

]]>
ValoreBF è partner Wildix e fornitore di centralini telefonici a Varese Tue, 12 Dec 2017 16:34:46 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/462373.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/462373.html recensione.azienda recensione.azienda ValoreBF, agenzia web di Varese per la realizzazione di siti web responsive, SEO e posizionamento sui motori di ricerca, ti da piccoli consigli per addobbare il tuo e-commerce per il Natale!

ValoreBF, fornitore di centralini telefonici VoIP a Varese, è anche agenzia per la realizzazione di siti web e siti e-commerce! Vieni a conoscerci per proiettare il tuo business verso il futuro digitale.

realizzazione di siti web
Prepara il tuo shop online per Natale con ValoreBF, agenzia web di Varese

Il Natale sta arrivando e la corsa ai regali è iniziata! Per gli shop online, gli acquisti natalizi rappresentano circa il 25-30% delle entrate annue. Sei sicuro che il tuo e-commerce sia pronto?
ValoreBF, agenzia web di Varese per la realizzazione di siti web, siti e-commerce e visibilità sui motori di ricerca, ti aiuterà ad addobbare i tuoi siti e-commerce per il Natale!
Chiedi subito una consulenza gratuita! Il nostro esperto avrà premura di esaminare il tuo shop online e proporti le soluzioni migliori per aumentare il fatturato del tuo business.
Con l'agenzia web di ValoreBF sita in Varese, la qualità è garantita! I nostri progettisti interni sono esperti e qualificati nella realizzazione di siti web responsive, SEO e posizionamento sui motori di ricerca, siti e-commerce e web marketing.
Contattaci subito. Ti seguiremo passo dopo passo verso il tuo business!

fornitore di centralini telefonici
ValoreBF - fornitore di centralini telefonici, chat aziendali e piattaforme web a Varese

Negli ultimi 25 anni la comunicazione in azienda ha subito una vera e propria rivoluzione. ValoreBF di Varese può accompagnarti in questo cambiamento ed essere il tuo fornitore di centralini telefonici di fiducia.
Rivenditore Wildix dal 2012, ValoreBF si propone alla clientela Business di Varese e Lombardia come fornitore di centralini telefonici VoIP, interamente basati su piattaforma web.
Infatti, la tecnologia avanzata del partner Wildix è disponibile su browser, senza la necessità di installare alcun software sul vostro pc.
La soluzione proposta da ValoreBF come fornitore di centralini telefonici a Varese, è integrata e comprende anche chat aziendali e la possibilità di effettuare videoconferenze, il tutto senza muoversi dalla propria scrivania!


Cosa aspetti? Contatta ora ValoreBF, siamo al tuo servizio per soddisfare tutte le esigenze del tuo business.

]]>
JustAvv.it - La startup Legal Tech per trovare l'avvocato perfetto sbarca su Apple Store e Google Play Mon, 11 Dec 2017 15:08:23 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/462233.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/462233.html JUSTAVV, LA STARTUP PER TROVARE L’AVVOCATO SBARC JUSTAVV, LA STARTUP PER TROVARE L’AVVOCATO SBARC
COMUNICATO STAMPA
Milano 11.12.2017

JUSTAVV, LA STARTUP PER TROVARE L’AVVOCATO SBARCA SU APPLE STORE E GOOGLE PLAY

LA PIATTAFORMA A PORTATA DI SMARTPHONE PER L’INCONTRO DI AVVOCATI E CLIENTI
A due mesi dalla nascita del sito web JustAvv.it, la startup che permette l’incontro tra clienti e i migliori professionisti del settore legale lancia anche la app: una soluzione comoda e di qualità.

Milano, 11 dicembre 2017 – Problemi con il vicino rumoroso? L’affittuario non paga i canoni di locazione? Stanco di ricevere avvisi di pagamento non dovuti? Necessità di un contratto personalizzato? Vuoi il risarcimento di un danno o devi recuperare un credito? Sono solo alcune tra le problematiche che gli utenti possono risolvere su JustAvv.

Justavv è il nuovo modo semplice e veloce per dare a chiunque sia alle prese con problemi di tipo legale uno strumento al passo coi tempi per trovare l’avvocato “perfetto per lui”. Uno strumento digitale in grado di offrire ai futuri “assistiti” un panorama di avvocati specializzati in tutta Italia, in grado di risolvere la controversia nel modo più rapido, conveniente e di qualità direttamente dal proprio pc o smartphone. Poco dopo la nascita del sito web www.JustAvv.it la startup da oggi ha reso disponibile anche la app di JustAvv su Apple Store e Google Play.

Il servizio di JustAvv rappresenta un raccordo digitale trasparente, semplice e conveniente tra le figure di cliente e avvocato, che vengono messe direttamente in contatto senza ricevere alcun tipo di intermediazione: basta digitare il proprio problema nella barra di ricerca o, più semplicemente, selezionare la categoria desiderata per visualizzare in pochi istanti i profili di decine di avvocati specializzati in tutta Italia, conoscendone preventivamente percorsi accademici e professionali, onorari, feedback dei precedenti clienti, e per contattarli gratuitamente in chat  per farsi fare una quotazione personalizzata. Ulteriore elemento di differenziazione è la selezione che JustAvv fa sui professionisti ammessi alla piattaforma: ad oggi solo uno su quattro vede il proprio pubblicato sulla piattaforma, per garantire un network di qualità sia ai clienti che agli avvocati stessi che ne entrano a far parte.

La startup fondata da Mariano Spalletti (29enne, ingegnere del Politecnico di Milano, con esperienze in multinazionali come Decathlon e FlixBus),  mira a favorire l’incontro semplice e diretto di domanda e offerta nel settore legale. Ma non solo: “L’idea – spiega in una nota il fondatore – nasce dalla considerazione che il mercato è cambiato ed si è spostato sul piano digitale, dove gli avvocati ancora oggi non hanno strumenti di qualità per ottenere visibilità efficace e meritocratica e ciò penalizza in particolare i giovani professionisti. Al contempo - continua Spalletti - lo stesso consumatore, oggi abituato ad usare lo smartphone per gestire qualsiasi attività della sua vita quotidiana, non ha a sua disposizione uno strumento al passo coi tempi, rapido e trasparente per trovare soluzioni ad esigenze di tipo legale. La principale barriera che vogliamo eliminare nel momento stesso in cui il cliente inizia la sua ricerca è dunque l’asimmetria informativa ex-ante tra lui e l’avvocato, legata all’assenza di trasparenza su prezzi praticati ed in aggiunta sulle competenze del professionista, condizione, quest’ultima in particolare, che genera una forte incertezza sulla qualità del servizio. Con JustAvv rendiamo possibile tutto questo garantendo in più piena accessibilità al servizio dal proprio smartphone, in qualsiasi momento e in modo facile ed intuitivo”.
Questi i link per scaricare le app da Apple Store e Google Play Store.



Contatti Stampa
Mariano Spalletti 
328-4656597
info@justavv.it
]]>
Comprare pillole contro l'impotenza, cosa dobbiamo sapere Thu, 07 Dec 2017 15:50:50 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461848.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461848.html Buonafarmacia Buonafarmacia Il Viagra Originale (Pfizer) differisce solo per fatto di essere ancora prodotto e commercializzato dalla casa farmaceutica originale, che per un certo lasso di tempo – che puo variare talvolta a seconda delle legislazioni dei diversi Paesi in materia di copyright e diritti legati al deposito dei brevetti – gode dei diritti sul brevetto.

Cosa dobbiamo sapere prima di procedere comprare di pillole contro l'impotenza?

Se siete curiosi, potete inserire le parole Viagra Italy in un qualsiasi motore di ricerca, e ottenere informazioni anche sulle differenze tra i diversi Paesi quando vogliamo comprare pillole contro l'impotenza online. La casa farmaceutica che per prima ha utilizzato il sildenafil - principio attivo comune al Viagra Originale e al Viagra Generico – gode di questi diritti. L’unica differenza del farmaco originale rispetto al Viagra Generico risiede dunque nel costo – molto piu’ contenuto nel secondo caso, non dovendo contribuire a ripagare i costi di sperimentazione e di pubblicizzazione sostenuti dalla casa madre - alla fine di quest’anno le cose dovrebbero cambiare, anche se la suddetta casa farmaceutica sta provando il tutto per tutto per estendere la durata di questi diritti, essendo il sildenafil un farmaco utilizzato da milioni di persone in tutto il mondo nella terapia della disfunzione erettile, disturbo molto diffuso tra gli uomini di tutto il mondo e – con le dovute differenze – riguardante quasi tutte le fasce di eta’.

Da tempo e possibile fare ricorso comprare di pillole contro l'impotenza online.

In Italia il pillole contro l'impotenza e in vendita solo attraverso i canali tradizionali: nelle farmacie e dietro presentazione di ricetta medica. Non e consentito cioe’  in Italia comprare Viagra senza ricetta, mentre e possibile in altri Paesi, in alcune farmacie virtuali, dove un medico vi assiste virtualmente. L’importanza della presenza di un medico e da sottolineare perche, seppure l’uso del sildenafil e ormai ampiamente sperimentato, non bisogna assolutamente trascurare di essere a perfetta conoscenza della propria situazione clinica e di tutti i possibili effetti collaterali.

E fondamentale rispettare le indicazioni terapeutiche e non superare le dosi consigliate, conoscere le interazioni con eventuali altri farmaci che si stanno assumendo per terapie concomitanti e osservare ogni possibile reazione che non dovesse rientrare nell’elenco di quelle descritte.

]]>
Il 24% degli italiani chiederà un prestito per le spese di Natale Wed, 06 Dec 2017 11:23:36 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461687.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461687.html Facile.it Facile.it  

Natale è alle porte e molti italiani, per far fronte ai costi legati a regali, cenoni, feste e vacanze invernali, hanno intenzione di chiedere un prestito personale o di optare per un pagamento rateale; a rilevare il fenomeno è stato il sondaggio realizzato da Facile.it e Prestiti.it, dal quale è emerso che circa il 24% degli intervistati farà ricorso ad una finanziaria per sostenere le spese natalizie.

Guardando nel dettaglio le risposte di coloro che hanno intenzione di ricorrere a un prestito nel periodo delle feste, il 43,7% utilizzerà la somma per pagare la settimana bianca o una vacanza natalizia, il 40,6% per comprare i regali di Natale a parenti e amici. Interessante notare come il 15,6% di coloro che si rivolgeranno ad un’azienda del credito lo farà per sostenere i costi del cenone o della festa di Capodanno.

Analizzando quali saranno i regali che gli italiani hanno intenzione di acquistare ricorrendo al credito al consumo emerge che, nel 33% dei casi, sarà un elettrodomestico. Seguono in classifica l’arredamento, che raccoglie il 26,7% delle preferenze, i giocattoli con il 20% e i beni tecnologici, tra cui smartphone, tablet e pc, indicati nel 13,3% dei casi.

Importi desiderati e durata del prestito

Quali importi gli italiani intendono richiedere per sostenere le spese di Natale? Analizzando le risposte degli intervistati, il 53,1% di chi farà ricorso a un prestito ha dichiarato di voler chiedere una somma superiore ai 2.000 euro, il 15,6% una cifra compresa tra il 1.000 e i 2.000 euro mentre il 31,3% è orientato su un importo inferiore ai 1.000 euro.

Per quanto riguarda la durata del finanziamento, appare chiaro che gli italiani cercheranno di rimborsare il prestito in un periodo relativamente breve; il 53% ha dichiarato di volerlo restituire in meno di 12 mesi, il 19% entro i 24 mesi mentre meno di 1 su 3 il (28%) opterà per un piano rateale superiore ai due anni.

Le differenze di genere ed età

Guardando alle ragioni che spingono gli intervistati a fare richiesta di prestito, le donne sono più orientate a ricorrere ad un finanziamento per regali di Natale e settimana bianca, gli uomini invece primeggiano tra coloro che vorrebbero destinare l’importo alle spese del cenone o della festa di Capodanno.

Analizzando gli importi che gli intervistati intendono richiedere emerge che le donne polarizzano le proprie richieste e si orientano o verso i prestiti più contenuti (sotto i 1.000 euro), o verso quelli più elevati (superiori ai 2.000 euro). Gli uomini, invece, optano in prevalenza per un importo superiore ai 1.000 euro.

Dati interessanti emergono analizzando l’età di coloro che hanno dichiarato di voler ricorrere a un prestito personale; la fascia di popolazione più importante è quella compresa tra i 36 e i 45 anni (47%), seguono coloro che hanno fra i 26 e i 35 anni e quelli tra i 46 e i 60 anni (entrambi con il 18,75%).

 

Se si guarda a coloro che non intendono richiedere un prestito personale, il 49% ha dichiarato di ritenere i regali di Natale un motivo futile per ricorrere ad una finanziaria, il 35% non ne ha bisogno mentre il 16% non vuole aggiungere un nuovo finanziamento sul bilancio familiare.

]]>
Invio Comunicato Tue, 05 Dec 2017 12:03:46 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/462636.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/462636.html Motion Global Motion Global

Invio comunicato in formato Word allegato

 

Valentina Di Bari

Digital Marketing Department

MotionGlobal.com | SmartBuyGlasses.com

E: valentina.dibari@motionglobal.com |valentina@smartbuyglasses.com

T: +39 011 518 3132  

http://comunicati.net/allegati/198242/Motion Global nomina il nuovo Responsabile Marketing IT.docximage002.png@01D0E968.32357860http://comunicati.net/allegati/198242/Motion Global nomina il nuovo Responsabile Marketing IT.docximage003.png@01D0E968.32357860http://comunicati.net/allegati/198242/Motion Global nomina il nuovo Responsabile Marketing IT.docximage005.png@01D0E968.32357860http://comunicati.net/allegati/198242/Motion Global nomina il nuovo Responsabile Marketing IT.docximage006.png@01D0E968.32357860http://comunicati.net/allegati/198242/Motion Global nomina il nuovo Responsabile Marketing IT.docximage007.png@01D0E968.32357860

 




Avast logo

This email has been checked for viruses by Avast antivirus software.
www.avast.com


]]>
Comunicato stampa OONE Mon, 04 Dec 2017 12:54:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/462484.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/462484.html OONE OONE
Premiata dalla Camera di Commercio di Padova la startup più innovativa dell'anno

Sabato 2 dicembre al Caffè Pedrocchi la Camera di Commercio di Padova ha premiato la startup con il maggior “Concentrato di innovazione”

Padova, 4 dicembre 2017. OONE, startup innovativa di Padova, ha ricevuto in Sala Rossini il premio “Concentrato di innovazione” promosso dal Parco Scientifico Tecnologico dell’Università di Padova, per aver contribuito in modo innovativo allo sviluppo d’impresa.
OONE è una piattaforma web dinamica e flessibile che nasce dalla volontà di accompagnare gli imprenditori nelle fasi di export all’estero. Attori del network sono professionisti in materia legale, fiscale e marketing presenti in oltre 30 paesi nel mondo.
L’evento si è tenuto all’interno della Cerimonia di consegna dei premi del lavoro e del progresso economico organizzata dalla Camera di Commercio di Padova.
≪Un risultato di cui possiamo dirci orgogliosi≫ - dichiara Davide Sergio Rosin, fondatore di OONE. ≪E’ una piattaforma semplice e intuitiva che permette di eliminare le barriere geografiche e di migliorare la competitività delle imprese≫.
Grazie a un network di partner validati, ogni impresa può studiare come funziona il mercato estero di interesse e trovare un interlocutore locale che la supporti nell’avvio di un’attività o campagna di marketing all’estero. Il tutto in una comoda videocall.
OONE è una startup innovativa made in Padova incubata presso Startcube, dipartimento deputato alla crescita di startup competitive che fa capo al Galileo Visionary District, punto di riferimento per l’innovazione e la crescita d’impresa promosso dall’Università degli Studi di Padova.
Per iscriversi a OONE e ricevere una prima consulenza da un esperto, basta cliccare sul tasto “Accedi | Area Riservata”, registrare i propri dati e acquistare un pacchetto orario in base al numero di Videocall all’estero che si desidera avviare. Ad ogni ora acquistata corrisponde una videocall con un esperto dedicato; più ore si acquistano quindi, più ampia e approfondita sarà la consulenza che si può ricevere.

Ufficio Stampa OONE Raffaella Schiavolin
Sito web: www.oone.eu



Raffaella Schiavolin / Servizi Marketing

Pixwell srl 
via della Croce Rossa, 112
35129 PADOVA
+39 049 5211994
info@pixwell.orgwww.pixwell.org

      

Start-Up innovativa incubata presso

Le informazioni contenute in questa e-mail e nei suoi eventuali allegati sono riservate. D.Lgs. 196/2003.
This e-mail transmission may contain legally privileged and/or confidential information. D.Lgs. 196/2003.


]]>
Email marketing con successo garantito Sun, 03 Dec 2017 22:39:37 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461410.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461410.html TEMA Technologie Martketing AG TEMA Technologie Martketing AG CSA logo

 

Dieci suggerimenti per l'invio della posta elettronica -

La certificazione CSA aumenta il tasso di consegna
Anche se cosiddetti esperti anticipano ripetutamente la fine della posta elettronica, l'email è più viva che mai e rappresenta una componente importante del marketing mix. Purtroppo, talvolta la posta elettronica viene trattata con un po' di "negligenza", trascurando la protezione dei dati e la sicurezza dei dati, danneggiando in questo modo la deliverability e la reputazione dell'azienda. A partire da Maggio del 2018, le violazioni del nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati (General Data Protection Regulation - GDPR) dell'Unione Europea comporteranno anche gravi sanzioni. La Certified Senders Alliance (CSA), un progetto comune dell'associazione dell'economia di Internet eco e.V. e dell'associazione tedesca del marketing del dialogo, “Deutscher Dialogmarketingverband” (DDV), per le imprese ha raccolto dieci consigli su come evitare errori anche nel 2018, per stare legalmente sempre al sicuro, e per realizzare campagne di posta elettronica efficaci.
Il doppio Opt-in è un must
Secondo il nuovo GDPR, i mittenti di email massive devono essere in grado di dimostrare in qualsiasi momento e per ogni singolo caso che hanno ottenuto il consenso del destinatario per inviargli una email. Questa autorizzazione deve essere volontaria, attiva, esplicita, separata e specifica del caso. Nella procedura di duplice opzione (Double Opt-In, DOI), il destinatario che desidera registrarsi per una newsletter deve fare clic su un collegamento di conferma in un'email di consenso. Così avete il consenso attivo del destinatario e siete legalmente al sicuro. Per voi come mittenti di email, il DOI è assolutamente essenziale. Utilizzate questa procedura e documentatela per poter dimostrare il consenso in caso di dubbio.
Siete responsabili
Svolgendo campagne pubblicitarie, siete responsabili di assicurare che nell’invio delle vostre email tutte le disposizioni del GDPR siano rispettate, e siete anche imputabili in caso di violazione. Ma non solo voi, anche il vostro Email Service Provider, ESP, è responsabile e deve rispettare le disposizioni del GDPR. Pertanto, pensateci due volte quali servizi utilizzate per i vostri messaggi.
Impegnatevi alla trasparenza
Al momento della raccolta dei dati personali siete tenuti a informare l'interessato. In linea di principio, pertanto, è necessario informare tutti coloro che (per esempio) si iscrivono a una newsletter, su cosa succede con i loro dati raccolti: chi li usa, quando e dove.
Classe invece di massa
Secondo uno studio recente, solo circa un quarto di tutte le email inviate vengono aperte. Non c'è da meravigliarsi, con per esempio più di 20.000 messaggi inviati in Germania al secondo. Se non volete che le vostre email finiscano nei rifiuti delle email non aperte, dovete fare di più che fare clic sul pulsante Invia: Progettate con cura la vostra posta pubblicitaria in modo da poter già attirare l'attenzione a prima vista per convincere il destinatario ad aprire l’email e a continuare a leggere.
Il tempo è (quasi) tutto
Fornite ai vostri clienti le informazioni al momento della loro necessità. Prendete il vostro pubblico alla tappa attuale del suo viaggio. Utilizzate i vostri messaggi pubblicitari in modo che il viaggio finisca esattamente dove volete voi: al vostro prodotto.
Sempre puliti
Anche se ovviamente desiderate diffondere i vostri messaggi a un numero di destinatari possibilmente grande: Mantenete i vostri elenchi di distribuzione sempre puliti. Se inviate email non desiderate, non solo soffrirà la vostra buona reputazione, avrete anche il rischio di gravi sanzioni. Con i seguenti suggerimenti, otterrete più "igiene nell’elenco". 
Sempre semplice
Naturalmente desiderate che il maggior numero possibile di persone si iscriva alla vostra newsletter e che la legga. Però non rendete troppo difficile per i sottoscrittori l’annullamento della sottoscrizione dalla newsletter. Un utente che non riesce ad uscire facilmente, in modo rapido, dalla vostra newsletter, sarà velocemente infastidito e altrettanto velocemente farà finire la vostra email nella sua cartella di spam. Ciò è doppiamente fastidioso. Quindi, anche se a prima vista non appare vantaggioso: conviene rendere la procedura di revoca più facile possibile. Utilizzate un header per il list-unsubscribe come richiesto dalla CSA già da qualche tempo nei suoi criteri di ammissione. Utilizzate il nuovo RFC Standard 8058 (one-click-unsubscribe), in modo che il destinatario possa uscire convenientemente con un (mouse) clic. Allo stesso tempo, questo impedisce che gli abbonati vengano disabilitati inavvertitamente dai programmi anti-spam. Però, assicuratevi che il “list unsubscribe header” faccia parte della firma DKIM.
Cura degli elenchi di contatto 

Un altro aspetto importante per gli elenchi di distribuzione pulite è il modo in cui trattare le email rimbalzate. Eliminare immediatamente i cosiddetti Hard-Bounces, cioè indirizzi di posta errati o mancanti o Domain mancanti dall'elenco di distribuzione. E anche qui, utilizzate Double-Opt-In per evitare di creare Hard-Bounces a causa di indirizzi di posta errati o inesistenti.
Deliverability 

Alcune imprese non dedicano sufficiente attenzione alla “consegnabilità” delle loro email pubblicitarie. Assicuratevi che il database degli indirizzi sia sempre aggiornato e mantenuto (igiene della lista) e fai attenzione a non apparire in una lista nera. Perché questo non solo riduce il tasso di consegna, danneggia anche la vostra reputazione.
Infine, essere onesti
Onestà e trasparenza svolgono un ruolo importante nell’email marketing. Trattate i destinatari come voi stessi desiderate di essere trattati, e impegnatevi per una buona reputazione. Poi avrete la fiducia dei vostri clienti, gli ISP inoltreranno in modo affidabile le vostre mail e non avrete niente da temere dal legislatore.

La Certified Senders Alliance (CSA) è un progetto collettivo dell'associazione dell'economia di Internet eco e.V e dell'associazione tedesca del marketing del dialogo “Deutscher Dialogmarketingverband” (DDV). Le società elencate nel White list della CSA non vengono controllate per sospetto di spam dai principali ISP tedeschi e internazionali, come ad esempio Yahoo, GMX, freenet, web.de o anche AOL, e di solito le loro email vengono inviate direttamente. Chi soddisfa i criteri di ammissione della CSA è legalmente sul lato sicuro e ha la fiducia dei fornitori dei servizi internet.
Tra l’altro, gli argomenti di cui sopra saranno trattati al CSA Summit 2018, che si terrà dal 18 al 20 Aprile a Francoforte (Germania).

Informazioni dettagliate sul CSA Summit sono disponibili all'indirizzo https://summit.certified-senders.eu

]]>
SixthContinent: Come Risparmiare su Carburante, Spesa e Buoni Amazon Fri, 01 Dec 2017 09:25:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461303.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461303.html FacileRisparmiare FacileRisparmiare Volete risparmiare sull'acquisto di buoni amazon, carburante, spesa al supermercato, carte prepagate, bollettini e tantissimo altro? Dovete solo iscrivervi e cominciare ad accumulare crediti senza dover far nulla. Bufala? No! Tutto reale e all'iscrizione (naturalmente gratuita) avrete già 10€ da spendere come volete. Non mi resta che augurarvi: "Buon Risparmio!".

Collegatevi a questo link per tutte le informazioni: http://facilerisparmiare.blogspot.it/2017/11/sixthcontinent-e-il-reddito-di.html 

]]>
Mutui: gli importi erogati aumentano del 7,5% in un anno Wed, 29 Nov 2017 16:41:04 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461084.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461084.html Facile.it Facile.it Prosegue il trend di crescita delle somme erogate dalle banche per i mutui; è questo il primo dato che emerge dall’Osservatorio congiunto realizzato da Facile.it e Mutui.it secondo cui, ad agosto 2017, il valore medio concesso ai mutuatari è stato pari a 121.621 euro, in aumento del 7,5% rispetto a dodici mesi prima.

A questo aumento, si legge nell’analisi condotta su oltre 25.000 richieste finanziamento, corrisponde una crescita dell’importo medio richiesto, che ad agosto 2017, ha raggiunto i 127.701 euro (+3,38%).

Si riduce così il divario tra quanto gli aspiranti mutuatari cercano di ottenere e quanto viene effettivamente finanziato dalla banca. Sempre ad agosto 2017 Il loan to value erogato (rapporto tra il valore dell’immobile da acquistare e l’importo concesso dalla banca) è stato di poco inferiore al 57%, in aumento di 5 punti percentuali rispetto al 2016, mentre il loan to value richiesto (quanto sperano di ottenere i mutuatari in rapporto al costo dell’abitazione) è stato pari al 59,75%.

Altro dato emerso dall’analisi è quello relativo alla durata media dei mutui erogati, che nel corso dei 12 mesi passa da 20 a 22 anni, mentre rimane praticamente invariata l’età dei richiedenti (da 41 anni a 40).

Tasso di interesse, boom per il variabile con cap e il misto

Analizzando il tipo di tasso richiesto dagli aspiranti mutuatari che hanno presentato domanda ad agosto 2017, con il 70,42% del totale il fisso si conferma come il preferito anche se, a ben guardare, si registra una lievissima diminuzione rispetto a quanto non accadeva dodici mesi prima (-0,36 punti percentuali).

Scende al 22,21% la percentuale di coloro che chiedono un mutuo a tasso variabile (-4,42 punti percentuali nell’arco dei dodici mesi), mentre raddoppiano i richiedenti che optano per il tasso misto (che passa dal 2,35% al 4,71%) e aumentano significativamente quelli che intendono indicizzare il proprio finanziamento sfruttando il variabile con cap, che sale dallo 0,24% al 2,66%.

«Il trend cui stiamo assistendo negli ultimi mesi è quello di una leggera diminuzione della domanda di tassi fissi e di variabili puri a favore di prodotti a tasso misto o variabile con cap», ha commentato Ivano Cresto, responsabile mutui di Facile.it. «Questa tendenza è legata da un lato all’atteggiamento degli istituti di credito che cercano di differenziare l’offerta, dall’altro alla volontà dei clienti di scegliere un tasso che consente di partire con un interesse più contenuto rispetto al fisso, senza però rinunciare alla possibilità di tutelarsi da futuri possibili rialzi».

Mutui prima casa, aumento più contenuto

Focalizzando l’analisi sui mutui prima casa, il trend di crescita si conferma, seppur in maniera leggermente più contenuta; l’importo medio richiesto ad agosto 2017 per acquistare l’abitazione principale è stato pari a 137.537 euro (+5,01% rispetto a 12 mesi prima) mentre la somma media erogata dagli istituti di credito ha raggiunto i 117.308 euro (+3,78%).

Sostanzialmente stabili l’età del richiedente, ferma a 38 anni, e la durata mutuo, che passa da 23 a 24 anni.

L’analisi trimestrale

Per avere una visione più ampia, l’Osservatorio Facile.it e Mutui.it ha analizzato anche l’andamento dei mutui nel trimestre giugno–agosto 2017, confrontando i risultati con i tre mesi precedenti (marzo-maggio 2017).

I numeri mettono in luce una lieve diminuzione dell’importo medio richiesto (pari a 130.247 euro, -1,07% rispetto al trimestre precedente), mentre aumenta l’erogato (127.249 euro, +2,50%).

Guardando alla scelta del tasso, nel trimestre giugno-agosto 2017 si registra una diminuzione sia di coloro che scelgono il fisso (sono il 71,11% dei richiedenti, -2,35 punti percentuali rispetto al trimestre precedente) sia di chi preferisce il variabile (23,12%, -0,57 punti percentuali). Aumentano invece le richieste di tasso misto (3,95%, +1,40 punti percentuali) e variabile con cap (1,82%, +1,52 punti percentuali).


]]>
Bleed: il magazine di Sprint24 sulla tipografia e il graphic design Wed, 29 Nov 2017 15:10:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461076.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461076.html andreafoligni andreafoligni Bleed Magazine Sprint24

ROMA, 29 novembre 2017

Quando vedo un errore di stampa, penso sempre che sia stato inventato qualcosa di nuovo.

Johann Wolfgang Goethe, 1833  

Su Bleed tutte le novità sul mondo della tipografia e del graphic design

Se siete grafici, esperti di tipografia, o semplicemente appassionati di stampa e comunicazione, Bleed è una chicca che non potete perdervi. Magazine trimestrale di informazione sulla tipografia e sulla comunicazione visiva, Bleed è più che una rivista da sfogliare nel tempo libero, Bleed di Sprint24 è soprattutto uno strumento di evasione e ispirazione che vi sarà d’aiuto per riaccendere la creatività e realizzare qualche colpo di genio!

Cos’è Bleed

Più nel concreto, Bleed è un progetto editoriale lanciato nel 2016 dalle menti creative dei fondatori di Sprint24, azienda leader in Italia nel settore della stampa online, in cui vi sarete sicuramente imbattuti se siete del settore e il vostro modus operandi prevede la realizzazione esclusivamente di stampati di qualità.

Su Sprint24 potrete stampare direttamente online i vostri lavori grafici e i vostri progetti editoriali in piccolo o grande formato; potrete stampare direttamente dal vostro pc libri, riviste, brochure pubblicitarie, biglietti da visita e chi più ne ha più ne metta. Il valore aggiunto è che potrete farlo su materiali differenti tra loro (dalla carta, al plexiglass al PVC) e di qualità diverse, fino alla nobilitazione di stampa!

Si, per chi lavora nel settore grafico e tipografico Sprint24 è un po' come il paese dei balocchi.

Come avere Bleed

Bleed è un magazine che è facile da avere ed è soprattutto gratuito perché viene inviato a tutti coloro che hanno effettuato ordini su Sprint24 negli ultimi due anni, ed ai clienti più recenti del sito.

Nel 2016, per esempio, sono state stampate più di 15 mila copie…

Per i più curiosi, invece, è possibile trovare tutti i numeri del magazine finora pubblicati sulla pagina ISSU dove potrete sfogliarli online in formato PDF.

Ogni copia di Bleed che troverete sarà strutturata su tre sezioni: Bleed Magazine Sprint24

- Read

- Think

- Print 

In ciascuna di queste troverete dei focus sull’arte grafica, sulle nuove tecniche di stampa, sull’evoluzione del mondo della tipografia, sul marketing e sulla comunicazione visiva e ogni volta vi verranno dati dei consigli pratici su come migliorare i vostri progetti sia in fase di stampa che anche di realizzazione digitale. Inoltre ogni numero avrà inserti speciali scritti da professionisti del settore.

Insomma, non potete restare indietro: aggiornatevi e fatelo nel migliore dei modi con Sprint24.
Per saziare la vostra sete di conoscenza visitate la pagina ufficiale di Bleed

]]>
#GalateoLinkedIn presenta una serie di regole per il social network professionale Mon, 27 Nov 2017 20:28:08 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/460873.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/460873.html #GalateoLinkedin #GalateoLinkedin Martedì 12 dicembre 2017 #GalateoLinkedIn sarà ospite di Reale Mutua

per presentare il primo Manifesto che raccoglie le buone regole di comportamento da adottare su LinkedIn

 

Torino 23 novembre 2017 - Si concluderà a Torino martedì 12 dicembre 2017 il tour di #GalateoLinkedIn, con un evento dedicato alla tanto attesa presentazione del primo Galateo di LinkedIn. Un Manifesto che nasce dalla sintesi delle regole raccolte dalla community di professionisti che hanno dato il loro contributo al progetto in questi 11 mesi di attività.

 

Il progetto #GalateoLinkedIn nasce dall’incontro tra Valentina Marini e Giada Susca, esperte nel campo delle Risorse Umane, con un particolare focus sull’impatto del digitale nel mondo del lavoro. Le due professioniste dallo scorso gennaio hanno alimentato in rete, attraverso un post diventato virale, un vivace dibattito intorno alla necessità di suggerire alcune regole di buon comportamento da utilizzare in rete, consapevoli che tutto ciò che è virtuale è comunque reale e richiede una specifica attenzione. Questo con il più grande obiettivo di mettere a fattor comune competenze e riflessioni e coltivare così un mondo digitale migliore.

Educazione al digitale, innovazione e collaborazione sono quindi gli elementi alla base di #GalateoLinkedIn.

 

Il progetto è stato realizzato anche grazie al contributo di tanti professionisti che a titolo volontario hanno dedicato tempo ed energia all’iniziativa: a partire dal Team composto da Andrea Solimene, Elena Grandinetti, Roberto Serranò, Giorgia Edvige Garrone, Simona Ruffino, Gabriele Garofalo e Valentino Magliaro, fino alle migliaia di utenti che si sono avvicinati al progetto in questi mesi.

 

A febbraio 2017 il coinvolgimento della community nel progetto è partito concretamente con un’indagine online, che in soli 20 giorni ha ricevuto il contributo di 1.481 professionisti. Con queste premesse #GalateoLinkedIn è andato in tour visitando alcune città italiane – tra cui Roma, Milano e Bologna – e coinvolgendo professionisti in interviste dedicate alla condivisione di casi di successo nell’utilizzo della piattaforma LinkedIn.

 

Tutti questi diversi contributi, on e offline, hanno permesso di arrivare alla stesura del primo Galateo della community, approvato da una Commissione di professionisti d’azienda ed esperti del tema. Il documento vuole essere di supporto all’attività che ogni utente svolge per aggiornarsi, sviluppare relazioni e ricercare opportunità su LinkedIn.

 

La presentazione dei risultati avrà luogo a Torino martedì 12 dicembre 2017, presso l’Auditorium della sede ‘New Building Bertola’ di Reale Mutua, a partire dalle ore 17.00. Dopo l’evento di Torino, il Manifesto verrà reso disponibile in rete, in coerenza con gli obiettivi di trasparenza e condivisione che ispirano da sempre il progetto.

 

Come ogni evento #GalateoLinkedIn, il Manifesto non sarà l’unico protagonista della serata. Sarà infatti previsto un “salotto live” con Speaker di aziende diverse che verrà moderato da Alessandro Donadio, autore del libro #HRevolution, HR Innovation Leader presso PwC, Founder di #socialorg e sostenitore del progetto sin dalle sue origini.

Il dibattito verrà scandito, inoltre, dalle rappresentazioni grafiche di Sara Seravalle e Monica Diari di “Visual stories - network Human Stories” – che si occupano di facilitazione visuale.

A conclusione della serata il consueto aperitivo di networking professionale.

 

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi registrandosi all’indirizzo: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-manifesto-di-galateolinkedin-40167033679

 

Nota bene: GalateoLinkedIn non è ©LinkedIn.com nè è collegato al marchio, a società o persone riferibili a ©LinkedIn o ad aziende del gruppo ©LinkedIn. GalateoLinkedIn è un progetto nato spontaneamente dai contributi raccolti online a titolo gratuito e volontario, da soggetti che hanno inteso condividere le condotte e che, secondo la loro opinione e senza alcuna pretesa impositiva o sanzionatoria, sono coerenti con la partecipazione ad una comunità virtuale, per fini meramente illustrativi e senza scopo di lucro.

_______________________

Il progetto #GalateoLinkedIn

Nasce con l’obiettivo di far ragionare gli utenti sui comportamenti più opportuni da attuare in un social network professionale.

L'iniziativa è nata in rete a fine gennaio da un post provocatorio sul corretto utilizzo di LinkedIn. Vista l'alta viralizzazione del contenuto, il Team di #GalateoLinkedIn, guidato dalle Founder Valentina Marini e Giada Susca, ha deciso di raccogliere la sfida posta dalla rete: scrivere tutti insieme un galateo di buone regole di comportamento da adottare nelle relazioni professionali attraverso LinkedIn.

La Vision del progetto si sintetizza nella frase “COLTIVIAMO UN MONDO DIGITALE MIGLIORE”.

Questi gli step del progetto:

-        febbraio 2017: viene lanciata un’indagine a cui partecipano più di 1400 persone con l’intento di interrogare la community sui comportamenti più efficaci da adottare sul social network dalla costruzione del profilo alla richiesta di collegamento.

-        marzo - aprile 2017: la restituzione dei dati raccolti nella indagine alla attraverso pillole settimanali commentate dalle due fondatrici

-        23 maggio 2017: il primo evento #GalateoLinkedin a Roma ospiti di 3M. Gli speaker coinvolti sono stati: Alessandro Donadio, Silvia Zanella e Matteo Lo Bue.

-        12 Giugno 2017: il secondo evento di #GalateoLinkedIn a Milano presso Maire Tecnimont. Gli speaker coinvolti sono stati: Luca Solari, Andrea Barchiesi, Matteo Lo Bue.

-        26 giugno 2017: il terzo evento di #GalateoLinkedIn a Bologna presso la Fondazione Aldini Valeriani. Gli speaker coinvolti sono stati: Alessandro Camilleri, Massimiliano Nucci.

-        settembre 2017: Il lancio delle interviste a CEO, Digital Officer, HRD e Influencer, raccolte e condivise in rete come ulteriori occasioni di ragionamento sull’utilizzo più efficace del social network. Le interviste, a cura della redazione del Team #GalateoLinkedin, sono consultabili al presente link: http://www.galateolinkedin.it/category/galateolinkedinblog/

-        ottobre-novembre 2017: #GalateoLinkedIn partecipa agli Smart Working Day a Roma e Napoli raccontandosi come progetto di best practice di successo in modalità remote working

-        12 dicembre 2017: #GalateoLinkedIn presenta il Manifesto del primo Galateo di LinkedIn all’evento finale a Torino

 

 

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:

www.galateolinkedin.it - hello@galateolinkedin.it

 

LINKEDIN: https://www.linkedin.com/company/11068321/

FACEBOOK: https://www.facebook.com/galateolinkedin

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/galateolinkedin/?hl=it

TWITTER: https://twitter.com/galateolinkedin

YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UC_cOyWYE3C6nHesGAuOHzig

 

#GalateoLinkedIn

#MGL

]]>
#GalateoLinkedIn presenta una serie di regole per il social network professionale Mon, 27 Nov 2017 20:27:16 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/460872.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/460872.html #GalateoLinkedin #GalateoLinkedin Martedì 12 dicembre 2017 #GalateoLinkedIn sarà ospite di Reale Mutua

per presentare il primo Manifesto che raccoglie le buone regole di comportamento da adottare su LinkedIn

 

Torino 23 novembre 2017 - Si concluderà a Torino martedì 12 dicembre 2017 il tour di #GalateoLinkedIn, con un evento dedicato alla tanto attesa presentazione del primo Galateo di LinkedIn. Un Manifesto che nasce dalla sintesi delle regole raccolte dalla community di professionisti che hanno dato il loro contributo al progetto in questi 11 mesi di attività.

 

Il progetto #GalateoLinkedIn nasce dall’incontro tra Valentina Marini e Giada Susca, esperte nel campo delle Risorse Umane, con un particolare focus sull’impatto del digitale nel mondo del lavoro. Le due professioniste dallo scorso gennaio hanno alimentato in rete, attraverso un post diventato virale, un vivace dibattito intorno alla necessità di suggerire alcune regole di buon comportamento da utilizzare in rete, consapevoli che tutto ciò che è virtuale è comunque reale e richiede una specifica attenzione. Questo con il più grande obiettivo di mettere a fattor comune competenze e riflessioni e coltivare così un mondo digitale migliore.

Educazione al digitale, innovazione e collaborazione sono quindi gli elementi alla base di #GalateoLinkedIn.

 

Il progetto è stato realizzato anche grazie al contributo di tanti professionisti che a titolo volontario hanno dedicato tempo ed energia all’iniziativa: a partire dal Team composto da Andrea Solimene, Elena Grandinetti, Roberto Serranò, Giorgia Edvige Garrone, Simona Ruffino, Gabriele Garofalo e Valentino Magliaro, fino alle migliaia di utenti che si sono avvicinati al progetto in questi mesi.

 

A febbraio 2017 il coinvolgimento della community nel progetto è partito concretamente con un’indagine online, che in soli 20 giorni ha ricevuto il contributo di 1.481 professionisti. Con queste premesse #GalateoLinkedIn è andato in tour visitando alcune città italiane – tra cui Roma, Milano e Bologna – e coinvolgendo professionisti in interviste dedicate alla condivisione di casi di successo nell’utilizzo della piattaforma LinkedIn.

 

Tutti questi diversi contributi, on e offline, hanno permesso di arrivare alla stesura del primo Galateo della community, approvato da una Commissione di professionisti d’azienda ed esperti del tema. Il documento vuole essere di supporto all’attività che ogni utente svolge per aggiornarsi, sviluppare relazioni e ricercare opportunità su LinkedIn.

 

La presentazione dei risultati avrà luogo a Torino martedì 12 dicembre 2017, presso l’Auditorium della sede ‘New Building Bertola’ di Reale Mutua, a partire dalle ore 17.00. Dopo l’evento di Torino, il Manifesto verrà reso disponibile in rete, in coerenza con gli obiettivi di trasparenza e condivisione che ispirano da sempre il progetto.

 

Come ogni evento #GalateoLinkedIn, il Manifesto non sarà l’unico protagonista della serata. Sarà infatti previsto un “salotto live” con Speaker di aziende diverse che verrà moderato da Alessandro Donadio, autore del libro #HRevolution, HR Innovation Leader presso PwC, Founder di #socialorg e sostenitore del progetto sin dalle sue origini.

Il dibattito verrà scandito, inoltre, dalle rappresentazioni grafiche di Sara Seravalle e Monica Diari di “Visual stories - network Human Stories” – che si occupano di facilitazione visuale.

A conclusione della serata il consueto aperitivo di networking professionale.

 

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi registrandosi all’indirizzo: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-manifesto-di-galateolinkedin-40167033679

 

Nota bene: GalateoLinkedIn non è ©LinkedIn.com nè è collegato al marchio, a società o persone riferibili a ©LinkedIn o ad aziende del gruppo ©LinkedIn. GalateoLinkedIn è un progetto nato spontaneamente dai contributi raccolti online a titolo gratuito e volontario, da soggetti che hanno inteso condividere le condotte e che, secondo la loro opinione e senza alcuna pretesa impositiva o sanzionatoria, sono coerenti con la partecipazione ad una comunità virtuale, per fini meramente illustrativi e senza scopo di lucro.

_______________________

Il progetto #GalateoLinkedIn

Nasce con l’obiettivo di far ragionare gli utenti sui comportamenti più opportuni da attuare in un social network professionale.

L'iniziativa è nata in rete a fine gennaio da un post provocatorio sul corretto utilizzo di LinkedIn. Vista l'alta viralizzazione del contenuto, il Team di #GalateoLinkedIn, guidato dalle Founder Valentina Marini e Giada Susca, ha deciso di raccogliere la sfida posta dalla rete: scrivere tutti insieme un galateo di buone regole di comportamento da adottare nelle relazioni professionali attraverso LinkedIn.

La Vision del progetto si sintetizza nella frase “COLTIVIAMO UN MONDO DIGITALE MIGLIORE”.

Questi gli step del progetto:

-        febbraio 2017: viene lanciata un’indagine a cui partecipano più di 1400 persone con l’intento di interrogare la community sui comportamenti più efficaci da adottare sul social network dalla costruzione del profilo alla richiesta di collegamento.

-        marzo - aprile 2017: la restituzione dei dati raccolti nella indagine alla attraverso pillole settimanali commentate dalle due fondatrici

-        23 maggio 2017: il primo evento #GalateoLinkedin a Roma ospiti di 3M. Gli speaker coinvolti sono stati: Alessandro Donadio, Silvia Zanella e Matteo Lo Bue.

-        12 Giugno 2017: il secondo evento di #GalateoLinkedIn a Milano presso Maire Tecnimont. Gli speaker coinvolti sono stati: Luca Solari, Andrea Barchiesi, Matteo Lo Bue.

-        26 giugno 2017: il terzo evento di #GalateoLinkedIn a Bologna presso la Fondazione Aldini Valeriani. Gli speaker coinvolti sono stati: Alessandro Camilleri, Massimiliano Nucci.

-        settembre 2017: Il lancio delle interviste a CEO, Digital Officer, HRD e Influencer, raccolte e condivise in rete come ulteriori occasioni di ragionamento sull’utilizzo più efficace del social network. Le interviste, a cura della redazione del Team #GalateoLinkedin, sono consultabili al presente link: http://www.galateolinkedin.it/category/galateolinkedinblog/

-        ottobre-novembre 2017: #GalateoLinkedIn partecipa agli Smart Working Day a Roma e Napoli raccontandosi come progetto di best practice di successo in modalità remote working

-        12 dicembre 2017: #GalateoLinkedIn presenta il Manifesto del primo Galateo di LinkedIn all’evento finale a Torino

 

 

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:

www.galateolinkedin.it - hello@galateolinkedin.it

 

LINKEDIN: https://www.linkedin.com/company/11068321/

FACEBOOK: https://www.facebook.com/galateolinkedin

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/galateolinkedin/?hl=it

TWITTER: https://twitter.com/galateolinkedin

YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UC_cOyWYE3C6nHesGAuOHzig

 

#GalateoLinkedIn

#MGL

]]>
Aggiornamenti da AssoComunicatori del 2017-11-27 Mon, 27 Nov 2017 13:02:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461672.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461672.html AssoComunicatori - Confassociazioni AssoComunicatori - Confassociazioni
Aggiornamenti da Assocomunicatori
Save the date: Serata di gala 20° Premio Assorel a Milano, mercoledì 13 dicembre

Il prossimo 13 dicembre si terrà a Milano la serata di premiazione del 20^ edizione del Premio Assorel: il riconoscimento che premia i migliori progetti di Comunicazione e Relazioni Pubbliche, aperto a tutte le campagne di comunicazione a sostegno di aziende, marche, Associazioni, organizzazioni, istituzioni pubbliche e private che hanno avuto come obiettivo principale lo sviluppo di una reputazione positiva, contenuti, storytelling ed eventi di successo capaci di costruire un engagement qualificato e diffuso presso i pubblici di riferimento.

L’edizione 2017 è stata ampliata con tre nuove Categorie: Public Affairs & Lobbying, Comunicazione Politica e Comunicazione agli stakeholders del bilancio di sostenibilità.

Saranno inoltre assegnati 4 “Premi Speciali” per la “Innovazione nella misurazione dei risultati per aver introdotto variabili innovative nei parametri di misurazione del ritorno sull’investimento”, in collaborazione con “L’Eco della Stampa”, le “Social & Media Relations” per il miglior utilizzo delle Relazioni con i Media, la “Content creation” per lo sviluppo e la creatività dei contenuti e la “Live Communication” per la miglior valorizzazione di un evento sotto il profilo della comunicazione.

La Giuria, composta da autorevoli rappresentanti delle Imprese, delle Università e delle Associazioni assegnerà anche il “Premio alla Carriera”, giunto alla 11^ edizione. Il Premio verrà dato al professionista o personaggio pubblico che con il proprio impegno e nel proprio ruolo professionale si è fatto testimone della divulgazione del valore della comunicazione tenendo alto il prestigio dell’Italia nel mondo.

News  •  2017-11-27  •  AssoComunicatori
Share to Facebook Share to Twitter Forward email

Informativa Privacy - Ai sensi del D. Lgs n. 196/2003 (Codice Privacy) si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso esclusivo del destinatario. Qualora il messaggio in parola Le fosse pervenuto per errore, La preghiamo di eliminarlo senza copiarlo e di non inoltrarlo a terzi, dandocene gentilmente comunicazione. Grazie.

Do not want to see it again?
Unsubscribe
]]>
Facile.it apre a Bergamo il suo negozio fisico Thu, 23 Nov 2017 16:49:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/460416.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/460416.html Facile.it Facile.it

Facile.it, il principale comparatore italiano dedicato al risparmio sulle spese familiari, apre il suo negozio su strada a Bergamo (https://www.facile.it/store/bergamo.html). Dopo lo straordinario successo ottenuto dal Facile.it Store di Varese, la web company amplia la propria rete di punti vendita fisici a gestione diretta scegliendo per il suo secondo negozio in Italia il cuore della città bassa, via Tiraboschi 30.

A partire dal 22 novembre, all’interno di uno spazio di 100 mq, i bergamaschi potranno trovare esperti assicurativi e del credito che li guideranno nell’utilizzo del comparatore e nell’identificazione delle offerte migliori su polizze RC auto e moto, mutui, prestiti, ADSL, luce e gas. L’attività di consulenza sarà totalmente gratuita e sarà possibile effettuare l’acquisto direttamente in negozio; è previsto un costo di brokeraggio solo in caso di sottoscrizione della polizza auto o moto. 

«Prosegue il percorso di ampliamento della rete di negozi fisici a marchio Facile.it», spiega Mauro Giacobbe, Amministratore delegato di Facile.it «Si tratta di spazi dedicati al risparmio e ai consumatori, pensati come estensione naturale del portale web. L’obiettivo è di migliorare ulteriormente la già ottima customer experience del canale online e, al contempo, offrire ai nostri clienti una consulenza pre e post acquisto, costruendo un rapporto fiduciario personale con i consulenti».

Lo spazio espositivo e l’arredamento dello store Facile.it di Bergamo, progettati dallo studio di architettura Mumbledesign (architetti Franz Bergonzi, Matteo Faroldi e Giorgia Milani), sono stati studiati in modo da rendere semplice e agevole l’interazione con i consulenti del sito, all’interno di un ambiente caratterizzato da design moderno e minimale dove predomina il colore arancione, elemento visivo che contraddistingue il marchio del portale leader in Italia nella comparazione di tariffe.

 

«Nel 2011, con il lancio del sito Facile.it, abbiamo cambiato il modo in cui gli italiani risparmiavano online», ha continuato Giacobbe. «Ora vogliamo portare questa rivoluzione anche nelle piazze italiane e Bergamo rappresenta una tappa importantissima del progetto; la abbiamo scelta perché, ad esempio, dai dati raccolti con la nostra piattaforma sappiamo di poter offrire ai bergamaschi prezzi molto bassi sulle assicurazioni auto e moto. Vogliamo comprendere meglio le esigenze dei nostri clienti e dare un’opportunità di risparmio anche al pubblico non ancora abituato a usare gli strumenti di comparazione online.» 

]]>
Facile.it: ecco quanto spendono le famiglie a Bergamo Thu, 23 Nov 2017 16:47:36 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/460414.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/460414.html Facile.it Facile.it Quanto costa vivere a Bergamo e quanto spendono le famiglie bergamasche per i conti di casa? In occasione dell’apertura del primo punto vendita nella città dei Mille (https://www.facile.it/store/bergamo.html) Facile.it, il principale comparatore italiano dedicato al risparmio sulle spese familiari, ha analizzato nel dettaglio i costi che si devono sostenere in città e provincia per pagare mutui, prestiti, RC auto, luce, gas, ADSL e RC moto. Ecco cosa è emerso.

Assicurazioni auto e moto

I primi prodotti finiti sotto la lente del comparatore, ed anche i più richiesti nei punti vendita e tramite il sito, sono quelli assicurativi e, nello specifico, le coperture RC auto e moto. Secondo i dati dell’Osservatorio di Facile.it* relativi ad ottobre 2017, assicurare un’auto in provincia di Bergamo costa, in media, 446,96 € e 465,49€ nel comune. Se si passa a considerare il costo dell’Rc moto, invece, i centauri della provincia pagano mediamente 372,32 € e 373,53€ quelli che risiedono nel comune.

Mutui prima casa

Facile.it ha poi analizzato i mutui relativi all’acquisto della prima casa. Il taglio medio dei mutui erogati in provincia di Bergamo nei primi 10 mesi del 2017 è stato pari a 117.725 euro e, se ci si concentra unicamente sui finanziamenti ottenuti per comprare la prima casa, la cifra sale a 118.023 euro. I bergamaschi finanziano attraverso il mutuo, che nel 71% dei casi è a tasso fisso, nel 21% variabile e misto nell’8%, il 61% del valore dell’immobile e resteranno legati alla banca erogante per circa 21 anni. Per quanto riguarda la surroga, l’importo medio erogato è stato pari a 114.598 euro, con una durata media del finanziamento di 18 anni.

Luce e gas

Per ciò che riguarda la luce ed il gas, l’ufficio studi di Facile.it ha preso a campione i consumi medi di una famiglia di tre elementi. Nel caso dell’energia elettrica i costi sostenuti nel 2017 sono pari a 575 euro (+1.8% rispetto al 2016) e addirittura 1.015 euro per il gas (+1.7% se confrontato con il 2016).

Telefonia

Facile.it ha esaminato i costi sostenuti dalle famiglie bergamasche in relazione alla telefonia fissa (voce e ADSL). Dall’analisi è emerso che, nel 2017, la spesa media sostenuta in città e provincia è di 334,36 euro a famiglia, valore in diminuzione del 6,80% rispetto al 2016.

Prestiti personali e cessioni del quinto

Un’altra delle spese che Facile.it ha considerato nella sua analisi dei consumi bergamaschi è quella relativa ai prestiti personali e alle cessioni del quinto dello stipendio o della pensione. Nel primo caso la richiesta media che i bergamaschi hanno presentato alle finanziarie è stata pari, da gennaio ad agosto 2017, a 10.667 euro da restituire in 61 mensilità (appena più di 5 anni). Curioso notare come facciano capo ad un bergamasco quasi il 9% delle richieste di prestito personale presentate in Lombardia.

Analizzando invece i dati relativi alla cessione del quinto a Bergamo, tutti i numeri crescono e non di poco. Chi sottoscrive questa particolare forma di finanziamento richiede in media appena meno di 17.000 euro (16.824), e riuscirà a restituire quanto gli è stato concesso in un tempo davvero lungo: 98 mensilità, ovvero più di 8 anni. Guardando il totale delle richieste bergamasche in rapporto con quelle lombarde, in questo caso, hanno origine nella provincia il 9,2% del totale lombardo.

«L’apertura del Facile.it Store a Bergamo», ha dichiarato Mauro Giacobbe, Amministratore delegato della società, «consentirà a tutti i bergamaschi di avere a portata di mano ogni strumento possibile per risparmiare sulle spese della famiglia. Un team di consulenti dedicati sarà a disposizione di chi si recherà nella sede di via Tiraboschi 30 per analizzare il suo profilo utente e aiutarlo a scegliere i prodotti migliori disponibili sul mercato.».

 

 

]]>
Aggiornamenti da AssoComunicatori del 2017-11-22 Wed, 22 Nov 2017 13:02:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461251.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/461251.html AssoComunicatori - Confassociazioni AssoComunicatori - Confassociazioni
Aggiornamenti da Assocomunicatori
Carmelo Cutuli nominato Presidente di CONFASSOCIAZIONI Comunicazione

Carmelo Cutuli, Presidente di AssoComunicatori, associazione professionale di comunicatori confederata in CONFASSOCIAZIONI è stato chiamato a presiedere il settore confederale CONFASSOCIAZIONI Comunicazione che aggrega le maggiori realtà associative nazionali di professionisti del marketing, della comunicazione e delle relazioni pubbliche.

Nel consiglio di CONFASSOCIAZIONI Comunicazione, Cutuli sarà affiancato da professionisti di prim’ordine: Fabrizio De Priamo, Vice Presidente con delega all’Editoria; Gabriele Ferrieri, Vice Presidente con delega ai Processi di Innovazione; Antonio La Ferrara, Vice Presidente con delega alle Relazioni Istituzionali; Adriana Apicella, Vice Presidente con delega alle Relazioni Internazionali (ad interim). Segretario Generale di CONFASSOCIAZIONI Comunicazione sarà Federico Palmieri.

CONFASSOCIAZIONI, il soggetto di rappresentanza unitaria delle Federazioni, dei Coordinamenti e delle Associazioni che esercitano attività professionali “non organizzate in ordini e collegi”, in Italia ed in Europa, conta su 652mila iscritti, oltre 126mila imprese associate e 341 associazioni professionali.

News  •  2017-11-21  •  AssoComunicatori
Share to Facebook Share to Twitter Forward email

Informativa Privacy - Ai sensi del D. Lgs n. 196/2003 (Codice Privacy) si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso esclusivo del destinatario. Qualora il messaggio in parola Le fosse pervenuto per errore, La preghiamo di eliminarlo senza copiarlo e di non inoltrarlo a terzi, dandocene gentilmente comunicazione. Grazie.

Do not want to see it again?
Unsubscribe
]]>
Come organizzare un evento di successo, i consigli di Valentino Macri Mon, 20 Nov 2017 10:19:47 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/460010.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/460010.html articolinews articolinews Valentino Macri, per più di un decennio responsabile degli eventi della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, spiega come ricercare al meglio fondi e sponsor.

Valentino Macri

Il nuovo articolo di Valentino Macri sull'Event Planning

L'attenzione di Valentino Macri si è soffermata recentemente sull'organizzazione di eventi. Quale esperto nel settore, grazie alle competenze maturate nella Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, periodo nel quale si è occupato anche di organizzarne gli eventi come il famoso Salone del Libro di Torino, ha evidenziato nel suo blog le migliori strategie da utilizzare per la loro buona riuscita, in particolare le sponsorizzazioni. Per Valentino Macri tra i requisiti essenziali vi è la credibilità. Al fine di avviare un rapporto di stima e fiducia con gli sponsor consiglia la realizzazione di report contenenti la storia e i risultati delle passate edizioni, comprensivi dei numeri e degli obiettivi realizzati. Occorre innanzitutto riuscire però a trasmettere i valori più caratterizzanti dell'evento, quali autorevolezza, qualità, vantaggi per l'azienda che vi partecipa. Perché allora non aggiungere anche delle foto delle location e dei prodotti esposti in passato. Un ulteriore elemento su cui puntare, secondo Valentino Macri, è la realizzazione di un elenco delle interazioni e partecipazioni più significative delle edizioni precedenti. Altrettanto importante, nell'opinione dello specialista, è il mantenimento della rete di relazioni create per l'occasione con i supporter, anche una volta che l'iniziativa si è conclusa. Percorso che è opportuno perseguire attraverso la realizzazione, ad esempio, di meeting dedicati a fare il punto su ciò che è possibile migliorare e alla raccolta delle valutazioni del pubblico sugli sponsor.

Percorso professionale e formazione di Valentino Macri

Community Manager dal 2017 della società specializzata nel campo dei nuovi media, Nova Pop Communication, Valentino Macri è un esperto nella comunicazione e nella realizzazione di eventi, dal 2011 Cavaliere dell'Ordine "Al merito della Repubblica Italiana". Nato in Svizzera, nella città di Berna, nel 1971, si trasferisce in Piemonte in giovane età dove ottiene il diploma di maturità scientifica e, successivamente, la laurea in Lettere Moderne all'Università degli Studi di Torino. È sempre qui che, dopo il Master in Comunicazione Pubblica di Impresa e Relazioni Industriali Centro Formazione e Studi Sociali "Pietro Desiderato", Valentino Macri si iscrive all'Albo dei Giornalisti Pubblicisti dell'Ordine Regionale del Piemonte. Nel corso della propria carriera ha collaborato con diverse realtà attive nel settore della comunicazione: dal 1998 al 2001 collabora con i periodici Piemonte Opinioni e l'house organ dell'associazione ACAI. Prima di diventare Web Content Manager di Telecom Italia Lab (TILAB), dal 2001, collabora anche con il Centro Formazione e Studi Sociali "Pietro Desiderato". Dal 2002 al 2016 Valentino Macri è stato attivo presso la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, nel ruolo di Responsabile dell'Ufficio Operatori Professionali, Coordinatore Generale della Fondazione e Responsabile di tutti gli eventi e attività promosse e realizzate dalla Fondazione.

]]>
Dati, metadati, banche dati: l’oro nero del XXI secolo? (Convegno Asseprim 2017) Sun, 19 Nov 2017 18:02:19 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/459922.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/459922.html EncantoPR EncantoPR Quanto valgono i dati dei clienti, quelli aziendali, quelli statistici e come trasformarli in business

Convegno Asseprim – 22 novembre  2017 – ore 9,30 Milano

Unione Confcommercio – Sala Colucci di Palazzo Castiglioni in Corso Venezia 47

I dati sono il nuovo oro nero nell’economia della conoscenza. Si tratta dei dati tecnici e commerciali delle aziende, ma anche dei dati degli utenti della rete, o dei dati statistici. Opportunamente raccolti, trattati e protetti possono creare grandi opportunità di business, anche per le piccole e medie imprese, che tuttavia ancora non sono pienamente consapevoli del valore dei dati in loro possesso o con i quali lavorano.

Sappiamo cosa sono i dati? Siamo in grado di farne un buon uso? Li valorizziamo nel modo corretto per trarne i giusti vantaggi? Quali sono i parametri del nostro ordinamento giuridico per la raccolta e il trattamento dei dati? Come possiamo tutelarli? Conosciamo le agevolazioni fiscali connesse a questo valore intangibile?

Su questi temi Asseprim organizza una giornata di formazione per il 22 novembre dalle 9.30 alle 13 a Palazzo Castiglioni in Corso Venezia 47 a Milano, avvalendosi di specialisti di diritto industriale e delle proprietà intellettuale, di esperti di economia e del settore informatico, e presentando alcune esperienze concrete di business nel mondo dei dati.

La società Itsright, presenterà la sua banca dati per la raccolta e la distribuzione dei compensi per i diritti connessi al diritto d’autore, derivante dall’utilizzazione di opere musicali e del suo valore sia per la gestione diretta del business, sia come oggetto di licenza.

La società Teia Technologies, spiegherà come è riuscita a creare un nuovo modello di business, analizzando le conversazioni e i dati partendo dall’individuo e dalla sua esperienza. 

La società Friendz, parlerà della creazione di una community per la realizzazione e la valorizzazione di opere fotografiche, nel contesto della raccolta/utilizzazione dei dati e delle fotografie per attività di awareness e vere e proprie campagne pubblicitarie.

Per iscriversi al convegno registrarsi al sito: www.asseprim.it

Ufficio stampa 
Encanto Public Relations
via Mauro Macchi, 42 Milano
Maria Amendolaginem.amendolagine@encantopr.it - 348.540.4443 

 

 

]]>
Cessione del quinto: in Italia si chiedono in media più di 15.500 euro Fri, 17 Nov 2017 17:51:06 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/459759.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/459759.html Facile.it Facile.it I finanziamenti di cessione del quinto sono aumentati, secondo dati ufficiali, dell’11,6%, ma qual è l’identikit di chi fa ricorso a questo particolare tipo di prestito e quanto si cerca di ottenere dalle finanziarie? Facile.it e Prestiti.it hanno analizzato oltre 20.000 domande di cessione del quinto presentate nei primi otto mesi del 2017 stabilendo che l’importo medio chiesto è stato pari a circa 15.700 euro, con un piano di restituzione di 94 rate (poco meno di otto anni). Il richiedente medio ha uno stipendio di 1.513 euro e, nel 73,8% dei casi, a presentare domanda è stato un uomo.

«La cessione del quinto è un prestito riservato a dipendenti pubblici, privati e ai pensionati; consente di ottenere importi con rata mensile sino a un massimo del 20% dello stipendio, un piano di restituzione tra i 2 e i 10 anni e un tasso di interesse fisso», spiega Andrea Bordigone, responsabile BU prestiti di Facile.it «caratteristiche che fanno di questa tipologia di finanziamento un prodotto particolarmente richiesto».

Le finalità della cessione del quinto

La cessione del quinto è una forma di prestito non finalizzato, può quindi essere concesso anche senza specifici motivi, ma analizzando le richieste di coloro che hanno indicato la finalità emerge come la prima motivazione sia il consolidamento debiti (37,9%).

«Il finanziamento mediante cessione del quinto prevede l’addebito della rata direttamente sullo stipendio o pensione del richiedente e, per ottenerlo, il cliente deve sottoscrivere una polizza vita obbligatoria; elementi che riducono sensibilmente il rischio di insolvenza da parte dei debitori», spiega Bordigone. «Per queste ragioni i criteri di valutazione dell'erogabilità sono meno severi e il finanziamento può essere concesso anche a chi non possiede i requisiti di credito per ottenere prestiti personali, chi è stato segnalato ai Sic, chi ha subito protesti o ha avuto disguidi con altri prestiti».

Nella classifica delle finalità, la seconda più indicata è l’ottenimento di liquidità (33,9%) mentre al terzo posto si posiziona la ristrutturazione della casa (8,9%).

La geografia delle richieste di cessione del quinto

Analizzando la provenienza delle richieste la Lombardia è la prima regione italiana per numero di richieste; da qui provengono il 16,86% delle domande di finanziamento tramite cessione del quinto. Seguono in classifica il Lazio, con il 13,68%, e la Campania con il 9,61%.

 

Dal punto di vista degli importi richiesti, invece, la classifica cambia e al primo posto si posiziona l’Umbria, dove si puntano ad ottenere in media 16.647 euro. Al secondo posto c’è la Sicilia (16.445 euro) mentre al terzo la Puglia (16.408 euro).

]]>