Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Internet Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Internet Thu, 27 Apr 2017 07:21:33 +0200 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/1 Insurance Telematics Market Expected to Expand at a Steady CAGR through 2027 Wed, 26 Apr 2017 12:24:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/430322.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/430322.html Ankush Nikam Ankush Nikam Recently insurance industry is facing a huge technological shift in order to stay competitive in the market. Due to innovations in IoT and using them for insurance telematics products in order to connect insurance products and their offerings are in rise. The growth in investments in the IoT insurance technologies are enabling to develop innovative insurance telematics offerings.

Insurance telematics devices are primarily used by automobile insurance companies in order to track driving behavior of the customer and based on their performance in driving there would be change in the insurance premiums.

Life insurance companies are incorporating health tracking devices in order to integrate change premiums and insurance plans based on the customer’s health change patterns. This smart life way of changing insurance offers is an example of how insurance companies are starting to make impact in the daily lives of their customers.

Request Report Sample@ http://www.futuremarketinsights.com/reports/sample/rep-gb-3219 

Market drivers & challenges:

These technology enabled products will become necessary across all segments of the insurance industry, as increase in the digital savvy customers. Growth in innovations like IoT and machine learning also increase the adoption of insurance telematics market.

Insurance telematics market is also driven by the growth in construction industry where insurance companies offer reduced premiums based on the building systems and also react and monitor utilities in order to understand water leakage, fire occupancy trends etc. Insurance companies can use this data findings and can do predictive maintenance by detecting potential problems prior to their occurrence, thereby reducing claims from the customers.

One of the major challenge faced insurance telematics market is lack of knowledge of these advanced technologies by the insurance companies and the huge task of designing the IoT applications based on company’s Policies and government regulations.

Global Insurance Telematics Market: Segmentation

Global Insurance telematics market is segmented based on the type of Deployment, by the size of the organisation, by region.

On the basis of the type of deployment Global Insurance telematics market is segmented to Cloud, On-premise.

On the basis of the size of organisation the Global Insurance telematics market is segmented to Small and Medium Enterprises (SMEs), Large Enterprises.

On basis of region global Insurance Telematics Market is segmented into North America, Latin America, Eastern Europe, Western Europe, Asia Pacific Excluding Japan (APEJ), Japan and The Middle East and Africa (MEA).

Request For TOC@ http://www.futuremarketinsights.com/toc/rep-gb-3219 

Market Overview:                                              

Majority of the Insurance Telematics market is dominated by Europe as there are large number of insurance companies adopting to these change. Followed by North America and Asia pacific which also share a significant market due of growth of online retail.

Key Market Players:

Some of the key players in Global Insurance Telematics Market include, CoverBox Ltd., Hughes Telematics, Inc., Insure The Box, Liberty Mutual Insurance Company, MyDrive Solutions, Novatel Wireless, Numerex Corporation, , State Farm, TomTom, TRACKER Network, Travelers Indemnity Company, Trimble Insurance Agency, Inc., ViaSat, Inc., Zurich Financial Services Ltd.

Browse Full Report@ http://www.futuremarketinsights.com/reports/insurance-telematics-market 

]]>
Insurance Telematics Market Expected to Expand at a Steady CAGR through 2027 Wed, 26 Apr 2017 12:24:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/430321.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/430321.html Ankush Nikam Ankush Nikam Recently insurance industry is facing a huge technological shift in order to stay competitive in the market. Due to innovations in IoT and using them for insurance telematics products in order to connect insurance products and their offerings are in rise. The growth in investments in the IoT insurance technologies are enabling to develop innovative insurance telematics offerings.

Insurance telematics devices are primarily used by automobile insurance companies in order to track driving behavior of the customer and based on their performance in driving there would be change in the insurance premiums.

Life insurance companies are incorporating health tracking devices in order to integrate change premiums and insurance plans based on the customer’s health change patterns. This smart life way of changing insurance offers is an example of how insurance companies are starting to make impact in the daily lives of their customers.

Request Report Sample@ http://www.futuremarketinsights.com/reports/sample/rep-gb-3219 

Market drivers & challenges:

These technology enabled products will become necessary across all segments of the insurance industry, as increase in the digital savvy customers. Growth in innovations like IoT and machine learning also increase the adoption of insurance telematics market.

Insurance telematics market is also driven by the growth in construction industry where insurance companies offer reduced premiums based on the building systems and also react and monitor utilities in order to understand water leakage, fire occupancy trends etc. Insurance companies can use this data findings and can do predictive maintenance by detecting potential problems prior to their occurrence, thereby reducing claims from the customers.

One of the major challenge faced insurance telematics market is lack of knowledge of these advanced technologies by the insurance companies and the huge task of designing the IoT applications based on company’s Policies and government regulations.

Global Insurance Telematics Market: Segmentation

Global Insurance telematics market is segmented based on the type of Deployment, by the size of the organisation, by region.

On the basis of the type of deployment Global Insurance telematics market is segmented to Cloud, On-premise.

On the basis of the size of organisation the Global Insurance telematics market is segmented to Small and Medium Enterprises (SMEs), Large Enterprises.

On basis of region global Insurance Telematics Market is segmented into North America, Latin America, Eastern Europe, Western Europe, Asia Pacific Excluding Japan (APEJ), Japan and The Middle East and Africa (MEA).

Request For TOC@ http://www.futuremarketinsights.com/toc/rep-gb-3219 

Market Overview:                                              

Majority of the Insurance Telematics market is dominated by Europe as there are large number of insurance companies adopting to these change. Followed by North America and Asia pacific which also share a significant market due of growth of online retail.

Key Market Players:

Some of the key players in Global Insurance Telematics Market include, CoverBox Ltd., Hughes Telematics, Inc., Insure The Box, Liberty Mutual Insurance Company, MyDrive Solutions, Novatel Wireless, Numerex Corporation, , State Farm, TomTom, TRACKER Network, Travelers Indemnity Company, Trimble Insurance Agency, Inc., ViaSat, Inc., Zurich Financial Services Ltd.

Browse Full Report@ http://www.futuremarketinsights.com/reports/insurance-telematics-market 

]]>
ANTEPRIMA | NELLE PROSSIME ORE DOSSIER ESCLUSIVO GIANNIELLE1.IT SULL'INCUBO DEI GAY IN CECENIA Wed, 26 Apr 2017 00:16:15 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/430242.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/430242.html Giannielle1.it | Le voci del mondo LGBT Giannielle1.it | Le voci del mondo LGBT Sulla situazione dei gay in Cecenia è necessario mantenere viva l'attenzione dell'opinione pubblica e dei leader politici. In primo luogo per interrompere la purga intrapresa dal presidente ceceno Kadyrov nei confronti degli omosessuali e dall'altro per permettere la fuga dall'inferno ceceno delle persone LGBT, così da metterle al sicuro, lontane dai campi di concentramento del regime, dalle forze dell'ordine corrotte e dalle loro stesse famiglie.

Per questo nelle prossime ore la redazione di Giannielle1.it pubblicherà sulla propria pagina Facebook un dossier esclusivo, dove verrà raccontata la difficile vita quotidiana degli omosessuali ceceni con una narrazione il più possibile lontana dai cliches. Un'inchiesta che ha mobilitato lo staff del sito LGBTI e che cercherà di far comprendere alle lettrici e ai lettori lo scenario gay ceceno nel quadro di un'informazione libera e autorevole.

● Presto solo su Giannielle1.it | facebook.com/giannielle1


■ COME AIUTARE LE PERSONE LGBT CECENE

Raccolta fondi All Out per il Russian LGBT Network 
Petizione Amnesty International - Italia

 

Topics: #Lgbt | #Gay | #Cecenia | #Chechenya100 | #Diritti

]]>
4 strategie immobiliari per vendere più Mon, 24 Apr 2017 14:56:32 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429992.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429992.html Espliko Espliko Esistono ancora molti agenti immobiliari che nel loro modo di vendere o acquisire un’immobile si fossilizzano  su cose che in realtà non sono producenti. Mi è capitato recentemente di parlare con un agente immobiliare di giovane età anagrafica ma di mentalità stantia,  lui stesso ormai sclerotizzato in approcci ormai obsoleti. Non riusciva ad abbandonare l’idea che essere il cinquantesimo agente immobiliare a telefonare al cliente o rappresentare in fondo l’ennesimo disturbatore seriale porta a porta fosse il metodo giusto per acquisire e far conoscere il proprio brand.

Se questi metodi potevano funzionare fino a  un decennio fa, adesso le tecniche di comunicazione ed interazione sono cambiate, si sono evolute e a fronte di tali mutamenti  è d’obbligo l’evoluzione dell’agente immobiliare. Vedo spesso disperati tentativi di promozione per cercare di vendere l’invendibile senza  la minima consapevolezza di quanto questi sforzi risultino inutili.

Adesso ti elenco 4 strategie per riuscire a vendere più case rispetto ai tuoi concorrenti.

1) Rafforza il tuo BRAND

Avere un brand forte significa possedere un vantaggio combattivo non indifferente su tutti i tuoi competitors e nella fattispecie  su coloro che sono poco noti. Infatti quest’ultimi non possedendo la solida base di un brand rinomato devono sudare attraverso l’abbattimento delle provvigioni per cercare di far emergere il proprio nome, talvolta assecondando le richieste assurde di venditori e compratori, ritrovandosi a sminuire la propria figura professionale in un circolo vizioso.

Essere un brand forte significa generare fiducia nei tuoi potenziali clienti ed essere considerati come professionisti immobiliari anziché semplicemente come meri intermediari o addirittura accompagnatori di vendita.

Per rafforzare ed accrescere il proprio marchio non bisogna pensare solo al  classico modo  di fare pubblicità ( ovvero più visibilità : più risonanza sul mercato ).  Se il messaggio che manderai sarà distorto o monco,  non farai altro che danneggiare il tuo brand e non potenziarlo. Un buon modo di lavorare è quello di comunicare con il pubblico e trasmettere conoscenza. La tua comunicazione dovrà fare perno  sull’utilità. Ogni volta che ti proponi sui social devi insegnare qualcosa a chi ti legge o segue,  devi risolvere un dubbio, non semplicemente illustrare i tuoi immobili.

Un altro metodo efficace, ancor oggi utilizzato da poche agenzie immobiliari, è quello di pubblicizzare la propria immagine, oltre agli immobili. Mettendosi in gioco in prima persona o come suol dirsi “mettendoci la faccia” letteralmente, e con questo intendo proporsi non solo come collaboratore di una agenzia ma anche come professionista individuale, crea fiducia nel potenziale cliente. Di pari importanza ritengo la condivisione di un luogo anche virtuale, a disposizione dei clienti, dove poter essere recensiti come professionisti immobiliari. Tutto ciò che è stato scritto evidenzia il futuro di un qualsiasi business nelle recensioni online.  Oggi quasi l’83% delle persone che comprano su internet o lo utilizzano per affari, basa gran parte della propria fiducia sulle recensioni online, considerandole alla stregua di  raccomandazioni personali. Conoscere in larga parte e con veridicità cosa pensano i clienti di voi si rivelerà il passo vincente.

2) Ottenere immobili in esclusiva

 

Sappiamo che non sempre è possibile ottenere l’esclusiva per la vendita di un’immobile, tuttavia sappiamo anche che questa è la condizione ideale per concentrare gli  sforzi nella promozione e nella vendita dell’immobile stesso. Avere l’esclusiva è una prerogativa importante che ti permette di riuscire a fare un buon lavoro di comunicazione, ti permette di poter sviluppare una strategia di marketing e pianificare i costi pubblicitari ( che altrimenti limitata dal giustificato timore di dover lavorare per nulla ).

So che non è sempre facile riuscire ad ottenere un contratto d’incarico in esclusiva, ma il tutto si gioca alla vostra prima presentazione.

  • Presentatevi in orario all’appuntamento.
  • Siate professionali e osservate tutti i dettagli dell’immobile.
  • Fate domande sull’immobile (molti agenti visitano l’immobile con superficialità).
  • Chiedete di visionare la documentazione urbanistica ( molti vostri colleghi la considerano, a torto,  solo quando ci sarà un potenziale compratore).
  • Non fate foto d’impeto con il telefonino e superficialmente ( fate le foto con la macchina fotografica solo quando siete sicuri di riuscire ad ottenere l’incarico).
  • Non stimate l’immobile in maniera approssimativa e non fornite un prezzo al cliente senza prima avere certezze.
  • Fissate sin da subito un secondo incontro con il vostro cliente.

In questo modo già vi state distinguendo dalla massa. Il cliente, seppur in maniera inconscia, recepisce immediatamente una diversa e più concreta professionalità.

Un venditore prima d’impegnarsi nei tuoi confronti con un contratto in esclusiva merita di verificare la tua professionalità.

3) Non acquisite tutto quello che vi capita

Un’agenzia che acquisisce tutto senza fare un minimo di selezione, nè sul prezzo nè sulla tipologia d’immobile, non avrà mai una classificazione come una agenzia di alto livello.  Se acquisite immobili di ogni tipo, probabilmente anche pessimi, la vostra stessa agenzia potrebbe esser percepita di pari modo; se al contrario acquisite e proponete immobili qualificati, a prezzi in linea con il mercato, l’agenzia godrà di una migliore reputazione. Questo spiega la presenza sul mercato immobiliare di agenzie specializzate in immobili di lusso con target di clienti selezionati.

Acquisire immobili a qualsiasi prezzo solo per tenerli in bella mostra in bacheca online,  potendo asserire di avere 200 immobili nel proprio portfolio, non è sinonimo di autorevolezza. Tenete sempre a mente che oggi il cliente è un elemento scaltro e informato, avrà certamente modo, cercando casa sul web, di reperire lo stesso immobile da voi proposto a un tot pubblicizzato da un vostro competitor a prezzo minore. Da tale semplice comparazione, la vostra figura professionale ne potrà uscire solo perdente!

E’ inutile fare gli avvocati delle cause perse.

4) Non vendere ma comunica su Facebook 

Facebook ha un grande potenziale per il settore immobiliare, tuttavia l’uso fattone dalle agenzie immobiliari il più delle volte si riduce ad una pubblicazione massiva di annunci immobiliari. Quest’uso a lungo andare si rivela più dannoso che utile. E’ arcinoto come Facebook sia principalmente un social di svago, dove si concentrano i momenti leggeri della nostra giornata. Non è di certo il primario sistema di ricerca immobiliare, esistendo per questo come è noto siti specializzati e dedicati. Pertanto l’utente che si ritrovi a visionare la tua pagina Facebook, oltre a una piccola serie di proposte immobiliari, in realtà desidera scoprire news, informazioni, consigli utili per la propria abitazione, articoli su nuove leggi e dettagli simili. Capire che la tua pagina è solo un’arida lista potrà solo allontanarlo e spingerlo a premere il tasto ” non seguire più” !

Per usare in modo corretto Facebook dovresti svestirti dei panni del venditore per indossare quelli del consulente, perché è esattamente questo che  dovresti essere per poter migliorare la tua reputazione. L’alternativa al postare inutilmente e solo annunci immobiliari è quella di dare informazioni utili ai tuoi potenziali clienti. Devi sbilanciarti maggiormente su questo tipo di contenuti e svelare anche parte delle tue tecniche, le persone sanno esattamente che mestiere fai. Fatti ricordare con professionalità, grazie alla condivisione di contenuti utili, dai quali gli utenti possano trarre benefici reali e non solo come un ripetitore di annunci senza criterio e pressante.

 

Segui questi 4 consigli e distinguiti dalla massa

]]>
F8 2017: per un mondo più connesso Mon, 24 Apr 2017 12:32:17 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429961.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429961.html Elisa Elisa F8 2017

Torniamo a parlare di F8 2017 e tutte le novità proposte per creare una grande comunità

Nella conferenza F8 2017 tenuta in California per gli sviluppatori di Facebook, sono state viste molte e interessanti novità. Gli obiettivi di Mark Zuckerberg non si limitano solo alla realtà virtuale e quella aumentata. Il suo obiettivo è infatti quello di costruire una comunità, una sorta di grande famiglia 2.0. Nel suo post manifesto afferma:

In tempi come questi, la cosa più importante che possiamo fare con Facebook è creare infrastrutture sociali che diano alle persone il potere di creare una comunità globale che lavori per tutti noi.

Globalizzazione e connessione non sono mai state tanto vicine come ora. Vediamo nel dettaglio le novità più interessanti della conferenza.

Novità F8 2017: sempre più vicini grazie alle novità previste

La realtà virtuale e quella aumentata sono state decisamente le novità che hanno riscosso più scalpore e abbiamo dedicato loro un articolo a parte per poterne discutere in maniera più esaustiva.

Vediamo le altre novità del F8?

Developer Circles

"Mettiamo in connessione le comunità per creare il futuro". Così ci accoglie il nuovo programma creato per gli sviluppatori. Developer Circles di Facebook è infatti un programma pensato per aiutare gli sviluppatori a creare comunità in loco. Esse possono essere create anche da un punto di vista formativo, ma soprattutto per incontrarsi e scambiarsi idee e novità. Non è necessario inviare alcuna richiesta di partecipazione e l'iscrizione è completamente gratuita. Le persone interessate devono semplicemente trovare il proprio gruppo Facebook locale.

Facebook Analytics

Facebook Analytics permette di accedere ai dati per monitorare il comportamento dei clienti e capire cosa gli piace o meno. Per facilitare il monitoraggio, verrà utilizzata l’intelligenza artificiale che raccoglierà i dati utili in modo sempre più dettagliato. Il servizio di analisi diventerà più approfondito per offrire la possibilità di gestire la propria utenza nel miglior modo possibile.

Messanger

La chat di Facebook ha visionato parecchie novità per essere funzionale e divertente allo stesso tempo, diventando quasi il "protagonista" delle novità visionate nell'F8.

Discover/Scopri. La nuova funzione aiuta a trovare le aziende che si trovano in Messenger. Per ora la funzione è in fase di test, disponibile solo a una stretta cerchia di aziende statunitensi.

Bot per aziende. Messanger è sempre stato importantissimo per il social marketing ma non sempre è facile da gestire. Per questo tra le novità vediamo bot pensati appositamente per aiutare le aziende. Sarà possibile infatti creare dei bot per rispondere alle domande più frequenti. Ma le novità sui bot non finiscono qui. Grazie al protocollo Hand over le aziende possono lavorare con più sviluppatori per creare bot differenti e differenti esperienze

Messanger. M. Poco prima del F8 2017 è stato lanciato l'assistente virtuale di Messanger, M. M offre spunti di conversazioni avanzando suggerimenti agli utenti. Ad esempio, consiglia gli adesivi, ricorda gli appuntamenti segnati in promemoria e tanto altro, come per esempio, segna locali di interesse nelle vicinanze o eventi che potrebbero piacere all'utente. M ha una sua memoria, per cui, più lo si usa, più sarà in grado di offrire suggerimenti realmente utili all'utente.

Gaming. Facebook andrà ad aggiungere sulla sua chat alcune funzionalità aggiuntive per migliorare le esperienze di gameplay. Sarà più facile sfidare gli amici ad una partita toccando la scheda dei Giochi che a breve apparirà nella schermata iniziale di Messenger.

Queste novità rendono evidente come lo staff di Facebook si stia impegnando a mantenere la parola del manifesto citato all'inizio, ossia quello di creare una comunità che aiuti a sconfiggere l'isolamento. Perché in questo momento storico è di fondamentale importanza essere sempre più vicini gli uni agli altri.

Negli ultimi dieci anni ci siamo concentrati sul connettere amici e parenti. Ora vogliamo concentrarci per realizzare infrastrutture sociali per la comunità, per sostenerci, per mantenerci al sicuro, per informarci, per l'impegno civico e per l'inclusione di tutti.

MLP Studio - Web Agency Roma

]]>
Hotlead insegna marketing diretto alla Luiss Business School Sun, 23 Apr 2017 08:19:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429904.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429904.html carmenvip carmenvip Il 5 aprile, presso la sede ​dell’Università Luiss Business School “Guido Carli” di Roma​, in
occasione del ​Master in Marketing Management, Hotlead, la web agency specializzata nel marketing diretto e nella lead generation è stata protagonista​. ​

L’azienda è diventata un ​caso di studio presso il citato ateneo. ​Il proprio ​modus operandi e la propria ​vision
su come fare ​business attraverso il Web Marketing hanno fatto scuola. ​Gianluigi Ballarani,
CEO di Hotlead ha affermato: “Per noi, è un nuovo stimolo insegnare marketing diretto agli
studenti. I ragazzi hanno potuto apprendere, in concreto, cosa voglia dire, oggi, far crescere
un’attività attraverso il web. ​Inoltre, ho illustrato loro il funzionamento e l’organizzazione della
nostra società.​

Questi ultimi elementi, infatti, hanno una valenza innovativa ​rispetto alla consueta
organizzazione aziendale che siamo abituati a vedere e a studiare in Italia”. Hotlead, infatti, è
incentrata sul perseguimento del risultato da parte dei propri collaboratori, lasciando loro
spazio e tempo per poter agire. ​Un concetto di “Fiducia” ​e, allo stesso tempo, di
“Responsabilità” a cui il mercato del lavoro del nostro paese non è abituato.
La lezione del CEO di Hotlead è durata diverse ore. Gli studenti hanno anche affrontato una
“Case History” aziendale, proponendo soluzioni, dopo aver appreso gli strumenti necessari
per agire fattivamente e risolverne le problematiche.
Gianluigi Ballarani si è dichiarato pienamente soddisfatto del seguito e dell’interesse che ha
potuto riscontrare negli interventi e nella partecipazione degli studenti, ringraziando il
Professor Alessandro Lanza dell’importante spazio che ha ritenuto riservare a Hotlead.

Qui il comunicato stampa

]]>
Cos’è una Web Agency e cosa fa Fri, 21 Apr 2017 18:40:44 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429830.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429830.html chiara chiara Web Agency un termine relativamente nuovo, identifica aziende con una conoscenza approfondita di tutto ciò che riguarda il web marketing: dal design, programmazione e promozione dei siti web alla progettazione e realizzazione di complesse di applicazioni web.

Aggressivity, la web agency a Lecce d'eccellenza, offre servizi che riguardano: la scelta e l’acquisto di un dominio lo spazio su server (hosting), la realizzazione del sito e quindi di pagine web ed il loro aggiornamento, la promozione degli stessi siti web su Internet e il posizionamento degli stessi sui motori di ricerca più importanti. Con la realizzazione e lo sviluppo di siti web, e-commerce o piattaforme custom e una strategia integrata di web marketing, una web agency ha tutte le risorse interne necessarie per migliorare o risolvere un problema di business ai propri clienti al fine di raggiungere un obiettivo predisposto, un miglioramento dell’immagine dell’azienda o un incremento delle conversioni finalizzate alle vendite. La Web agency cura la gestione di un progetto web organizzando il gruppo di lavoro più adeguato all’esigenza attingendo a risorse interne o esterne all’azienda (collaboratori freelance). Una Web agency può essere composta internamente da varie figure che vanno dal web developer, al Seo, al social media manager, al grafico e al blogger.

]]>
atom a prezzi da svapo outlet su Vape in Italy Fri, 21 Apr 2017 15:14:57 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429792.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429792.html vapeinitaly.com vapeinitaly.com Su Vape in Italy, lo svapo outlet nato dalla più grande community di vapers italiana per l'acquisto di accessori svapo e sigarette elettroniche online si possono trovare sconti e offerte per l'acquisto di atomizzatori e atom per svapo
Tra i prodotti in offerta vi sono: 
Goon 24mm Color cap a 29,90 
Smok Tfv12 a 39,90 
Eleaf Lemo 3 a 32,90.

]]>
Realtà virtuale Facebook: sequel di Matrix o futuro prossimo? Thu, 20 Apr 2017 15:21:41 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429652.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429652.html Elisa Elisa realtà virtuale facebook

Realtà virtuale Facebook e realtà aumentata sono stati al centro della Conferenza degli Sviluppatori tenuta in California

Realtà virtuale Facebook e realtà aumentata. Sono stati questi i principali punti della la Conferenza degli Sviluppatori (F8 2017) che si è tenuta in California.
Mark Zuckerberg ha parlato delle novità che riguardano il suo social. "Abbiamo reso la telecamera la prima piattaforma di realtà aumentata". Questa è la scritta che torreggiava sulla testa del creatore di Facebook mentre parlava sul palco del McEnergy Convention Center.
Prima di addentrarci nell'argomento chiariamo i questi termini che sembrano venire da un futuro lontano.

 

Cos'è la realtà virtuale?

La realtà virtuale offre all'utente un'esperienza sensoriale creata ad hoc. In essa ci si può muovere liberamente, esplorare panorami e vivere in tutta sicurezza avventure di ogni tipo. Per poter usufruire di questo servizio, all'utente occorreranno caschi, occhiali o altro tipo di strumenti indossabili che da poco stanno prendendo piede nel mercato della tecnologia.

 

 

Cos'è la realtà aumentata?

Si tratta di aggiungere alla realtà che abbiamo di fronte elementi che, come dice il nome, "l'aumentano". Non è necessario disporre di attrezzi particolare, basta la telecamera del proprio smartophone, puntarla e scoprire cosa ci riserva la app che abbiamo scaricato come Pokemon GO. Ora che abbiamo fatto chiarezza, vediamo insieme quali sono gli strumenti per le novità che sono state viste nella conferenza.

 

 

Per la realtà virtuale Facebook e realtà aumentata

Facebook Spaces disponibile in beta su Oculus, potrà essere utilizzato con un caschetto VR. Grazie a questa nuova funzione, si potrà creare il proprio avatar, basandosi sulla foto profilo. L'utente può usare delle mani virtuali per personalizzare l'avatar. Infatti Facebook Spaces potrà essere integrato con strumento  che consentiranno di poter gesticolare e usare le mani. All'interno della realtà virtuale si incontreranno gli amici, così come se fossero veramente presenti (bella notizia per chi ha dei cari che vivono lontano) e condividere con loro foto e ricordi già presenti sul social. La dimostrazione durante la conferenza è stata postata su Facebook da Zuckerberg stesso.

Camera Effects è una piattaforma basata sull’uso della fotocamera dello smartphone, disponibile in fase beta. Non occorreranno caschi, visori o occhiali, basterà la fotocamera. Stiamo quindi parlando di realtà aumentata. Gli utenti potranno utilizzare effetti che andranno oltre la semplice applicazione di cornici o di "maschere virtuali", già disponibili oggi su altre app come Snapchat. Saranno inoltre disponibili immagini 3d che si potranno fondere con l'ambiente fotografato. Il riconoscimento facciale e degli oggetti renderà possibile all'app di suggerire gli effetti appositi.

Già sapevamo che con l'avvento dei social, la fotografia (e ora anche i video) sarebbero sempre stati più centrali, soppiantando il testo. Ma queste novità, soprattutto la realtà virtuale, che risvolti avrà nel marketing? Sicuramente, la possibilità di incontrare i propri clienti in un bar virtuale renderà il social marketing molto più interessante rispetto a quello che conosciamo ora. Per citare Zuckerberg: "Il futuro sarà delizioso. Alcuni di questi effetti saranno divertenti, altri saranno utili". E noi non vediamo l'ora di vederlo, questo futuro.  

MLP Studio - Realizzazione siti web; Roma  

]]>
TheCOSMOSBSERVER media partner della Space Apps International Challenge Milano promossa dalla Nasa Thu, 20 Apr 2017 14:50:20 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429640.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429640.html PRMedia Italia PRMedia Italia

Il blog di divulgazione scientifica  TheCOSMOBSERVER è media partner dell’evento promosso dalla NASA

Si terrà a Milano il 29 e 30 aprile, presso lo spazio Venini42 (nelle sedi di Mikamai e LinkMe), l’edizione italiana della Space Apps International Challenge promossa dalla Nasa (National Aeronautics and Space Administration), l’agenzia spaziale statunitense. 

Space Apps è nata come international challenge nel 2012. Promossa dalla Nasa, riunisce programmatori, scienziati, designer, storyteller, maker, costruttori, tecnici, e tutti gli entusiasti dello spazio si uniscono per affrontare le sfide con un tema comune. Il tema di questa prima edizione milanese, in concomitanza con l’international challenge ospitato in altre città in giro per il mondo, è la  “Terra”.

Oltre all’hackathon di 48 ore, sono state strutturate altre attività didattiche, divulgative e comunicative. Gli organizzatori hanno predisposto infatti un programma “Educational for kids” (per i bambini da7 ai 12 anni), una “Temporary Exbition” (con alcune delle ultime scoperte della NASA) e alcuni laboratori di “Virtual Reality”, ioT e robotica.

L’edizione milanese della Space Apps International Challenge si svolge sotto il patrocinio del Consolato Generale USA di Milano e la Camera di Commercio Americana in Italia.

Una manifestazione importante, della quale TheCOSMOBSERVER è media partner, e che parte sotto i migliori auspici, visti i numeri dell’edizione 2016: oltre 160 eventi e 15.000 persone coinvolte in 6 continenti.

Space Apps International Challenge Milano (29 e 30 aprile 2017)

Location:

Via Giulio e Corrado Venini 42 - 20100 Milano (MI)

c/o Spazio Venini 42 powered by Mikamai e Linkme

 

Orari:
Sabato 29 aprile: 9:00–24:00

Domenica 30 aprile: 8:30–17:00

 

Contatti:

Web  http://www.spaceappsmilano.it/

E-mail  team@spaceappsmilano.it

Facebook  https://www.facebook.com/spaceappsmilano

Twitter  https://twitter.com/spaceappsmilano

Hashtag  #spaceapps  /  #spaceappsmilano

 

]]>
Market Size of Livestock Monitoring System Market, Forecast Report 2017-2027 Thu, 20 Apr 2017 07:40:21 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429536.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429536.html Ankush Nikam Ankush Nikam Nowadays, animals are produced intensively and maintained under optimal conditions for growth and production within current technological limits. The majority of animals are constrained within a building or stockyard for most of the times. As they are prevented from foraging for their own food, the farmer/ owner of livestock has to take care for all aspects of their husbandry.

Therefore, monitoring and management related to feeding, environment, reproduction, health, growth, marketing, transport and quality becomes the responsibility of the farmer.

Livestock monitoring systems monitor the entire livestock environment 24/7, and alert the user by phone, text or email if any condition falls outside of a preset parameter, so that the user can respond quickly. Additionally, these systems are used to monitor sick animals, tack rooms, and observe animals kept in the trailer in case of travelling.

Request Report Sample@ http://www.futuremarketinsights.com/reports/sample/rep-gb-3223 

Market Overview:

Progressive developments in sensor technology are making available increasing amounts of information relevant to monitoring animals and their environment, and hence their production, growth and health.

Continuously rising demand for the large cattle and poultry, new and advanced techniques are being utilized to aid the tracking and monitoring of animals. Poultry, cattle and other animals require best possible living conditions to stay healthy and maximize their yield. Equipment failures such as ventilation systems, circulation fans, heaters and air conditioners can threaten their health and can cause problems if not handled diligently.

Market Dynamics:

Major factors responsible for fuelling the demand for livestock monitoring systems are — growth in size and number of dairy farms, development of sensors which can gather an increasingly wide range of information, new product launches for livestock management, and need for substantial cost savings associated with livestock monitoring & management.

The usage of systems for identifying and weighing animals is already pronounced globally, and it is expected that systems for tracking animals, monitoring basic health related factors such as body temperature and heart rate, and for assessing body conformation, will witness high adoption rate in coming years.

Request For TOC@ http://www.futuremarketinsights.com/toc/rep-gb-3223 

Presently livestock monitoring systems market is witnessing gradual adoption of integrated monitoring systems, in which information from sensors, databases, and other knowledge bases are combined and interpreted. Several systems containing some of the elements of an integrated monitoring system are already available commercially for swine, cattle, broiler and milk production.

Market Segmentation:

Livestock monitoring system market is mainly classified on the basis of component, application, and regions.

On the basis of component, livestock monitoring system market is segmented into hardware, software and services.

On the basis of application, livestock monitoring system market is segmented into milk harvesting management, reproduction management, feeding management, heat stress management, animal comfort management, behavior monitoring and control, and other applications.

Browse Full Report@ http://www.futuremarketinsights.com/reports/livestock-monitoring-system-market 

Key Market Players

The major players operating in the livestock monitoring system market include DeLaval, Sensaphone. Rugged Networks Limited., GEA Group AG, Afimilk Ltd., Communications Group Lethbridge Ltd., BouMatic LLC., SCR Dairy, Inc., DairyMaster, Lely Holding S.À.R.L, SUM-IT Computer Systems, Ltd., and Valley Agriculture Software.

]]>
Liquidi per sigaretta elettronica in offerta sullo svapo store vapeinitaly Wed, 19 Apr 2017 08:39:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429320.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429320.html vapeinitaly.com vapeinitaly.com Vape in Italy presenta un catalogo prodotti per sigarette elettroniche tutto nuovo. Lo svapo store nato dalla community di vapers più grande d'Italia ha deciso di offrire a tutti i suoi clienti una selezione di liquidi per sigaretta elettronica scontati.
Vapeinitaly.com sta diventando velocemente un punto di riferimento per tutti gli svapatori, grazie alle sue offerte infatti si sta imponendo come miglior sito svapo online.
In offerta si possono trovare


Oltre ai liquidi già pronti per lo svapo si possono trovare anche basi per svapo e aromi con i quali creare liquidi personalizzati nei gusti e nel livello di nicotina.
Alcuni marchi in offerta sono i liquidi La Tabaccheria, gli aromi One Hit i liquidi Blac Mvrket> e gli aromi della alternative smoking.

]]>
Il bouquet di fiori si spedisce online Tue, 18 Apr 2017 14:53:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429197.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/429197.html carmenvip carmenvip l’ azienda fioriflor.com, si occupa della spedizione e la distribuzione di omaggi floreali (sia fiori che piante ), in Italia e nel mondo.

La nostra azienda è riconosciuta per la massima serietà e competenza,  grazie alla capillare rete di fioristi che svolgono la loro attività.

I servizi che FioriFlor.com offre sono rivolti non solo ai fioristi e agli operatori del settore, ma anche a quelli che avvalendosi della rete internet, desiderano spedire un omaggio floreale accompagnato da un messaggio personale o da un peluches.

Scegliendo le nostre spedizioni, avrai la certezza di trasmettere le tue emozioni e i tuoi sentimenti alla persona amata, i prezzi sono molto convenienti e inferiori rispetto alle aziende di concorrenza, ma non ostante ciò manteniamo un ottimo rapporto di qualità dei prodotti.

Grazie a FioriFlor, potrai effettuare i tuoi ordini stando comodamente seduto sia che sei a casa, sia che sei a lavoro provvederemo noi ad attivare il sistema per far avvenire la consegna di fiori a domicilio, tu dovrai solo fare un semplice click.

Ogni ricorrenza è quella giusta per spedire i fioriper il Compleanno di una persona a te cara, per una Comunione, per un Matrimonioper la festa di San Valentino, per la Festa della Mamma, per la Festa delle Donne.

Basta scegliere la composizione floreale che più vi piace e al resto penseremo noi, i tuoi omaggi floreali saranno recapitati in un batter d’occhio.

L’ azienda FioriFlor accetta i seguenti tipi di pagamento  : Carta di Credito, PayPal, Vaglia Postale, Bonifico Bancario, Bollettino Postale, Ricarica PostePay.

C’impegniamo a garantire la consegna dei vostri omaggi floreali, compatibilmente con l’ orario di apertura dei fioristi, la consegna sarò effettuata nell’ arco della giornata, se la consegna avvenisse in ritardo a causa di un indirizzo sbagliato, cioè non per causa dell’ azienda non rimborseremo la somma versata. 

]]>
Mailing di massa al sicuro Fri, 14 Apr 2017 12:17:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428968.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428968.html TEMA Technologie Martketing AG TEMA Technologie Martketing AG

Metodi efficaci contro lo spam e il phishing - CSA Summit 2017 a maggio a Colonia

Ogni giorno vengono inviate in tutto il mondo oltre 200 miliardi di e-mail, un numero enorme di cui però molte non riescono a raggiungere i loro destinatari perché l‘Internet-Service-Provider (ISP) le indentifica come spam e non le recapita. Dall’altro lato mail, in cui vengono richiesti dati personali e informazioni di pagamento, attraversano ripetutamente i filtri spam dell‘Internet Service Provider e del destinatario; si tratta quindi chiaramente di mail di phishing. Nel terzo quadrimestre del 2016, secondo le argomentazioni di KSN Data1, il numero di spam-mail con allegati dannosi è aumentato a oltre 70 milioni. Questo non è soltanto fastidioso, dato che a volte e-mail serie non raggiungono i loro destinatari. Aziende e marchi, in cui nome vengono inviate le mail di phishing, subiscono da ciò un notevole danno d’immagine e perdita di fiducia.

La cooperazione crea sicurezza

I mittenti di posta elettronica di massa, che spediscono pubblicità con il permesso dei destinatari (permission marketing), hanno naturalmente interesse che le loro mail raggiungano tutti i loro destinatari. Però, a causa del filtraggio della posta elettronica, gran parte di queste mail non raggiunge i destinatari ma viene intercettata dagli ISP. Gli emittenti di massa cercano quindi di sfuggire a questo filtraggio attraverso un inserimento nelle liste aziendali positive dei singoli provider. Questo è molto dispendioso sia per il mittente, che deve trattare con diversi provider, che per gli ISP, che devono controllare una moltitudine di mittenti diversi in base alla conformità dei loro criteri positivi. Per centralizzare questa procedura e ridurre al minimo l’onere per il mittente e il destinatario, garantendo allo stesso tempo un elevato livello di qualità, l’associazione tedesca per l’internet business eco e. V. e l’associazione tedesca per il dialogue marketing, Deutscher Dialogmarketing Verband e. V., hanno dato vita al progetto di cooperazione Certified Senders Alliance (CSA) – vedi informazioni.

Ogni marchio è un obiettivo

Di solito i criminali informatici utilizzano per l'invio di e-mail di phishing mail contraffatte che ingannevolmente assomigliano a quelle dei fornitori affidabili. Particolarmente colpiti da questi attacchi sono, accanto alle banche, gli online-shop e i sistemi di pagamento elettronico delle ditte di consegna, come la DHL. "Accanto ai suddetti attraenti settori ogni brand che detiene una solida reputazione basata sulla fiducia dei consumatori è un potenziale bersaglio. Le aziende che hanno investito nel branding si trovano di fronte la sfida di consegnare ai loro clienti fiduciosi e-mail in cui sono richiesti dati personali e informazioni di pagamento”, spiega i rischi Julia Janssen-Holldiek, Manager Business Development & ISP Relations presso Certified Senders Alliance (CSA). 

Protezione contro gli abusi

C‘è una possibilità per i mittenti di massa di proteggersi contro l'abuso del proprio indirizzo di posta elettronica. Domain-based Message Authentication, Reporting and Conformance  (DMARC) è una specificazione che, se viene usata in una mail dal mittente e dal destinatario, garantisce un continuo controllo dell’autenticità del mittente. Con l’aiuto di DMARC un’azienda ha la possibilità di rendere chiaramente riconoscibili le sue e-mail per gli Internet Service Provider. Le mail di phishing vengono così già riconosciute dagli ISP e filtrate prima di raggiungere il destinatario.

 

Due è meglio

In tal modo le mail dei mittenti di massa sono rese sicure sotto due aspetti. In primo luogo la registrazione nella whitelist del CSA garantisce che il mittente della mail si attiene alle rigide norme del CSA e spedisce solamente mail serie e desiderate; in secondo luogo la specificazione DMARC assicura che una e-mail proviene effettivamente da un mittente dichiarato. Ciò protegge i mittenti di e-mail di massa dalla perdita di immagine e i destinatari possono essere sicuri che le e-mail di massa ricevute non sono tentativi di phishing.

Questo dicono i Provider

Anche i principali Internet Service Provider consigliano ai marketeer di implementare il DMARC. “Il DMARC rende possibile maggiore sicurezza laddove il phishing rappresenta un problema difficile da risolvere. Una percentuale elevata di mail di phishing viene ancora consegnata agli utenti. Attraverso l’impiego del DMARC con adeguati Policy e Reporting la quantità di mail contraffatte può essere ridotta quasi a zero”, così afferma Marcel Becker, Director Product Management, AOL Mail.

Anche Terry Zink, Program Manager presso la Microsoft Corporation, consiglia l’impiego del DMARC: “Con il crescente numero di minacce e-mail e spearphishing ogni azienda dovrebbe implementare con elevata priorità un’autenticazione della posta elettronica, in particolare il DMARC, per proteggere soprattutto i suoi clienti, dipendenti e il suo brand. L'autenticazione e-mail e una rigida DMARC Policy vi possono proteggere da un danno alla reputazione causato dallo spoofing del vostro dominio. Dal momento che i destinatari delle e-mail si affidano sempre più alla reputazione basata sul dominio, ciò è determinante per una continua recapitazione della vostra mail.”

Sri Somanchi di Google vede vantaggi per i mittenti attraverso l’utilizzo del DMARC: “Mentre la recapitazione e il DMARC non hanno alcun rapporto diretto, la protezione dell’identità fornita dal DMARC aumenta la fiducia del ricevente nel mittente ed evita che l’utente marchi erroneamente l’e-mail come spam. Inoltre il DMARC fa in modo che la reputazione del mittente non debba soffrire a causa di e-mail contraffatte.”

CSA Summit 2017

La protezione contro il phishing e altri metodi per un traffico di e-mail sicuro sono anche il tema del CSA Summit di Colonia dal 10 al 12 maggio. Marketeer, dirigenti ed esperti di tecnologia discutono sugli aspetti tecnici, ma anche giuridici, dell’e-mail marketing. L'evento di tre giorni, con conferenze, workshop e un’ampia opportunità di networking, lo scorso anno ha registrato la presenza di oltre 120 partecipanti provenienti da 11 nazioni.

Informazioni aggiornate sul CSA Summit 2017 sono disponibili su: https://de.certified-senders.eu/events/

 

Informazioni:

Certified Senders Alliance

Certified Senders Alliance (CSA) è un progetto comune dell’associazione tedesca dell‘Internet business eco e.V. e dell’associazione Deutscher Dialogmarketing Verband. Scopo del CSA è, attraverso la creazione e la cura di una whitelist centrale di mittenti di massa e una procedura standardizzata per l'inclusione in questo elenco positivo, di migliorare la qualità del medium e-mail e far sì che le mail desiderate di mittenti affidabili raggiungano senza problemi la loro destinazione.

Le mail delle aziende registrate nella whitelist del CSA non vengono di norma esaminate sulla base del sospetto di spam dai grossi ISPs tedeschi e internazionali, come p. es. Yahoo, GMX, freenet, web.de o AOL, e vengono direttamente recapitate. Il CSA si ritiene un’interfaccia tra i mittenti di mail di massa e gli Internet Service Provider. Il Consiglio di registrazione e ricorsi del CSA è pertanto composto anche da due rappresentanti degli Internet Service Provider e da due rappresentanti dei mittenti di mail.

 

1 https://securelist.com/analysis/quarterly-spam-reports/76570/spam-and-phishing-in-q3-2016/

]]>
Facebook: 10 trucchi per far decollare la tua pagina Thu, 13 Apr 2017 15:41:46 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428860.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428860.html Elisa Elisa facebook

Gestire una pagina Facebook può sembrare complicato. Ricordando questi venti trucchi, è solo questione di tempo prima che la vostra pagina decolli

Gestire una pagina Facebook non è semplice. Il social di Zuckerberg è una delle piattaforme più usate e più amate ormai da molti anni. I suoi utenti interagiscono tra loro con commenti, like e post che tutti noi ormai conosciamo bene. Non è quindi necessario dilungarsi troppo a dire quanto questo social sia importante per il marketing e addentriamoci subito nell'argomento, focalizzando i tre principali obiettivi che sono dietro alla creazione della pagina Facebook.

  1. Aumentare il numero dei fan
  2. Stabilire un'interazione durevole con i clienti
  3. Portare le visualizzazioni al sito dell'azienda

Ma come gestirla? E come raggiungere questi tre obiettivi? Per rispondere a queste domande, abbiamo stilato una lista con dieci trucchi per far decollare la vostra pagina.

  • 1. Foto.

Foto di profilo e del diario deve essere chiara, accattivante e rimandare al brand. Cambiatela spesso, ma che sia sempre attinente al vostro business. Logo e nome dovranno risaltare per non creare confusione e consolidare la vostra brand identity.

  • 2. Passaparola.

Soprattutto agli inizi, per i primi "mi piace" chiedete ad amici, parenti e colleghi di diventare fan della pagina. Un semplice like non costa nulla. Mandate e-mail ai vostri clienti, informandoli che ora siete su Facebook e incitateli a mettere mi piace per rimanere aggiornati sulle novità.

  • 3. Emozioni.

Puntate sempre su un coinvolgimento emotivo. L'emotional marketing presenta opportunità uniche, soprattutto sulle piattaforme social. Puntate sulle emozioni positive. L'allegria e la positività vengono sempre apprezzate, soprattutto dopo una lunga e faticosa giornata lavorativa. Anche le emozioni dolceamare (come la nostalgia provocata dalla condivisione di ricordi dell'infanzia) sono particolarmente condivise sui social. Stimolare una risposta emotiva crea un legame unico con l'utente. Stimolate a commentare e a condividere le loro emozioni. Il legame che vi unirà agli utenti vi farà sentire come in una grande famiglia.

  • 4. Coinvolgere.

Coinvolgete gli utenti. Con domande dirette (se avete un ristorante, potete, per esempio, dire la specialità del giorno e porre la domanda "e voi cosa avete preparato per pranzo?". Questo scatenerà risposte sincere che abbrevierà la distanza che separa un'azienda dall'utente, e si instaurerà un rapporto amichevole). Chiedete le loro opinioni, raccontate aneddoti da "backstage", fate sondaggi (anche ironici e spiritosi) e stimolateli a mandarvi idee. Verrete ricordati più facilmente se i vostri utenti saranno i protagonisti della vostra campagna social.

  • 5. Rispondete.

Rispondete sempre ai commenti. Alle persone piace sentirsi considerati, sapere che non "parlano al vento". Più sarà veloce la vostra risposta, più sarà apprezzata. Prendetevi un paio d'ore del vostro tempo per controllare e rispondere ai commenti. E se non ci sono commenti? Soprattutto agli inizi della pagina, ci saranno pochi commenti. Non arrendetevi, e continuate a interagire con loro, ringraziate per i like. Prima o poi i commenti arriveranno!

  • 6. Post: con senza e foto?

Sempre meglio accompagnare un post con immagini (foto, video e gif). Soprattutto se sono accompagnati da call to action o link che rimandano al vostro sito o al vostro blog. Un'immagine attira l'attenzione e comunica molto meglio rispetto che le parole. Siate sempre originali, e sfruttate gli strumenti dedicati al business che Facebook offre, come per esempio il creative hub.

  • 7. Informazioni.

Date sempre informazioni utili, mai scontate e mai ripetitive. Ma non siate troppo esaustivi! Le informazioni sì, ma sottintendete che ne troveranno  altre e più approfondite sul vostro sito. Siate accattivanti e stimolate la loro attenzione giocando con la suspence e la curiosità.

  • 8. minieventi.

Organizzate dei "minieventi" settimanali, accompagnati magari con hashtag pensati allo scopo. Non occorre pensare a grandi cose, anche solo "giornate a tema", possono avere un ottimo riscontro. Proseguiamo con l'esempio del ristorante. Si può dedicare, per esempio, il giovedì agli gnocchi e accompagnarlo con l'hashtag #MammaHaFattoGliGnocchi e invitare i fan a postare le foto dei loro piatti. La ciclicità di questi mini-eventi aiuterà a farvi riconoscere e ricordare.

  • 9. Amicizia.

Non barricatevi nella fortezza della solitudine. Mettete anche voi mi piace alle pagine che hanno un target e un brand simile al vostro. "Tenete vicini gli amici ma ancora di più i nemici"? No. Potete considerarla più un'alleanza: nessuno vuole prevaricare nessuno e nessuno vuole "rubare" clienti a nessuno. Un'amicizia con pagine simile alla vostra vi permetterà di raggiungere utenti che ancora non avete raggiunto, aumentare la visibilità e soprattutto dimostrare la vostra reputazione e la vostra professionalità.

  • 10. Presenza.

Siate il più possibile presenti senza essere pedanti. L'ideale sarebbe almeno un paio di post al giorno. Quando pubblicarli? Quando le persone in genere navigano sui social come per esempio l'ora di pranzo o il tardo pomeriggio. Ma questo dipende fortemente dal target. Studenti e lavoratori hanno orari molto diversi. Fate delle prove e vedete in quale orario avete più riscontro.

Tra i tanti trucchi per gestire una pagina Facebook, abbiamo scelto questi 10 seguendo la filosofia "pochi ma buoni". Il nostro preferito è quello dei minieventi, e il vostro qual è?

MLP Studio - Web Agency Roma

]]>
Comunicato da vapeinitaly Tue, 11 Apr 2017 11:23:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428522.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428522.html vapeinitaly.com vapeinitaly.com

Titolo: 

Sull'ecommerce vapeinitaly.com arrivano le battery box Vaporesso Nano della Tarot con una speciale offerta a tutti i vapers.

Testo:

Prodotto disponibile sullo shop online sigarette elettroniche vapeinitaly.com

Sull'Ecommerce svapo nato dalla più grande community italiana di vapers, è disponibile da oggi il nuovo Vaporesso Nano della Tarot in offerta speciale.

La versione Nano della nota Tarot dalla quale prende il design è piccola ma potente, raggiunge fino ai 80W di potenza. Dispone di una batteria fissa da 2500mAh e di controllo della temperatura che rendono questa box ideale per chi cerca potenza di dimensioni ridotte.

Alcune specifiche tecniche di questa battery box per sigarette elettroniche:

 

Modalità: VW/VT/ Bypass

 Attacco: 510 

Materiale: Zinco, Allumino e Carbonio

 Schermo OLED <

Tipo di batteria: fissa

Attacco: 510

 

6 modalità: Smart VW/CCW/VT(Ni200/SS/Ti/TCR)/CCT/Bypass/Smart mode.

All'interno della confezione venduta sull'<b>ecommerce Svapo VAPEINITALY:

1 x Batteria Tarot Nano

1 x Caricabatteria Usb

Acquistalo su https://vapeinitaly.com/prodotto/tarot-nano-box/

]]>
comunicato Tue, 11 Apr 2017 11:14:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428520.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428520.html vapeinitaly.com vapeinitaly.com

Titolo: 

Sull'ecommerce vapeinitaly.com arrivano le battery box Vaporesso Nano della Tarot con una speciale offerta a tutti i vapers.

Testo:

Prodotto disponibile sullo shop online sigarette elettroniche vapeinitaly.com 

Sull'Ecommerce svapo nato dalla più grande community italiana di vapers, è disponibile da oggi il nuovo Vaporesso Nano della Tarot in offerta speciale. 

La versione Nano della nota Tarot dalla quale prende il design è piccola ma potente, raggiunge fino ai 80W di potenza. Dispone di una batteria fissa da 2500mAh e di controllo della temperatura che rendono questa box ideale per chi cerca potenza di dimensioni ridotte.

Alcune specifiche tecniche di questa battery box per sigarette elettroniche:

 

 Modalità: VW/VT/ Bypass

 Attacco: 510

 Materiale: Zinco, Allumino e Carbonio 

 Schermo OLED 

 Tipo di batteria: fissa

Attacco: 510

 

6 modalità: Smart VW/CCW/VT(Ni200/SS/Ti/TCR)/CCT/Bypass/Smart mode.

 

All'interno della confezione venduta sull'<b>ecommerce Svapo VAPEINITALY

1 x Batteria Tarot Nano

1 x Caricabatteria Usb

Acquistalo su vapeinitaly.com

]]>
Come indicizzare un sito web partendo dai contenuti Mon, 10 Apr 2017 13:59:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428397.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428397.html semseo semseo L’indicizzazione sui motori di ricerca oggi è molto più impegnativa, richiede molte competenze e una supervisione dell’insieme.

La search engine optiomization in questo momento si basa soprattutto sulla qualità dei contenuti. Contenuti di scarso valore difficilmente riescono ad entrare nelle serp.
In precedenza era possibile tramite azioni di link building molto importanti, ma con l’aggiornamento dei nuovi algoritmi questo è diventato meno rilevante. Non che non serva, nota bene, ma ha una percentuale inferiore di rilevanza rispetto agli altri 200 e più fattori.

Il contenuto deve essere unico, per crearlo è necessario avere ben in mente quali sono le keywords per cui deve compiere il suo scopo, cioè attrarre l’utente, favorire la conversione ed essere indicizzato.

Il web è pieno di pagine web che trattano il solito argomento, ed è giusto domandarsi come mai alcune salgono nelle serp mentre altre rimangono anonime.

In prima battuta è necessario capire che i motori di ricerca moderni sono in grado di interpretare un contenuto e considerarlo di qualità se è pertinente all’argomento, se tratta l’argomento in profondità e con autorevolezza, se al suo interno sono presenti una serie di parole che suggeriscono che è in topics con il titolo e la description.

E’ corretto suddividere l’articolo per punti usando gli H per individuare titoli e sottotitoli, utilizzare gli elenchi puntati, bold, corsivo, e immagini. Una pagina ricca di immagini non solo è più scorrevole e comprensibile, oltretutto attraverso gli alt è possibile andare ad aggiungere keywords che possono migliorare l’indicizzazione ed il posizionamento organico.

Se un contenuto è di qualità impiegherà circa 3 giorni ad entrare nelle serp.

Dopo è necessario procedere con il monitoraggio per vedere fino a che punto riesce a salire senza dover intervenire. Gli interventi possono essere di 2 tipo onsite e offsite.

Onsite è necessario analizzare le prime pagine dalla serp per capire che paniere di keywords ha usato la concorrenza, e cercare di rivedere la pagina in modo da renderla più performante. Off site è necessario iniziare a fare link building sulla medesima in modo da incrementare la sua reputazione agli occhi dei motori di ricerca. Questa pratica va utilizzata con parsimonia tenendo sempre conto della qualità e dell’attinenza del link che andiamo a posizionare.

Se il sito è nuovo è necessario attendere più tempo, e farsi consigliare da dei seo strategist in modo da incrementare la probabilità che i nuovi post finiscano nella prime pagine.

https://www.webcommunicationtools.com/

]]>
Hashtag: quello giusto al momento giusto per il marketing giusto Mon, 10 Apr 2017 12:15:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428378.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428378.html Elisa Elisa Hashtag

L'hahstag può fare la differenza. Con questa breve guida non sarà difficile scegliere quello giusto

L'hashtag spopola sui social ormai da anni. Sono così popolari che ormai il suo concetto è entrato anche nel linguaggio comune, soprattutto tra i giovani. Nel 2014, infatti è stata aggiunta una voce apposita nell'Oxford English Dictionary.

Hashtag: la sua storia in breve

Parola composta da "hash" (cancelletto) e "tag" (etichetta), è utilizzato soprattutto sui social network per raggruppare tutti i contenuti che contengono la stessa parola chiave preceduta dal famigerato cancelletto, e ha la funzione di facilitare la ricerca sul web. La sua popolarità è tale, che quasi ci siamo dimenticati che la sua invenzione è recente, anzi recentissima e risale al 23 agosto del 2007 quando Chris Messina postò un Tweet:

how do you feel about using # (pound) for groups. As in #barcamp [msg]?

A renderlo popolare su Nate Ritter nell'ottobre dello stesso anno, che lo utilizzò per parlare degli incendi nella contea di San Diego, con l'hashtag #sandiegofire, ma ha toccato l'apice della popolarità internazionale durante le Elezioni presidenziali in Iran nel 2009. Twitter, che originariamente non disponeva di un servizio per raggruppare i tweet, ha designato l'hashtag come strumento per raggruppare, indicizzare e trovare i contenuti, introducendo così a partire dal 1º giugno 2009 il collegamento ipertestuale sulle parole precedute dal cancelletto. La sua popolarità è diventata tale che anche gli altri social lo hanno inserito come collegamento ipertestuale sulle loro piattaforme.

Hashtag e marketing: come usarli

La loro funzione di raggruppare e indicizzare i contenuti con una determinata parola chiave, facilita il processo di posizionamento che sta alla base della promozione sul web. Quando si crea una strategia di promozione sul web è necessario pensare agli hashtag giusti. Dovrà rappresentare il vostro brand e dovrà essere facilmente riconoscibile.
Ma come usare gli hashtag nel modo giusto? Prima di tutto non cadete nell'errore di inserirne troppi. Non solo rallenta la lettura, ma troppi nello stesso post possono contrassegnarlo come spam. Pensate a quali sono i più pertinenti per il vostro business e distribuiteli bene nei vostri post social per non perdere l'efficacia dell'advertising. L'unica eccezione la fa Instagram dove potete abbondare e divertirvi a trovare quelli più originali e popolari.
Per facilitare la lettura e per essere ricordato più facilmente, è meglio che siano brevi, di una parola sola. Non essendo divise dallo spazio, più parole possono rallentarne la comprensione. In questo caso è bene distinguerle con delle maiuscole.

Bisogna inserire il nome del brand nell'hashtag? Il marketing è diviso in due categorie: le grandi aziende e le piccole aziende. Le prime non hanno bisogno di inserire un hashtag con il nome del proprio brand e molte preferiscono utilizzare il proprio slogan. Ma le piccole aziende? Soprattutto agli inizi, sarà sicuramente utile condividere sui social un hashtag con il nome della propria azienda. Accompagnatelo con alcuni hashtag "descrittivi" che daranno un'idea generale della vostra identità.

Alcuni hashtag utili

Vediamo insieme quali sono alcuni hashtag utili per aiutare la vostra crescita.

Hashtag per aziende di moda

#beautiful #beauty #cute #design #dress #fashion #glam #heels #model #outfit #dress #shopping #skirt #style #styles #stylish #swagger #tshirt #girls #guys #clothes #currentlywearing #fashiondiaries #fashionista #fashionpost #lookbook #lookoftheday #love #mylook #outfit #outfitoftheday #outfitpost #todayimwearing #todaysoutfit #nailart #nailpolish #nails #nailswag #polish #preto #pretty #shiny #sparkles

Hashtag per sport

#action #active #exercise #fit #fitness #fitnessaddict #fitnessfreak #fitnessmodel #fitspo #getfit #getmoving #gym #health #healthy #healthychoices #healthylife #lifestyle #motivation #strong #training #wellness #workout

Hashtag per ristoranti

#cibo #cooking #cucina #delicious #delish #dessert #dinner #eat #eating #fashionfood #foodaddict #foodart #foodblog #foodblogger #foodgasm #foodie #foodism #foodlover #foodpic #foodpics #foodporn #foods #foodstyling #fresh#getinmybelly #gnam #homemade #ilovefood #recipe #sharefood #sogood #stuffed #sweet #tasty #yum #yummy #yumyum #bar #beer #beers #can #cocktail #cocktails #drink #drinks #drinkup #glass #slurp #thirst #thirsty #wine #yum #yummy

Hashtag per aziende di estetica e saloni di bellezza

#coolhair #curly #fashion #hair #haircolor #haircolour #haircut #hairfashion #hairideas #hairoftheday #hairstyle #hairstyles #beautiful #beauty #cosmetic #cosmetics #crease #eyebrows #eyeliner #eyes #eyeshadow #fashion #foundation #glitter #gloss #glue #instamakeup #lipstick #makeup #mascara #palettes #powder #primers

Questo breve excursus nel mondo degli hastag vi aiuterà a trovare la strada giusta per il vostro marketing. Trovate quelli giusti, condividete quelli più divertenti, sfruttate quelli più virali. Ormai niente può fermare la vostra ascesa nel social marketing. Che altro dire, se non #weloveHashtag?

MLP Studio- Realizzazione siti web Roma

]]>
new article Mon, 10 Apr 2017 08:54:04 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428332.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/428332.html dale dale

Dear!

 

Have you already read my new article? I think that's what you need at the moment, please, read it here view message

 

Warm regards, Francesco Dlessandro

]]>