Incontinenza urinaria ed impotenza

13/mar/2017 13.36.48 Elitefarmacia Contatta l'autore

Incontinenza urinaria ed impotenza: un legame di sonno…

Il sonno, l’impotenza e l’incontinenza urinaria sarebbero legate tra loro da un filo invisibile eppure esistente, il quale aumenterebbe di molto il rischio non solo di impotenza e di incontinenza urinaria ma anche di apnea notturna. A sostenere questo legame tra le due patologie vi sarebbero alcuni recentissimi studi, due per l’esattezza, condotti dai ricercatori del Mount Sinai Center di New York City.

Gli studiosi dopo aver eseguito numerose sperimentazioni su pazienti affetti in concomitanza da incontinenza urinaria ed impotenza, hanno attribuito buona parte delle responsabilità delle due problematiche al cattivo sonno, discutendone in una conferenza tenutasi durante il meeting annuale della American Urological Association a Washington.

Pare che un sonno irregolare ed agitato, insomma un cattivo sonno, causi problemi di impotenza e problemi di carattere urologico come l’incontinenza urinaria. Se i dati scientifici dovessero essere avvalorati da ulteriori studi e ulteriori conferme, allora si farebbe strada sempre più la necessità di effettuare degli screening per accertare che gli uomini affetti da impotenza non siano anche esposti ad un maggior rischio di incontinenza urinaria e che gli uomini affetti da incontinenza urinaria non siano esposti a maggior rischio di impotenza.

Primo studio sul legame tra sonno, impotenza

L’ipotesi di un fitto legame tra il cattivo sonno, l’impotenza e l’incontinenza ha acquisito un maggior valore grazie a ben due studi. Il primo studio ha preso in considerazione la relazione tra l’apnea ostruttiva del sonno (OSA) e l’impotenza, coinvolgendo 870 uomini volontari di un’età media di 46/47 anni e con indice di massa corporea (BMI) pari a 30/30.2. Gli uomini sottoposti a questo primo studio erano, come il BMI dimostra, chiaramente obesi, mentre solo metà di essi soffrivano anche di impotenza.

Monitorizzando le fasi di sonno degli 870 volontari si è notato che il rischio di apnea, già alto a causa della condizione di obesità, aumentava del doppio negli uomini che oltre a soffrire di obesità soffrivano anche di impotenza. Ma non solo, in quanto più grave era l’impotenza e maggiore era il rischio di apnea ostruttiva.
Secondo studio sul legame tra sonno, impotenza e incontinenza urinaria

Il secondo studio, condotto dai ricercatori del New England Research Institutes, a Watertown, nel Massachusetts (Usa), ha invece riscontrato un legame tra il sonno ed i problemi di carattere urologico come l’incontinenza urinaria o la nicturia, ossia la necessità di alzarsi durante la notte per urinare. In questo secondo studio sono stati coinvolti ben 1.610 uomini volontari e ben 2.535 donne, i quali sono stati monitorizzati 5 anni.

In questo lungo periodo i ricercatori hanno valutato le condizioni di salute generale e le condizioni urologiche dei pazienti notando come in coloro che si presentavano dei disturbi del sonno il rischio di impotenza e di incontinenza urinaria era assai più elevato. I disturbi del sonno infatti si sono dimostrati responsabili del 13% dei casi di incontinenza urinaria nelle donne e dell’8% dei casi di incontinenza negli uomini. Tuttavia, i disturbi del sonno pare che abbiano anche una forte incidenza sulla comparsa dell’impotenza maschile e che questa a sua volta agevoli la comparsa dell’incontinenza urinaria.

Questi due studi se incrociati fra loro fanno emergere una realtà di fatto, ossia che la qualità del sonno è molto importante per prevenire o rallentare la comparsa di patologie assai complesse quali l’impotenza e l’incontinenza urinaria. Inoltre, aver reperito il legame che intercorre tra sonno, impotenza (disfunzione erettile) ed incontinenza mette i medici nelle condizioni di poter meglio diagnosticare per tempo entrambe le patologie.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl