ITIL e TOGAF: due Framework a confronto

14/gen/2015 10:49:30 QRP International Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Spesso si guarda a ITIL e TOGAF come a due framework tra loro alternativi quando in realtà riguardano due aree differenti: TOGAF si focalizza sull Enterprise Architecture mentre ITIL sul Service Management.

E’ vero, alcune aree di questi due framework si sovrappongono, ma è importante capire che anche queste sono  viste da due prospettive differenti. Un esempio concreto: pur chiamandolo in modo differente, entrambi contengono una versione estesa del Ciclo di Deming (in TOGAF si fa riferimento al Ciclo ADM mentre in ITIL si parla di Service Lifecycle).

TOGAF ed ITIL non sono uno alternativo all’altro perché i sistemi informativi delle grandi organizzazioni hanno subito mutamenti tali da rendere impossibile una precisa distinzione tra l’architettura informatica e la gestione dei sistemi da essa individuati.

I primissimi dipartimenti IT nacquero per esigenze amministrative ed erano quasi sempre scollegati di processi di creazione di valore per il business. Con il passare del tempo è diventato però evidente che l’informatizzazione poteva portare grandi miglioramenti sia al settore amministrativo delle organizzazioni che al business stesso. Grazie alle infrastrutture IT oggi i flussi di informazioni superano agilmente barriere geografiche e organizzative ed è possibile coinvolgere clienti e fornitori nel processo di creazione di valore. La creazione di specifici dipartimenti IT ha permesso di erogare servizi informatici sempre più in linea con gli obiettivi di business nell’ottica di migliorare l’efficienza e soddisfare pienamente il cleinte finale. Per questo motivo la creazione della struttura IT e l’erogazione dei servizi sono strettamente collegati.

Oggi quindi non è più possibile effettuare una divisione netta tra le strutture IT delle moderne organizzazioni e i servizi IT erogati: le prime non sono più modelli immutabili e i secondi sono diventati estremamente importanti per consentire alle organizzazioni di fronteggiare i continui cambiamenti a cui sono sottoposte e per essere d’aiuto ai propri utilizzatori, siano essi interni o esterni all’azienda.

Tornando al discorso principale, possiamo riassumere quanto segue: tramite TOGAF si individuano i processi di business che devono essere informatizzati, mentre grazie ad ITIL è possibile individuare le migliori modalità per l’erogazione del servizio a clienti esterni e/o ad altri settore della stessa organizzazione. Di conseguenza, non è possibile fare fronte a tutte le specifiche necessità di ogni organizzazione né con ITIL né con TOGAF: è compito dell’utilizzatore di queste best practice adottare uno o entrambi questi frameworks ed adattarlo/i alle necessità di settore e di business.

Nei prossimi articoli entreremo nel dettaglio della comparazione tra TOGAF e ciascun componente del ciclo di vita del servizio.

 

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di QRP International sulla certificazione TOGAF

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl