Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Finanza Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Finanza Fri, 27 Apr 2018 02:45:26 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/1 Spectracom, un brand del gruppo Orolia, lancia PRISMA™ Compliance, una nuova soluzione di reporting che garantisce precisione di tracciabilità rispetto all’UTC per la conformità alla MIFID II Mon, 23 Apr 2018 15:25:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/477014.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/477014.html Innovazioni Made in France all’e-Commerce Forum Innovazioni Made in France all’e-Commerce Forum PRISMA™ Compliance utilizza un database altamente scalabile a bassa latenza e serie temporali della quasarDB che consente attività di reporting in tempo reale e precisione nella tracciabilità riguardo all’UTC. Si tratta della prima e unica soluzione di reporting con approccio database-centric in grado di raccogliere, aggregare e riferire sugli elementi all’interno di network temporali unitamente all’attività di reporting necessaria per conformarsi alle normative MIFID e FINRA.

Spectracom, un brand del gruppo Orolia, ha lanciato PRISMA™ Compliance, la prima soluzione di reporting sincronizzata creata per adempiere alla conformità MIFID II e FINRA interamente realizzata utilizzando un database ad alte prestazioni. Il software drop-in rappresenta l’unica soluzione per l’attività di reporting sulla conformità e garantisce precisione nella tracciabilità dell’UTC con reporting in tempo reale, compatibilità NTP/PTP e replica multi-sito ai fini della resilienza.

“La partnership tra Spectracom e quasarDB è nata dall’esigenza di realizzare una soluzione in grado di gestire non solo il volume di dati generati da tutti gli elementi temporali all’interno di reti estese, ma anche di garantire velocità nell’attività di reporting dei dati stessi” afferma Jeremy Onyan, Direttore delle reti time sensitive di Spectracom. “Con il supporto di quasarDB, gli utenti di PRISMA Compliance sono in grado di produrre in tempo reale i report necessari a soddisfare il requisito RTS25 della MIFID in secondi, invece che ore.”

Il Signor Onyan ritiene che a differenza di altri software creati per la conformità, PRISMA Compliance raccoglie e aggrega le informazioni di rilievo all’interno della catena temporale per garantire una reale compensazione rispetto all’UTC, “piuttosto che solo master a cliente.”

Il Signor Onyan ha dichiarato che “si tratta di una caratteristica fondamentale in quanto entrambe le normative MIFID e FINRA richiedono completa tracciabilità rispetto all’UTC”.

PRISMA Compliance è interamente compatibile con le comuni versioni di NTP e PTP, facilitando il suo impiego nell’ambito sia di reti di più vecchia generazione che di nuove implementazioni PTP a bassa latenza.

Per ulteriori informazioni, è possibile contattare il numero 585-321-5863 o scaricare il relativo data sheet.

Cos’è quasarDB

Nato nel mercato finanziario, QuasarDB (www.quasardb.net) è un database di serie temporali che supporta le aggregazioni lato server. Caratterizzato da scalabilità orizzontale e verticale con potenzialità praticamente illimitate, è molto apprezzato per applicazioni a bassa latenza e Big Data.

Cos’è Spectracom

Spectracom (www.spectracom.com), un brand del gruppo Orolia, è il leader mondiale nelle soluzioni che richiedono posizionamento resiliente, navigazione e tempistica (RPNT) designate a migliorare l’affidabilità, la performance e la sicurezza di operazioni a distanza caratterizzate da criticità o rischio elevato. Le potenzialità del sistema includono parametri di precisione, generazione del segnale, ricezione, sincronizzazione, distribuzione, test & validazione, simulazione, integrazione, interferenza, rilevamento e attenuazione, sistemi integrati che operano in tempo reale, oltre a servizio tecnico/assistenza.

Chi è Orolia

Orolia (www.orolia.com) è il leader mondiale nelle soluzioni PNT Resilience atte a migliorare l’affidabilità, le performance e la sicurezza dei clienti che svolgono operazioni a distanza caratterizzate da criticità o rischio elevato. Orolia è presente nel mondo in oltre 100 paesi del mondo con i suoi brand di spicco: Kannad, McMurdo, Sarbe, Spectracom, e Spectratime. Grazie alla sua vasta esperienza in ambito commerciale, difesa, aviazione e nautica, Orolia è in grado di soddisfare le esigenze più critiche dei clienti garantendo prodotti e soluzioni GPS/GNSS e PNT praticamente a prova di errore.

 

Per maggiori informazioni contattare:

OROLIA
Mme Elodie Cally
elodie.cally@orolia.com

https://www.orolia.com/

Oppure:

Business France Italia

Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, Twitter, Facebook

 

 

 

]]>
“Un caffè con Alessandro”: Michael Porter è il focus della rubrica di Alessandro Benetton Tue, 17 Apr 2018 12:48:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/476477.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/476477.html agencyabweb agencyabweb Alessandro Benetton dedica la nuova puntata della rubrica settimanale "Un caffè con Alessandro" a Michael Porter, economista che lo ha influenzato a livello imprenditoriale soprattutto per la sua idea dell'essere "disruptive".

Alessandro Benetton

Alessandro Benetton: l'approfondimento su Michael Porter

Una delle figure più importanti per la carriera accademica e professionale di Alessandro Benetton è stata quella di Michael Porter, con il quale l'imprenditore ha avuto la fortuna di confrontarsi e di scrivere la tesi. A lui è dedicata la nuova puntata di "Un caffè con Alessandro", rubrica settimanale che contiene approfondimenti su temi politici, sportivi, economici e d'attualità. Consulente di Bill Cinton, Porter aveva attraversato un periodo particolarmente tribolato ad Harvard perché non pubblicava, preferendo a questa attività la raccolta dei dati. Per la prima volta aveva cercato quindi di dimostrare un teorema non attraverso un'intuizione ma partendo dai dati per confermarne la validità. Questa idea è stata alla base anche di 21 Investimenti: entrando in settori meno conosciuti, si può spesso fare bene perché si capisce il contesto che cambia e si possono anticipare i grandi mutamenti (la teoria dell'essere "disruptive"). Quello di "Un caffè con Alessandro" è quindi un omaggio doveroso a una figura cardine dell'economia americana, in primis per questa visione imprenditoriale che differisce dalla norma.

Formazione e tappe del percorso professionale di Alessandro Benetton

Trevigiano, classe 1964, Alessandro Benetton si laurea nel 1987 in Business Administration presso l'Università di Boston, completando il suo percorso formativo con il conseguimento del Master in Business Administration alla Harvard Business School. A Londra comincia la sua carriera professionale in qualità di analista, specializzato in M&A ed Equity Offering, all'interno del dipartimento di Global Finance della Goldman Sachs International. Assunto l'incarico di Presidente di Benetton Formula dal 1988 al 1998, è tra i fautori dei grandi successi di quegli anni: 26 Gran Premi di Formula 1, due campionati mondiali piloti e uno costruttori vinti. Il 1992 segna l'inizio della sua attività imprenditoriale: con la fondazione di 21 Investimenti, Alessandro Benetton diventa il pioniere del private equity in Italia. Dal 2012 al 2014 Presidente di Benetton Group, attualmente ricopre anche le cariche di Consigliere di Amministrazione di Edizione S.r.l. e Autogrill S.p.A. Dal 2002 Componente dell'Advisory Committee di Robert Bosch Internationale Beteiligungen AG di Zurigo, nel 2017 viene nominato Presidente di Fondazione Cortina 2021 per l'organizzazione dei Campionati Mondiali di Sci del 2021. Tra i riconoscimenti: Cavaliere del Lavoro (2010), Premio EY Imprenditore dell'Anno (2011), Premio Vittorio De Sica (2014) e Premio America della Fondazione Italia USA (2016).

]]>
ROCATI, un mattone per costruire il futuro Wed, 11 Apr 2018 15:45:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/475905.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/475905.html PRS INTERNATIONAL Srl PRS INTERNATIONAL Srl Con le criptovalute l’establishment economica invita i cittadini alla prudenza, ma ora è nata una vera rivoluzione del settore rappresentata dal Rocati, che ha il suo punto di forza nel mattone, un bene immortale che da sempre ha trasmesso sicurezza negli investitori

Per le criptovalute era giunto il momento di effettuare un vero salto di qualità. Il ROCATI concretizza questo bisogno distinguendosi dagli altri tipi di denaro elettronico nati sull’onda del successo del Bitcoin: questa moneta digitale crescerà attraverso un bene concreto che è il mattone. Il suo valore si consoliderà con le transazioni immobiliari, e questo significa che non c’è il rischio di una bolla speculativa come temono gli esperti di finanza con le altre criptovalute.

D’ora in poi sarà più facile comprare casa. Nasce la criptomoneta che aiuta le giovani coppie ad acquistare un immobile e a trasformare i vecchi appartamenti in abitazioni moderne, rivalutandoli e riducendo il consumo energetico. Il Rocati è una moneta che non ha bisogno di un enorme utilizzo di elettricità per la propria produzione, come necessita invece al Bitcoin, e anche attraverso il progetto di ristrutturazione delle case contribuisce ad abbattere gli sprechi energetici salvaguardando l’ambiente. Tutto questo è possibile con questa nuova moneta, che vedrà il suo debutto sul mercato a marzo. Il progetto nasce dall’intuizione di Emanuele Pinzi, un giovane laureato in ingegneria edile con specializzazione in architettura di interni conseguita negli Stati Uniti, che ha intercettato le esigenze della gente comune e quelle del mercato immobiliare: una nuova forma di investimento che anticipa il futuro.

Le altre criptovalute hanno un’origine puramente speculativa ed è normale che siano percepite come un investimento ad alto rischio. Il ROCATI ha la funzione di sganciarsi dagli intermediari bancari che con il loro comportamento hanno dimostrato di non essere un tramite affidabile. Questa moneta è uno strumento finanziario che porta in seno un’anima sociale utile alla collettività.

Il settore immobiliare è la leva più importante dell’economia e, farla ripartire, è fondamentale per tutti i Paesi. Creare valore aggiunto in questo settore è fondamentale per consegnare nelle mani dei cittadini quella sicurezza che hanno perso nell’investimento dei propri risparmi. Il ROCATI oltre a difendere le risorse dei lavoratori e dei pensionati, strizza anche l’occhio all’investitore che vuole diversificare il proprio portafoglio. Il sogno delle giovani coppie di creare una famiglia annullando tutta la burocrazia bancaria per ottenere il mutuo, sta diventando realtà. Questo nuovo metodo inciderà in maniera significativa sulle transazioni immobiliari, facendo crescere il Pil dei Paesi, e tornando a ridistribuire una sana ricchezza utile a consolidare il futuro dei cittadini.

Il ROCATI è agganciato a Itarco, una rete di agenzie immobiliari supportate da una società che garantirà il credito attraverso il compromesso volturabile, una forma di rent to buy che rende la tua casa inattaccabile ed eliminerà gli oneri dell’affitto pagati dalla maggioranza dei cittadini di ogni nazione. Tale atto rende il bene acquisito inviolabile rispettando il grande valore che l’immobile esprime. Questa procedura mette al sicuro le risorse finanziarie dell’acquirente, assicurandogli il pieno godimento del bene acquisto. Chi intende acquistare un immobile riceverà un mutuo pari al 100% del valore. La trasparenza delle operazioni è garantita da un software attraverso il quale il notaio potrà registrare il rogito direttamente sulla blockchain della moneta. Chi compra ROCATI sa che il loro apprezzamento è legato alle transazioni immobiliari non alla speculazione, e questo mattone di sicurezza metterà le basi per un futuro sereno. 

Nel 2017 il valore delle transazioni immobiliari in Italia, è stato pari a 118 miliardi di euro con un incremento del 14%, mentre nel mondo, questo patrimonio raggiunge la somma di 217 trilioni di dollari. Secondo le rilevazioni degli osservatori immobiliari, lo stock abitativo italiano è piuttosto obsoleto, e solo un quarto delle famiglie affronta lavori di ristrutturazione. Il ROCATI consente di acquistare una casa che si rivaluterà in breve tempo grazie ad una ristrutturazione effettuata attraverso una equipe di architetti, ad un costo ripartito in comode rate all’interno del mutuo trentennale.

www.rocati.net

www.itarco.net

 

]]>
ROCATI, un mattone per costruire il futuro Wed, 11 Apr 2018 15:45:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/475904.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/475904.html PRS INTERNATIONAL Srl PRS INTERNATIONAL Srl Con le criptovalute l’establishment economica invita i cittadini alla prudenza, ma ora è nata una vera rivoluzione del settore rappresentata dal Rocati, che ha il suo punto di forza nel mattone, un bene immortale che da sempre ha trasmesso sicurezza negli investitori

Per le criptovalute era giunto il momento di effettuare un vero salto di qualità. Il ROCATI concretizza questo bisogno distinguendosi dagli altri tipi di denaro elettronico nati sull’onda del successo del Bitcoin: questa moneta digitale crescerà attraverso un bene concreto che è il mattone. Il suo valore si consoliderà con le transazioni immobiliari, e questo significa che non c’è il rischio di una bolla speculativa come temono gli esperti di finanza con le altre criptovalute.

D’ora in poi sarà più facile comprare casa. Nasce la criptomoneta che aiuta le giovani coppie ad acquistare un immobile e a trasformare i vecchi appartamenti in abitazioni moderne, rivalutandoli e riducendo il consumo energetico. Il Rocati è una moneta che non ha bisogno di un enorme utilizzo di elettricità per la propria produzione, come necessita invece al Bitcoin, e anche attraverso il progetto di ristrutturazione delle case contribuisce ad abbattere gli sprechi energetici salvaguardando l’ambiente. Tutto questo è possibile con questa nuova moneta, che vedrà il suo debutto sul mercato a marzo. Il progetto nasce dall’intuizione di Emanuele Pinzi, un giovane laureato in ingegneria edile con specializzazione in architettura di interni conseguita negli Stati Uniti, che ha intercettato le esigenze della gente comune e quelle del mercato immobiliare: una nuova forma di investimento che anticipa il futuro.

Le altre criptovalute hanno un’origine puramente speculativa ed è normale che siano percepite come un investimento ad alto rischio. Il ROCATI ha la funzione di sganciarsi dagli intermediari bancari che con il loro comportamento hanno dimostrato di non essere un tramite affidabile. Questa moneta è uno strumento finanziario che porta in seno un’anima sociale utile alla collettività.

Il settore immobiliare è la leva più importante dell’economia e, farla ripartire, è fondamentale per tutti i Paesi. Creare valore aggiunto in questo settore è fondamentale per consegnare nelle mani dei cittadini quella sicurezza che hanno perso nell’investimento dei propri risparmi. Il ROCATI oltre a difendere le risorse dei lavoratori e dei pensionati, strizza anche l’occhio all’investitore che vuole diversificare il proprio portafoglio. Il sogno delle giovani coppie di creare una famiglia annullando tutta la burocrazia bancaria per ottenere il mutuo, sta diventando realtà. Questo nuovo metodo inciderà in maniera significativa sulle transazioni immobiliari, facendo crescere il Pil dei Paesi, e tornando a ridistribuire una sana ricchezza utile a consolidare il futuro dei cittadini.

Il ROCATI è agganciato a Itarco, una rete di agenzie immobiliari supportate da una società che garantirà il credito attraverso il compromesso volturabile, una forma di rent to buy che rende la tua casa inattaccabile ed eliminerà gli oneri dell’affitto pagati dalla maggioranza dei cittadini di ogni nazione. Tale atto rende il bene acquisito inviolabile rispettando il grande valore che l’immobile esprime. Questa procedura mette al sicuro le risorse finanziarie dell’acquirente, assicurandogli il pieno godimento del bene acquisto. Chi intende acquistare un immobile riceverà un mutuo pari al 100% del valore. La trasparenza delle operazioni è garantita da un software attraverso il quale il notaio potrà registrare il rogito direttamente sulla blockchain della moneta. Chi compra ROCATI sa che il loro apprezzamento è legato alle transazioni immobiliari non alla speculazione, e questo mattone di sicurezza metterà le basi per un futuro sereno. 

Nel 2017 il valore delle transazioni immobiliari in Italia, è stato pari a 118 miliardi di euro con un incremento del 14%, mentre nel mondo, questo patrimonio raggiunge la somma di 217 trilioni di dollari. Secondo le rilevazioni degli osservatori immobiliari, lo stock abitativo italiano è piuttosto obsoleto, e solo un quarto delle famiglie affronta lavori di ristrutturazione. Il ROCATI consente di acquistare una casa che si rivaluterà in breve tempo grazie ad una ristrutturazione effettuata attraverso una equipe di architetti, ad un costo ripartito in comode rate all’interno del mutuo trentennale.

www.rocati.net

 

www.itarco.net

]]>
Opportunity Knocks for Hard Money Borrowers Tue, 10 Apr 2018 07:41:32 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/475685.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/475685.html zoeysemon zoeysemon

 

LBC Capital which is one of the leading hard money lenders institutions that is based in Los Angeles, California, is announcing opportunities for hard money borrowers to access credit facilities. The company which prides itself as one of the best hard money lenders is geared towards assisting persons who cannot get loans from traditional lenders.

LBC Capital has been offering credit services to a distinguished clientele for more than a decade which explains the experience portrayed by the hard money lender. As an experienced hard money lender, the institution banks on solving the repetitive problem from a specific niche of society members who are deemed unfit to access loans from traditional lenders. Investors who cannot access credit due to low income can access loans from the hard money lender that does not hold the circumstances of an individual is limiting factors to accessing loans.

“We understand that every hard money loan borrower is different and no situation is the same. Due to this, we take the time to comprehend your particular circumstance. Our trained professionals are aware that if you are choosing to utilize private financing, then there is a reason for it and whatever that may be; we can aid you in its undertaking”.

hard money lender

LBC Capital, which is a hard money lender, has been helping individuals to fund single-family residences, multi-family residences, commercial, industrial, and land property. In addition, one can access credit facilitation to cater for business purpose loans, construction loans, cash-out refinances, rate-and-term refinances among others. The institution is offering hard money loans at competitive interests' rates, at 7.99%, which is significantly low as compared to other lending institutions.

As hard money lending industry grows due to increasing demand for loans, LBC Capital's objective is to offer a complete, collaborative, and compliant process that is successful in closing almost any deal. Development of hard money lending policies and funding strategies has been professionally developed and structured such that our customers obtain not only their desired results but a prosperous deal. In this institution, your financial needs are catered to your highest expectations.

To learn more about hard money lending and LBC Capital Company, contact customer support through;

Contact Us

6350 Laurel Canyon Blvd #310 North Hollywood, CA 91606

Call: 818.584.2424

Email: infor@hardmoneylenders.finance

Visit the website: https://www.hardmoneylenders.finance/

]]>
Comunicato stampa - Raffaele Mincione Mon, 09 Apr 2018 12:15:20 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/475624.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/475624.html Close to Media Close to Media

Chi è Raffaele Mincione, il finanziere che sta investendo per il rilancio di Retelit e Banca Carige

Dopo il recente investimento in Banca Carige Raffaele Mincione, fondatore e presidente di WRM Group, si rivolge a Retelit, uno dei principali operatori italiani di servizi dati e infrastrutture nel mercato delle telecomunicazioni, con la volontà di rilanciarne la crescita attraverso un nuovo, solido piano di sviluppo sotto la guida di azionisti e manager italiani.

Attraverso WRM Group, società da lui fondata nel 2011, Raffaele Mincione ha deciso di tornare a investire nel nostro Paese, guardando ad aziende italiane di medie dimensioni con solidi fondamentali industriali e con un forte potenziale di crescita.

In febbraio il Gruppo ha fatto una prima operazione investendo nella storica Banca Carige, dove attraverso i veicoli Pop12 e Time & Life, ha acquisito 3 miliardi di azioni (corrispondente al 5,428% del capitale della banca), diventandone il terzo azionista, condividendo il piano di rilancio dell'istituto portato avanti dall'amministratore delegato Paolo Fiorentino.

Nella stessa ottica di crescita Raffaele Mincione ha investito in Retelit, attraverso la cordata italiana Fiber 4.0, con l’intento di rilanciare la società, affinché possa fare un salto dimensionale e qualitativo, grazie ad un management con una comprovata competenza nel mondo delle Tlc e nella gestione di operazioni di M&A nel settore, e proponendo un nuovo CdA in vista dell’Assemblea ordinaria degli Azionisti convocata per il 27 aprile.

Ma chi è Raffaele Mincione?

Nato nel 1965 a Pomezia, in provincia di Roma, dopo aver conseguito la maturità in Italia, a soli 18 anni si trasferisce a Londra per frequentare la prestigiosa University College London.

Dopo l’UCL viene selezionato da Goldman Sachs per lavorare nella sede londinese da dove inizia una brillante carriera, occupandosi sempre di credito, che lo porterà a capo dei desk delle più importanti banche d’affari internazionali: dal Credit Lyonnais Euro-Securities a Industrial Bank of Japan (IBJ), quindi Nomura per guidare l’Italian Fixed Income per poi passare nel ’97 in Merrill Lynch dove assume la responsabilità della divisione derivati Europa a Londra e poi del deskAmerica Latina, a New York. Nel 2000 approda in Citigroup a capo della divisione Europa, occupandosi principalmente di financial institutions.

L’esperienza nel settore del credito all’interno di grandi banche internazionali lo porta ad avere una formazione orientata ai rapporti istituzionali, con continui aggiornamenti nella compliance e qualifiche rilasciate dai principali organismi di controllo e dalle Borse di New York e Londra.

Nel 2001 crea la sua prima società specializzata nell’acquisizione di debiti di società in crisi e nel 2009 fonda Capital Investment Advisors dove ricopre il ruolo di senior advisor per primarie società di investimento.

Nel 2011 fonda WRM Group, società di gestione patrimoniale e advisory rivolta agli investitori istituzionali e professionali, che oggi conta un team di 40 professionisti di standing internazionale. Il Gruppo WRM è attivo, attraverso le sue società operative, nel private equity, activist investing, ristrutturazione aziendale, investimenti immobiliari, non performing loans (NPLs) e gestioni patrimoniali, e lavora a stretto contatto con investitori istituzionali e family office italiani e internazionali. Il Gruppo WRM ha ottenuto numerosi successi attraverso investimenti che spaziano dal settore bancario a quello hi-tech, da quello infrastrutturale a quello immobiliare. 

Raffaele Mincione vive a Londra da 34 anni con la moglie, PhD in archeologia e già consulente del Metropolitan Museum. Sposati dal 2005, hanno due figlie. È un esperto velista e ha partecipato a numerose gare internazionali.  

 

 

 

 

 

 

]]>
FNM, CDA APPROVA BILANCIO 2017: UTILE DI 34,991 MILIONI (+33,24%) Thu, 05 Apr 2018 10:42:10 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/475344.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/475344.html FNM FNM Consiglio proporrà distribuzione dividendo di 8.698.051 euro (0,02 per azione) Gibelli: “Numeri molto positivi, impegno quotidiano per migliorare qualità servizi” Bilancio consolidato  Utile: 34,991 milioni rispetto ai 26,261 milioni del 2016  EBIT: 27,718 milioni rispetto ai 20,845 milioni del 2016 Bilancio d’esercizio  Utile: 21,212 milioni rispetto ai 17,574 milioni del 2016  EBIT: 20,409 milioni rispetto ai 15,207 milioni del 2016 Milano, 04 aprile 2018 – Il Consiglio di Amministrazione di FNM S.p.A., riunitosi oggi sotto la presidenza di Andrea Gibelli, ha approvato i risultati consolidati del Gruppo facente capo a FNM e il progetto di bilancio d’esercizio di FNM per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017. BILANCIO CONSOLIDATO DEL GRUPPO - Il bilancio consolidato del Gruppo FNM relativo all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017 registra un utile di 34,991 milioni rispetto ai 26,261 milioni del 2016, con un incremento di 8,730 milioni (+33,24%), principalmente ascrivibile al miglioramento del risultato operativo (EBIT), che passa da 20,845 milioni a 27,718 milioni (+32,97%), nonché dall’incremento del “Risultato netto delle società valutate con il metodo del patrimonio netto”, pari a 12,915 milioni rispetto agli 11,062 milioni del 2016, principalmente per il maggiore apporto al risultato delle partecipate NORD ENERGIA (5,367 milioni rispetto ai 3,861 milioni del 2016) e Azienda Trasporti Verona S.r.l. (entrata nel perimetro di consolidamento nell’esercizio 2017, con un apporto al risultato consolidato pari a 1,005 milioni). RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI DI FNM S.p.A - Il conto economico di FNM al 31 dicembre 2017 chiude con un utile di 21,212 milioni, in aumento di 3,638 milioni (+20,70%) rispetto al risultato di 17,574 milioni conseguito nell’esercizio 2016, principalmente determinato dal miglioramento del risultato operativo, pari a 20,409 milioni rispetto ai 15,207 milioni del 2016 (+34,21%). DESTINAZIONE UTILE - In continuità con la scelta operata negli ultimi esercizi e coerentemente con il piano industriale 2018-2020 approvato in data odierna dal Consiglio di Amministrazione di FNM – che prevede un obiettivo di pay-out ratio pari al 40% dell’utile distribuibile derivante dal bilancio civilistico di FNM – il Consiglio di Amministrazione della Società ritiene di destinare, anche per l’esercizio 2017, una parte del risultato di esercizio alla remunerazione diretta del capitale investito. Nel sottoporre all’Assemblea degli azionisti l’approvazione del bilancio di esercizio, il CdA propone la seguente destinazione dell’utile:  1.060.594 euro a riserva legale;  8.698.051 euro da distribuirsi agli azionisti, in misura tale da assicurare una remunerazione di 0,02 per ciascuna azione ordinaria in circolazione (al lordo delle eventuali ritenute di legge);  11.453.228 euro a riserva straordinaria. “I numeri del bilancio 2017 – commenta il presidente di FNM S.p.A. Andrea Gibelli – confermano una volta di più la solidità del Gruppo. Al termine di un triennio che ci ha visto protagonisti di numerosi cambiamenti, presentiamo un conto economico estremamente positivo. Il nostro impegno quotidiano è quello di rendere le nostre aziende più forti per offrire un servizio sempre migliore innanzitutto ai cittadini lombardi. La mobilità infatti è strategica per la qualità della vita delle persone, per lo sviluppo delle attività produttive e del turismo. Con le nostre azioni vogliamo promuovere un sistema integrato e sostenibile che vada incontro alle esigenze di tutti”.

]]>
COMUNICATO STAMPA Fri, 30 Mar 2018 09:18:18 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474936.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474936.html Financial Consulting LAB Financial Consulting LAB

IPERAMMORTAMENTO

 

Come informa Financial Consulting LAB, le imprese possono fruire dell’IPERAMMORTAMENTO.

 

L’incentivo, messo a disposizione dal MISE, rientra nel panorama degli incentivi in tema di “Industry 4.0” e consente una supervalutazione del 250% degli investimenti in beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie funzionali alla digitalizzazione dei processi produttivi.

 

Il contributo si rivolge a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, comprese le imprese individuali assoggettate all’IRI, con sede fiscale in Italia, incluse le stabili organizzazioni di imprese residenti all’estero, indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.

 

Ai fini dell’iperammortamento, rilevano gli investimenti in beni materiali nuovi effettuati nel corso del 2018 oppure per beni consegnati entro il 2019 a patto di versare al venditore, entro il 31 dicembre 2018, un acconto pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione.

 

Per informazioni: 030/2508018

 

http://www.financialclab.it/

https://financialclab.blog/

https://www.linkedin.com/company/financial-consulting-lab-srl/

https://twitter.com/FinancialCLAB

 

Pasquale Fierro

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: alto

Financial consulting lab srl

Via Massimo D’Azeglio 6/b

25128 Brescia

tel. 030-2508018

fax 030-2501908

pasquale.fierro@financialclab.it

www.financialclab.it

 

Per rimanere sempre aggiornato su tutto ciò che è contributo visita il nostro blog https://financialclab.blog/

 

Collegati alla nostra pagina Linkedin!   Descrizione: Descrizione: cid:image002.png@01D2BE81.127B1300

 

 

Le informazioni contenute in questa comunicazione e gli eventuali documenti allegati hanno carattere strettamente confidenziale, sono tutelate dal segreto professionale e sono ad uso esclusivo del destinatario. Nel caso questa comunicazione Vi sia pervenuta per errore, Vi informiamo che la sua diffusione e riproduzione è contraria alla legge e preghiamo di darci prontamente avviso e di cancellare quanto ricevuto. Ai sensi della Legge 675/96 si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate ed a uso esclusivo del destinatario. Qualora il messaggio Le fosse pervenuto per errore, la preghiamo di eliminarlo senza copiarlo e di non inoltrarlo a terzi, dandocene gentilmente comunicazione. Grazie

 

 


Mail priva di virus. www.avast.com
]]>
Pil Lombardia Speciale, la Lombardia sopra la media Ue Wed, 28 Mar 2018 19:09:52 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474759.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474759.html DailyFocus DailyFocus Nel 2017 il Pil lombardo aumenta dell’1,8%, raggiungendo quota 37.258 euro pro capite, e del 5,1% nell’ultimo quadriennio. Le elaborazioni di Assolombarda evidenziano che, dal 2014 al 2017, la performance della regione è seconda solo a quella dell’Emilia-Romagna (+5,5%), migliore delle confinanti Veneto (+4,5%) e Piemonte (+2,3%) e sopra la media italiana (+3,6%).

pil-lombardia-speciale


MILANO SOPRA AI LIVELLI PRE CRISI DEL 3,2%

In regione spicca il risultato di Milano, dove il Pil negli ultimi quattro anni è salito del 6,2% (più di una volta e mezza il +3,6% dell’Italia) e del +3,2% rispetto al pre crisi, mentre la Lombardia nel suo complesso deve recuperare ancora uno scarto dell’1,1% e l’Italia il 4,4%. A livello settoriale dal 2014 al 2017 il valore aggiunto realizzato nel capoluogo lombardo nell’industria è del +2,3%, in agricoltura del +8,6%, nelle costruzioni del +7,1% e nei servizi del +7,6%.

Nel benchmark regionale rispetto alla situazione pre crisi, l’Emilia-Romagna precede la Lombardia con uno scarto del -0,7% rispetto al 2008, ma con valori assoluti più bassi, mentre il Veneto è terzo (-2,6%).

PIL PRO CAPITE, IN LOMBARDIA PIÙ ALTO DI GRAN BRETAGNA E FRANCIA

A livello europeo i dati Eurostat, l’agenzia statistica comunitaria, rilevano un Pil pro capite di 36.600 euro nel 2016, con il quale la Lombardia si posiziona davanti a potenze quali la Gran Bretagna (36.500 euro) e la Francia (33.300) e abbondantemente sopra la media italiana di 27,700 euro ed europea (29.200 euro). Rispetto alle altre regioni italiane divide il podio con la Provincia autonoma di Bolzano (42.600 euro di Pil pro capite) e con la Provincia autonoma di Trento (35mila euro)

In valore assoluto il Prodotto interno lordo lombardo complessivo ammonta a 366,541 milioni di euro, il 21,8% del totale nazionale di 1,680 miliardi. Da solo vale poco di più del totale del Pil delle regioni del Centro Italia (Toscana, Umbria, Marche, Lazio) pari a 360,603 milioni, e si avvicina al Pil del Nord-Est (387,543 milioni).

 

FONTELombardiaSpeciale

]]>
6.000 AZIENDE, 5.600 INVESTITORI E 18 MLN DI CAPITALE TRANSATO: ECCO IL PIÙ GRANDE NETWORK ITALIANO DI FINANZA ALTERNATIVA Tue, 27 Mar 2018 17:33:01 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474607.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474607.html I Press I Press

MILANO – Quando due importanti gruppi imprenditoriali si uniscono, il risultato non è la semplice somma di capitali e risorse, ma la moltiplicazione di fattori quali innovazione, professionalità e competitività. È questa l’operazione tra BacktoWork24 ed Equinvest, che oggi ufficialmente diventano un unico grande Hub nel settore dell’alternative finance italiana.

 

Un network di oltre 6.000 aziende e 5.600 manager/investitori, punto di riferimento dell’ecosistema fintech, grazie a un ventaglio di servizi “on e off line” offerti per drenare liquidità e consentire al Paese di generare sviluppo attraverso le potenzialità della micro e media impresa, ossatura portante della nostra economia. Le due realtà s’integrano sotto un unico brand: BacktoWork24, con un piano congiunto di sviluppo e ampliamento che s’innesta sulla base solida di una partnership portata avanti da tre anni.

 

«Abbiamo ufficialmente finalizzato la fusione e oggi, con 18 mln di euro raccolti per Pmi/startup, possiamo realmente dire di essere player di riferimento per investitori privati che vogliono diversificare il portfolio – sottolinea l’amministratore delegato del nuovo gruppo BacktoWork24 Alberto Bassi – grazie al know how di Equinvest abbiamo ampliato il committment in asset management, offrendo nuove interessanti opportunità di investimento con prodotti/servizi innovativi e con imprenditori capaci di capire che oggi è necessario aprire le porte ai manager per colmare i gap e avere le competenze necessarie per generare business. Il nostro modello, che tra i primi in Italia abbiamo sviluppato e lanciato quattro anni fa, oggi di fatto è diventato il vero strumento per veicolare risparmio a supporto dell’economia reale: esiste un serio problema di liquidità delle piccole imprese, e se è vero che il sistema bancario non è più in grado di fornire gli strumenti di sostegno, la ricerca di finanza alternativa deve diventare una priorità per l’Italia».

 

I servizi offerti dal gruppo saranno quelli di raccolta del capitale – attraverso gli strumenti del club deal, matching deal ed equity crowdfunding – e di business development con il programma “Advisory” (assistenza strategica e finanziaria); “Open innovation” (dedicato all’incontro tra aziende corporate e startup per favorire lo spillover di innovazione e l’apertura di nuovi canali commerciali); “Workshop” (momenti formativi e di orientamento) e “Scale Up” (sviluppo commerciale all’estero). Grazie alla sede londinese, inoltre, il gruppo mirerà al potenziamento dell’internazionalizzazione per scalare i mercati europei.

 

«Le cinque campagne di equity crowdfunding, già in calendario, oggi sono state inglobate all’interno della nuova piattaforma web di BacktoWork24 – spiega il nuovo presidente del gruppo BacktoWork24 Fabio Bancalà – l’obiettivo per il 2018 è quello di lanciare più di 20 campagne, moltiplicando il transato, e di aprire nuove interessanti linee di business. Questa operazione strategica ci proietta verso nuovi traguardi, grazie a un team strutturato, a processi consolidati e a un’infrastruttura tecnologica che è unica in Italia. Vogliamo ringraziare il nostro team per la passione, la professionalità e l’impegno, gli investitori per la fiducia riposta nel gruppo e le aziende, per lo slancio che hanno manifestato verso scenari innovativi e alternativi. Un grazie va anche allo studio legale Trevisan & Cuonzo che ha seguito tutta l’operazione, facendola traghettare verso il risultato sperato e ottenuto: la creazione di una realtà supportata sì dai numeri, ma soprattutto dalla voglia di essere leader nel mercato di riferimento».

]]>
6.000 AZIENDE, 5.600 INVESTITORI E 18 MLN DI CAPITALE TRANSATO: ECCO IL PIÙ GRANDE NETWORK ITALIANO DI FINANZA ALTERNATIVA Tue, 27 Mar 2018 17:32:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474606.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474606.html I Press I Press

MILANO – Quando due importanti gruppi imprenditoriali si uniscono, il risultato non è la semplice somma di capitali e risorse, ma la moltiplicazione di fattori quali innovazione, professionalità e competitività. È questa l’operazione tra BacktoWork24 ed Equinvest, che oggi ufficialmente diventano un unico grande Hub nel settore dell’alternative finance italiana.

 

Un network di oltre 6.000 aziende e 5.600 manager/investitori, punto di riferimento dell’ecosistema fintech, grazie a un ventaglio di servizi “on e off line” offerti per drenare liquidità e consentire al Paese di generare sviluppo attraverso le potenzialità della micro e media impresa, ossatura portante della nostra economia. Le due realtà s’integrano sotto un unico brand: BacktoWork24, con un piano congiunto di sviluppo e ampliamento che s’innesta sulla base solida di una partnership portata avanti da tre anni.

 

«Abbiamo ufficialmente finalizzato la fusione e oggi, con 18 mln di euro raccolti per Pmi/startup, possiamo realmente dire di essere player di riferimento per investitori privati che vogliono diversificare il portfolio – sottolinea l’amministratore delegato del nuovo gruppo BacktoWork24 Alberto Bassi – grazie al know how di Equinvest abbiamo ampliato il committment in asset management, offrendo nuove interessanti opportunità di investimento con prodotti/servizi innovativi e con imprenditori capaci di capire che oggi è necessario aprire le porte ai manager per colmare i gap e avere le competenze necessarie per generare business. Il nostro modello, che tra i primi in Italia abbiamo sviluppato e lanciato quattro anni fa, oggi di fatto è diventato il vero strumento per veicolare risparmio a supporto dell’economia reale: esiste un serio problema di liquidità delle piccole imprese, e se è vero che il sistema bancario non è più in grado di fornire gli strumenti di sostegno, la ricerca di finanza alternativa deve diventare una priorità per l’Italia».

 

I servizi offerti dal gruppo saranno quelli di raccolta del capitale – attraverso gli strumenti del club deal, matching deal ed equity crowdfunding – e di business development con il programma “Advisory” (assistenza strategica e finanziaria); “Open innovation” (dedicato all’incontro tra aziende corporate e startup per favorire lo spillover di innovazione e l’apertura di nuovi canali commerciali); “Workshop” (momenti formativi e di orientamento) e “Scale Up” (sviluppo commerciale all’estero). Grazie alla sede londinese, inoltre, il gruppo mirerà al potenziamento dell’internazionalizzazione per scalare i mercati europei.

 

«Le cinque campagne di equity crowdfunding, già in calendario, oggi sono state inglobate all’interno della nuova piattaforma web di BacktoWork24 – spiega il nuovo presidente del gruppo BacktoWork24 Fabio Bancalà – l’obiettivo per il 2018 è quello di lanciare più di 20 campagne, moltiplicando il transato, e di aprire nuove interessanti linee di business. Questa operazione strategica ci proietta verso nuovi traguardi, grazie a un team strutturato, a processi consolidati e a un’infrastruttura tecnologica che è unica in Italia. Vogliamo ringraziare il nostro team per la passione, la professionalità e l’impegno, gli investitori per la fiducia riposta nel gruppo e le aziende, per lo slancio che hanno manifestato verso scenari innovativi e alternativi. Un grazie va anche allo studio legale Trevisan & Cuonzo che ha seguito tutta l’operazione, facendola traghettare verso il risultato sperato e ottenuto: la creazione di una realtà supportata sì dai numeri, ma soprattutto dalla voglia di essere leader nel mercato di riferimento».

]]>
VOUCHER DIGITALIZZAZIONE: PUBBLICATI GLI ELENCHI PROVVISORI DELLE IMPRESE BENEFICIARIE Fri, 23 Mar 2018 09:17:27 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474251.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474251.html Financial Consulting LAB Financial Consulting LAB

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE: PUBBLICATI GLI ELENCHI PROVVISORI DELLE IMPRESE BENEFICIARIE

 

Come informa Financial Consulting LAB, il 14 marzo è stato pubblicato dal MISE l’elenco dei potenziali beneficiari del Voucher per la digitalizzazione delle PMI.

 

La misura agevolativa riconosce alle imprese assegnatarie un contributo, di importo non superiore a 10 mila euro, per progetti finalizzati all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

 

In ragione dell’elevato numero di domande presentate, il Ministero determinerà con un successivo decreto l’elenco definitivo delle imprese assegnatarie e l’importo del Voucher assegnato.

 

Tale importo sarà determinato sulla base delle risorse stanziate e di quelle che si renderanno disponibili a seguito di approfondimenti in corso di svolgimento.

 

Per informazioni: 030/2508018

 

http://www.financialclab.it/

https://financialclab.blog/

https://www.linkedin.com/company/financial-consulting-lab-srl/

https://twitter.com/FinancialCLAB

 

 

 


Mail priva di virus. www.avast.com
]]>
Google stringe sulle ICO, ma va a caccia di esperti di criptovalute nelle università italiane Thu, 22 Mar 2018 12:13:29 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474169.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/474169.html Investoo Group Investoo Group

Google stringe sulle ICO, ma va a caccia di esperti di criptovalute nelle università italiane

Milano, 22/03/2018. Il gigante di internet Google sta visitando le Università e tiene lezioni frontali sulle criptovalute mentre decide un giro di vite sul settore non regolamentato.

 

Il colosso americano della ricerca IT ha annunciato una moratoria sulla pubblicità delle ICO mentre, secondo Coinlist.me, cerca di ottenere un controllo sul settore in rapida crescita.

 

Mentre il divieto delle ICO è diventato problematico per il settore che ha appena costituito un gruppo di pressione per contribuire a modellare la regolamentazione, il fatto che Google sta tenendo conferenze e assumendo esperti mostra che c’è fiducia nel settore.

I geni della tecnologia dell'azienda hanno visitato il Politecnico di Milano all'inizio di questo mese, allo scopo di educare gli studenti e trovare le migliori menti.

Secondo l'Università hanno anche condotto interviste faccia a faccia con gli studenti e tenuto lezioni su Bitcoin, Litecoin, Ethereum e Monero.

L'abstract affermava: «La missione di Google è quella di organizzare le informazioni del mondo e renderle universalmente accessibili e utili. È un obiettivo enorme da raggiungere e Google ha bisogno di persone straordinarie per raggiungerlo!

Bitcoin, Ethereum, Monero, Litecoin... Negli ultimi tempi molte notizie sulle criptovalute sono state pubblicate e la maggior parte delle persone sa di poterle acquistare come bene o scambiarle come valuta.

Meno noto è come funzionano davvero.

In questo discorso, rivedrò le differenze di base tra le criptovalute più popolari e evidenzierò alcune interessanti innovazioni del settore, tra cui scripting, privacy e riduzione dei requisiti di elettricità per proteggere l'ambiente.

La lezione sarà seguita da una descrizione dei lavori e stage di Google e da una panoramica del nostro processo di intervista e assunzione».

La notizia è stata accolta con favore dal settore, incluso David Merry, CEO di Investoo Group, azienda che proprietaria di siti di notizie in inglese, tedesco, spagnolo e italiano dell’exchange di criptovalute CryptoGo.

David Merry ha affermato in proposito: «È fantastico sapere che Google sta davvero abbracciando il settore. Le cattive notizie sul divieto di pubblicità hanno avuto un impatto sui mercati, quindi il fatto che Google stia ancora una volta aprendo la strada all'educazione è grandioso. Ciò che è ancora più interessante è il fatto che Google stia assumendo i migliori talenti in questo settore pionieristico».

I reclutatori del colosso tecnologico statunitense hanno condotto interviste simulate di 15 minuti con gli studenti, aiutandoli inoltre ad affinare le loro competenze e a fare pratica di brainstorming di algoritmi, scrivendo il codice informatico sulla lavagna.

FINE

 

Si prega di inserire all’interno del pezzo un link all’articolo che trovate al seguente link https://coinlist.me/it/notizie/google-in-cattedra-al-politecnico-di-milano-insegna-criptovalute e di accreditare il sito Coinlist.me/it.



--
Investoo Group logo
Luca Mussari
Editor
luca.mussari@investoogroup.com | www.investoogroup.com
7 Harp Lane, London, EC3R 6DP
© Investoo Group Ltd. All Rights Reserved.  |  Company No. 10497349

This email and the information it contains is confidential and may be legally privileged and intended solely for the use of the individual or entity to whom it is addressed. If you have received this email in error please notify me immediately. Please note that any views or opinions presented in this email are solely those of the author and do not necessarily represent those of the company. You should not copy it for any purpose, or disclose its contents to any other person. Internet communications are not secure and, therefore, the Company does not accept legal responsibility for the contents of this message as it has been transmitted over a public network. If you suspect the message may have been intercepted or amended please notify me. Finally, the recipient should check this email and any attachments for the presence of viruses. the Company accepts no liability for any damage caused by any virus transmitted by this email. Thank you.]]>
BANDI - REGIONE LOMBARDIA Fri, 16 Mar 2018 12:48:52 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473547.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473547.html Financial Consulting LAB Financial Consulting LAB

Come informa Financial Consulting LAB, Regione Lombardia ha disposto la sospensione dello sportello per la presentazione delle domande dei seguenti bandi:

 

·         MISURA B “INVESTIMENTI” (Fondo regionale per le agevolazioni finanziarie all’artigianato);

·         Bando per l’assegnazione di contributi per interventi a sostegno delle vittime del reato di usura o estorsione;

·         Fondo per l’abbattimento interessi finalizzato al sostegno del turismo e dell’attrattività;

·         Fondo plafond a copertura dei rischi per le garanzie rilasciate a favore delle imprese del turismo e dell’attrattività;

·         Bando FIRM (Fondo di rotazione per l’imprenditorialità) linee di intervento 1 – Sviluppo Aziendale, 4 – Crescita dimensionale, 5 – Trasferimento della proprietà.

 

Rimangono aperti i seguenti finanziamenti regionali:

 

·         Credito PPP;

·         AL VIA: Agevolazioni Lombarde per la Valorizzazione degli Investimenti Aziendali;

·         INNOVALOMBARDIA – Linea Innovazione;

·         INTRAPRENDO per l’avvio di nuove imprese e attività professionali.

 

Per informazioni: 030/2508018

 

http://www.financialclab.it/

https://financialclab.blog/

https://www.linkedin.com/company/financial-consulting-lab-srl/

https://twitter.com/FinancialCLAB

 


Mail priva di virus. www.avast.com
]]>
BANDI - REGIONE LOMBARDIA Fri, 16 Mar 2018 12:46:46 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473544.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473544.html Financial Consulting LAB Financial Consulting LAB

Come informa Financial Consulting LAB, Regione Lombardia ha disposto la sospensione dello sportello per la presentazione delle domande dei seguenti bandi:

 

·         MISURA B “INVESTIMENTI” (Fondo regionale per le agevolazioni finanziarie all’artigianato);

·         Bando per l’assegnazione di contributi per interventi a sostegno delle vittime del reato di usura o estorsione;

·         Fondo per l’abbattimento interessi finalizzato al sostegno del turismo e dell’attrattività;

·         Fondo plafond a copertura dei rischi per le garanzie rilasciate a favore delle imprese del turismo e dell’attrattività;

·         Bando FIRM (Fondo di rotazione per l’imprenditorialità) linee di intervento 1 – Sviluppo Aziendale, 4 – Crescita dimensionale, 5 – Trasferimento della proprietà.

·          

Rimangono aperti i seguenti finanziamenti regionali:

 

·         Credito PPP;

·         AL VIA: Agevolazioni Lombarde per la Valorizzazione degli Investimenti Aziendali;

·         INNOVALOMBARDIA – Linea Innovazione;

·         INTRAPRENDO per l’avvio di nuove imprese e attività professionali.

 

Per informazioni: 030/2508018

 

http://www.financialclab.it/

https://financialclab.blog/

https://www.linkedin.com/company/financial-consulting-lab-srl/

https://twitter.com/FinancialCLAB

 


Mail priva di virus. www.avast.com
]]>
Prestiti: aumenta il ricorso al consolidamento debiti (+5,5%) Wed, 14 Mar 2018 19:26:41 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473235.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473235.html Facile.it Facile.it Il 2017 è stato un anno di crescita per il credito al consumo e, secondo l’osservatorio di Facile.it e Prestiti.it, nel corso dei 12 mesi la richiesta media presentata alle finanziarie è aumentata del 2,3% rispetto al 2016, raggiungendo i 10.790 euro; chi si è rivolto ad una società del credito, dichiarando la finalità, lo ha fatto soprattutto per sostenere spese legate alla casa o all’auto, ma quella che, percentualmente, è aumentata di più rispetto al totale richieste è il consolidamento debiti (+5,5%). Sono questi alcuni dei dati emersi dall’analisi realizzata dai due portali, che hanno esaminato un campione di oltre 50.000 richieste di prestito personale ricevute tra l’1 gennaio il 31 dicembre 2017*.

«L’aumento della percentuale di richieste di prestito per il consolidamento debiti è legato alla diminuzione del costo del denaro e alla sempre più intensa competizione tra le società del credito, che insieme hanno determinato un generale abbassamento dei tassi di interesse applicati dalle finanziarie», spiega Andrea Bordigone, responsabile BU prestiti di Facile.it.  «Oggi un prestito personale costa meno rispetto a qualche anno fa; scegliere di consolidare finanziamenti già in corso può essere quindi una soluzione concreta per risparmiare sugli interessi, accorpando tutte le rate in una unica mensile più leggera.».

Analizzando il profilo dei richiedenti emerge che, rispetto al 2016, è diminuita l’età media di chi ha presentato domanda, scesa da 41 anni e 11 mesi a 40 anni e 9 mesi, mentre sono rimasti sostanzialmente stabili la durata dei prestiti (circa 60 rate) e lo stipendio medio del richiedente, pari a 1.670 euro.

Nel 71% dei casi a presentare domanda di finanziamento è stato un uomo ma rispetto al 2016 è aumentata di quasi 1 punto la percentuale delle donne che si sono rivolte ad un’azienda del credito. Permangono le differenze tra gli importi richiesti dai due sessi; gli uomini hanno cercato di ottenere in media circa 11.100 euro, l’11% in più rispetto alle donne (circa 9.900 euro), distanza da leggere anche in rapporto agli stipendi medi dichiarati (1.470 euro per le donne contro i 1.750 euro degli uomini).

La categoria professionale che si rivolge maggiormente alle finanziarie è quella dei dipendenti privati a tempo indeterminato (66,1% delle richieste); seguono i lavoratori autonomi (11,1%) e i pensionati (6,3%).

Aumentano i giovani e gli importi richiesti

A dare un contributo importante alla riduzione dell’età media dei richiedenti sono stati, in particolare, gli under 30, che nel 2017 aumentano il proprio peso di quasi 4 punti percentuali sul totale richiedenti, arrivando a rappresentare il 19%. Guardando alle altre fasce, le due più rappresentative restano comunque quella tra i 30 e i 39 anni di età, (30%) e quella tra i 40 e i 49 anni (27%). Chiudono la classifica coloro che hanno tra i 50 e i 59 anni (14%) e gli over 60 (8%).

Da notare che, nonostante l’età dei richiedenti sia diminuita e la percentuale di giovani cresciuta, l’importo medio richiesto non solo non si è ridotto ma è addirittura aumentato, sia guardando al totale prestiti, sia nel segmento under 30, categoria che nel 2017 ha chiesto alle società del credito somme più alte del 6,7% rispetto al 2016.

 

 

Fra le richieste di prestito personale 2017 per le quali il firmatario ha specificato la finalità di utilizzo, quelle destinate alla “casa” rappresentano ancora una volta la voce più consistente; poco più del 34% delle domande di finanziamento erano destinate a spese legate all’abitazione. Tra queste, la fetta più grossa è rappresentata dai prestiti per ristrutturazione (24%), seguiti da quelli per l’acquisto di arredamento (7%) o di un immobile (3%). Le auto, invece, rappresentano, con circa il 27%, la seconda ragione che spinge gli italiani a rivolgersi ad una finanziaria; compongono questa categoria i prestiti per l’acquisto di auto usate (21%) o nuove (6%).

 

Seguono in classifica le richieste di prestito personale mirate all’ottenimento di liquidità (circa il 13%) e quelle per il consolidamento debiti (circa l’11% e, come detto, in aumento di 5,5 punti percentuali rispetto al 2016). 

]]>
AIUTO FINANZIARIO. E-mail: luca001965@gmail.com Tue, 13 Mar 2018 18:21:12 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473052.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473052.html Dell'utri Dell'utri Termina con il vostro problema finanziario: E - mail: luca001965@gmail.com e sul Whatsapp: +41779442962

]]>
YOPAdvisors relatore al Convegno: “La piccola e media impresa verso un nuovo modello più flessibile competitivo e solidale”. Tue, 13 Mar 2018 12:29:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473022.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473022.html YOPAdvisors YOPAdvisors YOPAdvisors relatore al Convegno: “La piccola e media impresa verso un nuovo modello più flessibile competitivo e solidale”.

 

 

Il 23 marzo, presso la sala convegni dell’Hotel Marriott a Milano (via Washington 66), YOPAdvisors sarà relatore al convegno organizzato da ProImpresaLab: “La piccola e media impresa verso un nuovo modello più flessibile competitivo e solidale“, con un intervento dedicato alle nuove forme di finanziamento: “Finanza alternativa. Una panoramica sui nuovi strumenti a disposizione degli imprenditori: equity crowdfunding e minibond”. 

Seguono presentazione e programma dell’evento:

Gentile,
siamo lieti di invitarLa all’evento:
La piccola e media impresa verso un nuovo modello
più flessibile competitivo e solidale
Milano il 23 marzo alle ore 14.30 presso
il Milan Marriott Hotel – Via Washington 66.

 

 

L’evento è promosso da ProimpresaLab un’associazione che coinvolge un gruppo di Professionisti che hanno messo insieme
know-how, esperienza e professionalità con un approccio vicino all’ imprenditore, valorizzando i suoi interessi e cogliendo le opportunità del mercato, con curiosità, dedizione e valori comuni.
Al centro del convegno la crescita e lo sviluppo delle imprese alla luce della nuova rivoluzione industriale 4.0, con un focus particolare sulla recente evoluzione normativa che ha avuto come protagonista la PMI, trasformandola in un modello più flessibile e aperto al mercato.
Verrà approfondita inoltre l’ opera di sostegno all’economia reale dalla recente riforma della SRL al crowdfunding,passando attraverso gli interventi di welfare e industria 4.0.
Un’occasione di confronto e aggiornamento tra professionisti e imprese sulle ultime novità legislative e sugli impatti che le stesse hanno avuto, e avranno, nelle realtà aziendali.

E inoltre, per sostenere e arricchire l’agenda del pomeriggio ci saranno alcune case history di imprenditori che hanno voluto raccontarci la propria esperienza.

 

Consulta il programma in allegato e iscriviti gratuitamente al Convegno mandando una e-mail a: eventi@associazioneproimpresa.it

 

Programma:

LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA VERSO UN NUOVO MODELLO PIU’ COMPETITIVO, FLESSIBILE E SOLIDALE

Milano, 23 marzo 2018 hotel Marriot

 

AGENDA

 Moderatori

Giovanni Marra, Avvocato

Marzio Nava, Giornalista

 

h. 14.30 Registrazione dei partecipanti, welcome coffee

h. 15.00 Presentazione e Overview sulle nuove deroghe al diritto societario in favore della PMI sotto forma di S.r.l.

Giovanni Marra, founder ProimpresaLab

h. 15.20 Finanza alternativa. Una panoramica sui nuovi strumenti a disposizione degli imprenditori: equity crowdfunding e minibond

Alessandra Palladini e Claudia Barzaghi, YOPAdvisors STP srl

h. 16.00 Industria 4.0 e smart working: impatti sul mercato del lavoro

Marzio Nava, ProimpresaLab

Stefano Maullu, Parlamentare Europeo

h. 16.50 I servizi per l’innovazione ed il trasferimento tecnologico nell’industria

Giuseppe Autorino, Stazione sperimentale industria delle pelli

h.17.10 Welfare aziendale come forma di investimento sul capitale umano

Gianluca Davascio, A.D Salute e Benessere SMS

 Un caso pratico di Welfare aziendale nel settore del lusso

Annalisa Arnaboldi, Agente Teglio assicurazioni

h. 17.30 Sviluppo e sostegno alla PMI: il ruolo delle banche locali

 17.50 Cocktail e chiusura dei lavori

 

 

In collaborazione con: 

Your Professional Advisor

 

Per iscrizioni, compilare il modulo al seguente link e inviarlo a eventi@associazioneproimpresa.it

]]>
Il credito d’imposta sulle attività di formazione tecnologica Tue, 13 Mar 2018 12:24:12 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473019.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/473019.html YOPAdvisors YOPAdvisors Tra le varie misure previste dalla Finanziaria 2018, troviamo anche un credito d’imposta al 40% per le aziende che investiranno nella formazione tecnologica dei propri dipendenti, adeguandosi al Piano Nazionale Impresa 4.0.

 

 

 

 

A decorrere dal 2018 alle imprese che effettuano attività di formazione spetta un credito d’imposta al 40% delle spese relative alla formazione tecnologica dei propri dipendenti, come previsto dal Piano Nazionale Impresa 4.0.

Il credito ammonta al 40% delle spese relative al costo aziendale del personale dipendente per le ore di formazione svolta.

La formazione deve avere come oggetto l’acquisizione o il consolidamento delle conoscenze tecnologiche previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0, in estrema sintesi intendendo le attività necessarie per aggiornare il personale per l’efficiente utilizzo delle nuove tecnologie Industria 4.0.

In fattispecie la norma fa rientrare l’agevolazione nei seguenti ambiti: big data e analisi dei daticloud e fog computingcyber securitysistemi cyber – fisici, prototipazione rapida, sistemi di visualizzazione e realtà aumentata, robotica avanzata e collaborativa, interfaccia uomo macchina, manifattura additiva, internet delle cose (il cosiddetto Internet of Things, IoT) e delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali negli ambiti riportati nell’allegato A alla Finanziaria 2018:

  1. vendita e marketing;
  2. informatica;
  3. tecniche e tecnologie di produzione.

 

È esclusa dal beneficio del credito d’imposta la formazione ordinaria / periodica organizzata dall’impresa per conformarsi:

  • alla normativa vigente in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro / protezione dell’ambiente;
  • ad ogni altra normativa obbligatoria in materia di formazione.

Il credito d’imposta in esame è riconosciuto fino ad un massimo annuo di € 300.000 per ciascun beneficiario per le citate attività di formazione tecnologica pattuite con contratti collettivi aziendali / territoriali.

Il nuovo credito d’imposta:

  • va indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento delle spese;
  • non concorre alla formazione del reddito / base imponibile IRAP;
  • non rileva ai fini del rapporto di deducibilità degli interessi passivi e dei componenti negativi ex artt. 61 e 109, comma 5, TUIR;
  • è utilizzabile esclusivamente in compensazione con il mod. F24, anche per importi superiori a € 250.000, non rilevando il limite di cui all’art. 1, comma 53, Legge n. 244/2007, nonché per importi superiori a € 700.000 per anno non rilevando il limite di cui all’art. 34, Legge n. 388/2000;
  • è concesso nel rispetto dei limiti e delle condizioni di cui al Regolamento UE n. 651/2014 concernente la compatibilità degli aiuti di Stato, con il mercato interno.

I costi relativi alle spese agevolabili devono essere certificati dal soggetto incaricato della revisione legale / collegio sindacale / professionista iscritto nel Registro dei revisori legali (la certificazione deve essere allegata al bilancio).

Per le imprese non soggette a revisione legale dei conti la certificazione va redatta da un revisore legale / società di revisione esterni all’azienda.

Le spese per la certificazione sostenute da tali ultime imprese sono ammissibili entro il limite massimo di € 5.000. Le imprese con bilancio sottoposto a revisione sono esenti dai predetti obblighi.

La formazione e il credito d’imposta sono temi già cari a YOPAdvisors, che crede fermamente in una politica aziendale di implementazione di misure di agevolazione disponibili. Se poi tali agevolazioni sono a favore della formazione e dello sviluppo, la soddisfazione nell’offrire alle imprese un servizio che coniughi risparmio e progresso è anche maggiore.

Se la tua azienda sta affrontando un piano di rinnovamento e formazione tecnologica / digitale, se hai dubbi su come e se impostare un percorso di richiesta del credito d’imposta, contatta YOPAdvisors a: info@yopadvisors.com , e ti aiuteremo a visualizzare le possibilità e a ottenere risultati.

]]>
Invito presentazione libro di Cesare Lanza mercoledi 14 marzo ore 17.30 Mon, 12 Mar 2018 19:58:48 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/472914.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/472914.html lamescolanza lamescolanza ]]>