F2i acquisisce il 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA

06/dic/2017 18.55.30 articolinews Contatta l'autore

Il 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA passa a F2i : la società guidata dall'AD Renato Ravanelli ha portato a termine l'operazione rilevando la quota da Bioenergie, controllata al 60% dal Gruppo Faranda e al 40% dal Fondo Equinox.

F2i

Biomassa legnosa: F2i si espande nel settore con l'acquisizione del 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA

Già operatore leader nelle rinnovabili, F2i si espande anche nel settore della valorizzazione energetica della biomassa legnosa con un'importante operazione. La società guidata da Renato Ravanelli ha infatti rilevato da Bioenergie il 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA, attiva nel comparto attraverso attività di manutenzione forestale, pulizia degli alvei dei fiumi, utilizzazione dei residui agricoli e del verde urbano. San Marco Bioenergie SpA è proprietaria della centrale termoelettrica a biomasse solide di Bando d'Argenta (Ferrara), una delle più grandi in assoluto del Nord e del Centro Italia per capacità installata (21 MW elettrici). Grazie a questa acquisizione, F2i porta a 18 le società che compongono il suo portafoglio, con una copertura di 8 settori differenti in ambito infrastrutturale. L'operazione, in particolare, non offre soltanto opportunità di crescita a livello economico ma genera benefici a livello ambientale: l'incuria nella gestione dei territori boschivi e degli alvei dei fiumi è spesso causa, infatti, di gravi disastri sul territorio nazionale. Nell'acquisizione sono state coinvolte le banche finanziatrici Unicredit, Banco BPM e UBI Banca. F2i ha scelto Chiomenti e Legance come studi legali per l'operazione.

F2i: gli investimenti e le attività della società di gestione del risparmio

Costituita nel 2007, F2i è una società di gestione del risparmio che ha avviato il più grande fondo chiuso in Italia e uno dei più importanti a livello europeo. Tra gli azionisti di riferimento annovera alcune delle principali banche italiane, istituzioni, primari istituti di credito, fondazioni bancarie e casse di previdenza. Autorizzato nell'agosto del 2007, il primo fondo lanciato da F2i è arrivato a raccogliere 1.852 milioni di euro, una cifra investita quasi completamente in diversi comparti infrastrutturali e che ha portato all'acquisizione di quote di rilievo di importanti società quali 2i Rete Gas, Alerion Clean Power, HFV, Gesac, Infracis, Metroweb, Sagat e SEA. Nel luglio del 2012 è avvenuto il lancio del Secondo Fondo, il cui obiettivo di raccolta era pari a 1.200 milioni di euro e la cui raccolta si è chiusa nel luglio del 2015 con una cifra complessiva di 1.242,5 milioni di euro. È notizia di questi giorni che F2i sia pronta per partire con la raccolta di un terzo fondo: il target questa volta è assestato a 3 miliardi, da investire negli aeroporti, nel settore delle energie rinnovabili, nel ciclo idrico integrato e nella distribuzione del gas. La società di gestione del risparmio è guidata dall'Amministratore Delegato Renato Ravanelli e dal Presidente Massimiliano Cesare.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl