Il futuro del mercato cosmetico? È in India!

19/ott/2018 16:15:35 switchup Contatta l'autore

L’India rappresenta il futuro per le esportazioni del settore cosmetico, anche italiano: al Cosmoprof India Preview del mese scorso hanno partecipato ben 21 imprese italiane su 107.

 

Il 10 e 11 settembre scorsi si è svolto al Sahara Star Hotel di Mumbai il Cosmoprof India Preview. L’evento segna una nuova tappa per la crescita internazionale del network Cosmoprof Worldwide Bologna, e nasce dalla collaborazione tra Bologna Fiere e UBM India, consolidata con successo nell’organizzazione di Cosmoprof e Cosmopack Asia ad Hong Kong.

Il mercato cosmetico indiano è in grande crescita e le aziende italiane del settore lo vedono come una nuova importante destinazione delle esportazioni. “Nel 2017 il mercato cosmetico indiano ha registrato un valore di oltre 11 miliardi di euro, collocandosi al sesto posto dopo grandi realtà consolidate come Europa, USA, Cina, Brasile e Giappone”, ha commentato il presidente di Cosmetica Italia, Renato Ancorotti.

All'interno di Cosmoprof India Preview sono stati rappresentati tutti i comparti dell'industria cosmetica: make up, skincare e bodycare, cura dei capelli, profumeria e cosmesi, estetica e spa, unghie, accessori e forniture per i saloni. Non sono mancati la filiera produttiva, con i principali protagonisti dei settori materie prime e ingredienti, contract manufacturing e private label cosmetics, applicatori, e packaging primario e secondario.

Cosmoprof India Preview ha visto la presenza di 107 aziende, sia locali che internazionali. Tra queste erano 21 le imprese cosmetiche italiane (14 associate a Cosmetica Italia) rappresentative dell'intero settore, ma in particolare del contoterzismo e dell'acconciatura professionale: una testimonianza dell'interesse che le imprese rivolgono a questo mercato.

L'India è al settimo posto tra i Paesi di destinazione dei cosmetici provenienti dall'Italia e, insieme a Hong Kong e Cina, costituisce uno dei mercati con le più ampie opportunità di crescita per le aziende cosmetiche italiane. La categoria maggiormente esportata è stata la profumeria alcolica (5,6 milioni di euro) con una crescita del 90%; seguono i prodotti per la cura del corpo e per il make-up, rispettivamente con un valore di 2,5 e 2 milioni di euro.

Il fatturato cosmetico italiano nel 2017 ha sfiorato gli 11 miliardi di euro. Il ruolo dei mercati esteri resta fondamentale: il trend positivo delle esportazioni ha generato un saldo commerciale attivo di oltre 2,5 miliardi di euro. L'intera filiera cosmetica allargata, dagli ingredienti ai macchinari, passando per l'imballaggio fino al prodotto finito, ha superato i 15,6 miliardi di euro.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl