Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Editoria Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Editoria Tue, 12 Dec 2017 07:43:49 +0100 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/1 Fare Sociologia è ora in libreria Mon, 11 Dec 2017 10:36:14 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/462193.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/462193.html Ufficio Stampa Edizioni Altravista Ufficio Stampa Edizioni Altravista E’ uscito in questi giorni in libreria, edito da Edizioni Altravista, il nuovo libro con curatela e traduzione di Enrico Caniglia, Andrea Spreafico e Federico Zanettin, dal titolo Harvey Sacks - Fare Sociologia.

 

Scopo di questa antologia è quello di presentare e discutere gli aspetti fondativi della riflessione di Harvey Sacks. Per questo abbiamo selezionato un gruppo di saggi che riguardano la prima fase del pensiero sacksiano – ben distinti per stili e contenuti da quelli più famosi dedicati al sistema dei turni conversazionali e alle categorie di appartenenza. Ciò che li accomuna è una serrata riflessione volta a ridefinire l’impresa conoscitiva della sociologia, anche se ciò non esclude importanti implicazioni per la psicologia, l’antropologia culturale e la linguistica. Quello dello studioso newyorkese costituisce infatti uno dei più approfonditi tentativi di descrizione di cosa voglia dire fare sociologia, una questione che spesso viene ingiustamente accantonata. Al centro della sua proposta vi è la doppia funzione del linguaggio: da un lato è la principale forma di agire sociale, dall’altro partecipa alla costruzione formale del ragionamento volto a fornire strumenti metodologici per la ricerca.

Enrico Caniglia è professore associato presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, dove insegna Comunicazione politica e Sociologia della devianza. Tra le sue più recenti pubblicazioni, “Devianza e interazione sociale” (Maggioli 2016) e “Forme della comunicazione politica” (Utet 2013).

Andrea Spreafico è professore associato presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre, dove insegna Metodologia della ricerca sociale e Sociologia corso avanzato. Tra le sue pubblicazioni, “Tracce di ‘sé’ e pratiche sociali. Un campo d’applicazione per una sociologia situata e visuale delle interazioni incarnate” (Armando 2016).

Federico Zanettin è professore associato presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, dove insegna Lingua e traduzione inglese. Tra le sue pubblicazioni, il volume “Translation-Driven Corpora” (Routledge 2012) e il saggio “Giornalista o donna? Traduzione e categorizzazione di appartenenza” (Bononia University Press 2016).

 

Il libro fa parte della collana "Teoria e ricerca sociale e politica", che ha come obiettivo il voler fornire uno spazio nuovo, fresco, alle opinioni sulle più recenti tematiche sociali e politiche nazionali e internazionali.

]]>
Fare Sociologia è ora in libreria Mon, 11 Dec 2017 10:35:38 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/462192.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/462192.html Ufficio Stampa Edizioni Altravista Ufficio Stampa Edizioni Altravista E’ uscito in questi giorni in libreria, edito da Edizioni Altravista, il nuovo libro con curatela e traduzione di Enrico Caniglia, Andrea Spreafico e Federico Zanettin, dal titolo Harvey Sacks - Fare Sociologia.

 

Scopo di questa antologia è quello di presentare e discutere gli aspetti fondativi della riflessione di Harvey Sacks. Per questo abbiamo selezionato un gruppo di saggi che riguardano la prima fase del pensiero sacksiano – ben distinti per stili e contenuti da quelli più famosi dedicati al sistema dei turni conversazionali e alle categorie di appartenenza. Ciò che li accomuna è una serrata riflessione volta a ridefinire l’impresa conoscitiva della sociologia, anche se ciò non esclude importanti implicazioni per la psicologia, l’antropologia culturale e la linguistica. Quello dello studioso newyorkese costituisce infatti uno dei più approfonditi tentativi di descrizione di cosa voglia dire fare sociologia, una questione che spesso viene ingiustamente accantonata. Al centro della sua proposta vi è la doppia funzione del linguaggio: da un lato è la principale forma di agire sociale, dall’altro partecipa alla costruzione formale del ragionamento volto a fornire strumenti metodologici per la ricerca.

Enrico Caniglia è professore associato presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, dove insegna Comunicazione politica e Sociologia della devianza. Tra le sue più recenti pubblicazioni, “Devianza e interazione sociale” (Maggioli 2016) e “Forme della comunicazione politica” (Utet 2013).

Andrea Spreafico è professore associato presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre, dove insegna Metodologia della ricerca sociale e Sociologia corso avanzato. Tra le sue pubblicazioni, “Tracce di ‘sé’ e pratiche sociali. Un campo d’applicazione per una sociologia situata e visuale delle interazioni incarnate” (Armando 2016).

Federico Zanettin è professore associato presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, dove insegna Lingua e traduzione inglese. Tra le sue pubblicazioni, il volume “Translation-Driven Corpora” (Routledge 2012) e il saggio “Giornalista o donna? Traduzione e categorizzazione di appartenenza” (Bononia University Press 2016).

 

Il libro fa parte della collana "Teoria e ricerca sociale e politica", che ha come obiettivo il voler fornire uno spazio nuovo, fresco, alle opinioni sulle più recenti tematiche sociali e politiche nazionali e internazionali.

]]>
L’informazione televisiva si amplia in Campania Sat, 09 Dec 2017 18:25:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/462039.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/462039.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione GT CHANNEL, inaugura nuovi studi di produzione

 

Con un Big party, a Napoli, in via Carlo De Marco 24 M, il prossimo mercoledì 13 dicembre, alle ore 20.00, avverrà l’inaugurazione del nuovo centro di produzione televisiva GT Channel. Sul red carpet si alterneranno importanti personaggi del mondo dello spettacolo, che seguiranno la presentazione dei nuovi studi televisivi dell’emittente, dedicati in buona parte alla produzione per terzi. L’ampia struttura, gestita dall’editore Tony Florio, vanta le più moderne tecnologie audiovisive e tutta la catena completa del prodotto audiovisivo, con spazi di accoglienza che vanno dai garage al coperto e all’aperto, alla grande hall di ricevimento e attesa, con angolo bar, camerini, perfettamente riscaldati e accorsati per ogni tipo di esigenza e preparazione. I locali si articolano su tre piani, collegati da corridoi, scale, montacarichi e ascensore, tutto perfettamente insonorizzato e adeguato alle tecniche più moderne. Si sviluppano su tre studi televisivi, di varia utilizzazione, serviti da fari esclusivamente a led e da una complessa rete di cablaggio e canalizzazione nascosta.

Testimonial della serata saranno l’anchorman e giornalista Alessandro Cecchi Paone con l’attrice e conduttrice televisiva Emanuela Tittocchia.

La Tittocchia, è una conduttrice televisiva italiana, attrice di teatro e cinema, nota per aver preso parte a “La Sganasciata” su Sky, “Voyager” su Rai2, al reality show “La Talpa” su Italia 1, poi ancora “Lettere sull’Amore” su Canale 5 e partecipe alle soap opera “Centovetrine”, sempre su Canale 5, e di “Un posto al Sole” RaiTre, poi ancora un bel repertorio di filmografia interpretata. Una bella donna intelligente e dinamica, che dopo la laurea in Architettura conseguita nell’Ateneo di Torino sua città natale, ha iniziato ad inseguire e conquistare splendidi successi con una carriera che ha voluto molto volte svolgere a Napoli, quella Napoli che ha sempre amato, tanto da essere sempre più presente nella nostra città.

Alessandro Cecchi Paone, altro personaggio notissimo in Tv, il giornalista che su RaiUno ha esordito conducendo nel 1977 un telegiornale per ragazzi, passando subito a condurre “Unomattina” con Paola Perego, poi ancora “Mattina in famiglia”, poi ancora collaborazioni con Sky, Mediaset con Canale 5 e Rete 4 dove dopo la conduzione del TG per un periodo di tempo è passato a condurre “La settima porta”, anche lui gran napoletano per il grande amore che ha dimostrato e dimostra d’avere verso la città partenopea, dove dal 2006 insegna Scrittura per la produzione documentaristica presso l'Università degli studi Suor Orsola Benincasa.

Il Palinsesto di GT Channel, canale 650, spazia tra tantissimi programmi di diversi settori ed argomenti: teatro, sport, talk show, cinema classico e d'autore, spettacoli musicali e tanto altro ancora. Questo canale ha la prerogativa di voler costruire un palinsesto gradevole ed interessante per un pubblico di consumatori, che utilizza il mezzo sia in funzione di un sano svago, che di interessanti approfondimenti. Un giovane canale televisivo in Digitale Terrestre e Produzioni Audiovisive, con una particolare attenzione al pubblico dei consumatori di prodotti commerciali ed artistici, basato sul coraggio di nuove proposte televisive e sui suggerimenti del pubblico; sempre pronto alla produzione dedicata all’attualità e a ciò che succede nel mondo reale, che con l’inaugurazione dei nuovi studi di produzione dell’emittente mira ad accrescere la sua espansione di audience sul territorio. La serata verrà, ripresa dalle telecamere di GT CHANNEL, con la realizzazione di uno speciale che andrà in onda sulla rete nazionale di Canale Italia. L’evento, per cui si richiede l’abito lungo o da sera, sarà contraddistinto da momenti musicali, di spettacolo e dj set. Ci sarà spazio, inoltre, per la solidarietà e nel corso della festa saranno raccolti fondi a favore della onlus Do-No che si occupa di sostegno ai bambini malati del Pausillipon.

 

Giuseppe De Girolamo

 

 

]]>
Luca Mele presenta il suo romanzo "L'Eternità" Sun, 03 Dec 2017 23:32:25 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/461416.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/461416.html Uff Stampa Uff Stampa

Luca Mele, classe ’92, nasce a Molfetta ed è da sempre un grande appassionato di musica. Cresce con l’ascolto dei grandi cantautori italiani come Adriano Celentano, Rino Gaetano e Fabrizio De Andrè e percepisce qualche influenza “rockeggiante” straniera grazie a Elvis Presley. Questo suo grande amore per la musica lo ha fatto diventare un bravo cantautore dandogli la possibilità di partecipare a diversi contest musicali come il “Roxy Bar” di Red Ronnie, trionfando con il suo brano “Luna”. Nella sua breve ma ricca carriera ha aperto per due volte il concerto di Fabrizio Moro con il quale ha stretto una sincera amicizia. Nel 2016 è arrivato alla selezione finale di Sanremo Giovani con il brano “Diventerò Pazzo” e, inoltre, è arrivato in semifinale al concorso “Fabrizio De Andrè” che aveva Dori Ghezzi come testimonial. Impegnato nella produzione del suo nuovo album, Luca ha debuttato come scrittore nel romanzo “L’Eternità”, edito da Kimerik, disponibile nelle librerie dal 26 novembre.

“L’Eternità” non è un romanzo d’amore, ma d’innamoramento. I due protagonisti si scambiano occhi, sguardi, respiri e parole, solo due volte in tutto il libro. All'inizio e alla fine. Tutto si svolge nei 5 giorni che precedono il Natale. La particolarità del romanzo è l'inizio: comincia con la stessa scena che verrà poi ripresa poi verso la fine della storia. La narrazione proseguirà raccontando come si è arrivati alla mattina di quel 24 dicembre. I due protagonisti sono molto simili. Vengono da due mondi diversi, ma una cosa accomuna entrambi : L'anima.

Frase ricorrente nel romanzo è “Segui i battiti del tuo cuore e non ti perderai mai”. Con questo romanzo Luca Mele ha un nuovo punto di partenza. Un altro paio di scarpe, per una strada diversa. Il romanzo è, inoltre, impreziosito dal cameo del poeta Gio Evan, che ha voluto riempire queste pagine scritte da Luca con una poesia sull'eternità. 

]]>
"Past Euphoria / Post Europa" di Fabio Sgroi, nuovo arrivo in Crowdbooks Fri, 01 Dec 2017 12:56:37 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/462276.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/462276.html Crowdbooks Crowdbooks

--
Sasha Taormina
Press Officer
mobile: +39 3339023456
fb| tt


]]>
"La corda e l'artiglio" Tue, 28 Nov 2017 19:05:12 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460985.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460985.html Edizioni Leucotea Edizioni Leucotea In libreria da oggi "La corda e l'artiglio" il nuovo libro di Davide Cariola.

Una nuova indagine per il commissario Massimiliano Soffici, quasi che l'omicida voglia attirare la sua attenzione... Per questo scoprire il responsabile è per lui di vitale importanza, tanto da spingerlo a chiedere aiuto a Carlo Pannaggi, suo fratello e assassino del loro padre, che si trova ancora in carcere. All'oscuro del loro legame di parentela Carlo fornisce un aiuto per scoprire chi può ancora avercela con la famiglia Soffici. In realtà un vincolo altrettanto forte nasce quando Carlo e Massimiliano, ancora bambini, strinsero un patto suggellato da un braccialetto realizzato con un artiglio di lupo rinvenuto nel bosco. 

Davide Cariola nasce il 26 febbraio 1987 alla Spezia. Laureato in Scienze della comunicazione e Storia dell’arte presso l’Università degli Studi di Parma, ha lavorato in ambito museale per più di due anni e attualmente ha un impiego presso il Duomo di Milano.

]]>
29 novembre 2017: Potere, abuso di potere ed empowerment. Da "Il racconto dell'ancella" a "Ragazze elettriche" Wed, 22 Nov 2017 14:11:31 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460271.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460271.html nottetempo nottetempo 29 novembre, ore 19:30  
OPEN Milano

Viale Monte Nero, 6 - Milano

Intervengono Alcide PierantozziMilena CannavacciuoloEleonora C. Caruso Laura Pezzino

Era il 1985 quando Margaret Atwood diede alle stampe Il Racconto dell'Ancella, storia di una teocrazia totalitaria basata sulla sottomissione, l'umiliazione e lo sfruttamento delle donne e dei loro corpi. Nel 2017 l'opera diventa oggetto di un fortunatissimo adattamento seriale che conquista il pubblico e viene adottato come emblema di battaglie femministe. Nello stesso anno esce Ragazze elettriche di Naomi Alderman, pupilla di Atwood che esplora l'ipotesi di un rovesciamento dei rapporti di genere attraverso la presa del potere da parte delle donne e la riduzione dell'uomo a sesso debole. Le conseguenze? Altrettanto nefaste. Violenza, stupri, oscenità.
Il successo delle Handmaid's Tale e la pubblicazione di Ragazze elettriche si inseriscono in uno scenario culturale molto diverso da quello del 1985. Sulle cover delle riviste femminili la rappresentazione della donna è cambiata, e così al cinema dove si intensifica la nascita di personaggi come Furiosa di Mad Max, dove Star Wars affida la saga ad una donna, dove Wonder Woman fa a pezzi persino Tom Cruise al botteghino. Anche il piccolo schermo offre alle donne ruoli sempre più rilevanti e solo nell'ultimo anno le serie che trionfano agli Emmy sono Handmaid's Tale, Veep e Big Little Lies.
Il 2017 culmina infine nello scandalo Weinstein.
Grazie ad un'inchiesta di Ronan Farrow, pubblicata sul New Yorker, emerge un'agghiacciante collezione di abusi di potere da parte del grande mogul di Hollywood e si solleva un'ondata a catena di denunce da parte di donne offese e violate dagli uomini in tutto il mondo. Segno evidente che le donne, anche grazie al progredire delle circostanze culturali, si sentono finalmente pronte a non accettare di subire altre prepotenze e nuovi tentativi di sottomissione.

]]>
12 dicembre: Presentazione del libro "Da che mondo è mondo" di Paolo Morelli Wed, 22 Nov 2017 13:30:44 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460267.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460267.html nottetempo nottetempo Il 12 dicembre 2017, alle ore 19, Paolo Morelli presenta il suo nuovo romanzo Da che mondo è mondo (nottetempo) presso la libreria Assaggi science&bookshop, in via degli etruschi 4, Roma. Insieme all'autore interviene Francesco Muzzioli. 

L’unico impiegato di un ente inutile ha un incontro che gli cambierà fatalmente la vita. Nella sua città entra in contatto con una famiglia di zingari che vengono dagli Urali ma sembrano custodire segreti lontani nel tempo, e che lo iniziano ai misteri e all’amicizia. L’incontro smuoverà una curiosità morbosa da parte dei media che finirà per metterli in pericolo assieme a un gruppo di amici, degli inconciliabili anch’essi. Non si sa come sarà il loro futuro, quello che è certo è che lo affronteranno tutti insieme.

Una “favola per adulti” comica e malinconica, che si cala nel nostro presente in cui il vero non ha piú alcun privilegio sul falso, senza un reale controllo da parte di alcuno, e soprattutto nella sua ansia del futuro, alla quale i protagonisti rispondono come possono, scoprendo che la vera magia, e da che mondo è mondo, sta nel saper trasformare le difficoltà in forza per reagire.


"Anche l'amicizia è poco più che un calcolo matematico ormai, e ridotta all'osso poi, uno più uno fa due, mi serve o non mi serve. L'amicizia che, quando capita, è forse l'opera d'arte più bella da che mondo è mondo."

]]>
29 novembre: Presentazione del libro "Da che mondo è mondo" di Paolo Morelli Tue, 21 Nov 2017 16:52:10 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460173.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460173.html nottetempo nottetempo Mercoledì 29 novembre, dalle ore 19, presso la libreria Il mondo che non vedo in via Beato Pellegrino 37, Padova, Paolo Morelli presenta il suo nuovo romanzo Da che mondo è mondo (nottetempo).

 

 

L’unico impiegato di un ente inutile ha un incontro che gli cambierà fatalmente la vita. Nella sua città entra in contatto con una famiglia di zingari che vengono dagli Urali ma sembrano custodire segreti lontani nel tempo, e che lo iniziano ai misteri e all’amicizia. L’incontro smuoverà una curiosità morbosa da parte dei media che finirà per metterli in pericolo assieme a un gruppo di amici, degli inconciliabili anch’essi. Non si sa come sarà il loro futuro, quello che è certo è che lo affronteranno tutti insieme.
Una “favola per adulti” comica e malinconica, che si cala nel nostro presente in cui il vero non ha piú alcun privilegio sul falso, senza un reale controllo da parte di alcuno, e soprattutto nella sua ansia del futuro, alla quale i protagonisti rispondono come possono, scoprendo che la vera magia, e da che mondo è mondo, sta nel saper trasformare le difficoltà in forza per reagire.

"Anche l'amicizia è poco più che un calcolo matematico ormai, e ridotta all'osso poi, uno più uno fa due, mi serve o non mi serve. L'amiciza che, quando capita, è forse l'opera d'arte più bella da che mondo è mondo."

]]>
25 novembre: Presentazione del libro "Da che mondo è mondo" di Paolo Morelli Tue, 21 Nov 2017 16:42:45 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460172.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460172.html nottetempo nottetempo Sabato 25 novembre, dalle ore 17, presso la libreria Il Gorilla e l'Alligatore in via dei Calafati 13-C22, Orte (VT) Paolo Morelli presenta il suo nuovo romanzo Da che mondo è mondo (nottetempo).

 

 

L’unico impiegato di un ente inutile ha un incontro che gli cambierà fatalmente la vita. Nella sua città entra in contatto con una famiglia di zingari che vengono dagli Urali ma sembrano custodire segreti lontani nel tempo, e che lo iniziano ai misteri e all’amicizia. L’incontro smuoverà una curiosità morbosa da parte dei media che finirà per metterli in pericolo assieme a un gruppo di amici, degli inconciliabili anch’essi. Non si sa come sarà il loro futuro, quello che è certo è che lo affronteranno tutti insieme.
Una “favola per adulti” comica e malinconica, che si cala nel nostro presente in cui il vero non ha piú alcun privilegio sul falso, senza un reale controllo da parte di alcuno, e soprattutto nella sua ansia del futuro, alla quale i protagonisti rispondono come possono, scoprendo che la vera magia, e da che mondo è mondo, sta nel saper trasformare le difficoltà in forza per reagire.

"Anche l'amicizia è poco più che un calcolo matematico ormai, e ridotta all'osso poi, uno più uno fa due, mi serve o non mi serve. L'amiciza che, quando capita, è forse l'opera d'arte più bella da che mondo è mondo."

]]>
30 novembre: Presentazione del libro "Da che mondo è mondo" di Paolo Morelli Tue, 21 Nov 2017 16:35:42 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460170.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460170.html nottetempo nottetempo Giovedì 30 novembre, dalle ore 20:30, presso la libreria Quivirgola in via Carducci 21, Schio (VI) Paolo Morelli presenta il suo nuovo romanzo Da che mondo è mondo (nottetempo).

 

 

L’unico impiegato di un ente inutile ha un incontro che gli cambierà fatalmente la vita. Nella sua città entra in contatto con una famiglia di zingari che vengono dagli Urali ma sembrano custodire segreti lontani nel tempo, e che lo iniziano ai misteri e all’amicizia. L’incontro smuoverà una curiosità morbosa da parte dei media che finirà per metterli in pericolo assieme a un gruppo di amici, degli inconciliabili anch’essi. Non si sa come sarà il loro futuro, quello che è certo è che lo affronteranno tutti insieme.
Una “favola per adulti” comica e malinconica, che si cala nel nostro presente in cui il vero non ha piú alcun privilegio sul falso, senza un reale controllo da parte di alcuno, e soprattutto nella sua ansia del futuro, alla quale i protagonisti rispondono come possono, scoprendo che la vera magia, e da che mondo è mondo, sta nel saper trasformare le difficoltà in forza per reagire.

"Anche l'amicizia è poco più che un calcolo matematico ormai, e ridotta all'osso poi, uno più uno fa due, mi serve o non mi serve. L'amiciza che, quando capita, è forse l'opera d'arte più bella da che mondo è mondo."

]]>
La storia della cartografia e le prime carte geografiche Mon, 20 Nov 2017 07:26:17 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/459978.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/459978.html Cartografica Visceglia Cartografica Visceglia L'esigenza urgente di raffigurare l'ambiente in cui si vive è molto antica, risale addirittura alla preistoria, in cui l'uomo osservava intensamente il territorio e cercava di dargli una forma, seppur embrionale.

Purtroppo, molte di queste testimonianze non ci sono giunte intatte, poiché l'uomo preistorico utilizzava come supporto dei materiali caduchi come ossa, legno, pelle di animali, quello che aveva sotto mano tutti i giorni.

Le prime forme di carte geografiche

I primi esempi

I primi esempi di immagini delle Terra sono presenti nelle numerose grotte e caverne, sia lungo il Mediterraneo che nei paesi nordici, e risalgono alle età del Paleolitico, del Neolitico e dell'era del bronzo. Questi tipologie di graffiti rupestri sono una forma di comunicazione presente ancor oggi, ad esempio nelle civiltà che non conoscono la scrittura, come gli Aborigeni dell'Australia.

Le prime forme di carte geografiche

Le prime forme di carte geografiche avevano un obiettivo concreto, tipo in Mesopotamia e nella cultura Egiziana, in cui si adoperava annotare il corso del fiume Nilo, fonte di sostentamento per tutta la civiltà, le sue piene e i periodi di secca che influenzavano le semine e i raccolti.

Da uomo cacciatore nomade, a coltivatore sedentario, si evolve poi in conquistatore e sente sempre di più l'esigenza di raffigurare il mondo in cui vive: è il caso ad esempio dei Vichinghi, mitici guerrieri e naviganti.

La massima espressione

La cartografia si affina sempre di più durante la cultura greca ellenica, fino ad ottenere la sua massima espressione nell'Impero romano: le mappe non testimoniamo soltanto mari e terre da conquistare e soggiogare, ma consistono in una primordiale forma di tipografia moderna, in cui sono annotate strade, vie, centurie, contorni di quartieri, acquedotti e luoghi della politica, del potere e del divertimento.

Il mondo occidentale è successivamente attraversato nei secoli da una vera e propria rivoluzione nel settore dell'astronomia e della geografia, da qui nascono i primi planisferi, gli atlanti e il mappamondo, l'oggetto tridimensionale che mostra l'emisfero come lo concepiamo oggi. 

Ovviamente, la tecnologia attuale ha fatto passi talmente da gigante che è possibile visualizzare un punto a caso del mondo in tempo reale, guardandolo sul monitor del proprio personal computer, grazie ai satelliti e a dispositivi avveniristici di ultima generazione. 

]]>
È uscito “Dòpati” di Andrea Zucca. Ecco perché prendere una pillola di marketing al giorno, spiegato direttamente dal CEO de L’Ippogrifo®. Thu, 16 Nov 2017 10:34:56 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/459593.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/459593.html L'Ippogrifo L'Ippogrifo Intervista di Danilo Arlenghi, presidente del Club del Marketing e della Comunicazione.

 

 

Da sempre L’Ippogrifo® crede nel valore della cultura del marketing. Dopo i numerosi eventi tenuti negli ultimi anni ai professionisti del settore, adesso è la volta del grande pubblico. “Dòpati” è il primo della serie di pubblicazioni firmate L’Ippogrifo®, create specificatamente per l’imprenditore italiano e per le imprese business to business. Il libro vuole essere un vero e proprio manuale con 33 pillole di marketing, complete di casi reali, dati, strategie e tattiche derivanti dalla oltre ventennale esperienza sul campo di Andrea Zucca e del team de L’Ippogrifo®.

 

Ecco cosa dice Andrea Zucca sul perché è nato il suo libro e come contiene le risposte a molte domande degli imprenditori italiani di oggi.

 

Lei, attraverso il suo libro, il suo blog e la sua attività consulenziale, si propone come un risolutore di problemi per le PMI Italiane. Cosa ritiene più importante cambiare oggi nelle imprese per migliorarne i risultati nelle vendite?

 

La grande mancanza di cultura del marketing in Italia, specialmente in un settore complesso e poco noto come quello del business to business. Ogni anno con il team de L’Ippogrifo visitiamo centinaia di imprese diverse, da quelle a conduzione familiare a quelle più strutturate. Quello che abbiamo notato è che l’imprenditore italiano spesso non conosce abbastanza il marketing e il valore che questo può portare alla sua attività. È proprio questa necessità di cambiare passo e di fare chiarezza sulle soluzioni che un imprenditore oggi può (e deve) avere a disposizione, che mi ha convinto a scrivere questo libro. L’ho sentito proprio come un dovere morale, una necessità di divulgare ciò che vedo ogni giorno nel mio lavoro.

 

In che modo la lettura di “Dòpati” può aiutare a incrementare il proprio business?

 

Si sa che l’imprenditore vuole concretezza, vuole risultati. Si tratta quindi di un libro con concetti estremamente pratici nel quale ho voluto evitare ragionamenti sui massimi sistemi. Quindi ho preso tutto il know-how sviluppato in 20 anni di esperienza diretta sul campo e l’ho sintetizzato in 33 pillole di marketing, create appositamente per l’imprenditore italiano della PMI. Le pillole dimostrano in maniera diretta e concreta, utilizzando delle storie che altro non sono che dei casi studio, le strategie e le tattiche che funzionano nell’imprenditoria italiana di oggi. Perché ricordo che la nostra realtà è profondamente diversa da quella USA o di altri paesi, di cui spesso leggiamo nei manuali più famosi.

 

Prevede altre pubblicazioni?

 

Dòpati è la nostra prima pubblicazione come agenzia di marketing B2B. Considerata la grande mole di case history e i feedback positivi raccolti dal libro, sono sicuro di continuare questa “collana” di pillole di marketing B2B, perché di spunti ne raccolgo ogni giorno, così come ogni giorno vedo aziende che hanno davvero bisogno di supporto.

 

Dòpati è il primo libro dopante che non ha controindicazioni: ne puoi assumere quanto ne vuoi e ti consentirà di aumentare le prestazioni in quello sport che è il marketing. I medici del marketing consigliano grandi dosi quotidiane da assumersi a qualsiasi ora del giorno. Dòpati, il primo libro dopante senza controindicazioni, è attualmente disponibile all’acquisto su Amazon (https://www.amazon.it/D%C3%B2pati-Contiene-pillole-marketing-unimpresa/dp/8894286304/).

 

 

 

L’Ippogrifo® è un’agenzia specializzata in marketing e comunicazione B2B che sviluppa progetti mirati a incrementare le vendite dei propri clienti, sia in Italia che all’estero. Fondata a Trieste nel 1996 dai fratelli Andrea e Nevio Zucca, ha una rete di consulenti operativa in tutta Italia; è socia di AssoCom e del Club del Marketing e della Comunicazione, di cui detiene la presidenza della sezione Triveneto. Dal 2010 è certificata ISO 9001.Nel suo portfolio figurano case history di clienti di rilievo quali Croce Rossa Italiana – Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale, Manutencoop, Linde, Came e centinaia di PMI presenti nel territorio italiano.

Per info: www.ippogrifogroup.com
info@ippogrifogroup.com

 

 

Francesco Pastoressa
Ufficio Stampa L'Ippogrifo®
Tel. +39 040 761404
Skype pastoressa.ippogrifo
www.ippogrifogroup.com

]]>
È uscito “Dòpati” di Andrea Zucca. Ecco perché prendere una pillola di marketing al giorno, spiegato direttamente dal CEO de L’Ippogrifo®. Thu, 16 Nov 2017 10:34:35 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/459592.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/459592.html L'Ippogrifo L'Ippogrifo Intervista di Danilo Arlenghi, presidente del Club del Marketing e della Comunicazione.

 

 

Da sempre L’Ippogrifo® crede nel valore della cultura del marketing. Dopo i numerosi eventi tenuti negli ultimi anni ai professionisti del settore, adesso è la volta del grande pubblico. “Dòpati” è il primo della serie di pubblicazioni firmate L’Ippogrifo®, create specificatamente per l’imprenditore italiano e per le imprese business to business. Il libro vuole essere un vero e proprio manuale con 33 pillole di marketing, complete di casi reali, dati, strategie e tattiche derivanti dalla oltre ventennale esperienza sul campo di Andrea Zucca e del team de L’Ippogrifo®.

 

Ecco cosa dice Andrea Zucca sul perché è nato il suo libro e come contiene le risposte a molte domande degli imprenditori italiani di oggi.

 

Lei, attraverso il suo libro, il suo blog e la sua attività consulenziale, si propone come un risolutore di problemi per le PMI Italiane. Cosa ritiene più importante cambiare oggi nelle imprese per migliorarne i risultati nelle vendite?

 

La grande mancanza di cultura del marketing in Italia, specialmente in un settore complesso e poco noto come quello del business to business. Ogni anno con il team de L’Ippogrifo visitiamo centinaia di imprese diverse, da quelle a conduzione familiare a quelle più strutturate. Quello che abbiamo notato è che l’imprenditore italiano spesso non conosce abbastanza il marketing e il valore che questo può portare alla sua attività. È proprio questa necessità di cambiare passo e di fare chiarezza sulle soluzioni che un imprenditore oggi può (e deve) avere a disposizione, che mi ha convinto a scrivere questo libro. L’ho sentito proprio come un dovere morale, una necessità di divulgare ciò che vedo ogni giorno nel mio lavoro.

 

In che modo la lettura di “Dòpati” può aiutare a incrementare il proprio business?

 

Si sa che l’imprenditore vuole concretezza, vuole risultati. Si tratta quindi di un libro con concetti estremamente pratici nel quale ho voluto evitare ragionamenti sui massimi sistemi. Quindi ho preso tutto il know-how sviluppato in 20 anni di esperienza diretta sul campo e l’ho sintetizzato in 33 pillole di marketing, create appositamente per l’imprenditore italiano della PMI. Le pillole dimostrano in maniera diretta e concreta, utilizzando delle storie che altro non sono che dei casi studio, le strategie e le tattiche che funzionano nell’imprenditoria italiana di oggi. Perché ricordo che la nostra realtà è profondamente diversa da quella USA o di altri paesi, di cui spesso leggiamo nei manuali più famosi.

 

Prevede altre pubblicazioni?

 

Dòpati è la nostra prima pubblicazione come agenzia di marketing B2B. Considerata la grande mole di case history e i feedback positivi raccolti dal libro, sono sicuro di continuare questa “collana” di pillole di marketing B2B, perché di spunti ne raccolgo ogni giorno, così come ogni giorno vedo aziende che hanno davvero bisogno di supporto.

 

Dòpati è il primo libro dopante che non ha controindicazioni: ne puoi assumere quanto ne vuoi e ti consentirà di aumentare le prestazioni in quello sport che è il marketing. I medici del marketing consigliano grandi dosi quotidiane da assumersi a qualsiasi ora del giorno. Dòpati, il primo libro dopante senza controindicazioni, è attualmente disponibile all’acquisto su Amazon (https://www.amazon.it/D%C3%B2pati-Contiene-pillole-marketing-unimpresa/dp/8894286304/).

 

 

 

L’Ippogrifo® è un’agenzia specializzata in marketing e comunicazione B2B che sviluppa progetti mirati a incrementare le vendite dei propri clienti, sia in Italia che all’estero. Fondata a Trieste nel 1996 dai fratelli Andrea e Nevio Zucca, ha una rete di consulenti operativa in tutta Italia; è socia di AssoCom e del Club del Marketing e della Comunicazione, di cui detiene la presidenza della sezione Triveneto. Dal 2010 è certificata ISO 9001.Nel suo portfolio figurano case history di clienti di rilievo quali Croce Rossa Italiana – Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale, Manutencoop, Linde, Came e centinaia di PMI presenti nel territorio italiano.

Per info: www.ippogrifogroup.com
info@ippogrifogroup.com

 

 

 

Francesco Pastoressa
Ufficio Stampa L'Ippogrifo®
Tel. +39 040 761404
Skype pastoressa.ippogrifo
www.ippogrifogroup.com

]]>
COMUNICATO STAMPA: IN LIBRERIA FORSE NON TUTTI SANNO CHE LA GRANDE INTER DEL GIORNALISTA VITO GALASSO Wed, 15 Nov 2017 11:52:18 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460266.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460266.html anonimo anonimo Alla gentile attenzione degli organi di stampa,

con preghiera di diffusione.

Cordiali saluti,

Vito Galasso



COMUNICATO STAMPA





  • IL GIORNALISTA VITO GALASSO IN LIBRERIA CON FORSE NON TUTTI SANNO CHE LA GRANDE INTER...



  • GALASSO E' GIA' AUTORE DI ALTRI QUATTRO LIBRI SUL CLUB NERAZZURRO, PUBBLICATI DA NEWTON COMPTON EDITORI





...





È da pochi giorni disponibile in tutte le librerie e negli e-store specializzati Forse non tutti sanno che la grande Inter...Curiosità, storie inedite, aneddoti storici e fatti sconosciuti della grande beneamata, quinto volume del giornalista e scrittore tarantino Vito Galasso, dedicato alla società meneghina, pubblicato da Newton Compton Editori.



Memorie nascoste che riemergono dal passato, primati difficilmente trapelati dagli archivi, aneddoti e curiosità tratti dalla vita quotidiana: tutto ciò che un vero tifoso della grande Beneamata dovrebbe conoscere è racchiuso nella nuova fatica di Galasso, già autore di una serie di libri sul club nerazzuro.

Il nuovo lavoro Forse non tutti sanno che la grande Inter… (Grandi Manuali Newton Compton Editori, 320 pagine, cartaceo 12 euro, eBook 4,99 euro) aiuta a colmare alcuni vuoti nei cuori dei tifosi e restituisce un affresco molteplice e vivace dell’ultracentenaria epopea interista, descrivendo statistiche poco note, episodi legati a personaggi celebri, vicende dimenticate estrapolate dalle cronache, particolari interessanti e cenni di costume. L’universo nerazzurro emerge nelle sue sfaccettature più variegate, invitando il vero tifoso a scoprire il proprio grado di “interismo”.



Già autore di 1001 storie e curiosità sulla grande Inter che dovresti conoscere; I campioni che hanno fatto grande l'Inter, L'Inter dalla A alla Z. Tutto quello che devi sapere sul mito nerazzurro; Il romanzo della grande Inter, Vito Galasso continua a scavare nell'imprevedibile e nell'imprevisto, nella storia meno nota del club meneghino, al fine di trovare curiosità dimenticate e aneddoti ignoti ai più, così che ogni partita, ogni uomo e ogni dettaglio finiscono col raccontare qualcosa di nuovo. Forse non tutti sanno che la grande Inter… stimola i lettori a intraprendere a un vero e proprio viaggio nella memoria a tinte nere e azzurre, grazie a pagine che stuzzicano la curiosità e, allo stesso tempo, ricordano che non bisogna dare nulla per scontato, tantomeno la propria fede calcistica.









]]>
CS Contatto Mon, 13 Nov 2017 17:26:20 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460083.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/460083.html Chiara Scamarcia Chiara Scamarcia 96

L’Agenzia di Comunicazione Contatto brilla tra le stelle della comunicazione europea.

 

Un altro anno, un’altra vittoria, anzi due. L’Agenzia di Comunicazione Contatto partecipa anche quest’anno all’OpenartAward 2017, premio della pubblicità riservato alle aziende nazionali ed europee che si contraddistinguono nel settore della comunicazione e del marketing.

Come una vera serata degli Oscar, sabato 11 novembre è stata la notte in cui hanno brillato le stelle della comunicazione all’Istitut Français Grenoble di Napoli. L’Agenzia di Comunicazione Contatto di Crotone, è riuscita a sbaragliare la concorrenza e posizionarsi al secondo posto per la categoria Packaging, una delle categorie più ambite nel campo della comunicazione. L’oro non si è fatto attendere: primo posto conquistato nella categoria Video Advertising con uno spot televisivo andato in onda su Sky tra luglio e agosto 2017 (client: La Gioia Bella srl).

818 lavori presentati da 109 agenzie partecipati, 94 italiane e 15 estere, questo lo scenario in cui l’Agenzia di Comunicazione Contatto, capitanata da Saverio Danese, Founder e Art Director, si è distinta e ha brillato, conquistando un oro e un argento. Posizioni eccellenti per la storica Agenzia di Crotone, che ogni anno porta avanti con orgoglio il suo lavoro, le sue creazioni e le sue campagne. “Quello della pubblicità è un settore che non dorme mai, in cui non si può e non si deve mai abbassare la guardia, un settore in cui la concorrenza è forte. Tutto ciò ci spinge a essere sempre originali, a cercare sempre il bello e il buono, a creare, dove creare non significa solo realizzare, ma lavorare con la creatività, con la mente aperta e libera. Diamo il meglio di noi stessi ogni giorno, amando incondizionatamente ogni brand per cui lavoriamo, ogni campagna che realizziamo, considerandola come un figlio da coccolare perché è il frutto del nostro lavoro. Mostriamo al pubblico e ai consumatori una realtà magica che migliora quella reale. Per questo ci sentiamo costruttori di desideri, perché con i desideri viviamo bene la vita. E per me è un grande piacere oltre che un onore vincere premi così prestigiosi, significa che quello per cui vivo ogni giorno è apprezzato, è gradito, ci serve da stimolo per eccellere sempre più”, queste le parole di Saverio Danese a commento di questa bellissima esperienza, il quale ha voluto ringraziare pubblicamente i suoi collaboratori: Chiara Scamarcia, responsabile marketing, Matteo Ierardi, responsabile grafico, Max Boscolo, web master.

Ideato e organizzato da OpenArt di Federico Donatelli e Mariella Fittipaldi, OpenartAward è l’unico premio in Italia, nel settore della comunicazione, ad avere una valenza istituzionale, grazie alla Concessione della Medaglia del Presidente della Repubblica. Presentato dall’attrice Kiara Tomaselli, quest’anno è stato patrocinato dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero Sviluppo Economico, dalla Regione Campania, dal Comune di Napoli, ASSOCOM e UNICOM, con Napoli Film Festival, Artisti In Vetrina, Cartiere Fedrigoni, Arti Grafiche Therapoint, SecretStyle Magazine, Cinemaitaliano.info, IVO digital provider, Federazione Italiana Beach Soccer, partner di questa sesta edizione.

Inoltre l’Associazione Nazionale delle Agenzie di Comunicazione UNICOM ha espresso il desiderio di avere l’Agenzia di Comunicazione Contatto tra i suoi associati, anche per il prossimo anno.  

 

Cordiali saluti

Chiara Scamarcia






Area Marketing
Agenzia di Comunicazione Contatto srl
facebook: Agenzia Pubblicitaria Contatto
Tel  0962 23 0 99
Cel +39 392 95 93 944





]]>
Femina Academica è ora in libreria Tue, 07 Nov 2017 17:13:18 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/458619.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/458619.html Ufficio Stampa Edizioni Altravista Ufficio Stampa Edizioni Altravista E’ uscito in questi giorni in libreria, edito da Edizioni Altravista, il nuovo libro di Emanuela Spanò, dal titolo Femina Academica.

 

L’obiettivo del volume è interpretare le trasformazioni dei ruoli di leadership intermedia in due contesti universitari molto diversi tra loro: l’Italia e il Regno Unito. Sono così messi a confronto i diversi modi di raccontare l’università da parte di alcune donne che si trovano ad agire al livello specifico del middle management in due contesti che, per certi versi, ne rappresentano un tentativo di “movimento verso il nuovo” e “il futuro”. Ciò che raccontano le donne leader dell’accademia inglese, nella quale il processo di trasformazione è da tempo giunto a termine, può prefigurare i “futuri” racconti delle donne leader italiane, costrette invece a mediare le contraddizioni di un sistema che inizia lentamente a trasformarsi, pur restando ancorato alle sue “rigide” radici burocratico-corporative?

Emanuela Spanò è dottore di ricerca in Sociologia e ricerca sociale, titolo conseguito presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II. È cultore della materia in Sociologia generale presso il Dipartimento di Scienze Politiche Jean Monnet. Ha collaborato con il Centre for Narrative Research di Londra. Ha pubblicato saggi e articoli sulle trasformazioni dell’Higher Education, sul ruolo e i racconti delle donne leader nell’università.

 

Il libro fa parte della collana "Teoria e ricerca sociale e politica", curata dai professori Andrea Spreafico e Tommaso Visone, che ha come obiettivo il voler fornire uno spazio nuovo, fresco, alle opinioni sulle più recenti tematiche sociali e politiche nazionali e internazionali.

Vai alla scheda del libro>>>

]]>
In uscita oggi per Edizioni Leucotea – Project il primo romanzo di Monia Matere “Zitto e abbracciami”. Tue, 31 Oct 2017 18:08:15 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/457840.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/457840.html Edizioni Leucotea Edizioni Leucotea Ogni persona indossa una maschera, alcune hanno solo i coraggio di lasciarla

Oggi Anna Lou è una studentessa di medicina, tanti amici, un lavoro part-time e una famiglia che le vuole bene. Certo questa famiglia le vuole bene, le persone che la adottarono quando era ancora una bambina e che non le hanno fatto mancare niente sia dal punto di vista materiale che da quello affettivo. 
L’ombra del rifiuto dei suoi genitori biologici, però, è rimasta. Quando incontra Diego, bello e simpatico vicino di casa la paura prenderà il sopravvento, lasciando cadere nel vuoto i segnali che il ragazzo le invia.
Trovare chi le ha lasciato in eredità tanto dolore e capirne le ragioni sarà l’unico modo per poter andare avanti e trovare la vera serenità.

Nata in Sardegna il 23 Giugno del 1978, Monia Matere, vive e lavora in provincia di Cagliari come Operatrice Socio Sanitaria presso una Comunità Psichiatrica ad alta intensità riabilitativa.
Dopo aver partecipato, nel 2015, con “Il mondo è la mia prigione” nella raccolta di racconti “Donne d’Inchiostro volume II” e nella raccolta di poesie “Oltre Mare” con due componimenti, ha deciso di seguire i suoi sogni, coronati con l’arrivo del primo romanzo completamente suo.

http://www.edizionileucotea.it/it/home.php?s=0,1,2&dfa=do25&pg=&diditem=3326

]]>
In uscita oggi per Edizioni Leucotea – Project il primo romanzo di Monia Matere “Zitto e abbracciami”. Tue, 31 Oct 2017 18:00:08 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/457839.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/457839.html Edizioni Leucotea Edizioni Leucotea Ogni persona indossa una maschera, alcune hanno solo i coraggio di lasciarla

Oggi Anna Lou è una studentessa di medicina, tanti amici, un lavoro part-time e una famiglia che le vuole bene. Certo questa famiglia le vuole bene, le persone che la adottarono quando era ancora una bambina e che non le hanno fatto mancare niente sia dal punto di vista materiale che da quello affettivo. 
L’ombra del rifiuto dei suoi genitori biologici, però, è rimasta. Quando incontra Diego, bello e simpatico vicino di casa la paura prenderà il sopravvento, lasciando cadere nel vuoto i segnali che il ragazzo le invia.
Trovare chi le ha lasciato in eredità tanto dolore e capirne le ragioni sarà l’unico modo per poter andare avanti e trovare la vera serenità.

Nata in Sardegna il 23 Giugno del 1978, Monia Matere, vive e lavora in provincia di Cagliari come Operatrice Socio Sanitaria presso una Comunità Psichiatrica ad alta intensità riabilitativa.
Dopo aver partecipato, nel 2015, con “Il mondo è la mia prigione” nella raccolta di racconti “Donne d’Inchiostro volume II” e nella raccolta di poesie “Oltre Mare” con due componimenti, ha deciso di seguire i suoi sogni, coronati con l’arrivo del primo romanzo completamente suo.

http://www.edizionileucotea.it/it/home.php?s=0,1,2&dfa=do25&pg=&diditem=3326

]]>
In uscita oggi per Edizioni Leucotea – Project il primo romanzo di Monia Matere “Zitto e abbracciami”. Tue, 31 Oct 2017 17:59:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/457838.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/457838.html Edizioni Leucotea Edizioni Leucotea Ogni persona indossa una maschera, alcune hanno solo i coraggio di lasciarla

Oggi Anna Lou è una studentessa di medicina, tanti amici, un lavoro part-time e una famiglia che le vuole bene. Certo questa famiglia le vuole bene, le persone che la adottarono quando era ancora una bambina e che non le hanno fatto mancare niente sia dal punto di vista materiale che da quello affettivo. 
L’ombra del rifiuto dei suoi genitori biologici, però, è rimasta. Quando incontra Diego, bello e simpatico vicino di casa la paura prenderà il sopravvento, lasciando cadere nel vuoto i segnali che il ragazzo le invia.
Trovare chi le ha lasciato in eredità tanto dolore e capirne le ragioni sarà l’unico modo per poter andare avanti e trovare la vera serenità.

Nata in Sardegna il 23 Giugno del 1978, Monia Matere, vive e lavora in provincia di Cagliari come Operatrice Socio Sanitaria presso una Comunità Psichiatrica ad alta intensità riabilitativa.
Dopo aver partecipato, nel 2015, con “Il mondo è la mia prigione” nella raccolta di racconti “Donne d’Inchiostro volume II” e nella raccolta di poesie “Oltre Mare” con due componimenti, ha deciso di seguire i suoi sogni, coronati con l’arrivo del primo romanzo completamente suo.

]]>