10-20 novembre 2016 - Scuola Grande di San Rocco - Venezia - Mostra filatelica

07/nov/2016 08.23.12 Conti Editore Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA
 

Le Sezioni di Venezia e Mestre dell’Associazione Giovane Montagna, in occasione dei 70 anni dalla fondazione, hanno l’onore di ospitare a Venezia l’Assemblea dei Delegati 2016 nei giorni 12 e 13 novembre a conclusione del percorso di festeggiamenti di questo importante traguardo. I lavori si terranno nell’auditorium gentilmente concesso dal Seminario Patriarcale. Sabato 12 alle ore 18.45 sarà celebrata la Santa Messa nella vicina Basilica della Madonna della Salute, presieduta dal Patriarca di Venezia, Monsignor Francesco Moraglia. Sarà presente il Coro Marmolada.

La Giovane Montagna d’identità cristiana, nata nel 1914 come Associazione nazionale, intende promuovere la conoscenza della montagna, della cultura e delle pratiche a essa legate, della cura e conservazione dell’ambiente montano e delle terre alte. Visti i grandi cambiamenti in essere, questa Assemblea vuole individuare nuovi orientamenti per gli anni futuri, infatti si devono sciogliere alcuni nodi per consegnare, analizzando il contesto associativo attuale in tutte le sue prerogative, una guida sicura all’Associazione. Tutto il buono che maturerà con l’approvazione dell’Assemblea dei Delegati, organo di vitale importanza, sarà stimolo e materiale prezioso a disposizione di tutti i componenti la Giovane Montagna.

L’Associazione deve acquisire consapevolezza sulla questione antropologica che si riassume nelle seguenti peculiarità: che valore diamo al nostro far montagna? É solo evasione, consumo o anche crescita umana e spirituale? Riusciamo a distinguere la vera laicità degli spazi da improbabili laicità dei contenuti? Siamo in grado di accogliere chi bussa alle nostre sezioni senza pregiudizi? Le nostre sezioni hanno una visione aperta delle relazioni umane? Dialogano con analoghe realtà? Crediamo sia ancora attuale la nostra identità associativa?

In funzione degli obiettivi condivisi, la sede di Venezia ha dato il totale appoggio a Conti Editore di Morgex per costruire la corretta sinergia con la Scuola Grande di San Rocco, monumentale sede dove sono custodite alcune tele del Tintoretto, che ospita dal 10 al 20 novembre la mostra filatelica sulla tematica di montagna di Enea Fiorentini, socio attivo Giovane Montagna.  I rari francobolli esposti fanno parte di una pubblicazione che l’Autore e la casa editrice hanno voluto bilingue e che è alla seconda edizione. Lo spirito che ha spinto l’Autore a collezionare questi particolari francobolli e l’apprezzamento della Conti Editore per la filosofia e i valori etici del rispetto della vita e della natura espressi nelle didascalie che legano la costruzione della raccolta della tematica filatelica a tutti gli aspetti che sono stati sottolineati nel libro dall’Autore stesso, sposano pienamente i principi che ancora oggi reggono la Scuola Grande di San Rocco che, dimostrando grandi capacità di cambiamento, ha accettato di ospitare la mostra filatelica. I più importanti francobolli della collezione sono stati esposti al Museo Nazionale della Montagna Duca degli Abruzzi a Torino (18/10 �“ 9/11/2014) nel Centenario della Fondazione della Giovane Montagna, ma a Venezia ci sono anche pezzi inediti. Le tematiche illustrate sono molteplici: geologia, geografia, cristallografia e antropologia, cioè la vita dei primi abitatori (uomini, animali, vegetali) e la successiva colonizzazione umana del territorio montano. La parte sciistica contiene fogli che presentano importanti manifestazioni internazionali. Ci sono sezioni dedicate alle imprese alpinistiche, quelle dei club alpini/associazioni, soprattutto giovanili, propedeutiche all’avvicinamento dei ragazzi a questo mondo e altre, più specifiche, che raccolgono gli esemplari più rari per bellezza, cura nella scelta del bozzetto e qualità della stampa. Tutto è corredato da francobolli che contengono errori filatelici curiosi e sconosciuti ai più. Questo progetto si propone anche di restituire popolarità al Francobollo, facendolo tornare custode di fantasie, sogni, desideri, attraverso un percorso di rispetto continuo verso la vita e la natura che ci circonda. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl