Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Edilizia Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Edilizia Sat, 29 Apr 2017 23:31:38 +0200 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/1 Aumentare la sicurezza dei vetri con le pellicole adesive: Scarica il report di Solar2000 Wed, 26 Apr 2017 12:02:43 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/430315.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/430315.html carmenvip carmenvip Nell’ architettura contemporanea, il vetro è sempre più utilizzato come elemento costruttivo,

in grado di proteggere l’uomo dagli agenti atmosferici e consentire contemporaneamente il

passaggio della luce e del calore all’interno delle costruzioni. In millenni di storia e’ stato

impiegato nelle più disparate soluzioni architettoniche, sia pubbliche che private abituando

altresì il genere umano alla difficile convivenza con questo elemento costruttivo che per la sua

fragilità poteva facilmente rompersi per cause naturali ( stress termico, da tensione, da flessione,

stress da torsione , stress da impatto ) per atti vandalici o terroristici ( scaglio di oggetti ,pietre,

bombe etc.. ) o per catastrofi naturali come terremoti o uragani . Quando un vetro si rompe

l’onda d’urto che lo colpisce può trasformare i pezzi di vetro in vere schegge taglienti come

armi letali in grado di provocare ferimenti ed in molti casi anche la morte . Ma oltre al danno

all’uomo ed al rischio per la vita umana , i danni alle cose provocati dallo scoppio del vetro e’

alquanto significativo e può comportare la distruzione totale o parziale del contenuto di un

edificio con danni notevoli al patrimonio artistico di musei , gallerie d’arte, etc..

Poiché tale rischio non e’ limitato solo al privato ma e’ esteso alla collettività intera da qui la

necessità di regolamentare con normative di sicurezza le vetrate preesistenti e quelle da

adottarsi soprattutto negli edifici pubblici come scuole, centri sportivi, uffici, centri commerciali ,

ospedali ecc.. per garantire la sicurezza dell’utenza.

Continua a leggere il report sulla sicurezza dei vetri da qui.

Articolo informativo scritto gratuitamente dallo staff di:
Solar2000 S.r.l
Corso San Giovanni a Teduccio, 849
80146 Napoli
Tel: 081 479411 – 081 479726
Fax: 081 481809
solar2000@solar2000.it

]]>
Un tuffo in un mare di salute Wed, 26 Apr 2017 09:49:57 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/430280.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/430280.html Fabrizio Pivari Fabrizio Pivari Unità Climaveneta per il Nuovo Ospedale di Ajaccio

La struttura in breve
Il nuovo ospedale di Ajaccio, ubicato a est della città in una zona panoramica vicino alla costa, sostituirà quello storico e diventerà la struttura sanitaria di riferimento per l’intera isola. Progettato e costruito da INSO Spa, general contractor del Gruppo Condotte specializzato nell’edilizia sanitaria, l’ospedale, con i suoi 340 posti letto, offrirà tutti i servizi per la cura del paziente, tra i quali pronto soccorso, radiologia, medicina generale, chirurgia con otto sale operatorie, ginecologia e ostetricia, rianimazione, unità di cura intensiva cardio-vascolare.

Focus sull’architettura
La nuova struttura, attualmente in costruzione, si estenderà su una superficie di circa 42mila metri quadrati, su 6 livelli fuori terra e 3 seminterrati. Il corpo principale poggia su un podio che ospita i servizi ospedalieri e sanitari e si compone di una piastra per le attività diagnostico-terapeutiche e di un blocco a sviluppo verticale, destinato alle attività ambulatoriali e alle degenze. I diversi volumi di cui si compone l’edificio sono intervallati da corti interne, che permettono l’ingresso della luce naturale. Grazie ad una rete di percorsi che favoriscono l’orientamento di pazienti e visitatori, e di un corridoio che collega i principali reparti, il flusso di persone e mezzi tra i diversi corpi edificati risulta essere semplice e funzionale.

Attenzione all’ambiente
L’edificio sarà costruito nel più stretto rispetto delle norme ambientali e del risparmio energetico, secondo lo standard francese HQE (Haute Qualité Environnementale), che regola le attività di progettazione, costruzione e gestione degli edifici in relazione al loro impatto ambientale. In quest’ottica si inserisce il largo impiego di risorse rinnovabili in questo progetto, in particolare di impianti solari fotovoltaici e termici, inseriti con l’obiettivo di contenere le emissioni inquinanti che tendono a penalizzare gli ospedali, edifici considerati da sempre energivori.

L’importanza dell’impianto di climatizzazione
L’impianto di climatizzazione pesa per circa il 30% dei consumi energetici totali negli edifici, e questa percentuale è destinata a crescere nelle strutture ospedaliere che devono porre una grande attenzione anche al trattamento dell’aria. Nelle strutture sanitarie gli impianti di climatizzazione devono infatti non solo garantire il benessere dei pazienti, ma soprattutto rispondere alle esigenze di processo legate alle attività mediche, come ad esempio le sale operatorie. Per questi motivi l’impianto di climatizzazione rappresenta, specie nelle strutture di nuova costruzione, un vero e proprio sistema ausiliario all’attività medica, assumendo quindi fondamentale importanza.

La soluzione Climaveneta: un impianto completo ed efficiente
La produzione di fluidi nel nuovo ospedale di Ajaccio è affidata a 4 refrigeratori ad alta efficienza con sorgente acqua i-FX-W (1+i) 3402, a marchio Climaveneta, per una potenza frigorifera totale di quasi 4.000kW. i-FX-W(1+i) è un’unità che lavora costantemente in regime di massima efficienza, in ogni condizione di carico e in ogni stagione, con valori di ESEER (European Seasonal Energy Efficiency Ratio) che si attestano attorno all’8,54 e una percentuale media di riduzione dei costi del 23% rispetto ad un chiller con soli compressori a velocità fissa.
Per la distribuzione dell’aria nei vari corpi fabbrica sono invece stati previsti 640 fan coil di tipo a-LIFE e HWD2, tutti marchiati Climaveneta. Il trattamento dell’aria è invece affidato a 60 centrali trattamento aria Wizard di Climaveneta, cui si aggiungono altre 23 unità che fungono da estrattori. Nella fornitura sono previste anche 16 unità close control della gamma Accurate, che garantiscono il corretto funzionamento del data center ospedaliero.
Tutto l’impianto di climatizzazione è controllato da ClimaPRO, il sistema di gestione e ottimizzazione di Climaveneta. ClimaPRO assicura la gestione e l’ottimizzare dell’intera sala macchine controllando ogni singolo componente direttamente coinvolto della produzione e nella distribuzione dell’energia termica e frigorifera e consentendo quindi di attuare strategie di controllo e ottimizzando le attività di manutenzione programmate e straordinarie.

Segui Climaveneta:
www.climaveneta.com
youtube.com/user/climavenetaweb, @ClimavenetaHVAC, linkedin.com/company/climaveneta, facebook.com/climavenetahvac/

Media Relations
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com

]]>
Earth Day - acqua km 0 per proteggere l’ambient e Fri, 21 Apr 2017 12:49:10 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/429775.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/429775.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa
Earth Day: per proteggere l’ambiente 
gli italiani scelgono l’acqua km 0


Associazione Aqua Italia, federata ANIMA-Confindustria, in occasione della ricorrenza dell’Earth Day 
spiega come bere acqua del rubinetto possa essere una vera scelta green.

Sabato 22 aprile 2017 si festeggia l’Earth Day, una giornata in cui ci si sofferma a riflettere su come preservare l’ambiente e quanto le azioni quotidiane possano incidere sul risultato finale.

Anche la scelta di bere acqua a km 0 può aiutare l’ambiente. Sono sempre di più i comuni in Italia che offrono ai propri cittadini i cosiddetti “Chioschi dell’Acqua” che erogano acqua naturale, refrigerata e con aggiunta di CO2.    

L'utilizzo dei Chioschi dell'Acqua permette di contribuire al concetto di "mondo sostenibile", trattandosi di un servizio al cittadino volto a ridurre e limitare le emissioni di gas serra (2002/358/CE) e orientato a modificare gli attuali modelli di consumo in ambito di prevenzione dei rifiuti (2008/98/CE), oltre ad essere una attività finalizzata all'attuazione del principio dello sviluppo sostenibile (D.lgs. 3 aprile 2006 n.152 (TUA)).

Grazie all’analisi Telesurvey 2016, svolta per conto di Aqua Italia, a conoscere il servizio è oggi il 67% degli italiani (era il 58% nel 2014). Inoltre, ormai il 42% degli intervistati vive in un comune che offre questo servizio ai cittadini. L’incremento percentuale più interessante si registra tra coloro che regolarmente utilizzano il servizio: era l’8% degli intervistati nel 2014, sono ora il 12,2%.


…..............................................................................
Per informazioni e approfondimenti sul tema
Ufficio Stampa Associazione Aqua Italia:
Eleonora Bertucca (bertucca@gwcworld.com)


__________________________________







Eleonora Bertucca
Ufficio Stampa Aqua Italia

T. +39 02 367 36 380
F. +39 02 367 36 381



Via Lancetti, 40
20158 Milano - MI - Italy




]]>
SINERGIE AZIENDALI PER IL MONDO CONDOMINIO TRAIT D’UNION TRA MILANO E MONZA Wed, 19 Apr 2017 12:43:23 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/429389.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/429389.html Maurizio Zanoni Maurizio Zanoni Nasce la partnership tra Sicurcond, che si occupa di sicurezza nel condominio, e Cappelletti servizi ambientali, appartenente al gruppo Sostera

 

MILANO-MONZA, 19 aprile 2017 - Sicurcond Srl, realtà aziendale di nuova concezione, destinata a rivoluzionare il settore edile e nello specifico l’intero mondo condominio grazie all’utilizzo di tecnologie innovative e all’avanguardia, ha deciso di ampliare il proprio raggio d’azione operando anche a Monza e Brianza, oltre che a Milano e provincia, grazie alla partnership con Cappelletti Servizi Ambientali, azienda che utilizza dispositivi tecnologici e si avvale di personale altamente qualificato per operare nel settore degli spurghi civili e industriali di ogni genere. Garantendo un intervento veloce, sicuro e di ottima qualità, Cappelletti Servizi Ambientali si occupa di disostruzione di colonne di scarico e di condotti fognari orizzontali e verticali, spurghi di fosse biologiche, fognature, cucine, bagni, pozzetti stradali e pozzi neri, svuotamento e lavaggio delle fosse biologiche, prosciugamento dei locali allagati, e disinfestazioni di tombini, pozzetti e giardini. Esegue inoltre riattivazioni di pozzi perdenti, videoispezioni per mappatura di tubazioni e per la ricerca di eventuali rotture. Effettua lavaggio di fognature, pulizia vasche di decantazione, manutenzione condominiale e industriale in abbonamento, trattamento di fanghi e liquami.

«Attraverso questa partnership - spiega Stefano Faita, direttore generale di Sicurcond - ampliamo la gamma dei servizi offerti. Con il mandato di Cappelletti Servizi Ambientali, la nostra azienda sarà più vicina ai suoi clienti, i quali avranno la possibilità di beneficiare di un servizio aggiuntivo. Non ci sarà più necessità di affidarsi ad altre realtà. Da oggi Sicurcond si prende cura del condominio, dalle fognature fino ai tetti».

L’attuale core business di Sicurcond http://www.sicurcond.it è inerente alle resine poliuretaniche idroreattive e idroespansive che permettono di sigillare definitivamente manufatti in calcestruzzo, lastre predalles e solettoni in laterocemento, evitando scavi, cantieri e spese dispendiose. Gli altri settori di specializzazione riguardano le impermeabilizzazioni attraverso la poliurea, una membrana liquida applicabile su qualsiasi superficie, e le soluzioni per sconfiggere una volta per tutte l’umidità di risalita che si forma sulle pareti. Sicurcond si occupa inoltre dell’istallazione di linee vita, di manutenzione delle coperture e dei lavori in corda con imbragatura; pratica l’insufflaggio per migliorare l’efficientamento energetico, oltre a intervenire sulle canne fumarie (messa a norma, videoispezione etc.). La divisione certificazioni di Sicurcond - Sc Divisione - dispone di tecnici abilitati all’emissione del Cis (Certificato di idoneità statica), obbligatorio per tutti gli stabili con più di 50 anni, su disposizione del Comune di Milano, della certificazione energetica, documento di valutazione rischi, check-up, censimento e, ove necessario, la bonifica dell’amianto, l’analisi delle acque. In aggiunta, tengono corsi di formazione e  si occupano del tema della sicurezza.

«Questo accordo è nel segno di fare rete tra aziende, che lavorano per dare servizi nel settore degli amministratori di condominio a 360° - illustra Franco De Angeli, responsabile Cappelletti Servizi Ambientali -. Due aziende che operano da più di 30 anni. Questo permette di avere certezze sulla competenza e sull’efficacia degli interventi».

 

L’accordo tra le società è stato siglato direttamente da Giampietro Parma, presidente di Sostera (gruppo in grado di soddisfare le esigenze quotidiane in materia di ambiente, sicurezza, energia, offrendo servizi di qualità certificata che aiutino i clienti a migliorarsi e a crescere nel tempo in un’ottica sostenibile), di cui fa parte Cappelletti Servizi Ambientali.

 


]]>
Sono antisismiche ed ecologiche le nuove case in legno. Ce ne parla De Raco Tue, 18 Apr 2017 14:58:13 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/429203.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/429203.html carmenvip carmenvip Il legno è un materiale molto utile, viene usato da secoli e secoli, infatti con esso si costruiscono moltissime cose, come mobili, tavoli, sedie, oggetti etnici, ed fin dall' antichità è stato utilizzato per creare dimore per dare riparo.

Anche nell’ edilizia moderna il legno trova la sua applicazione, sono molti i progettisti che hanno realizzato case in legno e sempre più persone stanno abbandonando l’ idea della casa fatta in cemento e mattoni.

La casa in legno, ha tanti aspetti positivi infatti, rispetto ad una casa tradizionale costa di meno, perché i materiali sono a costi bassi, la casa in legno è a basso dispendio energetico, perché durante i lavori di costruzione,  vengono inseriti dentro coperture e pareti strati di materiale coimbentante che evita la dispersione di calore. Le abitazioni di legno prefabbricate sono costruite con ottima tecnologia e materiali ecologici, sono calde in invero e fresche in estate.

 

Il legno assorbe l’ umidità in eccesso, però riesce a risprigionarla nel momento più opportuno nei vari ambienti della casa evitando di creare ambienti secchi e poco accoglienti.

Le case prefabbricate di legno sono antisismiche, è da sfatare il mito e la paura che un immobile creato con ecomuratura sia meno resistente ai terremoti. Infatti, numerosi test, hanno dimostrato come le case in legno siano antisismiche, più di quelle in cemento.

Infatti durante alcuni terremoti, le case costruite con cemento e mattoni sono crollate con molta facilità, mentre le case in legno, hanno resistito al sisma.

Inoltre il legno essendo un materiale naturale, rispetta l’ ambiente e i suoi  elementi rilasciano un profumo che fa bene al nostro organismo. Costruirsi una casa ecologica in legno ci fa sentire anche meglio, ed in pace con l' ambbiente circostante. Ai giorni nostri, le emissioni di CO2 sono aumentate a dismisura, nonostante i vari protocolli studiati ed applicati dalle Nazioni Unite.

Per chi soffre di allergie la casa in legno è l’ ideale, perché  Il legno non viene trattato con prodotti chimici e quindi riesce ad eliminare  gli elementi inquinanti che circolano nell’ aria

]]>
CERTIFICAZIONE DI IDONEITÀ STATICA NEL COMUNE DI MILANO: IL TEMPO STRINGE PER ADEGUARSI Fri, 14 Apr 2017 12:33:38 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/428971.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/428971.html Maurizio Zanoni Maurizio Zanoni 26mila stabili privati, se inadempienti, rischiano di perdere l’agibilità

 Più di 26mila edifici privati devono essere sottoposti a verifica di idoneità statica, finalizzata all’emissione del CIS (Certificato di idoneità statica), senza contare quelli pubblici. A stabilirlo è stato il Comune di Milano nel 2014. Da allora sono passati tre anni e il mercato è tuttora quasi del tutto fermo nonostante i tempi stringano, visto che le pratiche vanno ultimate entro il 2019 e, soprattutto, visto che le procedure per eseguire il CIS possono durare diversi mesi, qualora venissero rilevate problematiche strutturali da sanare.

«Al momento sono soltanto una manciata di aziende ad occuparsi dell’emissione del CIS - ha commentato il titolare di Sicurcond (www.sicurcond.it) Stefano Faita -. Solamente la SC Divisione Certificazioni di Sicurcond, realtà aziendale leader sulla scena meneghina, ha messo in campo un pool di architetti e ingegneri che si sta dedicando a questo tipo di progetto. Non solo. La nostra azienda ha voluto realizzare del materiale informativo, come il manuale per amministratori di condominio, al fine di rendere fruibile a tutti gli adempimenti previsti dalla normativa. Ormai non c’è più tempo: entro il 2019 tutti gli stabili con più di 50 anni dovranno essere in possesso del Certificato di Idoneità Statica. La mancata emissione di suddetta certificazione comporta, tra le altre cose, la decadenza dell’agibilità che ha come diretta conseguenza il crollo del valore immobiliare dello stabile. Inoltre, questa certificazione è obbligatoria e i notai dovranno allegarla agli atti per la compravendita degli edifici».

Tutti i dettagli relativi all’emissione del CIS sono presenti all’art. 11.6 del Regolamento Edilizio del Comune di Milano, il primo ente in tutta Italia ad aver reso obbligatoria questa procedura volta a «preservare il patrimonio edilizio esistente e quindi a garantire l’agibilità e la sicurezza dello stesso», come ha sottolineato l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran.

Nello specifico è dal 26 novembre del 2014 che il Comune di Milano ha stabilito che gli edifici con più di 50 anni di vita devono essere sottoposti obbligatoriamente alle verifiche di idoneità statica finalizzate all’emissione del CIS (Certificato di Idoneità Statica). Nel novembre 2016 l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Milano ha poi pubblicato delle linee guida, definite dal Comune «corrette e univoche al fine di cristallizzare indicazioni operative puntuali per la compilazione della dichiarazione del Certificato di Idoneità Statica (CIS) dei fabbricati più datati, resa obbligatoria dal nuovo Regolamento Edilizio».


«Restano dunque due anni alla scadenza di tale obbligo - continua Stefano Faita -. È bene che gli amministratori di condominio e gli stessi condomini comincino a interessarsi, allo scopo di evitare spiacevoli sorprese».

 


 

 

WWW.SICURCOND.IT

comunicazione@sicurcond.it
tel. 02 5470010
cell. 3316522892

]]>
Da Farma Ascensori arrivano i nuovissimi miniascensori domestici per persone e carrozzine Tue, 11 Apr 2017 17:31:02 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/428586.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/428586.html Zenzero Comunicazione Zenzero Comunicazione Logo Farma Ascensori

 

Parma, 11 aprile 2017 – Le tecnologie ascensoristiche sono in costante evoluzione e l’azienda specializzata Farma Ascensori è lieta di annunciare l’inserimento, fra i propri prodotti di punta, di due innovativi modelli di miniascensori per l’installazione domestica:

  1. Miniascensori per il trasporto standard di due persone in piedi. Si tratta di impianti compatti e maneggevoli, il cui funzionamento silenzioso è un plus di rilievo in ambito domestico.
  2. Miniascensori a piattaforma progettati appositamente per il trasporto di una carrozzina. Di dimensioni ridotte eppure facilmente accessibili, questi impianti disponibili in cinque diverse varianti sono molto intuitivi e sicuri da utilizzare.

Entrambe le tipologie di impianti elevatori sono costituite da una struttura autoportante installabile con grande libertà in ambito domestico, poiché non necessita di fossa e richiede solo opere murarie minime: a Farma Ascensori bastano solo due giorni per portare a termine i lavori. Gli affidabili impianti proposti dall’azienda emiliana sono inoltre caratterizzati da ridotti consumi energetici e possono essere personalizzati a piacimento per concordare con l’estetica dell’ambiente domestico.

Farma Ascensori è esclusivista per l’installazione dei miniascensori Stannah nelle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, La Spezia e Massa Carrara, e oltre alla messa in opera “chiavi in mano” di questi impianti, offre interessanti possibilità di finanziamento fino al 100% dell’importo totale e un servizio post-vendita completo che include manutenzioni programmate e assistenza tecnica secondo gli stringenti standard della casa madre.

 

Per maggiori informazioni:
Farma Ascensori srl
Via A. Depretis 6/A – 43126 Parma
Tel. 0521 994224 (r.a.) | Fax 0521 988703
P. IVA 02379210343

]]>
Sustainable Comfort alla Nuvola di Lavazza Tue, 11 Apr 2017 09:08:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/428499.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/428499.html Fabrizio Pivari Fabrizio Pivari Unità Climaveneta installate presso il nuovo centro direzionale a Torino

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, con il suo brand Climaveneta, ha fornito le unità per la climatizzazione al nuovo centro direzionale Nuvola di Lavazza, nell’area dell’ex centrale Enel in centro a Torino. Il complesso si compone di un nuovo edificio, progettato dallo studio Cino Zucchi Architetti e dal recupero, ancora in corso, dell’edificio storico della centrale, che diventerà uno spazio eventi con ristoranti aperti al pubblico. Il nuovo edificio presenta forme sinuose che ricordano quelle di una Nuvola e si raccorda con il Museo Lavazza attraverso un grande atrio e crea nuovi spazi pedonali aperti al quartiere.

Il rispetto per l’ambiente è testimoniato dalla scelta di certificare il nuovo sviluppo secondo i requisiti LEED, il protocollo di certificazione delle prestazioni energetico-ambientali degli edifici più diffuso al mondo. Tra le scelte progettuali mirate a migliorare le prestazioni energetiche del nuovo centro direzionale Lavazza di circa il 25-30% si segnalano la produzione di energia termica e frigorifera per mezzo di un impianto ad acqua di falda; la scelta di un sistema di aria primaria e pannelli radianti a soffitto, il trattamento aria con sistema di recupero di calore altamente efficiente, l’impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica e l’impianto di illuminazione LED in grado di massimizzare la luce naturale abbattendo i consumi di energia elettrica.

La climatizzazione degli stabili è garantita da pompe di calore e unità polivalenti ad elevata efficienza a marchio Climaveneta. Nel dettaglio sono stati installati 3 ERACS2-WQ 2502, 1 WW-HT 0202 e 1 MANAGER 3000 per il nuovo edificio e 3 ERACS2-WQ 1302, 1 NECS-WQ 302 e 4 WW-HT per quello ristrutturato, con una potenza termica totale di quasi 3.000 kW.

Segui Climaveneta:
www.climaveneta.com
youtube.com/user/climavenetaweb, @ClimavenetaHVAC, linkedin.com/company/climaveneta, facebook.com/climavenetahvac/

Media Relations
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com

]]>
Catasto, riforma pericolosa. Rubrica Assoedilizia Sat, 08 Apr 2017 16:13:31 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/428277.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/428277.html Dr. Pietro Bardoscia Dr. Pietro Bardoscia FONTE: GIORNALE INFORMAZIONE QUOTIDIANA

Incertezze politiche e difficoltà economiche attraversano il mondo intero. Oggi è più che mai necessario ripristinare lo stato-famiglia retto con i criteri della saggezza, del buon senso, del pragmatismo, libero da condizionamenti ideologici; il solo destinato a sopravvivere. Il Governo italiano, nel momento in cui ha riaperto la questione della riforma del catasto, di cui non c’era alcun bisogno – visto che la revisione perequativa può benissimo essere svolta sulla base della vigente normativa introdotta dalla Finanziaria del 2005, – si è posto fuori da questa linea imboccando una via assai pericolosa. Il solo ventilare la riforma, lo ricordiamo tutti benissimo, è stato uno dei motivi psicologici che hanno affossato il mercato. Timore di insostenibili conseguenze fiscali, crisi di fiducia nel risparmiatore immobiliare, causa questa di un calo verticale non solo degli investimenti ma anche delle spese per consumi generali. In effetti, le criticità della riforma sono di tutta evidenza ed è la stessa impostazione politica ad essere sbagliata. Quando si lancia un nuovo quotidiano la redazione lavora per lo meno una quindicina di giorni al “numero zero”. Le case automobilistiche, prima di immettere nel mercato un nuovo autoveicolo, testano il prodotto per anni. Questo significa usare buon senso. Il nostro Stato cosa fa? Vara apoditticamente – calandola in un sistema fiscale concepito per un assetto che viene ribaltato di punto in bianco – una riforma che certamente produrrà sperequazioni, squilibri, danni economici particolari e generali. Si dice, molto candidamente: se ci sarà bisogno si farà una verifica sulla base del criterio dell’invarianza del gettito – vai a controllare con tutte le variabili… - non del prelievo, e si introdurranno dei correttivi. Ma quali correttivi ? Ci vorranno delle leggi che quando arriveranno, anni dopo, troveranno uno sterminato campo di caduti. Ma la Commissione Europea insiste: ecco il punto. L’Europa, che non capisce niente del nostro catasto, una materia criptica in cui si aggirano a malapena i nostri adepti, evidentemente spinta da qualche “suggeritore”, si fa interprete di una pressione che fa pensare: cui prodest?

QN Il Giorno dell '11 aprile 2017 Rubrica Assoedilizia Casa Citta' Società' di Achille Colombo Clerici

]]>
Una casa su misura Wed, 05 Apr 2017 18:10:11 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/427867.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/427867.html MLP Studio MLP Studio Una casa su misura

Una casa progettata e realizzata su misura oggi offre un’ottimizzazione degli spazi evitando spreco di superficie e spazi più funzionali.

Immobili in costruzione, vantaggi

Negli immobili in costruzione ogni appartamento è progettato per essere speciale nella configurazione interna  degli appartamenti stessi,  nella progettazione dei terrazzi e anche nella realizzazione degli spazi condominiali.

Grande attenzione si  dedica  alla ricerca accurata della PRIVACY, isolando ogni abitazione con pareti e solai insonorizzati, realizzati con materiali fonoassorbenti di ultima generazione.

Vengono usati anche materiali termoisolanti che permettono un importante  risparmio energetico. Sempre in corso di costruzione si può chiedere un appartamento più grande o più piccolo o volendo con gli ambienti distribuiti in modo diverso cercando di venire incontro ad ogni esigenza.

Inoltre i cavedi per gli impianti sono stati studiati con cura, mettendone alcuni in eccesso per permettere lo spostamento della posizione dei bagni e delle cucine anche in futuro.

Naturalmente per anni non si renderanno necessari lavori di ristrutturazione anche dell’esterno dell’edificio, così come negli edifici di nuova costruzione si dà maggiore importanza alle zone condominiali sia dal punto di vista progettuale , sia con l’uso di materiali di pregio.

Comprare casa nuova a Roma, come muoversi?

Il nostro team, con un'esperienza di più di 30 anni sul campo, per quanto concerne i potenziali acquirenti di immobili offre i seguenti servizi:

  • Assistenza per la ricerca di immobili
  • Assistenza durante tutto l’iter di acquisto dell’immobile fino all’atto notarile di compravendita
  • Adeguamento delle modalità di pagamento alle esigenze del Cliente
  • Assistenza tecnica per eventuali richieste di modifiche interne  dell’appartamento nella fase di avanzamento dei lavori tramite il nostro ufficio tecnico
  • Assistenza nella scelta dei materiali di rifinitura dell’alloggio
  • Assistenza per l’ottenimento del mutuo finalizzato all’acquisto dell’immobile
]]>
Il franchising del tutto a noleggio compie 20 anni Wed, 05 Apr 2017 10:53:30 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/427767.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/427767.html Fabrizio Pivari Fabrizio Pivari L’Italnolo di Edmondo Colliva è stata la prima azienda di noleggio “generalista” in Italia

Sono già trascorsi 20 anni da quando Edmondo Colliva, intuendo nei mercati anglosassoni e francesi le potenzialità, portò, da precursore, in Italia il noleggio “generalista”.

Inizialmente nata come NoloEdile era uno spinoff di Colliva Edilizia, impresa edile nata nel 1935. Lo scopo iniziale era servire imprese edili clienti di Colliva Edilizia e dare un servizio di affitto attrezzature.

L'immediato successo fu seguito da un ampliamento dell'offerta con la nascita anche in Italia del “noleggio generalista” di attrezzature nei più diversi settori: da giardinaggio ai trasporti, dalla cantieristica alla movimentazione. NoloEdile si trasformò Italnolo e il centro di Sarzana divenne il primo noleggiatore “generalista” d’Italia.

ITALNOLO Franchising conta oggi numerose società indipendenti che gestiscono i centri di noleggio, distribuiti in 10 Regioni d’Italia (Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Trentino, Veneto, Friuli, Toscana, Lazio, Campania).
Lo sviluppo di nuove sedi procede ad un ritmo di 1-2 nuovi centri ogni anno, dati che, in tempi di crisi come questa, rappresentano una vera eccezione, un faro di speranza per tutte le aziende italiane.
La storia della Italnolo è uno di quei pochi casi italiani di imprenditoria illuminata e di lungimiranza che, oltre a garantire numerosi posti di lavoro, consente di offrire un servizio di eccellenza tutto italiano e insegna a molte aziende come spesso importare il know how dall’estero, e non esportare le proprie sedi e il proprio lavoro, possa rivelarsi un’idea vincente.

Live Media
Adriano Di Stasi
live@italnolo.it

www.italnolo.it
facebook.com/italnolofranchising

]]>
Infissi e sicurezza: ecco le caratteristiche da considerare per acquistare finestre inespugnabili Tue, 04 Apr 2017 09:42:02 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/427587.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/427587.html L'Ippogrifo L'Ippogrifo Con il costante aumento della criminalità e i piccoli furti in casa, sempre più famiglie desiderano sentirsi al sicuro essendo certe di avere una casa “a prova di ladro”. Una delle preoccupazioni maggiori sono le entrate principali di una casa, le porte e le finestre.

In particolar modo i serramenti in legno, pur avendo molti pregi, nell’immaginario comune sono più fragili e più facilmente violabili da un eventuale tentativo di effrazione. Infatti, siamo sempre stati portati a pensare che il legno sia un materiale debole, poco resistente, insomma il perfetto incentivo per il malvivente di turno. Ma è davvero così?

 

Partiamo con una premessa. Dalle statistiche, emerge che i maggiori furti avvengono tra le 12.00 e le 20.00. Più dell’80% degli scassinatori passa dalle finestre.

Come avviene lo scasso?

Siamo portati a immaginare il tipico ladro che utilizza un piede di porco per forzare la finestra, o additittura per infrangerne il vetro: nulla di più lontano dalla realtà. Secondo le statistiche, i ladri entrano dalle finestre utilizzando dei piccoli arnesi, come semplici cacciaviti. Per la precisione quasi il 70% degli scassi alle finestre avviene con cacciaviti con lama di lunghezza tra i 6 e i 12mm.

Quali sono gli elementi che vengono presi di mira?

 

Principalmente vediamo come il telaio sia l’elemento più gettonato dai malviventi, seguito dalle finestre posizionate a ribalta e la rottura del vetro o la rotazione della maniglia.

1.       Sentiamo cosa ne dice Marco Pavanello, Direttore Commerciale della Pavanello Serramenti

A fare la differenza sono le proprietà intriseche del legno, che permettono all’infisso di resistere efficacemente e di essere durevole nel tempo.

Ma non è solo il materiale (legno, alluminio o PVC) a determinare la resistenza del serramento, bensì anche le ferramenta che giocano un ruolo fondamentale nel fattore sicurezza di una finestra.

Le ferramenta non sono altro che tutte le parti metalliche dell’infisso che tengono unite anta e serramento. Ricordiamo che secondo le statistiche i ladri utilizzano dei cacciaviti per scardinare proprio le ferramenta. Di conseguenza, solamente agendo su questo elemento è possibile escludere la maggior parte dei malintenzionati, ovvero tutti coloro i quali utilizzano piccoli arnesi per manomettere le finestre.

In Pavanello Serramenti utilizziamo le ferramenta antieffrazione Maico, certificate con il marchio di qualità RAL, che garantiscono un’apertura confortevole dall’interno, garantita per oltre 10.000 aperture senza difetto (2 aperture al giorno per 14 anni), ma anche una notevole resistenza alle sollecitazioni esterne. Non solo: Pavanello Serramenti è l’unica azienda italiana ad utilizzare per tutti i propri prodotti i meccanismi con trattamenti TRICOAT (Maico), che permettono di garantire le ferramenta per 15 anni. Si tratta di meccanismi potenziati con 3 strati protettivi che consentono di preservare le ferramenta anche nelle condizioni più estreme. Ciò si rivela un vantaggio per la sicurezza: il TRICOAT infatti non si ossida, mantenendo le ferramenta stabili e durature nel tempo, garantendo così la stessa sicurezza del prodotto appena acquistato anche dopo anni.

 

2.       Un privato che vuole acquistare dei serramenti per sentirsi più protetto nella propria abitazione come può effettuare la sua scelta? Quali sono le caratteristiche da tenere presenti riguardanti la sicurezza di un serramento?

 

Sono tre gli elementi da tenere in cosiderazione per scegliere un infisso sicuro: materiali, assemblaggio e installazione. I materiali devono essere di qualità e certificati secondo i più recenti standard del settore, al fine di garantire non soltanto la resistenza degli infissi alle intemperie e al tempo, ma anche la loro robustezza in caso di effrazioni. Nel caso dell’assemblaggio è necessario assicurarsi del corretto montaggio delle parti che costituiscono l’infisso in sede di creazione. Anche se questo parametro dipende molto dai processi produttivi, dalle tecnologie e dalla manodopera proprie dell’azienda costruttrice, è facile assicurarsi della qualità degli infissi anche presso i vari rivenditori. Il terzo fattore da considerare è quello relativo all’installazione. Spesso questo è uno dei punti più critici e meno considerati quando si parla di infissi: molte volte infatti l’installatore non è della stessa ditta dell’infisso o in altri casi non conosce nel dettaglio tutte le caratteristiche e le funzionalità della finestra in questione. Di conseguenza, spesso si può incorrere in problemi più o meno gravi, che possono andare da una vite traballante fino a cedimenti o rotture di elementi che in realtà sono studiati per essere garantiti anni. In Pavanello lo sappiamo e abbiamo studiato una soluzione: gli infissi vengono installati da personale selezionato e formato direttamente da Pavanello Serramenti. In questo modo, oltre a garantire la corretta procedura di installazione dell’infisso, è stato possibile ottimizzare i tempi e ridurre a zero gli eventuali problemi legati all’installazione dell’infisso nella casa o nell’appartamento.

In Pavanello offriamo tre gradi di sicurezza: sicurezza di base, sicurezza con ferramenta AHS e sicurezza CR2.

1 - Sicurezza di base

Pavanello usa già di base una sicurezza antieffrazione. Infatti, per costruire finestre che proteggano dagli scassinatori non serve cambiare meccanismi, perché tutti i punti di chiusura della ferramenta Multi-Matic (utilizzate dagli infissi Pavanello) sono già dei meccanismi di tipo a “fungo” autoregolante. In questo modo la testa dei funghi si incastra negli scontri di sicurezza sul telaio e ne ostacola di conseguenza lo scardinamento.

2 - Sicurezza con ferramenta AHS

Come step ulteriore, Pavanello offre serramenti che sfruttano la ferramenta certificata RAL a 200 e 300Nm: sono dei valori che corrispodono a scassi provocati rispettivamente da un cacciavite con lama larga da 8 e da 14mm (quindi come visto in precedenza in grado di prevenire il 70% degli scassi).

3 - Sicurezza CR2

L’80% degli scassi avviene sul telaio. Come proteggere anche dal restante 20%?
Pavanello possiede la certificazione CR2, che certifica l’intera finestra: non solo ferramenta, ma anche assemblaggio, installazione, vetro e maniglie a prova di ladro.

Ma spesso avere una finestra a prova di ladro non basta: per una sicurezza in più è possibile collegare l’infisso ad un sistema di allarme. Pavanello Serramenti offre due tipologie di allarmi.

I kit a sorveglianza d’apertura e quelli a sorveglianza di chiusura.

Il primo è il classico allarme che viene attivato quando l’anta lascia il telaio, ma presenta una serie di limiti. Ad esempio, se l’anta della finestra è aperta ma appoggiata al telaio, l’allarme non scatta (questo perché la parte magnetica dell’allarme è montata sull’anta ed è quindi fissa).

Il secondo kit è più evoluto e supera il limite dell’allarme a sorveglianza d’apertura. La sorveglianza di chiusura è progettata in modo da far scattare l’allarme quando si aziona la maniglia (cioè quando la ferramenta si muove). Con questo tipo di allarme non è possibile “ingannare” il sensore in quanto l’allarme può scattare anche con l’anta chiusa ma con la maniglia aperta.

 

3.       Come verificate l’effettiva resistenza dei vostri serramenti ai tentativi di scasso?

In Pavanello Serramenti siamo molto attenti al tema della sicurezza: proprio a questo proposito abbiamo studiato diversi test che ci permettono di analizzare la resistenza e la durabilità di tutti i nostri serramenti sia in caso di intemperie sia in caso di tentativi di effrazione (per tutte le finestre certificate CR2). Nel nostro stabilimento effettuiamo dei test rigorosi, scientifici e precisi per controllare diversi parametri degli infissi e delle loro parti simulando molti scenari avversi – dai danni provocati dalle intemperie fino ai tentativi di scasso veri e propri. Ci accertiamo che tutti i materiali utilizzati e testati in laboratorio mantengano le stesse caratteristiche anti-effrazione anche a distanza di anni, in modo che gli eventuali malintenzionati facciano la stessa fatica che farebbero su un infisso appena montato.

Le ultime collezioni (tra cui Sinthesi 2.0) vantano livelli di sicurezza nettamente superiori a quelle passate. Lavoriamo costantemente per studiare i nostri prodotti e renderli il più sicuri possibili affinché i nostri clienti possano essere sempre un passo avanti ai ladri. Dormire sonni tranquilli non dovrebbe essere un optional, soprattutto quando si parla di finestre: esse sono i nostri occhi sul mondo, e proprio per questo è necessario essere certi della loro sicurezza. Sempre.

 

 

Francesco Pastoressa
Ufficio Stampa L’Ippogrifo®
Tel. +39 040 761404
www.ippogrifogroup.com

]]>
comunicato stampa Thu, 30 Mar 2017 11:43:24 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/427093.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/427093.html EQUITONE EQUITONE
]]>
Ristrutturare casa divertendosi. Thu, 23 Mar 2017 18:51:14 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/426365.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/426365.html infogenere infogenere I consigli utili potrete Ristrutturare e risparmiare.

 

Qual è la vostra reazione quando pensate di ristrutturare casa? E’ un pensiero che vi provoca gioia, noia o preoccupazione? Per molti gioire, in età adulta, non è una sensazione facile da provare; con Smart Building il sogno può diventare realtà.

 Ristrutturare casa dovrebbe essere uno di quegli aspetti che ci permettono di sognare ad occhi aperti, immaginando di poter realizzare l’abitazione che abbiamo sempre desiderato.

 Sarebbe bello tornare a casa e potersi rilassare su di un comodissimo divano situato nel bel mezzo di un open-space arredato in perfetto stile british.

Magari proprio quello che avete visto sulla copertina della rivista che avete consultato la settimana scorsa, quando vi ha toccato la mente il pensiero di ristrutturare casa

Beh, non abbandonate quel pensiero, fatevi cullare ancora un po’ da questo sogno, che potrebbe facilmente realizzarsi. Come fare? 

Rivolgendosi ad esempio ad un’impresa seria, che metterà a vostra disposizione un team di professionisti pronti ad accompagnarvi lungo il vostro percorso e ad alleggerirvi da tutte le preoccupazioni legate alla ristrutturazione edilizia del vostro appartamento. 

Internet è un grande strumento, utilizzandolo nella maniera opportuna i tempi saranno molto più veloci e gli sforzi dimezzati. In rete ci sono numerose aziende che possono soddisfare le vostre aspettative, quella di cui vogliamo parlarvi oggi si chiama Smart Building.

Si tratta di un’impresa edile  specializzata nella ristrutturazione delle abitazioni, sia private che condominiali operando  nel settore da diversi anni e con offerte “chiavi in mano” molto allettanti. 

Attraverso il sito, molto minimal ed intuitivo, è possibile ottenere un preventivo immediato del costo ristrutturazione per mq con l'enlenco dettagliato di tutto le lavorazioni incluse. 

Inoltre, grazie ad uno staff di professionisti, è possibile conoscere ogni dettaglio per l’ottenimento di un finanziamento e per godere di detrazioni fiscali sulla ristrutturazione edilizia. 

Come vedete, nulla è impossibile: lasciatevi guidare dai sogni!

Ristrutturare casa senza impolverarsi

Qualcuno potrebbe definirla una cosa impossibile; va bene sognare una casa ristrutturata e bellissima, immaginare tutte le aree che potremmo rinnovare, ma, si sa, avere gli operai in casa non è mai sinonimo di ordine e pulizia.

 Eppure esiste un modo vivere in maniera confortevole  la ristrutturazione  dell'appartamento: la soluzione è quella di avere un'appartamento di appoggio. 

Ai clienti che decidono di ristrutturare casa, Smart Building offre la possibilità di usufruire di un appartamento sostitutivo, in cui soggiornare comodamente durante il periodo dei lavori edili. 

Una soluzione niente male, no?

E ora progettiamo: che stile “avete”?

Amate l’arredamento classico o moderno? Vintage o romantico? Di stili di arredamento su cui puntare quando si vuole ristrutturare casa ce ne sono tanti la scelta più ardua è riuscire a plasmare quello che più si addice ai propri gusti. 

Le mode cambiano e poi ritornano: la cosa fondamentale è scegliate lo stile che più vi rappresenta. 

 

Tenendo conto di tutti questi dettagli,, Smart Building mette a disposizione un pacchetto comprensivo dell' architetto e dell' interior-designer. Queste figure rappresentano al giorno d’oggi degli assi portanti per la ristrutturazione di un appartamento, soprattutto alla luce delle nuove tecnologie che, attraverso un’anteprima 3D dei lavori da eseguire, il risultato finale non sarà più una sorpresa.

 

Quanto può costare la ristrutturazione della propria casa?

 

Smart Building offre un pacchetto molto vantaggioso chiamato “Offerta di primavera” al costo di €14.450,00  tutto compreso.

Nel dettaglio, il pacchetto comprende il rifacimento completo del bagno, dell'impianto idraulico per cucina e bagno, dell'impianto elettrico certificato e  dell’impianto del gas per cucina e caldaia. Sempre incluso nel prezzo, inoltre, il rinnovo completo della pavimentazione, la sostituzione delle porte interne e del portoncino blindato forniti da Smart Building, nonché la tinteggiatura di pareti e soffitti. Un pacchetto davvero comprensivo di tutto, persino della rubinetteria del bagno e dei vari materiali edili ed elettrici, delle colle e degli stucchi. Se avete bisogno di ulteriori dettagli potete consultare il sito www.start-building.it  

p.p1 {margin: 2.0px 0.0px 2.0px 0.0px; font: 10.0px Cambria; color: #6c6c6c} p.p2 {margin: 2.0px 0.0px 2.0px 0.0px; font: 10.0px Cambria; color: #6c6c6c; min-height: 12.0px} p.p3 {margin: 2.0px 0.0px 2.0px 0.0px; font: 10.0px Cambria; color: #6c6c6c; background-color: #fffb00; min-height: 12.0px}

Grazie per aver letto i nostri consigli, speriamo di esservi stati utili!

]]>
Recupero di calore efficiente da un data center Thu, 23 Mar 2017 11:56:26 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/426286.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/426286.html Fabrizio Pivari Fabrizio Pivari Le pompe di calore Climaveneta sono la soluzione sostenibile ed economicamente vantaggiosa per un teleriscaldamento di successo

Fortum’s district heatingMitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, con il suo brand Climaveneta, ha recentemente fornito le pompe di calore per l’impianto di teleriscaldamento Fortum in Finlandia.
Fortum Oyj, società di energia finlandese, utilizzerà in maniera assolutamente innovativa il calore di scarto di un data center per il proprio district heating. Il data center appartiene a Ericsson, azienda svedese operante nella fornitura di tecnologie e servizi di comunicazione e attualmente genera tra 10.000 a 15.000 megawattora di calore di scarto ogni anno. L'obiettivo è quello di fornire riscaldamento a tutte le case delle regioni di Espoo, Kirkkonummi e Kauniainen ad emissioni zero, entro il 2030 al più tardi.

L’utilizzo del calore di scarto di un data center è un esempio virtuoso di teleriscaldamento a basse emissioni di carbonio. Inoltre, come già dimostrato in numerosi progetti di successo, le pompe di calore sono una soluzione efficace ed economicamente vantaggiosa in un impianto di teleriscaldamento.

Per recuperare il calore espulso dal data center di Ericsson e fornirlo al district heating di Fortum, 2 pompe di calore Climaveneta FOCS2-W HFO/H/CA/S 5422 sono state installate grazie al supporto di Coromatic, società leader in applicazioni mission critical nei paesi nordici.
Le unità Climaveneta sono state selezionate per la loro efficienza e sostenibilità, poiché lavorano con il nuovo refrigerante ecologico HFO-1234ze, con effetto serra trascurabile.

Segui Climaveneta:
www.climaveneta.com
youtube.com/user/climavenetaweb, @ClimavenetaHVAC, linkedin.com/company/climaveneta, facebook.com/climavenetahvac/

Media Relations
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com

]]>
climea Sat, 18 Mar 2017 18:25:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/425644.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/425644.html CLIMEA CLIMEA RISCALDAMENTO A PAVIMENTO RIBASSATO CLIMEA DRY18

VISITA SITO

www.climea.it

]]>
Coperture in legno con E.Comotti Srl Thu, 16 Mar 2017 10:06:38 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/425328.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/425328.html Ecomotti Ecomotti L’azienda E.Comotti Srl produce e consegna legname a distinta e fornisce tetti con progettazione e taglio, compresi i servizi di copertura, del manto e dei prodotti di lattoneria.

Che tipo di coperture in legno può fornire E.Comotti?

Abbaini: si tratta di sovrastrutture utilizzate per il recupero dei sottotetti. Gli abbaini garantiscono una migliore vivibilità e permettono di recuperare gli spazi interni. Queste strutture, semplici e versatili, possono essere assemblate in stabilimento oppure in opera.

Abbaini tondi: sfruttando il pre-assemblaggio in laboratorio, risultano pronti per la posa. Ciò permette di limitare l’insorgere degli imprevisti propri della realizzazione in cantiere, permettendo la riduzione dei tempi di realizzazione.

Capriate: permettono di risolvere le difficoltà costruttive in assenza di un’opportuna pilastratura o muratura portante. Sono da sempre state impiegate per assolvere problemi puramente tecnici, ma oggi sono diventate anche elementi d’arredo, in grado di conferire eleganza e movimento alle strutture del tetto.

Coperture tonde: la loro realizzazione è resa possibile dal legno lamellare, che consente possibilità d’espressione molto variegate. Una delle grandi capacità del legno è infatti proprio quella di assumere forme morbide e sinuose.

Finiture in cartongesso: si tratta di una soluzione spesso impiegata per i sottotetti urbani, che sta divenendo sempre più apprezzata anche per le coperture di nuova realizzazione.

Preassemblato: il sistema di pre-assemblaggio permette di diminuire rischi, imprevisti e i relativi costi derivanti dall’intervento in cantiere.

Sistemi anticaduta: sistemi previsti dai regolamenti di igiene e salute dei lavoratori, al fine di tutelare la sicurezza degli operai. I sistemi anticaduta sono obbligatori per tutti coloro che lavorano sulle coperture.

Strutture a ginocchio: uniscono la bellezza alla tecnologia, grazie all’impiego del legno lamellare e di opportuni sistemi di vincolo. Un eccellente grado di finitura è infine garantito dall’uso delle resine.

Telai CMT: nati dalla passione per il legno dell’Arch. Enrico Comotti, conferiscono stabilità, durevolezza, isolamento e facilità di posa alle riquadrature realizzate in opera. I telai CMT sono telai in legno lamellare.

Strutture particolari: sono le realizzazioni più particolari e complesse, che E.comotti Spa porta avanti grazie alla passione per il legno e all’esperienza consolidata negli anni.

]]>
Il mercato dei centri commerciali in Europa, sempre più sostenibili. Wed, 15 Mar 2017 09:48:43 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/425167.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/425167.html Fabrizio Pivari Fabrizio Pivari Unità Climaveneta installate nei centri commerciali di successo in tutta Europa.

Lo sviluppo di nuovi centri commerciali in Europa
L’ultimo report pubblicato sullo sviluppo di centri commerciali in Europa (European Shopping Centre Development Report) mostra un’accelerazione nella disponibilità di nuovi centri commerciali, dopo un primo semestre 2016 piuttosto debole. Se tutta la superficie prevista nel continente europeo sarà consegnata in tempo, il totale dei centri commerciali passerà da 156,3 milioni di mq – registrati alla fine del primo semestre 2016 – a 164,4 milioni di mq entro la fine del 2017. Nella classifica dei paesi Europei con maggior numero di mq di nuovi spazi l’Italia si colloca al quarto posto, dopo Turchia, Russia e Francia, con 93,000 mq di nuova GLA completata nel primo semestre del 2016. I tassi di capitalizzazione, attualmente bassi, promettono infatti una valorizzazione dei cespiti nel tempo e stanno attraendo molti investitori nel nostro Paese. Un caso rappresentativo di questa tendenza è la recente apertura di ELNÒS Shopping Roncadelle, il più grande centro commerciale della provincia di Brescia.

Non solo nuove superfici
La lentezza dei processi di pianificazione e le difficoltà connesse alla realizzazione di nuove superfici fanno crescere in proporzione gli ampliamenti dei centri esistenti. Nel secondo semestre del 2016 1 intervento su 5 in Europa ha riguardato il recupero e l’ampliamento di centri già esistenti. Le proprietà si impegnano perché le proprie strutture rimangano appetibili per i consumatori finali e cercano di inserire elementi che possano aggiungere valore alla “customer experience”. Un esempio di questa tendenza è l’ammodernamento del centro commerciale O’Parinor, inaugurato nel 1974 e oggi uno dei cinque più grandi nella regione Ile-de-France, a Parigi. Attraverso un vasto programma di ristrutturazione, O'Parinor è stato ammodernato e ampliato con interventi a tutto tondo che hanno riguardato la struttura, gli impianti e gli spazi interni.

La sostenibilità e le certificazioni
Sia nelle nuove superfici che nel rinnovamento di quelle esistenti il tema dell’impatto ambientale sta assumendo un’importanza crescente. Se da un lato infatti sempre più insegne scelgono il centro commerciale più adatto a soddisfare i requisiti delle proprie politiche ambientali, dall’altro le proprietà investono in sostenibilità per aggiungere valore a propri immobili. Ne è un esempio il nuovo centro commerciale Adigeo. Costruito sull’area industriale ex Officine Adige ed inserito nel master plan Adige City, il centro avrà una superficie lorda di 72.000 mq e aprirà nella primavera di quest’anno con circa 140 negozi e servizi. In linea con la sua politica di rispetto ambientale la proprietà sta perseguendo per Adigeo la certificazione LEED GOLD.

L’importanza degli impianti tecnologici
Di conseguenza gli impianti tecnologici stanno assumendo un ruolo chiave nello sviluppo di un centro commerciale di successo. Illuminazione al led, sistemi di sollevamento innovativi, impianti di climatizzazione e di trattamento dell’aria efficienti, installazione di pannelli fotovoltaici, raccolta delle acque pluviali, sistemi BMS sono diventati in breve tempo elementi chiave per rendere gli edifici efficienti e poco dispendiosi e per garantire la migliore “customer experience” ai visitatori.

Focus sulla climatizzazione
Tra gli impianti tecnologici merita una nota di riguardo quello di climatizzazione, per i vantaggi che può portare sia in termini di comfort interno che di ed efficienza energetica. Nei moderni centri commerciali è infatti necessario progettare impianti performanti e flessibili in grado di offrire il clima ideale tanto nelle gallerie e negli spazi comuni, quanto nelle piccole, medie e grandi superfici del centro, sia in estate che in inverno, durante la settimana o nei week end di affollamento. Lo stesso impianto deve però contenere i consumi energetici dell’edificio, performando sempre al meglio e sfruttando le risorse rinnovabili, ove disponibili. Ancora deve infine riuscire a minimizzare sia le emissioni di CO2 in atmosfera, che le emissioni sonore in ambiente. Le soluzioni per la climatizzazione Mitsubishi Electric Hydronics and IT Cooling Systems a marchio Climaveneta rispondono a tutte queste esigenze e garantiscono l’affidabilità di un brand che da oltre 45 anni opera con successo nella grande distribuzione.

ELNÒS, Adigeo, O’Parinor: Climaveneta c’è
Non è quindi un caso se i principali nuovi centri commerciali in Italia ELNÒS Shopping e Adigeo sono entrambi climatizzati da unità a marchio Climaveneta.
La climatizzazione ed il rinnovo dell’aria all’interno del nuovo centro commerciale ELNÒS Shopping di Roncadelle sono affidate a 6 pompe di calore reversibili NECS N/B1716, 10 roof top WET/RTF con sorgente acqua e portata acqua variabile e 10 unità trattamento aria WIZARD per una portata d’aria trattata di 250.000 m3/h. Tutte le unità Climaveneta sono inoltre collegate al BMS del centro per una migliore gestione dei consumi energetici.
L’impianto di climatizzazione del centro commerciale Adigeo in costruzione a Verona, è stato progettato rispettando i requisiti della certificazione LEED e ha quindi un chiaro focus su sostenibilità ed efficienza energetica. Sono state installate 16 unità roof top WHISPER ENTHALPY di Climaveneta, con sorgente aria ad alta efficienza per una portata d’aria totale di quasi 500.000 m3/h ed una pompa di calore reversibile con sorgente aria, NECS-N/CA in Classe A di efficienza.
Anche O’Parinor a Parigi, recentemente sottoposto ad un programma di ristrutturazione ed espansione, ha un nuovo impianto di climatizzazione ad elevata efficienza basato su 2 refrigeratori di liquido condensati ad acqua FOCS2-W/CA/S 9003 di Climaveneta, in grado di raggiungere valori di EER pari a 5,1 alle condizioni di lavoro standard per Eurovent.

Sono centinaia i centri commerciali nel mondo con unità Climaveneta installate, scopri quali:
http://www.climaveneta.com/IT/Projects/By-Application/34/centri-commerciali/

Segui Climaveneta:
www.climaveneta.com
youtube.com/user/climavenetaweb, @ClimavenetaHVAC, linkedin.com/company/climaveneta, facebook.com/climavenetahvac/

Media Relations
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com

]]>
Unità Climaveneta installate nel nuovo Teatro di Rabat, progettato da Zaha Hadid Tue, 07 Mar 2017 10:16:58 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/424159.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/424159.html Fabrizio Pivari Fabrizio Pivari Sta sorgendo in Marocco un nuovo edificio futuristico e innovativo.

Gran Theathre de Rabat. Render courtesy of Zaha Hadid ArchitectsMitsubishi Electric Hydronics and IT Cooling Systems, con il suo brand Climaveneta, ha fornito le unità per la climatizzazione al Gran Teatro di Rabat, in Marocco, attualmente in costruzione. L’edificio futuristico è stato disegnato dall’architetto Zaha Hadid e la sua forma richiama quella del vicino fiume Bouregreg. Il progetto, parte del programma nazionale di sviluppo culturale, comprende un teatro da 1800 posti, un anfiteatro all’aperto con una capacità di 7000 persone, uno spazio sperimentale/ area prove, ed un ristorante con 350 coperti.

Per combinare comfort interno ed efficienza energetica, l’impianto di climatizzazione dell’edificio è stato progettato a partire da unità ad elevata efficienza Climaveneta: 2 pompe di calore polivalenti NECS-Q/B 3218 e un refrigeratore di liquido condensato ad aria NECS/B 3218. L’impianto così pensato è in grado di assicurare temperatura e livelli di umidità ideali durante tutto l’anno, producendo quando richiesto caldo e freddo anche simultaneamente, grazie alle pompe di calore polivalenti installate. L’impianto ha una potenza frigorifera totale di 25000 kW, in grado di soddisfare il clima migliore nel Teatro, anche nelle calde serate estive Marocchine.

Segui Climaveneta:
www.climaveneta.com
youtube.com/user/climavenetaweb, @ClimavenetaHVAC, linkedin.com/company/climaveneta, facebook.com/climavenetahvac/

Media Relations
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com

]]>
ATLANTIC PRESENTA LE CALDAIE MURALI A CONDENSAZIONE NAEMA Wed, 01 Mar 2017 16:18:49 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/423427.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/423427.html Studio Binaschi Studio Binaschi

Atlantic, società francese leader nel comparto multienergia, presenta il proprio assortimento di caldaie murali a condensazione NAEMA, una gamma di apparecchiature compatte, in classe energetica “A” sia per il riscaldamento che per la produzione di acqua calda sanitaria, la soluzione ideale per chi desidera un comfort sanitario su misura.

E’ noto che dal settembre 2015 la normativa prevede l'obbligo di installare unicamente caldaie a condensazione. Tale disposizione fa seguito ad un progetto europeo molto più vasto, che intende promuovere l’utilizzo delle energie rinnovabili e migliorare il rendimento energetico dei sistemi di riscaldamento attraverso gli interventi normativi espressi dalla direttiva Europea 2005/32/CE nota come “Eco-Design“. Atlantic ha recepito al meglio queste linee guida, sintetizzando nella caldaia NAEMA ben quattro differenti tecnologie, tra loro integrate: la tecnologia Evoline 7 che permette un’ampia modulazione migliorando così la durata di vita della caldaia e diminuendo il numero di accensioni, la tecnologia Hydro Control, basata sul mantenimento in temperatura del circuito primario per limitare il consumo tramite lo scambiatore di calore a piastre ed avere acqua calda sanitaria subito disponibile (secondo lo standard 3  ★★★), la tecnologia Hydro Efficiency che combina la tecnologia Hydro Control a due serbatoi di stoccaggio in acciaio inox in modo da avere 32 litri  di acqua calda istantanea ad una temperatura costante ed infine la tecnologia Hydro Serenity, una soluzione con accumulo integrato, che combina bollitore in acciaio inox da 46 litri ad uno scambiatore a serpentina per garantire affidabilità abbinata a performance elevate (portata specifica di 20 L/min, secondo EN 13-203). In più, le nuove regolazioni introdotte dal sistema NAVISISTEM 100H permettono la stima dei consumi sia di riscaldamento che di ACS integrata. L’interfaccia semplice con display retroilluminato permette di gestire uno oppure due circuiti, oltre alla programmazione settimanale. E’ inoltre possibile impostare la regolazione climatica in funzione della temperatura esterna tramite una sonda opzionale, ottimizzandone così al meglio l’efficienza e conseguire il maggior risparmio energetico.

Inoltre, Atlantic ha dotato la gamma NAEMA di un’ampia scelta sui controlli ambiente modulanti: il termostato Netatmo, ottimizzato per i prodotti Atlantic che rende possibile la connessione con il proprio smartphone ed il gateway TyPass ATL per la connessione con i prodotti di domotica Delta Dore, a realizzare una piena compatibilità in termini di visualizzazione dei consumi, gestione dell’impianto o di impostazione della programmazione oraria.

L’assortimento di caldaie NAEMA offre diverse soluzioni: solo riscaldamento con accumulo esterno, o con  produzione di acqua calda sanitaria nelle due varianti con micro-accumulo oppure con accumulo integrato. Tutte le caldaie NAEMA di Atlantic possono essere alimentate sia gas metano che GPL e beneficiano degli incentivi fiscali legati all’Ecobonus, che consentono di portare in detrazione il 65% sulle spese sostenute per la riqualificazione energetica. Queste agevolazioni, confermate per tutto il triennio 2017-2019, permettono di abbattere di oltre 2/3 il costo della caldaia a condensazione.

Atlantic è il brand impegnato per assicurare il miglior comfort termico ai più bassi consumi di energia possibile, attraverso tutta la propria vasta gamma innovativa, che viene consigliata, distribuita e installata unicamente da professionisti.

Atlantic ha inoltre implementato una strategia social per essere ancora più vicina a tutti i consumatori che potranno scegliere il brand in autonomia: sia l’utente finale sia l’installatore saranno così in grado di trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

ATLANTIC ITALIA

YGNIS ITALIA

Via Lombardia 56

21040 CASTRONNO (VA)

Tél. (00 39) 0332 895240

Fax. (00 39) 0332 893063

http://www.ygnis.it 

http://www.atlantic-comfort.it 

 

Ufficio Stampa- Studio Binaschi Milano –

tel 02 36699126-studiobinaschi.it  

 

 

 

]]>