Edifici a energia quasi zero (NZEB): Casa sul Parco, un caso tutto italiano

23/mar/2020 17:45:54 switchup Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

In Italia diversi comuni, provincie e regioni stanno attuando dei processi per diventare enti che implementano i principi di Passive House, con l’integrazione di sistemi a fonti rinnovabili: una vera opportunità per il nostro Paese.

In Emilia-Romagna, in provincia di Parma, si sono ottenuti sviluppi interessanti con un edificio esemplare: Casa sul Parco. Il progetto è nato nel 2007 (in barba alla crisi economica) ed è stato realizzato in un paese di 27.000 abitanti da una ditta con 30 dipendenti e un pool di tecnici che hanno preso sul serio questa sfida.

Casa sul Parco è un gioiello architettonico e d’ingegneria che sta facendo notizia in tutto il mondo: un nuovo modo di fare housing, in assoluto il primo fabbricato (in opera, ovvero non in legno) condominiale in tutta la regione e il primo veramente tale in Italia ad aver ottenuto la certificazione di casa passiva da parte del più severo dei certificatori, il Passive House Institute di Bolzano, nonché la certificazione di casa attiva.

Casa sul Parco di Fidenza è un edificio a energia quasi zero: il termine NZEB, acronimo di Nearly Zero Energy Building, viene utilizzato per definire un edificio il cui consumo energetico è quasi pari a zero. Gli NZEB, quindi, sono edifici ad elevata prestazione che riducono il più possibile i consumi per il loro funzionamento e l’impatto nocivo sull’ambiente. Questo vuol dire che la domanda energetica per riscaldamento, raffrescamento, ventilazione, produzione di acqua calda sanitaria ed elettricità è davvero molto bassa.

Casa sul Parco sorge nel centro storico di Fidenza, in un’area sottoposta a vincoli da parte della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici, e nasce dalla volontà di Montanari Costruzioni di realizzare un’opera contemporanea e sostenibile in un luogo ricco di memoria per la città.

 

 

Montanari Costruzioni, assieme ai progettisti dello Studio DelBoca+Partners e gli architetti Giovanni e Simona Rossi di Fidenza, è riuscita a realizzare un edificio altamente efficiente in totale armonia con gli elementi del contesto urbano. Tutto ciò attraverso lo studio delle visuali, delle prospettive e un utilizzo ricercato del verde come materiale indispensabile.

Il risultato è un complesso di 10 unità residenziali con un dinamismo fatto di logge e terrazzi, in cui materiali tradizionali come l’intonaco delle pareti di facciata o la pietra degli spazi comuni incontra il vetro dei parapetti e l’alluminio verniciato dei frangisole. Il progetto prevede diverse metrature di appartamenti, tutti strutturati secondo uno schema tipologico flessibile dove gli spazi regolari si affacciano direttamente sull’esterno.

Per maggiori informazioni: www.montanaricostruzioni.it.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl