Quando l'abitare è benessere psicofisico

11/giu/2018 22:54:50 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Uno dei più grandi sogni nel cassetto di ogni uomo è quello di avere uno spazio tutto per sè, un nido in cui sentirsi al sicuro, un microcosmo da personalizzare con cura perché è come una sorta di specchio della propria personalità. Ebbene sì, Carla Selvestrel con i contenuti del suo libro vuole costruire le fondamenta di una casa realizzata con il cuore e con la testa, un luogo in grado di emanare calma e pace, stanza dopo stanza, influenzando il cervello e il sistema nervoso, ergo l'umore di chi ci vive. L'autrice, occupandosi del rapporto fra la psiche umana e l'ambiente abitativo, è una professionista della psicologia dell'abitare che si dedica allo studio degli ambienti della nostra casa, ponendo maggiore attenzione al nostro benessere psicofisico, in quanto si tratta dell'ambiente in cui trascorriamo buona parte della nostra vita. Per capire l'importanza dell'approccio psicologico nella realizzazione della nostra casa basti pensare che costruire senza rispettare i numerosi aspetti psicologici può essere considerato un danno indiretto all'essere umano e comporta effetti su tutti i nostri sensi soprattutto a livello inconscio.

CONTINUA
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl