Il riscaldamento a pavimento, pregi e difetti

27/gen/2018 11:06:07 Multisystem Center Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La prima e più importante cosa di cui si deve tenere conto quando si intende acquistare una casa i costruirla ex novo è l’impianto di riscaldamento. Se fino a non molto tempo fa i termosifoni tradizionali rappresentavano un vero e proprio must, oggi le cose sono notevolmente cambiate.

Basti pensare, ad esempio, al fatto che sono sempre di più coloro che hanno deciso di optare per il riscaldamento a pavimento. Interessante è, poi, il numero di chi ha ben compreso che la sinergia tra le caldaie a condensazione e il riscaldamento a pavimento garantisce un risultato a dir poco impeccabile.

Ma quali sono i pregi e quali, invece, i difetti del riscaldamento a pavimento?

Per prima cosa è interessante tenere conto del fatto che di riscaldamento a pavimento già si parlava nei primi anni ’60.

All’epoca, però, sembrava che questa nuova tecnologia generasse dei danni alla salute tra cui, ad esempio, fastidiosi gonfiori alle gambe.

Oggi le cose sono cambiate e finalmente si ha la possibilità di godere di impianti di riscaldamento a pavimento di altissima qualità.

Il riscaldamento a pavimento, pregi e difetti

Senza alcun dubbio, i vantaggi di questa soluzione sono moltissimi. Basti pensare al fatto che grazie ad un simile impianto si ha la possibilità di ottenere una temperatura omogenea in tutto l’ambiente.

Degno di nota è, poi, il risparmio energetico che, come è facile intuire, genera anche un notevole risparmio sotto il profilo economico.

Importantissimo è anche il fatto che proprio grazie agli impianti di riscaldamento a pavimento si ha la possibilità di ottimizzare gli spazi, non essendo necessario installare i tradizionali termosifoni.

E per chi temesse in merito alla scelta del pavimento, è utile precisare che non c’è nessun vincolo e che, dunque, si ha la possibilità di scegliere in totale libertà.

Ovviamente, non manca anche qualche svantaggio che, però, è del tutto sormontabile. In primo luogo, è utile precisare che il riscaldamento a pavimento è più costoso di un impianto tradizionale.

Ciò, però, può essere compensato dal fatto che consente, alla lunga, di risparmiare in bolletta. Inoltre, questo impianto non riesce a riscaldare l’ambiente in tempi rapidi.

Per riuscire a mantenere una temperatura costante, al contrario, è necessario tenere l’impianto sempre acceso seppure a bassi regimi.

In ultimo, è utile sottolineare il fatto che tutti coloro che hanno intenzione di optare per un impianto di riscaldamento a pavimento non devono fare altro che verificare che l’edificio sia isolato.

Solo in questo modo avranno la certezza del funzionamento dell’impianto di riscaldamento a pavimento.

Ogni minima dispersione, al contrario, potrebbe alterare alle volte anche in maniera sensibile la temperatura, generando un inutile dispendio di energia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl