Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ecologia Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ecologia Sun, 25 Jun 2017 10:46:10 +0200 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/1 L’AD Renato Ravanelli: “F2i SGR cresce ulteriormente nelle rinnovabili” Fri, 23 Jun 2017 12:07:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/437734.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/437734.html articolinews articolinews Con l'acquisizione di sette parchi eolici in Sicilia e Calabria, F2i SGR cresce ulteriormente nel settore delle rinnovabili: un'operazione che rientra nella strategia adottata dalla società, come ha spiegato l'AD Renato Ravanelli.

F2i - Fondi Italiani per le Infrastrutture

Ulteriore crescita nell'eolico per F2i SGR: le parole dell'AD Renato Ravanelli

F2i SGR ha acquisito uno dei principali portafogli eolici del Paese: sette parchi dislocati in Sicilia e Calabria con una potenza installata di 282 MW. Un ulteriore motivo di crescita per la realtà guidata da Renato Ravanelli: l'AD ha infatti sottolineato che con questa operazione la società diventa il secondo operatore nell'eolico con una dotazione impiantistica che supera i mille megawatt, confermandosi come soggetto di aggregazione nei diversi ambiti infrastrutturali. L'acquisizione è stata infatti portata avanti attraverso il Secondo fondo F2i, creato nel 2012 e già in possesso del 70% della società E2Ì (600 MW installati e 165 MW in costruzione) e del 16% in Alerion (259 MW installati). "Il nostro compito è aggregare imprese attraverso una guida manageriale forte" spiega l'AD Renato Ravanelli riferendosi alla strategia che ha già portato ottimi risultati nel settore della distribuzione del gas, dove 2i Rete gas ha messo insieme 200 operatori. Attraverso l'acquisizione dei sette asset eolici, F2i SGR punta a replicare i traguardi raggiunti nel fotovoltaico: il Primo fondo F2i insieme a Enel, attraverso Ef Solare Italia, è infatti il principale operatore nazionale. L'operazione (il closing è previsto per fine giugno) è fondamentale in questa ottica: "Nel settore eolico per gestire in maniera unitaria e con economie di scala gli impianti è necessaria una potenza non inferiore ai mille megawatt".

F2i SGR: il profilo della società guidata da Renato Ravanelli

F2i SGR (Società di Gestione del Risparmio) nasce nel 2007 in occasione del lancio dell'omonimo fondo infrastrutturale, il più grande in Italia. Istituito nel 2007, il Primo Fondo F2i con 1.852 milioni di euro a disposizione è il maggiore fondo infrastrutturale focalizzato su un singolo Paese e annovera tra i propri azionisti di riferimento alcune delle principali banche italiane, Istituzioni, primari Istituti di credito, Fondazioni bancarie e Casse di previdenza azionisti. Nel 2012 la società ha dato vita a un Secondo Fondo: il target iniziale, stimato in 1.200 milioni di Euro, è stato superato tanto che nel luglio 2015 ha raggiunto 1.242,5 milioni di euro. Entrambi i fondi si pongono come obiettivo quello di affermarsi come punti di riferimento in ambito infrastrutturale pubblico e privato, incentivando le relazioni tra investitori locali e internazionali e i processi di privatizzazione. Dall'ottobre 2014 F2i SGR è guidata da Renato Ravanelli, già CFO e direttore delle strategie del Gruppo AEM, CFO del Gruppo Edison (2005-2007) e Direttore Generale di A2A (2008-2014).

]]>
RIVOLUZIONE NELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA Wed, 21 Jun 2017 13:40:41 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/437423.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/437423.html Ufficio Stampa Garby Ufficio Stampa Garby Due passi per una vera rivoluzione.

                                                                      LA  GARBYMANIA !

Grazie alla piattaforma Garby , Tecnologie brevettate , nuovi modelli marketing,  la raccolta differenziata cambia con enormi vantaggi sia per l’ambiente che per l’economia .

 Il successo ha coinvolto sempre più persone tanto da creare nelle famiglie   un trend sempre più cool !

                     LA  GARBYMANIA !

Fai due passi e con piccoli  gesti , nella loro semplicità , si riduce lo sfruttamento delle risorse del pianeta e riutilizzare , per nuovi prodotti, quelli già in uso come i vuoti di bottiglie in plastica / HDPE e lattine dall'alluminio post consumo attraverso i dispositivi installati dalla piattaformaa Garby

Sempre maggiore è  la richiesta di installazione dei dispositivi automatici, distribuiti da Garby,  da parte di Cittadini, Amministrazioni comunali , Scuole , Comunità sanitarie e Sportive, Centri Commerciali . La loro installazione crea solo vantaggi e posti di lavoro . Difatti i consumatori conferiscono il materiale nei dispositivi per il riciclo Garby e proporzionalmente ricevono , uno scontrino o su una tessera, dei Punti Valori spendibili come sconto presso gli esercenti aderenti all’iniziativa .  Per i consumatori, anziché costi e tasse, solo vantaggi economici; per gli esercenti maggiori vendite , nuovi Clienti maggiori ricavi. Quindi non solo si ricicla materiale ma si genera nuova economia incentivata dal Business Model Garby

                                      FAI DUE PASSI  ! CON GARBY  SEI SEMPRE PREMIATO

PROMO VACANZA – Grazie alla flessibilità dei sistemi, Garby ti offre diverse opportunità infatti , in  alternativa,  i consumatori che conferiscono le bottiglie e flaconi di plastica oltre lattine di alluminio , possono accumulare gli scontrini e , raggiunti 2.000 Punti valore possono scegliere di ricevere la PROMO che ti consente di soggiornare una settimana fino 4 persone, gratuitamente in alcuni periodi e con grandi sconti in altri.( Vedi condizioni e regolamento nel sito www.garby.it )

Garby , i suoi Concessionari , Esercenti e consumatori ogni giorno si applicano con impegno per un ambiente più pulito e una rivoluzione nella ciclo dei rifiuti ed una economia profittevole nel ciclo del valore.

Diventa anche tu cool con GARBYMANIA

21/06/1

I contenuti sono una proprietà intellettuale del redattore  del testo e non possono essere copiati o riprodotti per intero o anche parzialmente in altri mezzi offline e online . BA

]]>
LA RACCOLTA DIFFERENZIATA IN ITALIA Tue, 20 Jun 2017 18:41:56 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/437329.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/437329.html Ufficio Stampa Garby Ufficio Stampa Garby Crescono i numeri delle città che migliorano la raccolta differenziata.

 

            Secondo uno studio di Utilitalia la gestione dei rifiuti varia da Comune a Comune e da azienda ad azienda. Dal porta a porta con i rifiuti separati dagli utenti, alla campane e ai cassonetti la scelta è sempre più "personalizzata"

 

            C’è differenziata e differenziata, c’è vantaggio e vantaggio. Soprattutto non esiste un solo modo, o meglio un modo ottimale, per la raccolta differenziata dei rifiuti, perché l’Italia è diversa anche in questo. Dipende dal suo territorio, fatto di grandi città e di metropoli, ma anche di molti piccoli piccoli centri, spesso arrampicati in collina o in montagna. Così si va dal porta a porta con i rifiuti separati dagli utenti, alla campane e ai cassonetti che, per le strade,  indicano dove mettere umido, plastica, carta vetro e metalli. Oltre naturalmente all’indifferenziata. ( Fonte R.it- Wanda Valli- )

 

            In sensibile aumento è soprattutto la raccolta selettiva delle materie plastiche  grazie alle tecnologie rese disponibili dall’ Azienda Garby . L’azienda Campana si avvale di Imprese Professionali aderenti alla Piattaforma Garby ”che,  ripartite in tutto il territorio nazionale,  installano i dispositivi automatici per la raccolta di vuoti di bottiglie e flaconi in plastica post consumo.  

           

            Il successo è il Business Model  adoperato da Garby  che migliora sensibilmente il benchmark della raccolta differenziata delle città ed  aree metropolitane attraverso tecnologie che misurano le quantità conferite di materiale per tipo e colore.

 I dispositivi Automatici  ,contraddistinti dal marchio Garby ,trovano facile accoglienza da parte dei cittadini  e  creano  Valore per tutti i soggetti coinvolti ed ovvero , Consumatori – Esercenti Commerciali – Imprese Professionali aderenti a Garby.

 I dispositivi automatici Garby , (chiamati anche comunemente eco-compattatori) incentivano la raccolta differenziata grazie al rilascio proporzionale  di “ Punti Valore” alle famiglie e persone  che conferiscono i vuoti di bottiglie in plastica post consumo. I “Punti Valore” sono spendibili sotto forma di sconto presso esercenti commerciali di diverse categorie che , in tal modo, attraggono nuovi clienti e ricavi.

 Il materiale raccolto e già selezionato acquista maggiore valore e trasformato in nuova materia prima con conseguenti vantaggi per l’ambiente e l’economia

                               GARBYMANIA !

auchan-marzo-2017.jpgUno degli ultimi esempi concreti lo troviamo nella Città Metropolitana di Milano e precisamente a Rescaldina dove sono stati installati due Eco24 Urban City,  con telecontrollo e circuito fedeltà con tessere,  nel Centro Commerciale Auchan  Rescaldina

Dall’altissima l’adesione da parte dei Cittadini  è sorta una vera e propria GARBYMANIA con numeri documentabili di  200.000 conferimenti in soli 2 mesi ! Tramutati in peso sono stati raccolti circa 6.5 tonnellate ( 90% PET; 10% ALU) di materiale che si rigenera in nuova materia,  ottenendo massimo beneficio all’ambiente ed economico . Il merito va ad ECO3GREEN,   impresa professionale aderente alla piattaforma Garby, che ha  distribuito 2.000 card di cui già  1.500 attivate . I punti caricate sulle card possono essere utilizzate per promozioni , sconti o Promo Vacanze .

           

            Abbiamo interpellato l’Azienda Garby per un commento a questo successo e ci è stato riferito che questi numeri sono ormai una realtà in diverse aree geografiche tra cui il Centro e Sud Italia  da dove arrivano sempre più richieste d’installazione di dispositivi Garby. Iniziative a quelle di legnano saranno presto replicate in altre Aree metropolitane del Piemonte e Veneto e Toscana.

 

20/06/2017

 

 

I contenuti sono una proprietà intellettuale del redattore  del testo e non possono essere copiati o riprodotti per intero o anche parzialmente in altri mezzi offline e online . BA

]]>
Efficienza energetica: L'influenza del format di vendita sul risparmio energetico Wed, 14 Jun 2017 13:40:02 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/436621.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/436621.html Orizzontenergia Orizzontenergia Stefano Lucentini, Direttore Generale - Gruppo Todis, durante l'ultima edizione del convegno "Retail&Food Energy 2017" (organizzato da IKN) ha discusso con noi delle pratiche di efficienza energetica che hanno generato i maggiori risparmi dei punti vendita Todis e del proprio percorso professionale, iniziato dalla carica di Direttore Sviluppo ed arrivato a quella attuale di Direttore Generale.

 

Dott. Lucentini, da un anno è Direttore Generale del Gruppo Todis, un gruppo in forte espansione con oltre 200 punti vendita. Com’è stato questo percorso verso il successo, tra difficoltà e opportunità?

E’ stato certamente un percorso lungo ma lineare nel settore GDO attraverso posizioni di coordinamento e sviluppo delle reti e degli uffici tecnici. In particolare in Todis sono stato nominato nel 2011 come Direttore Sviluppo per armonizzare una realtà in crescita ma parzialmente disomogenea. Il gruppo Todis possiede una rete di vendita composta da circa 200 negozi di cui circa un centinaio nel Lazio.

Vi era la necessità di creare un format da replicare nelle varie realtà territoriali tramite un processo di standardizzazione che però concedesse un giusto grado di libertà ai singoli gestori. L’esperienza pregressa gestionale negli uffici tecnici mi ha condotto a pensare che una simile funzione sarebbe stata utile e funzionale anche alla crescita di Todis, che di fatto fino a quel momento terzializzava questa attività.

Già a partire dal 2013 nuovi format sono stati applicati, questo ci ha consentito di lavorare anche sull’efficientamento energetico arrivando a saving anche importanti, negli ultimi due anni intorno ai 150.000€.

Inoltre l’ufficio tecnico interno – accettato dal top management di Todis - ha fatto emergere ulteriori pratiche di efficientamento replicabili nelle varie unità. In effetti quello energetico è il terzo costo che la grande distribuzione affronta: circa il 1.5-2% del fatturato, dopo il 8-10% del costo del personale ed il 2-3% del costo di struttura.

 

Avendo ricoperto in precedenza anche l’incarico di Direttore Sviluppo e Tecnico, quali sono state le sfide principali? Nell’ambito dell’efficienza energetica quali le tipologie di interventi, modalità e mezzi più efficaci ha sperimentato?

In effetti gli interventi sono stati molteplici. A partire dalla fase progettuale della struttura,  come i cappotti termici o le controsoffittature, agli interventi sugli impianti di illuminazionerefrigerazione e condizionamento. Non si tratta solo di interventi tecnici ma anche di influenzare il comportamento.

Ad esempio le luci dei piazzali che restavano accese per tutta la notte o l’apertura di tutte le celle frigorifere allo scarico dei prodotti: modalità operative scorrette, che non solo danneggiano i consumi ma anche i prodotti.

In ogni caso abbiamo messo ordine anche nel processo di efficientamento ponendo come punto di partenza il monitoraggio dei consumi (globali, per punto vendita, per singole voci e tramite curve temporali), attività che abbiamo promosso anticipando la direttiva introdotta nel 2014.

E’ questo il primo strumento per definire le priorità ed una corretta strategia di efficientamento, accompagnata da una reportistica efficace ed una storicizzazione dei dati.  Solo a questo punto si possono definire dei benchmark e verificare l’efficacia degli interventi, tenendo conto che quelli comportamentali sono spesso a costo zero, salvo un’opportuna formazione.

 

Aver promosso l’idea di un ufficio tecnico interno quale valore aggiunto ha prodotto all’azienda? Lo suggerirebbe in tutte le realtà GDO o limitatamente a quali contesti?

I risultati ci sono stati. Vi porto un esempio per tutti: abbiamo abbattuto in tre anni del 25% i costi di realizzazione di un punto vendita. Senza rinunce su qualità, sicurezza o estetica del punto vendita (anzi!), ma semplicemente facendo scelte più razionali su fornitori e attrezzature.

Il valore aggiunto dell’ufficio tecnico interno alla struttura è la conoscenza che resta nella struttura stessa e non viene dispersa, se opportunamente tradotta in fatti e assimilata e diffusa fra le persone di competenza.

 

In base alla sua esperienza cosa suggerirebbe ai Direttori Tecnici per il loro percorso di crescita verso posizioni di top management in azienda?

A mio parere è importante non fermarsi al ruolo. Le competenze vanno costantemente accresciute e aggiornate, si acquisiscono ma non bastano. Bisogna avere perseveranza e buon senso: valori che non pongono limiti. Inoltre l’attitudine al confronto con le visioni degli altri, allo scambio di opinioni, pratiche, modalità operative permette di cogliere le sfide e guardare oltre.

Un leader quindi deve acquisire autorevolezza, non contare solo sulla propria autorità di ruolo, ed essere alla ricerca dell’innovazione, che è un concetto ampio, da non circoscrivere solo all’ambito tecnologico.

 

Intervista a Stefano Lucentini, Direttore Generale - Gruppo Todis, a cura di Orizzontenergia.

]]>
Efficienza energetica: Relamping, protocolli ed occuopazione del suolo Wed, 14 Jun 2017 13:39:11 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/436620.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/436620.html Orizzontenergia Orizzontenergia Fabio Minghetti, Director of Technical Development & Real Estate - Leroy Merlin, ci presenta le azioni in termini di efficienza energetica e sostenibilità implementate all'interno degli spazi commerciali di Leroy Merlin. Protocolli di sostenibilità, relamping ed utilizzo di rinnovabili sono alcuni dei punti emersi durante l'intervista rilasciata nel corso dell'ultima edizione del convegno "Retail&Food Energy 2017" organizzato da IKN.

 

Leroy Merlin, come ha percepito gli aspetti di protocollo e certificazione della sostenibilità: obbligo, opportunità, costo?

Ritengo si possa parlare di un’ opportunità venutasi a creare da un obbligo. Questi protocolli ci hanno obbligato a ricercare delle nuove tecnologie, a realizzare un nuovo modo di costruire e a ideare un nuovo modo di affrontare la progettazione strutturale ed impiantistica dei nostri nuovi punti vendita. Gli aspetti di protocollo e certificazione hanno comportato degli aggravi di costo iniziali, rispetto ad una costruzione tradizionale, ma sono convinto che l’ammortamento di tali costi si realizzerà nel giro di pochi anni viste le performances che le strutture e gli impianti ci stanno già dando.

 

Focalizzandoci su alcuni elementi di sostenibilità, nella GDO l’illuminazione è uno degli elementi di costo più importanti sui quali si può maggiormente incidere. Leroy Merlin cosa sta pianificando e quali sono i risultati raggiunti nel comparto dell’illuminazione?

Stiamo affrontando un progetto di relamping in tutta la nostra rete; è una sfida molto importante che stiamo approcciando con due diverse tecnologie di corpi lampada e che ci sta dando grandi elementi di soddisfazione. Il progetto è iniziato lo scorso anno con il relamping di 7 punti vendita che ha generato un risparmio di circa il 40-45% rispetto all’esistente. La grande sfida per il 2017 è il relamping di 35 punti vendita da ultimarsi entro l’anno: è un impegno importante per la società che ha creduto ed investito in questo progetto. Noi siamo certi che garantiremo un risparmio energetico di circa 180.000 kilowatt che, tradotti in risparmio economico, corrispondono a circa 2/2,5 mln. di euro all’anno.

 

Altro comparto che può essere considerato nell’ottica di costo/opportunità è quello della generazione. Dal 2012 avete ampliato il parco fotovoltaico, con quali risultati? State considerando alcune soluzioni tecnologiche? L’accumulo è troppo lontano?

Per l’accumulo l’orizzonte è ancora lontano. Per il fotovoltaico abbiamo una partnership con Helexia che è una società del nostro gruppo con cui collaboriamo ed installiamo impianti fotovoltaici sulle coperture dei punti vendita esistenti e di nuova realizzazione. Abbiamo già realizzato 10 impianti e abbiamo in programma nel 2017 di realizzarne altri 4 sul territorio nazionale la cui potenza media si aggira intorno ai 350 kilowatt di produzione. Stiamo proseguendo con la nostra campagna di riduzione delle emissioni di Co2 perché poniamo la massima attenzione alla salvaguardia del territorio che ci ospita e dei suoi abitanti ed inoltre vogliamo percorrere la strada in continua evoluzione dell’innovazione tecnologica.

 

Restando sul tema della sostenibilità, parliamo dell’occupazione del suolo: c’è grande sensibilità per la riduzione del consumo del suolo e l’utilizzo di aree dismesse, ci vuole dare qualche informazione su questo argomento?

La normativa anche in questo caso ci ha spinto a modificare il nostro modo di percepire lo sviluppo immobiliare. La legge sul consumo del suolo ci impone di andare a ricercare dei siti in aree già urbanizzate o dismesse e questo ci aiuta ad inserirci nei contesti urbani non qualificati o degradati trasformandoli in aree gradevoli, di entertainment ed anche, logicamente, di commercio. Alcuni nostri progetti futuri sono basati su questo tipo di programmazione ma credo questo modus operandi sarà il futuro della grande distribuzione.

]]>
Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo Wed, 14 Jun 2017 13:38:23 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/436619.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/436619.html Orizzontenergia Orizzontenergia Lorenzo Innocenti, Energy Manager - Granarolo, ci ha esposto le azioni di efficientamento energetico che vengono implementate presso gli stabilimenti produttivi di Granarolo. Cogenerazione, impianti frigoriferi e produzione di vapore sono tematiche fondamentali per la fase di trasformazione industriale delle materie prime. L'intervista si è svolta in occasione dell'ultimo convegno "Retail&Food Energy 2017".

 

Nella vostra filiera produttiva, partendo da monte per arrivare a valle, quali sono le soluzioni di sostenibilità ed efficienza energetica più significative che avete implementato?

Il gruppo Granarolo segue tutta la filiera produttiva sin dalla produzione della materia prima, almeno per quanto riguarda la matrice lattiero-casearia che rappresenta la maggior parte del nostro core business. Il nostro campo di attività principale è costituito dalla fase di trasformazione industriale. In questo campo tra le soluzioni principali si annoverano quella della cogenerazione, che per uno stabilimento lattiero caseario è sicuramente uno dei primi passi da compiere per migliorare l’efficienza energetica. Le altre aree dove c’è maggior margine d’intervento sono il campo della refrigerazione, con azioni mirate a rendere più efficienti le centrali frigorifere per la parte di processo e raffrescamento celle, ed il campo della produzione di vapore dato che il nostro settore utilizza tantissima energia termica sia sotto forma di vapore sia di acqua calda, per cui lavorare sull’efficienza di questi due aspetti consente di fare degli importanti passi in avanti.

 

Considerando la sua esperienza nel campo della cogenerazione, applicata agli stabilimenti di Bologna, Pasturago Soliera e Gioia del Colle, quali sono i maggiori livelli di efficienza perseguibili?

Noi abbiamo pensato di realizzare impianti di cogenerazione nei nostri maggiori stabilimenti produttivi proprio perché da una prima analisi crediamo che questo sia il primo step da fare per migliorare i livelli di efficienza energetica. Abbiamo suddiviso questo processo per gradi sia geograficamente sia tecnologicamente; dapprima abbiamo realizzato gli impianti con un primo circuito di recupero e quindi con un primo livello di efficienza medio alto. La fase che secondo noi è la più complicata, ma anche quella con i maggiori margini di miglioramento, è la parte di recupero termico che include tutta l’interfaccia con le utilities che sono sempre viste come qualcosa di estraneo alla produzione almeno nel settore alimentare. Il nostro modus operandi implica la necessità di entrare nel dettaglio di ogni processo produttivo e riadattarlo ai concetti di un’energia a basso costo ed a basso impatto ambientale.

 

A Bologna Granarolo sta progettando un impianto a biogas che sfrutta i fanghi di depurazione. Ci vuole descrivere il funzionamento dell’impianto?

Per quanto riguarda la parte industriale negli anni passati abbiamo riflettuto su numerosi progetti che però non abbiamo portato a termine. Ad oggi stiamo per realizzare qualcosa di concreto in uno dei nostri maggiori stabilimenti che produce formaggi freschi; stiamo infatti costruendo un nuovo depuratore che prevede l’utilizzo di tutta la parte relativa alla gestione anaerobica, di biogas da fanghi di depurazione e di scarti di produzione in situ come la scotta, ovvero i reflui che hanno maggiore carica organica e possono generare più biogas. In linea con le nuove linee guida recentemente introdotte, rifletteremo anche sul biometano ma si tratta di considerazioni

]]>
Da Matera a Borovetz, al congresso nazionale esperti ambientali bulgari successo del modello di raccolta e gestione rifiuti di INNOVAMBIENTE Fri, 09 Jun 2017 14:35:43 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/436139.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/436139.html Skema Skema I nuovi modi di raccolta e gestione dei rifiuti, i processi di informatizzazione per il controllo del ciclo di raccolta, presentati con successo dall’azienda materana INNOVA all’assemblea nazionale degli esperti di ambiente e sostenibilità bulgari.

 

Matera, 9 giugno 2017 – INNOVA chiude con successo la sua partecipazione al congresso nazionale di BAMEE, l’associazione nazionale degli esperti ambientali delle Istituzioni locali bulgare. Lo fa presentando e illustrando efficacia e risultati ottenuti in Italia, dal suo innovativo sistema informatico di gestione controllo e misurazione di ogni fase del ciclo di raccolta e smaltimento differenziato dei rifiuti: “INNOVAMBIENTE”.

Le potenzialità del sistema hanno, infatti, raccolto attenzione e interesse dei 150 partecipanti al più importante appuntamento dedicato dalle Istituzioni Bulgare ai temi della gestione ambientale e di raccolta e smaltimento rifiuti. Temi di grande attualità nel pase della penisola balcanica, orientato a introdurre sul suo territorio nuovi modelli di raccolta, tariffazione e tassazione per cittadini e imprese.

 

Grande interesse anche per il caso di successo presentato al pubblico sempre dal business development manager di INNOVA, Andrea Di Pasquale. L’ARO BA2, sette comuni della provincia di Bari, (Modugno, Binetto, Bitetto, Bitritto, Giovinazzo, Paolo del Colle, Sannicandro) con un bacino di utenza di 115.000 abitanti, è infatti passata, in solo 11 mesi, da una percentuale di raccolta differenziata media attorno al 15%, a una quantità corrispondente al 70% dell’intero volume dei rifiuti. Risultato raggiunto grazie a impegno di amministrazioni comunali, enti di gestione, sistema informatico INNOVAMBIENTE e, soprattutto, coinvolgimento attivo e partecipazione di tutti i cittadini. Un modello di buone partiche certamente replicabile anche nel Paese Balcanico.

]]>
Tutela e qualità certificate per CINELLI PIUME E PIUMINI Tue, 06 Jun 2017 17:17:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/435698.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/435698.html Alessandra Bertona Alessandra Bertona Cinelli Piume e Piumini da più di 50 anni è un punto di riferimento nel mondo nella lavorazione della piuma. Un’azienda da sempre sinonimo di qualità, di professionalità e di grande attenzione verso il prodotto, qualità riconosciute e attestate da prestigiose e autorevoli certificazioni tra cui la recente RDS (Responsible Down Standard).

 La Responsible Down Standard, ottenuta dopo numerosi controlli e verifiche prescritte da linee guida rigorose, certifica la provenienza della materia prima per quanto concerne rispetto e tutela degli animali che sono allevati in salute nel loro ambiente naturale. RDS è promossa da un’organizzazione no profit Textile Exchange and Control Union Certifications volta a valorizzare la sostenibilità nell’industria tessile.

 Cinelli Piume e Piumini ha deciso di ottenere anche questo riconoscimento, non obbligatorio per le aziende di settore, per testimoniare ancora una volta la propria posizione a favore dell’ambiente e della propria clientela, offrendo un prodotto tracciabile, controllato e proveniente da una filiera responsabile.

L’azienda infatti possiede già da tempo la certificazione DOWNPASS e fa parte di EDFA (European Down and Feather Association).

DOWPASS garantisce e promuove la corretta tutela degli animali e l'approvvigionamento responsabile di piume e piumini, la cui tracciabilità deve essere ampiamente documentata e trasparente.

EDFA raggruppa invece i principali produttori di articoli in piuma nel mondo con oltre 90 imprese e associazioni in 23 Paesi. Cinelli Piume e Piumini, in qualità di membro, si impegna nella selezione e nel controllo dei propri fornitori, operando nel totale rispetto delle procedure e dei valori eticamente condivisi con l’associazione.

 

Cinelli Piume e Piumini: i “Maestri della piuma” nel mondo dal 1964.

]]>
L'azienda napoletana Tecno finanzia il restauro del "San Domenico che istituisce il Rosario" del Tiepolo con il progetto Rivelazioni - Finance for Fine Arts promosso da Borsa Italiana per le Gallerie dell'Accademia di Venezia Tue, 06 Jun 2017 17:11:04 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/435699.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/435699.html Ambiente Ambiente Ciao ti segnalo il comunicato di Tecno sulla sua partecipazione al  progetto Rivelazioni - Finance for Fine Arts promosso da Borsa Italiana per le Gallerie dell’Accademia di Venezia.
 
Può interessarti?
 
Grazie sin d'ora per l'attenzione
 
Sara Napolitano
3203610607
 
 
L'azienda napoletana Tecno finanzia il restauro del "San Domenico che istituisce il Rosario" del Tiepolo con il progetto Rivelazioni - Finance for Fine Arts promosso da Borsa Italiana per le Gallerie dell’Accademia di Venezia
Il gruppo è leader nei servizi alle imprese per il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale
 
Venezia 6 giugno 2017. "Siamo orgogliosi di partecipare al progetto di Borsa Italiana per restaurare opere per le Gallerie dell’Accademia di Venezia.
La crescita del nostro gruppo è fortemente legata al successo avuto nel Triveneto e ci fa piacere con quest'iniziativa poter supportare un'istituzione così importante come le Gallerie.”

Lo ha dichiarato il fondatore di Tecno Giovanni Lombardi nel corso della conferenza stampa di presentazione della seconda edizione progetto Rivelazioni - Finance for Fine Arts, promosso da Borsa Italiana per le Gallerie dell’Accademia di Venezia: un progetto che promuove la collaborazione tra privati e istituzioni per la raccolta di risorse destinate al restauro e alla digitalizzazione di opere d’arte dei più importanti musei italiani. Una volta restaurate, le opere saranno in mostra temporanea nella Galleria BIG a Piazza Affari, per poi tornare alle Gallerie dell’Accademia.

“Questo progetto - ha continuato Lombardi- ha un valore importante per Pmi come Tecno. Le PMI italiane, infatti, possono offrire un grande contributo alla valorizzazione del nostro patrimonio artistico e culturale, in una logica di investimento sostenibile per l’azienda e per il Paese. Rivelazioni semplifica la relazione tra azienda e museo, aggiungendo valore ad entrambi i soggetti e si è quindi dimostrata una piattaforma ottimale per le attività di mecenatismo di Pmi come Tecno."

In conferenza stampa è stato annunciato anche il primo restauro della serie, il "San Domenico che istituisce il Rosario" di Giambattista Tiepolo, realizzato proprio grazie al supporto di Tecno, gruppo industriale leader nei servizi alle imprese per il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale. Fondato nel 1999, ha fatturato 13 milioni e 500 mila euro nel 2016, con una crescita prevista del 15% per il 2017. Tecno conta oltre 2500 aziende clienti in tutti i settori industriali, tra cui Cartiere Burgo, Italcementi, Fincantieri, e Pavimental e, nel Triveneto, realtà come Gruppo Grigolin, Veneto Strade, i principali operatori del settore portuale e il Consorzio Mu.Se. degli albergatori del Veneto.

L'azienda, che ha il suo quartier generale a Napoli alla Riviera di Chiaia in Palazzo Ischitella, e sedi a Milano, Bologna, Berlino e Parigi, è molto attenta al mondo della cultura. Quest'anno, tra l’altro, ha finanziato l'app dedicata alla mostra napoletana su Picasso, organizzata dal Museo di Capodimonte.
Nel 2005 Tecno è stata una delle prime aziende italiane a conseguire la qualifica di ESCo - Energy Service Company – accreditandosi presso l'AEEG (Autorità Energia Elettrica e Gas), per certificare gli interventi energetici.

“La mission di Tecno –dichiara Giovanni Lombardi - è quella di essere partner dei clienti in tutte le strategie e le azioni per la sostenibilità grazie a soluzioni tecnologiche avanzate, frutto di brevetti interni, che garantiscono risparmi sui consumi energetici e ottimizzazione delle risorse.
Le nostre leve competitive sono le risorse umane e la ricerca: da 110 tra dipendenti e collaboratori prevediamo entro il 2018 di arrivare almeno a 130, di cui il 70% laureati in materie scientifiche con età media inferiore ai 35 anni.
I nostri clienti ci scelgono consapevoli che il nostro costante investimento di oltre il 6% del fatturato in ricerca e innovazione rappresenta l'unica garanzia per la crescita in chiave di sostenibilità e competitività.
Da qualche anno abbiamo diversificato in attività dove la matrice comune è costituita da open innovation, tecnologia e digitale, affermandoci anche come incubatore industriale di imprese.
Grazie al lavoro del nostro comitato scientifico coordinato dal direttore del Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell’Università  Federico II e direttore scientifico della IOS Developer Academy di Napoli, Giorgio Ventre, stiamo acquisendo sia start-up tecnologiche che partecipazioni strategiche al fine di integrare nuovi servizi".

Testimonianza dell’impegno e dei successi di Tecno sono anche riconoscimenti come la menzione speciale per il “Premio per l’innovazione” di Confindustria ottenuta nel 2013, dopo essere stata finalista per lo stesso Premio già nel 2011, e per il “Confindustria Awards for Excellence Andrea Pininfarina”.

Media Relations
Sara Napolitano
3203610607
saranapolitano.rp@gmail.com

Per ulteriori informazioni sull'azienda: www.tecnosrl.it e www.tecnoaccisesrl.it


 Foto ad alta risoluzione dell’opera e della conferenza stampa sono scaricabili da:
https://drive.google.com/drive/folders/0B94EIy0WUeXcREdpVmJhLWxnN2s?usp=sharing

Seguono il comunicato inviato da Borsa Italiana e una nota su l'impegno di Tecno per la cultura:


Borsa Italiana per la valorizzazione dell’arte: al via la seconda edizione di “Rivelazioni – Finance for Fine Arts”, per il restauro di otto opere delle Gallerie dell’Accademia di Venezia
 
Borsa Italiana inaugura oggi la seconda edizione del progetto “Rivelazioni – Finance for Fine Arts” per il restauro di otto opere delle Gallerie dell’Accademia di Venezia.
Grazie a un accordo con Gallerie dell’Accademia e Comitato Italiano per Venezia, Borsa Italiana promuoverà la raccolta di risorse destinate al restauro delle opere  presso aziende e operatori appartenenti alla comunità finanziaria nazionale e internazionale. Attraverso una nuova forma di mecenatismo, favorita anche dall’Art Bonus, i finanziatori che aderiscono al progetto adotteranno un’opera tra quelle selezionate dalle Gallerie dell’Accademia e promosse da Borsa Italiana contribuendo alla loro restituzione a una piena fruibilità da parte del pubblico.

Il progetto messo a punto da Borsa Italiana consente di ottimizzare il meccanismo di raccolta fondi attraverso la proposta di più opere con costi di restauro differenti, facilitando la relazione tra mecenate e museo e semplificando le modalità di donazione. Borsa Italiana, inoltre, promuoverà il Progetto presso il proprio network nazionale e internazionale.
Il Comitato italiano per Venezia supporterà le Gallerie e Borsa Italiana nella valorizzazione delle opere restaurate e promuoverà il progetto presso i propri associati al fine di facilitare la raccolta di fondi.

Le opere restaurate saranno esposte presso le gallerie e, ove possibile, presso BIG – Borsa Italiana Gallery, lo spazio espositivo all’interno di Palazzo Mezzanotte, la storica sede di Borsa Italiana a Milano.

In conferenza stampa viene annunciato anche il primo restauro  del "San Domenico che istituisce il Rosario" di Giambattista Tiepolo che sarà realizzato grazie al supporto di Tecno, un gruppo industriale leader nei servizi alle imprese per il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale. Fondata nel 1999 dall'imprenditore Giovanni Lombardi ha fatturato 13 milioni e 500 mila euro nel 2016 ed ha una crescita prevista, in linea con il trend degli ultimi anni, del 15 per cento per il 2017 ed oltre 2500 aziende clienti in tutti i settori industriali. 
L’iniziativa nasce in seguito al successo della prima edizione di “Rivelazioni”, sviluppata in collaborazione con la Pinacoteca di Brera, che ha consentito il restauro di dieci opere e di un ciclo di affreschi selezionati dalla soprintendenza del museo. Nell’ambito della prima edizione sono stati raccolti circa 300 mila euro.

Valentina Sidoti, Responsabile del progetto Finance for Finance Arts ha dichiarato: 
“Il lancio della seconda edizione del progetto “Rivelazioni” con le Gallerie  dell’ Accademia di Venezia segna un ulteriore passo in avanti di efficace collaborazione tra pubblico e privato per lo sviluppo di un moderno mecenatismo a favore della valorizzazione dei beni culturali. Borsa Italiana è da sempre impegnata nella valorizzazione dell’eccellenza italiana e vede nel sostegno al nostro patrimonio artistico uno strumento essenziale per lo sviluppo economico e per il rilancio del Paese”.
 
-------------
 
L'impegno di Tecno per la cultura  
Tecno è attiva nella promozione di una cultura economica innovativa.
Organizza campagne per diffondere i valori dell’economia sostenibile e del risparmio delle risorse energetiche.
Nel campo della formazione innovativa ha portato a Napoli il Coderdojo, un progetto internazionale che offre le basi della programmazione informatica per i giovanissimi. Nato in Irlanda nel 2011, il fenomeno si è esteso a macchia d’olio agli Stati Uniti, al Giappone e a mezza Europa (Regno Unito in primis), fino ad arrivare, grazie al gruppo Tecno, anche in Italia ed in particolare a Napoli presso gli uffici della Tecno nello storico Palazzo Ischitella di Riviera di Chiaia 270.
Sul fronte della promozione dei beni architettonici, Tecno ha partecipato al progetto del FAI (Fondo Ambiente Italiano) “Beni del FAI, luoghi da vivere” aprendo al pubblico le dimore storico architettoniche di Palazzo Ischitella e Palazzo San Teodoro, che sono state, quindi, inserite tra i tesori di arte che raccontano la storia del Paese.

A Palazzo San Teodoro, prestigiosa casa nobiliare napoletana di recente accuratamente restaurata, l’impegno della Tecno ha consentito la realizzazione di un Museo unico nel suo genere dove tradizione, storia, arte e architettura sposano la più innovativa tecnologia dando vita a Palazzo San Teodoro Experience, in grado di raccontare il passato oltre la storia, sfruttando le opportunità sempre più sofisticate originate dall’evoluzione tecnologica. I fruitori possono accedere all’uso di tecnologie e applicativi innovativi per la fruizione sensoriale di beni artistici ed architettonici attraverso riproduzioni virtuali di oggetti, animazioni ed elementi grafici. I visori consentono di muoversi in uno spazio 3D con la sensazione di vivere Palazzo San Teodoro e il quartiere di Chiaia come immersi nel ‘700.
Tecno dal 2016 sostiene anche l'associazione "Di Meo vini ad arte", che realizza ogni anno un calendario con fotografie di Massimo Listri, presentato nei più importanti musei del mondo.
Se vuoi disiscriverti clicca qui
]]>
Matera/Sofia: il nuovo modello di raccolta e gestione dei rifiuti di INNOVAMBIENTE incontra esperti e Istituzioni della Bulgaria Tue, 06 Jun 2017 14:50:56 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/435666.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/435666.html Skema Skema Raccolta e gestione dei rifiuti, importanza dei processi di informatizzazione per il controllo del ciclo di raccolta, i temi affrontati dall’azienda materana INNOVA all’assemblea nazionale degli esperti di ambiente e sostenibilità bulgari. Presentazione di un caso di successo: 7 comuni dell’hinterland barese passano in 11 mesi dal 15% di raccolta differenziata al 70%. In Italia entra oggi in vigore la nuova norma su tariffazione puntuale dei rifiuti

 

Matera, 6 giugno 2017 – Importante appuntamento internazionale per INNOVA azienda di Matera ad alto valore tecnologico/informatico, nata nel campo aerospaziale e impegnata nello sviluppo di applicazioni legate a controllo e monitoraggio del territorio.  Dalle competenze e esperienze ICT maturate dal 1989 ha avuto origine l’avanzatissimo sistema informatico INNOVAMBIENTE per gestione, controllo e misurazione di ogni fase del ciclo di raccolta e smaltimento differenziato dei rifiuti. Sistema già adottato con successo da comuni, aziende e enti di gestione di tutta Italia.

Domani (7 giugno) a Borovetz, località a pochi chilometri da Sofia, l’azienda lucana interverrà al congresso nazionale di BAMEE, l’associazione nazionale degli esperti ambientali delle Istituzioni locali bulgare, con un intervento sul tema “La tariffazione puntuale in Italia nel servizio di gestione dei rifiuti - L’importanza del processo di informatizzazione”. Relazione presentata ai convegnisti dal business development manager, Andrea Di Pasquale. Il suo contributo affronta un’analisi delle migliori pratiche europee in questo campo e come adeguati sistemi informatici siano lo strumento necessario per muoversi verso l’obiettivo indicato a ogni Stato del continente dalla UE: “rifiuti 0” entro il 2030. 

Di particolare significato il “case history” di successo illustrato da Di Pasquale. L’ARO BA2, sette comuni della provincia di Bari, (Modugno, Binetto, Bitetto, Bitritto, Giovinazzo, Paolo del Colle, Sannicandro) con un bacino di utenza di 115.000 abitanti, in solo 11 mesi sono passati da una percentuale di raccolta differenziata media attorno al 15%, a una quantità corrispondente al 70% dell’intero volume dei rifiuti. Un esempio di sud virtuoso raggiunto grazie a impegno di amministrazioni comunali, enti di gestione, sistema informatico INNOVAMBIENTE e, soprattutto, coinvolgimento e partecipazione di tutti i cittadini.

 

Argomento ormai di estrema attualità in tutto il nostro Paese con l’entrata in vigore, proprio nella giornata di oggi, della nuovo decreto del ministero dell’Ambiente sui “Criteri per la realizzazione da parte dei comuni di sistemi di misurazione puntuale della quantità di rifiuti conferiti al servizio pubblico”, e da rendere operativa entro il giugno 2019.

 

 

“Arriviamo al congresso BAMEE grazie alle relazioni che abbiamo aperto lo scorso anno a ECOMONDO di Rimini Fiera e alla successiva presenza a Save The Planet, la più importante manifestazione green in Bulgaria. Siamo stati invitati perché la nostra esperienza e i nostri prodotti sono considerati avanzati e efficaci – spiega Andrea Di Pasquale. Il nostro sistema, infatti, è la soluzione ideale per i gestori dei servizi di igiene urbana, per gestire il processo di informatizzazione del ciclo di raccolta. Uno strumento unico e integrato per ogni realtà che punta al goal tariffazione puntuale. Il nostro valore aggiunto è che offriamo in un’unica soluzione la gestione di tutti i processi: dallo start-up del servizio fino all’operatività durante tutta la durata del servizio assegnatoci, garantendone up date e implementazione costante.”

]]>
Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l.: caratteristiche dell’azienda specializzata in servizi ambientali Fri, 26 May 2017 12:23:14 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/434348.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/434348.html articolinews articolinews Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l., attiva su scala nazionale da più di cinquant'anni nel settore dei servizi ambientali e dell'igiene pubblica, ha da sempre adottato tecniche all'avanguardia, nel pieno rispetto degli standard ecologici e qualitativi richiesti.

Impresa Sangalli - Servizi Ambientali

Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l.: le caratteristiche della società

L'Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l., attiva da più di cinquant'anni lungo tutta la penisola, è specializzata nel settore dell'igiene urbana e dei servizi ambientali. Nata a Monza, dove tuttora si trova la sede principale, l'azienda è riuscita a crescere in modo costante e nel corso di mezzo secolo di attività ha ampliato il proprio know-how ed esteso il mercato dalla Lombardia fino ad altre regioni italiane: Friuli Venezia Giulia, Marche, Lazio e Puglia. La società si è sempre dimostrata molto attenta alle innovazioni che hanno investito il settore, adottando misure all'avanguardia per svolgere al meglio gli incarichi privati e pubblici. Fra i valori che risiedono all'interno di Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. troviamo la salvaguardia ambientale accompagnata dal rigoroso rispetto degli standard di qualità previsti dagli organi di regolamentazione. La comprovata esperienza maturata in oltre cinquant'anni di attività sul campo ha garantito all'azienda la possibilità di crescere e affermarsi nel proprio settore, consentendole inoltre l'accesso alla certificazione del sistema di qualità aziendale.

Principali attività dell'Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l.

L'Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. è specializzata nella raccolta, nel trasporto e nello smaltimento di qualunque tipo di rifiuti: solidi, liquidi, speciali e pericolosi. La società si occupa anche di spurghi industriali e civili, presso condomini, abitazioni e aziende. Un'altra attività riguarda la bonifica dei terreni inquinati, dei corsi d'acqua, dei depositi non conformi e di tutte quelle aree industriali che risultano ormai dismesse. Per quanto concerne l'attività di igiene pubblica, l'azienda offre servizi inerenti alla gestione dei rifiuti pubblici: raccolta (anche differenziata), trasporto, spazzamento meccanizzato e manuale di strade e altre aree. Tutte le operazioni tengono sempre conto delle caratteristiche della zona in questione, come la densità della popolazione, l'urbanizzazione, l'aspetto geografico e naturalistico del territorio. In tutti gli ambiti d'intervento, l'obiettivo primario di Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. rimane la soddisfazione dei clienti: un team di tecnici qualificati ed altamente specializzati è sempre a disposizione, i loro compiti riguardano lo sviluppo delle soluzioni più adatte alle necessità che emergono di volta in volta.

]]>
La bellezza del legno, ecologico, economico e nobile Thu, 18 May 2017 17:34:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/433355.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/433355.html stemas stemas Il legno è il materiale ecologico per antonomasia: è infatti di origine organica e, per questo completamente riciclabile. La più nobile delle materie prime rinnovabili. Utilizzare il legno per costruzione di mobili, ma anche di strutture più grandi per esterni, se non di intere abitazioni porta notevoli vantaggi di natura ambientale, economica ed energetica. E' adatto alla produzione di mobili e oggetti per interni ma anche, grazie alla sua notevole resistenza ai fattori ambientali ed all'usura del tempo, di strutture in legno per giardino o da esterno. Ecco le principali caratteristiche che rendono il legno un perfetto materiale da costruzione:

- basso è il suo 'livello energetico' cioè occorre un basso apporto di energia per la sua trasformazione

- ha un basso impatto ambientale dal punto di vista dell'inquinamento: pochissime sono le emissioni inquinanti che derivano dalla sua lavorazione

- è la risorsa rinnovabile per antonomasia, come tutte le materie prime organiche è infatti completamente biodegradabile

- comporta bassi costi di reperimento, trasporto e lavorazione: per trasformare il materiale grezzo in prodotto finito è richiesto un dispendio di energie non elevato

- tutti i materiali di scarto che derivano dalla trasformazione del legno possono costituire una fonte energetica da cui trarre l'energia necessaria per completare la lavorazione principale

- ha una elevatissima ecocompatibilità: lo sfruttamento delle superfici boschive non rappresenta di per sé un impoverimento del patrimonio boschivo se gli si affianca una adeguata politica di rimboschimento

Ecco dunque, sintetizzati, i vantaggi che l'uso del legno può garantire: è in assoluto il materiale più ecologico, la sua natura organica fa sì che sia biodegradabile al 100%. Il suo reperimento è semplice: la superficie terrestre è ricoperta da ampie zone boschive anche facilmente raggiungibili e una riforestazione oculata ed attenta fa sì che l'impatto dello sfruttamento sull'ambiente sia vicina allo zero. Bassi sono poi i costi di reperimento, trasporto e lavorazione. Basso è anche il suo contenuto energetico, ovvero la quantità di energia che si deve impiegare per la sua lavorazione. Adeguati prodotti, di basso impatto ambientale ed inquinante devono essere utilizzati per il trattamento del legno, che è naturalmente soggetto agli attacchi di insetti xilofagi, ma anche di di muffe, ed è vittima della putrescenza in ambienti umidi oltre ad avere un elevato livello di infiammabilità.

]]>
“Amico dell’Ambiente” premiato dal comune di Venezia per l'impegno nel riciclo della plastica e salvaguardia dell’ambiente Mon, 15 May 2017 12:19:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/432738.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/432738.html GruppoICAT GruppoICAT

Lo scorso 25 aprile, Amico dell’Ambiente ha ricevuto il premio Festa di San Marco dal comune di Venezia per l’impegno e la dedizione che, in dieci anni dalla sua nascita, ha messo nella raccolta e riciclo dei tappi di plastica per sostenere i progetti di scuole e associazioni.

A ritirare l’omaggio, un’osella in vetro di Murano e una pergamena ricordo, è stato Giovanni Giantin, titolare di Plastic Nord e Imball Nord, che da sempre si è distinto per la sua capacità imprenditoriale e l'impegno nel sociale. Il progetto Amico dell’Ambiente nasce nel 2007 proprio da lui e dalla collaborazione con Gruppo Gruppo icat, agenzia di comunicazione e marketing di Padova, con la finalità di sostenere le associazioni e le scuole attraverso la consegna di plastica di riciclo, con il duplice ritorno di salvaguardare l’ambiente e ottenere ricavi immediati.

Si è trattato della prima edizione del premio Festa San Marco, organizzato dall’Amministrazione comunale all’interno della splendida cornice del Palazzo Ducale. L’iniziativa è nata dalla volontà di omaggiare e ringraziare tutti i cittadini e gli enti del territorio che, grazie alle loro attività, si sono distinti per il grande contributo sociale e territorialeche hanno portato alla città.

Un Comitato, composto da rappresentanti della Biennale, dell’Università Ca’ Foscari, dello IUAV e altre prestigiose Istituzioni, ha selezionato e premiato in tutto 61 singoli, enti e associazioni appartenenti a quattro categorie: Comuni dell’Area metropolitana, realtà economiche, arte e cultura, società civile.

www.amicodellambiente.it

 

]]>
Amico dell’Ambiente festeggia 10 anni di attività Mon, 15 May 2017 12:15:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/432736.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/432736.html GruppoICAT GruppoICAT

Dieci anni fa nasceva Amico dell’Ambiente, il progetto che ha dato vita a una delle più grandi raccolte di tappi di plastica in Italia. L’idea, partita con la volontà di sostenere le associazioni e le scuole attraverso la consegna di plastica da riciclo e con il duplice ritorno di salvaguardare l’ambiente e ottenere ricavi immediati, ha superato ogni rosea aspettativa. Nel corso degli anni, Amico dell’Ambiente ha coinvolto infatti tantissime scuole e associazioni su tutto il territorio nazionale e dato vita a una vera catena ecologica, un nuovo modo di vivere e pensare l’ambiente. Sono stati creati inoltre dei laboratori creativi, dove i bambini si divertono attraverso degli esperimenti educativi e imparano a riconoscere i rifiuti, il processo di riciclo dei materiali e l’importanza di rispettare l’ambiente.

I numeri del riciclo  

Dal 2010 a oggi, sono stati raccolti 1.237.190 kg di tappi: oltre a 595.820 kg di cassette di plastica. Per il materiale ricevuto Amico dell’Ambiente ha pagato 400.000 euro che sono stati donati ad associazioni, parrocchie e scuole. 252 sono state invece le classi coinvolte dal 2007, per un totale di 5.974 visitatori.

Festa di compleanno

I fautori di questa iniziativa, Claudio Capovilla, Presidente di Gruppo Icat e Giovanni Giantin, titolare di Imball Nord, hanno deciso di festeggiare questo importante anniversario in occasione della 4^ edizione di Tombelle Primavera, che si svolgerà domenica 9 aprile a partire dalle 8:00 a Tombelle di Vigonovo, proprio nella sede “Imball Nord”, dove si riciclano gli imballaggi. Durante la giornata, saranno premiate tre Associazioni che hanno creduto al progetto Amico dell’Ambiente e che hanno consegnato negli anni il maggior numero di tappi: l’Associazione Pubblica Assistenza Humanitas Soccorso Italia Onlus, l’Associazione Via di Natale e la Croce Verde di Vicenza.

Intrattenimento educativo per i più piccoli

Per l’occasione, i bambini potranno partecipare a dei laboratori didattici. Il Team Pleiadi coinvolgerà infatti i presenti in una serie di attività dove i più piccoli saranno i protagonisti di esperimenti educativi, sotto forma di gioco, con la finalità di insegnare loro a rispettare l’ambiente attraverso semplici gesti quotidiani e a riconoscere i rifiuti e i processi di smaltimento. I laboratori seguiranno i seguenti orari: 10:30/11:30 – 15:00/16:00 – 16:30/17:30.

www.amicodellambiente.it

 

]]>
Brunata presenta Futura Colore, la prima serie di cover colorate per ripartitori di calore Thu, 11 May 2017 12:25:51 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/432317.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/432317.html Brunata Brunata

Dalla linea discreta e compatta, i ripartitori Brunata Futura risolvono tutte le problematiche di misurazione e ripartizione dei costi di riscaldamento negli edifici a impianto centralizzato. Da oggi, i ripartitori più precisi, duraturi ed eleganti diventano anche personalizzabili con le nuove cover colorate della serie Futura Colore. Cinque le tinte attuali e raffinate: avorio, rosa chiaro, azzurro, verde chiaro, grigio seta.

*****

Milano, 11 maggio 2017. Brunata – società danese specializzata da 90 anni nelle soluzioni e nei servizi a tecnologia avanzata per misurare e contabilizzare consumi e costi del riscaldamento  e dell’acqua – introduce in Italia “Futura Colore”, la prima serie al mondo di cover colorate per i ripartitori dei costi del riscaldamento delle serie Brunata Futura Heat e Brunata Futura 100. I ripartitori elettronici più precisi, affidabili, eleganti e duraturi per la contabilizzazione dei consumi effettivi di ciascun radiatore dell’impianto di riscaldamento centralizzato da oggi diventano ancora più belli con l’aggiunta di un tocco di colore.

Se al giorno d'oggi le offerte in tutti gli ambiti stanno diventando sempre più “ad personam”, anche la casa si sta adeguando. Differenziazione e soggettivazione sembrano essere le parole d’ordine per il mercato italiano, dove la scelta di un oggetto è fortemente legata ai gusti di chi acquista”, dichiara Roberto Colombo, Direttore Generale, Brunata Italia. “In tal senso, Brunata è senza dubbio l’azienda più all'avanguardia offrendo al proprio cliente una novità assoluta nel mondo della contabilizzazione del calore, la possibilità cioè di personalizzare i ripartitori della propria abitazione, ora non più solo classicamente bianchi o grigi”.

L’innovativa proposta di Brunata si basa sulla qualità e piacevolezza del living ed è indirizzata a tutti coloro che amano regalare carattere al proprio abitare. Tra gli obiettivi del design contemporaneo c'è anche quello di riflettere la soggettività degli abitanti negli ambienti della casa: con Futura Colore questo aspetto inizia dai ripartitori, i quali contribuiscono a definire l'identità degli spazi rendendoli unici. Essenzialità, modernità ed eleganza sono i concetti che hanno guidato Brunata nella scelte delle 5 tinte di Futura Colore: avorio, grigio seta, rosa chiaro, azzurro, verde chiaro.

Le cover Futura Colore sono utilizzabili sulle serie Brunata Futura Heat e Brunata Futura 100, i ripartiti elettronici dei costi del calore più precisi sul mercato. Estremamente sensibili, rilevano infatti differenze di temperatura dell’ordine di un decimo di grado Kelvin (0,1K). Inoltre, grazie a una modalità di misura unica brevettata dall’azienda già negli anni ‘90, registrano gli scambi termici nell’arco delle 24 ore, anche quelli che avvengono durante il giorno quando il radiatore è spento e assorbe calore da altre fonti (sole, stufe, elettrodomestici) che in seguito riemetterà. I ripartitori Brunata Futura considerano tutte le variabili e contabilizzano solamente il consumo effettivamente dovuto all’impianto centralizzato di riscaldamento, permettendo un conteggio equo, chiaro e preciso.

Inoltre, diversamente da quanto accade con misuratori di altre marche, Brunata Futura Heat e Brunata Futura 100 sono alimentati da una batteria di lunga durata, della vita media di 10 anni, e sostituibile. Quando questa si esaurisce basta cambiarla, senza la necessità di gettare tutto il ripartitore. Brunata Futura Heat e Brunata Futura 100 possono infatti continuare a funzionare con una nuova batteria. Per i residenti tutto ciò si traduce in un’apprezzabile riduzione dei costi e un servizio di manutenzione meno invasivo.

 Molto discreto è poi il sistema di lettura dei consumi: Brunata Futura Heat e Brunata Futura 100 sono infatti dotati di un modulo radiotrasmettitore che rende possibile la raccolta dei dati da remto, senza che l'addetto alla lettura debba entrare negli alloggi, evitando ogni disturbo ai residenti.

 Non solo Brunata produce i ripartitori più precisi, offre anche servizi avanzati conformi alle leggi vigenti e alle normative tecniche locali: installazione, telelettura dei consumi, contabilizzazione, monitoraggio, assistenza e manutenzione negli anni.

 “La completezza e la qualità dell’offerta dei prodotti e dei servizi Brunata è tale da risultare la miglior soluzione oggi disponibile sul mercato per tutta la filiera del settore, installatori e manutentori, amministratori di condomini e utenti finali”, conclude Colombo.

 Con Futura Colore, ancora una volta Brunata dimostra di essere il leader tecnologico nei sistemi di misurazione e ripartizione dei consumi energetici e il partner più affidabile e attento ai desideri e aspettative dei suoi clienti.

 Le cover Futura Colore sono da oggi disponibili per il mercato italiano e acquistabili da parte del cliente finale direttamente dall’installatore specializzato che provvederà alla rimozione della cover di serie fornita coi ripartitori Brunata Futura Heat e Brunata Futura 100 e al corretto posizionamento della cover Futura Colore.

 Per maggiori informazioni sulla serie Futura Colore, www.brunata.it, https://www.facebook.com/BrunataItalia/ oppure +39 02 45381740.

 


 

 

 

 

 

 

]]>
Importanza della sostenibilità e rifiuto dello spreco: Frantoio Bonamini si distingue Wed, 10 May 2017 12:12:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/432099.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/432099.html Terzomillennium Terzomillennium Verona, Maggio 2017 - Etica, tracciabilità e qualità: sono queste le parole chiave sulle quali Frantoio Bonamini, portavoce dell’olio extravergine d’oliva nel mondo, basa la propria filosofia aziendale e produttiva. L’azienda veronese, infatti, ha messo a punto l’estrazione a due fasi che non necessita di acqua in aggiunta. Ma non solo... L’attenzione all’ambiente e la rinnovabilità delle risorse si rivela anche nel processo di separazione tra polpa e nocciolo in cui la polpa è data per la biomassa, mentre il nocciolo viene usato per riscaldamento. Un riutilizzo controllato degli scarti di lavorazione, quindi, per una filiera 4.0 all’insegna della sostenibilità e della genuinità dei prodotti.

Ci impegniamo in un monitoraggio attento dell’intero ciclo produttivo per ridurre complessivamente l’impatto ambientale ed abbattere i consumi” ha affermato Sabrina Bonamini, titolare di Frantoio Bonamini. “Preservare la biodiversità territoriale dell’olio extravergine italiano attraverso la modernizzazione della produzione è il metodo vincente che può garantire una crescita solida. Nuove opportunità di business nascono anche da un innovativo trattamento dei reflui in un’ottica di sostenibilità ambientale”.

L’alta qualità dell’attività produttiva olivicola-olearia italiana non teme rivali: obiettivo di Frantoio Bonamini è quello di restituire il giusto valore all’olio extravergine d’oliva, eccellenza Made in Italy a livello internazionale.

 

Frantoio Bonamini s.r.l.

Loc. S. Giustina, 9A

Illasi (VR)

info@oliobonamini.com

T. 045 6520558

www.oliobonamini.com

Terzomillennium press office

Barbara Bruno

barbara@terzomillennium.net

T. 045 6050601

www.terzomillennium.net

]]>
Raccolta rifiuti: Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. premia a Frosinone le scuole più sostenibili Fri, 05 May 2017 15:28:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/431494.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/431494.html articolinews articolinews Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l., società operativa nel settore dei servizi ambientali, ha premiato quattro scuole di Frosinone che si sono distinte nell'ambito del concorso "Carta Conta R-Factor", grazie alla collaborazione con le autorità comunali.

Impresa Sangalli - Servizi ambientali

Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. consegna contributo a scuole vincitrici del concorso "Carta Conta R-Factor"

Consegnati i premi ai vincitori del concorso Carta Conta R-Factor, da parte di Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l con il contributo del Comune di Frosinone. Quattro scuole, che si sono distinte nella raccolta dei rifiuti, hanno ricevuto un assegno con il quale gli istituti scolastici, medie e elementari, potranno acquistare materiale didattico. Le scuole più meritevoli sono state premiate in seguito a un'attenta valutazione della quantità totale di rifiuti prodotti, sulla qualità della raccolta e la creatività con cui hanno aderito al progetto. La cerimonia di premiazione si è svolta nella villa comunale, alla presenza sia delle autorità locali, tra cui il primo cittadino Nicola Ottaviani, sia dei membri di Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l., azienda attiva proprio nel settore della pulizia cittadina e della cura ambientale. Nell'occasione, il sindaco di Frosinone ha voluto sottolineare la necessità del rispetto per la natura, attraverso cui passa la salute e la qualità della vita di tutti. Un concetto che Ottaviani ha spiegato ai ragazzi attraverso una simpatica metafora. Proprio a loro in effetti era indirizzato il concorso, come sottolineato dall'assessore all'istruzione Ombretta Ceccarelli, per la quale l'insegnamento sull'ecologia deve partire sin dagli istituti primari.

Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l.: servizi e attività di pulizia ambientale

Originaria di Monza, Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. opera con successo da oltre cinque decenni nel comparto dei servizi ambientali. L'alta preparazione dei suoi addetti e la copertura a 360 gradi delle necessità ecologiche dei territori in cui è attiva sono infatti valsi alla società la posizione di leader nel settore. Dalla Lombardia, Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. ha esteso le proprie operazioni in altre quattro regioni italiane, da nord a sud: Lazio, Friuli Venezia Giulia, Puglia e Marche. Grazie al dispiegamento di oltre 800 mezzi e circa 1.000 addetti, l'azienda può offrire i propri servigi a più di un milione di cittadini italiani in materia di raccolta e smaltimento rifiuti, bonifiche, sia industriali sia civili, e risanamenti ambientali mediante bonifiche. La professionalità, la costante innovazione adottata da Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. nell'ammodernamento delle proprie strumentazioni e il rispetto per le norme ambientali più stringenti, hanno permesso alla società di conseguire nel corso degli anni importanti certificazioni di qualità.

]]>
MISTERBIANCO: CON L’ ECO-POINT GARBY INAUGURIAMO L A NUOVA ERA ECOLOGICA. Fri, 05 May 2017 09:43:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/431418.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/431418.html Solid Solid
L’ecosostenibilità si fa strada a Misterbianco. Presso la CRAI di Monte Palma in via Milano, 64 verrà installato il nuovo “Eco-Point Garby": riciclare diventerà economicamente vantaggioso.
MISTERBIANCO (CT), quella di venerdì 5 maggio 2017 sarà una giornata molto importante per l’ambiente.
In via Milano 64, presso il supermercato CRAI di Monte Palma, verrà inaugurato un eco-point "Garby", ovvero un eco-compattatore di bottiglie in plastica e lattine in alluminio che, mediante l’operazione del riciclo, consente di ottenere sconti, vantaggi e premi.
Il funzionamento dell’”Eco-point Garby" è molto semplice: il cittadino inserisce le bottiglie e lattine negli appositi scomparti , il macchinario ne riduce il volume schiacciandole e, a fine operazione, basta premere un pulsante affinché si possa ritirare lo scontrino che converte il materiale conferito in Ecopunti da spendere presso il punto CRAI convenzionato.
L’inaugurazione avrà luogo alle ore 10.30, alla presenza del sindaco Dott. Antonino Di Guardo
e sarà promosso dal Sig. Silvestro Zitelli, concessionario “Garby" di zona che dichiara: “Grazie a Garby, la mia ricerca di nuove opportunità lavorative ha trovato la giusta risposta all’interno di un progetto dalle molteplici ricadute positive non solo per l’ambiente, ma anche per il cittadino che, grazie alle premialità previste dal progetto, verrà ulteriormente incentivato nell’opera di riciclo”.
Per ogni bottiglia o lattina smaltita sarà infatti erogato 1 punto, corrispondente a 4 centesimi
di euro. Con l’accumulo di 25 punti sarà garantito 1 euro di sconto da poter spendere presso il supermercato a fronte di una spesa minima di 25 euro. Il cliente potrà decidere se usufruire immediatamente dello sconto oppure se proseguire con l’accumulo dei punti per altre promo. infatti, per i più virtuosi ,sarà inoltre attiva la promo E.Team Vacanze che, al raggiungimento di 2000 “Eco-punti”+ un contributo di 25 euro, darà diritto alla consegna di una card per un soggiorno gratuito in alcuni periodi e con eccellenti sconti in altri, in molti residence ed hotel d’Italia.
L’iniziativa si aggiunge alle altre intraprese dal comune di Misterbianco, già virtuoso in tema di raccolta differenziata.
A tal proposito il Dott. Antonino Di Guardo, sindaco della città, aggiunge: “è un evento importante questo, perché testimonia l’inizio di un cambiamento culturale ancora tutto da sviluppare e promuovere, ovvero quello di un utilizzo più consapevole dei rifiuti riciclabili, lungo il loro intero ciclo di vita. È un modo per incoraggiare ulteriormente i cittadini facendo capire loro che il rifiuto riciclabile possiede un valore importante fino al suo termine di utilizzo. Sicuramente i buoni sconto e i premi incentiveranno maggiormente la raccolta differenziata. È un’iniziativa che salutiamo con viva soddisfazione affinché
possa dare maggiore impulso alla cultura della raccolta differenziata in tutta la cittadinanza”.
]]>
Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l., competenza al servizio dell’ambiente da oltre 50 anni Thu, 04 May 2017 18:36:01 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/431354.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/431354.html articolinews articolinews Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. si occupa da oltre un cinquantennio di servizi ambientali, sia civili che industriali, attraverso la gestione dell'intero ciclo di smaltimento di rifiuti e la realizzazione di bonifiche e spurghi, nel rispetto della legge e dell'ambiente.

Impresa Sangalli - Servizi Ambientali


Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l., al servizio della pulizia ambientale da oltre 50 anni

Ha inizio a Monza, più di 50 anni fa, l'esperienza e la storia di Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. nel campo dei servizi di igiene ambientale. Da una piccola realtà, l'azienda monzese ha esteso nel corso del tempo la propria consulenza e le proprie prestazioni a cinque regioni d'Italia: forte di oltre ottocento mezzi e mille dipendenti, la società leader nel campo dei servizi d'igiene urbana è oggi presente sia nella sua regione d'origine, la Lombardia, sia in Friuli Venezia Giulia che nelle Marche, in Puglia e Lazio, riuscendo così a coprire le esigenze di oltre un milione di cittadini italiani. Grazie ai costanti investimenti nella formazione del personale e nell'impiego delle nuove tecnologie, l'azienda può puntare a soddisfare, in maniera personalizzata e qualificata, le richieste di enti privati e pubblici, rispettando nel contempo le normative ambientali e gli standard qualitativi più elevati. Caratteristiche certificate dai diversi riconoscimenti che Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. ha ricevuto a garanzia della propria professionalità ed esperienza.

I servizi offerti da Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l.

I servizi di Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. spaziano a 360° nel settore dei servizi ambientali. L'azienda originaria di Monza, forte di uno staff altamente qualificato e professionale, è in grado di rispondere alle più svariate esigenze di enti privati e pubblici. Tra i servizi offerti vi è sia la pulizia delle strade, sia il completo ciclo di gestione dello smaltimento dei rifiuti, anche di quelli pericolosi, a partire dalla loro raccolta, inclusa quella differenziata, sino allo smaltimento finale nelle piattaforme comunali. Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. è attiva nel risanamento degli ambienti, occupandosi dell'attività diagnostica e delle operazioni dirette di bonifica di terreni inquinati, aree industriali dismesse, depositi non conformi e corsi d'acqua, sempre mediante la collaborazione con gli enti pubblici locali. Infine, l'impresa opera interventi di spurgo, sia civili che industriali, attraverso l'utilizzo di mezzi speciali come autobotti a depressione e l'ausilio di apparecchiature avanzate per l'ispezione delle condotte e delle reti fognarie.

]]>
MISTERBIANCO: CON L’ ECO-POINT GARBY INAUGURIAMO L A NUOVA ERA ECOLOGICA. Thu, 04 May 2017 11:13:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/431261.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/431261.html Solid Solid In allegato il comunicato stampa da postare. 
FA ]]>