Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ecologia Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ecologia Sat, 17 Feb 2018 22:07:19 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/1 incontro pubblico con la consigliera monica pecori regione toscana Wed, 14 Feb 2018 10:30:18 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/469681.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/469681.html carlo leoni carlo leoni INCONTRO PUBBLICO        a     PIANCASTAGNAIO (SI)

 

Sabato 17 febbraio ore 16:00 ÷ 19:00

 

Albergo ristorante Il Ragno d'Oro

Via Antonio Gramsci, 811 

Sarà presente la Consigliera Regionale

 Monica Pecori  del gruppo misto

Argomenti trattati:

·         Natura e dimensioni del progetto geotermico Poggio Montone; paesi interessati sono Piancastagnaio (SI) e Santa Fiora (GR);

·         Interrogazione alla Regione Toscana presentata dalla consigliera

 Monica Pecori (Gruppo misto) riguardo il progetto Poggio Montone;

·         La Regione Toscana "dimentica" le osservazioni dei Comitati;

·         Aree non idonee alla geotermia nella regione;

·         Analisi in vetta a cui sono stati sottoposti i cittadini amiatini: riscontro dei valori e verifica di eventuali problemi respiratorî.

Relatori:

·        Consigliera Regionale:  Monica Pecori

·        Carlo Leoni: comitato salute e ambiente, salviamo la toscana dalla geotermia per la salute dei cittadini

·        Maurizio Marchi: Medicina democratica in collegamento skipe

·        Tecnici Ambientalisti

La cittadinanza è invitata a partecipare!

Invitiamo i cittadini, i comitati, le associazioni, le aziende, le attività commerciali, chiunque ama e vuol difendere questo territorio, le sue bellezze, il paesaggio, la salute, i prodotti DOC e DOP a collaborare e ad aderire alle iniziative che stiamo intraprendendo sui territori. È necessario organizzare e coordinare meglio le varie iniziative per essere più efficaci nelle azioni da intraprendere, superando la scarsa informazione su questi problemi e argomenti email carloleoni16@gmail.com

Comitato salute e ambiente

Salviamo la toscana dalla geotermia per la salute dei cittadini

Blog: https://carloleoni16.blogspot.it/

Canale youtube: https://www.youtube.com/channel/UCmwZuztG7Zpo6FnUcOnF5iQ

Twitter: @CarloLeoni16                                                         

]]>
Luigi Ferraris alla presentazione di Future Project Leaders e International Training Program Tue, 13 Feb 2018 12:15:32 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/469550.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/469550.html pressreleaself pressreleaself In occasione della presentazione delle iniziative Future Project Leaders e International Training Program, l'AD di Terna Luigi Ferraris è intervenuto per evidenziare le finalità dei due progetti e per sottolineare l'attenzione della società verso la formazione dei giovani talenti.

Luigi Ferraris, CEO Terna

Luigi Ferraris alla presentazione delle iniziative di Terna e Luiss

Valorizzare la crescita dei talenti ad alto potenziale attraverso il reclutamento e lo sviluppo del capitale umano: questo l'obiettivo principale delle iniziative Future Project Leaders e International Training Program, sostenute in collaborazione da Terna e dall'Università Luiss. Sono intervenuti alla presentazione della partnership Luigi Ferraris, AD della società leader nel comparto energetico, Paola Severino, rettore dell'Ateneo, Giovanni Lo Storto, Direttore Generale della Luiss, e Andrea Prencipe, prorettore vicario della Luiss. Una collaborazione che "nasce dalla consapevolezza che investire sulla formazione rappresenti un tassello fondamentale nel percorso di generazione di valore per l'intero sistema Paese", come sottolineato dallo stesso Luigi Ferraris . Le iniziative sono state avviate con l'obiettivo di formare future professionalità di eccellenza nel settore dell'energia. Quello delle risorse umane è infatti un aspetto verso cui Terna presta da sempre la massima attenzione, già in partnership con l'Università Luiss. Attraverso programmi didattici all'avanguardia, i giovani professionisti del futuro avranno la possibilità di esprimere la loro creatività con un'attenzione molto forte al tema della sostenibilità.

Terna e Luiss: finalità e caratteristiche delle iniziative

Sono due le iniziative nate dalla collaborazione tra Terna e l'Università Luiss. Il Future Project Leaders promosso dalla società guidata dall'AD Luigi Ferraris si rivolge a giovani talenti che già operano in ambito aziendale e ha l'obiettivo di individuarne i più brillanti, indirizzandoli verso specifici programmi di formazione. Attraverso la Business School della Luiss, i futuri Project CEO seguiranno un percorso manageriale competitivo che li porterà anche a conseguire, grazie a Terna, le certificazioni riconosciute a livello mondiale. La seconda iniziativa, l'International Training Program, è destinata invece a studenti di Ingegneria e/o Economia che frequentano università internazionali. Ogni anno alcuni fra i migliori studenti dei Paesi extra-europei, in particolare del Sud America, verranno selezionati per partecipare a un programma di alto livello teso al rafforzamento delle potenzialità di leadership e all'acquisizione di nuove competenze fondamentali per il mercato energetico. Anche in questo caso, il supporto formativo sarà fornito dall'Università Luiss e, a seguito del completamento della prima fase di apprendimento, i neolaureati avranno l'opportunità di portare la loro esperienza all'interno dell'azienda.

]]>
Sostenibilità: Arjowiggins Graphic è Gold secondo EcoVadis Fri, 02 Feb 2018 09:10:37 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/468248.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/468248.html Diesis Group Diesis Group Grazie al proprio impegno per la sostenibilità, il produttore europeo di carta e cartoni di alta qualità riciclati ha ricevuto il rating Gold nella survey di EcoVadis per la Corporate social responsability, e si colloca tra l'1% di aziende più avanzate a questo livello.
L'organizzazione internazionale ha sviluppato una piattaforma che consente alle aziende di valutare le prestazioni ambientali e sociali dei propri fornitori su base globale prendendo in considerazione quattro criteri: impegno ambientale, condizioni di lavoro, acquisti sostenibili e pratiche commerciali corrette. La metodologia e i criteri utilizzati sono in linea con gli standard internazionali di Responsabilità sociale d’impresa tra cui Global Reporting Initiative (GRI), UN Global Compact e ISO 26000.


Agnès Roger, managing director di Arjowiggins Graphic, ha dichiarato: "Questo è un altro eccezionale riconoscimento internazionale per il nostro impegno continuo verso la sostenibilità. Siamo convinti che questo valore debba andare oltre la conformità alle normative e per questo continuiamo a ridurre il consumo di energia e acqua, migliorare il benessere dei lavoratori attraverso la sicurezza e la formazione e facilitare l'accesso delle donne a tutti gli ambiti di lavoro, particolarmente nelle fabbriche. Siamo anche impegnati nello sviluppo del riciclo della carta che può creare posti di lavoro a livello locale per la raccolta e selezione delle carte da riciclare.” 


Il riconoscimento Gold testimonia la capacità di Arjowiggins Graphic di crescere come realtà ecosostenibile a tutto tondo. L’azienda continuerà anche in futuro a perseguire questo obiettivo per soddisfare le aspettative degli stakeholders attraverso un costante sviluppo del business unito al valore aggiunto della sostenibilità.


"La valutazione Gold di EcoVadis rafforzerà ulteriormente la convinzione dei nostri partner e clienti sul nostro impegno a lungo termine nella valorizzazione della sostenibilità. È anche un riconoscimento per il duro lavoro, la dedizione e l'impegno dei nostri colleghi", ha dichiarato Gilles Lhermitte, sustainable director di Arjowiggins Graphic.


EcoVadis è diventato un partner di fiducia per i servizi acquisti di oltre centocinquanta multinazionali leader a livello mondiale tra cui Verizon, Nestlé, Johnson & Johnson, Heineken, Coca-Cola Enterprises, Nokia, L'Oréal, Bayer, Alcatel-Lucent, ING Bank, Air France- KLM, Centrica / British Gas, BASF e Merck.
]]>
Mutui per bioedilizia: sono appena lo 0,47% delle richieste Tue, 09 Jan 2018 11:58:55 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/465279.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/465279.html Facile.it Facile.it

Nonostante il settore delle case in legno sia in espansione - secondo dati ufficiali nel 2015 rappresentavano il 7% del totale costruito nell’anno* -  il mercato dei mutui green, ovvero i prodotti finanziari destinati all’acquisto o ristrutturazione di immobili in legno, stenta a decollare. Il dato emerge dall’analisi realizzata da Facile.it e Mutui.it che, monitorando oltre 15.000 richieste di mutuo raccolte attraverso i due siti dal 1 gennaio al 31 dicembre 2017, hanno evidenziato come appena lo 0,47% delle richieste riguardava un mutuo bioedilizia.

 «Fino a qualche anno fa era di fatto impossibile comprare una casa in bioedilizia attraverso un mutuo», spiega Ivano Cresto, responsabile BU mutui di Facile.it. «Oggi, invece, le banche non solo sono disposte a erogare finanziamenti per questa tipologia di immobili, ma lo fanno attraverso prodotti del tutto equiparabili - in termini di condizioni - ai mutui tradizionali per l’acquisto di una prima casa. Quindi, pur trattandosi ancora di un mercato di nicchia, la strada percorsa è stata molta, e ancor più grandi sono i margini di crescita del settore».

Fra chi ha presentato richiesta di mutuo per bioedilizia attraverso i due portali, l’importo che si cerca di ottenere è mediamente pari a poco meno di 178.500 euro, equivalenti al 60% del valore dell’immobile. Nell’ 80% dei casi si sceglie il tasso fisso ed il piano di restituzione è previsto in 23 anni. L'età media del richiedente, infine, è pari a 40 anni.

Esaminando più da vicino le richieste raccolte da Facile.it e Mutui.it emergono alcune interessanti differenze a livello territoriale; la regione da cui provengono il maggior numero di richieste di mutui bioedilizia è il Veneto, che ha generato il 26% delle domande. Seguono in classifica la Lombardia e il Piemonte, entrambe con il 13% delle richieste.

I mutui bioedilizia sono prodotti finanziari che possono essere richiesti solo per l’acquisto, la ristrutturazione o costruzione di immobili in legno con specifici requisiti. La maggior parte degli istituti di credito richiede che l’edificio sia ancorato al terreno tramite fondamenta, abbia una classe energetica pari o superiore a B, una resistenza al fuoco almeno R30 e sia stato costruito per durare 50 anni o più.

Il mercato della produzione di case in legno

Nel 2015 il mercato italiano della produzione di case in legno è cresciuto di quasi il 10%, sfiorando i 700 milioni di euro*. Un valore che fa guadagnare all’Italia il quarto posto in Europa; alle spalle di Germania (1,8 miliardi di euro), Regno Unito (1,5 miliardi di euro) e Svezia (1,3 miliardi di euro). (Fonte: elaborazione Centro studi Fla su dati Eurostat).

* Fonte: Federlegno Arredo Eventi per conto di Assolegno – luglio 2017

 

]]>
GLOBAL POWER spa Convenzione AMPI CNA Venezia Mon, 01 Jan 2018 19:18:27 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/464419.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/464419.html DailyFocus DailyFocus Global Power S.p.A. intende estendere la propria attività di vendita di gas naturale ed energia elettrica e a questo scopo ricerca partner disponibili ad instaurare rapporti di collaborazione che, nell’interesse reciproco, favoriscano il raggiungimento del suddetto obiettivo.

convenzione-global-power-spa-ampi-cna-venezia

Global Power S.p.A. considera CNA, proprio per l’attività che esse svolgono, partner ideali con i quali avviare collaborazioni anche per il tramite delle strutture territoriali collegate CNA quali AMPI Associazione delle Micro, Piccole e Medie Imprese della produzione e dei Servizi.

Proposta

AMPI Associazione delle Micro, Piccole e Medie Imprese della produzione e dei Servizi Piazza Repubblica, 29A – 30014 Cavarzere (VE) aderente a CNA Venezia, attraverso gli imprenditori associati che aderiranno al presente Accordo, incarica Global Power S.p.A. alla gestione dei contratti di fornitura sia di energia elettrica che gas.
Global Power S.p.A. garantirà ai clienti la fornitura di gas ed energia elettrica alle seguenti condizioni:

GAS NATURALE

• Prezzo del mercato tutelato con la garanzia quindi dell’applicazione delle condizioni determinate dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas con riconoscimento di uno sconto di 1 eurocent/smc.

ENERGIA ELETTRICA

• Prezzo del mercato tutelato con la garanzia quindi delle condizioni determinate dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas con riconoscimento di uno sconto del 10% sulla componente PE determinata dall’Autorità relativa alla fascia F23;
• Energia verde senza sovraprezzo. Global Power S.p.A. abbina ad ogni contratto domestico una certificazione di garanzia di origine da fonti rinnovabili (CO-FER o altro certificato come da Delibera ARG/elt 104/11). Questi Certificati rappresentano una concreta forma d’incentivazione alla diffusione di nuove capacità di generazione da fonti rinnovabili. Le fonti alternative sono inesauribili, non emettono gas serra, non producono inquinamento;

INOLTRE

• Un’area riservata con archivio elettronico dei documenti contabili emessi
• Assistenza continua attraverso i referenti aziendali e commerciali di Global Power S.p.A.

 

FONTE: Associazione AMPI

]]>
Clear Skin Max Reviews - Acne Treatment that works Discovery Fri, 29 Dec 2017 08:25:38 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/464130.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/464130.html Angel D Barton Angel D Barton Whenever you have prepared a night out or breakout you are going to have a remedy to breakouts. You feel particularly distressed and you also need to be away from your acne, for this very purpose Clear Skin Max provides a totally special and genuine Crisis Zits Remedy cream 

It can be clinically confirmed to cure acne breakouts,lower the dimensions of acne breakout, treatment suffering & redness. Just apply Crisis Zits Cream on the affected area 2-3 times a day with acne breakouts forever. breakouts,lower the dimensions of acne breakout, treatment suffering & redness. Just apply Crisis Zits Cream on the affected area 2-3 times a day with acne breakouts forever.

Tacrolimus ointment

Unexpected emergency Zits breakouts Treatment can you plan your dates without worrying about acne breakouts. This cream contains all herbal ingredients like Olive Oil extract, Vitamin B3, Allantoin and Vitamin and I know it does not work All these ingredients are exceptionally beneficial for treating pores and pores and skin problems. They're 100 percent safe for application on the epidermis. It not only cures but also helps in stopping foreseeable future zits formation.

These skin care creams and skin care creams that are chemical based, these treatments are pimples but they lessen the natural moisture of the pores and pores and skin as these chemicals are quite harsh, this softening and glow of the epidermis. It ultimately makes the epidermis rough and dry, this can even result in premature wrinkles. It will be applied to the epidermis in an effort to lower this roughness and dryness. It is 100 percent organic and natural which improves your epidermis texture and blood circulation.

This is a wonder product that should include in their daily pores and skin care regimen. It works on eliminating the root cause of zits and pimples and treats them fully. It also scars (temporary scars or permanent scars). Clear Skin MAX as it does not contain any harsh chemicals and is actually a guarantee for complete zits solution method.

Remember that this is just part of the whole package that you get from course there is more. Check out the link below if you can learn more about what this can do for you.

]]>
stop geotermia Fri, 22 Dec 2017 10:22:35 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/463478.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/463478.html carlo leoni carlo leoni INCONTRO PUBBLICO STOP GEOTERMIA È ORA CHE I CITTADINI AMIATINI DICONO NO ALLE TRIVELLAZIONI GEOTERMICHE sono invitati i cittadini, i sindaci e i consiglieri comunali

 Stato di salute dei cittadini amiatini

 Aree non idonee alla geotermia Regione Toscana

 Aggiornamenti sull’iter della diffida fatta ai Comuni amiatini

 Nuovi progetti geotermici sull’Amiata

 Informativa e trasparenza sulle proposte geotermiche al territorio

 Geotermia bassa e media entalpia negli enti pubblici

Incontro Venerdi 29 Dicembre Bar Blue Moon – Via Incrociata, 84 dalle 17.00 alle 19.00 Saragiolo fraz. di Piancastagnaio(Si)

RELATORI: Tecnici Ambientalisti

RELATORE: Carlo Leoni Coordinatore di vari Comitati Comitato Salute e Ambiente Salviamo la Toscana dalla Geotermia per la Salute dei Cittadini

Email carloleoni16@gmail.com

PAG. FB COMITATO SALUTE E AMBIENTE

PAG. FB SALVIAMO LA TOSCANA DALLA GEOTERMIA PER LA SALUTE DEI CITTADINI PAG. FB: GEOTERMIA VITERBO E PROVINCIA PAG. FB: SALVIAMO LE ACQUE DEL LAZIO DALLE TRIVELLE

SIAMO ANCHE SU TWITTER @CarloLeoni16

SIAMO SU YOUTUBE https://www.youtube.com/channel/UCmwZuztG7Zpo6FnUcOnF5iQ

SU SKIPE: CARLOLEONI16

]]>
Raccolta riciclo accumulatori: Cobat, 30 anni di eccellenza Thu, 21 Dec 2017 15:46:45 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/463393.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/463393.html RinnovabiliIT RinnovabiliIT Nel 2017 Cobat, il Consorzio Nazionale Raccolta e Riciclo, ha compiuto 30 anni: un anniversario festeggiato all’insegna dei buoni risultati passati e della corsa al futuro

Cobat, 30 anni di eccellenza nel riciclo dei prodotti tecnologici

Trent’anni di attività capillare nella raccolta e riciclo dei prodotti tecnologici. Trent’anni di risultati concreti e ricerche continue che hanno portato l’Italia in prima fila in uno dei più ostici settori dell’economia circolare. Sono quelli compiuti in questo 2017 da Cobat, il Consorzio Nazionale Raccolta e Riciclo è più di una semplice ricorrenza e i numeri del Rapporto annuale presentato stamane a Roma lo dimostrano. Unico consorzio multifiliera operante in Italia nella seconda vita dei rifiuti pericolosi e non, Cobat ha lasciato che i dati 2016 parlassero per sé. Un anno, quello passato, in cui sono stati raccolti, e quindi trattati e trasformati in nuove risorse, ben 140 milioni di rifiuti hi-tech, tra pile, accumulatori, pannelli fotovoltaici e RAEE in genere. Nel dettaglio, il sistema Cobat, recupera e tratta oggi il 51% dell’immesso al consumo di accumulatori industriali e per veicoli e il 27% in quello delle pile e degli accumulatori portatili. Concentrando la lente solo sulle batterie al piombo, questo significa quasi 120 milioni di kg evitati alla discarica. La gestione dei RAEE, in cui rientrano anche i moduli fotovoltaici a fine vita, ha superato nel 2016 i 17 milioni di kg raccolti.

Il tutto attraverso una rete capillare di aziende che percorrono l’intero territorio italiano e che contano oggi di 70 Punti Cobat (le sezioni operative del Consorzio) e ben 26 impianti di trattamento e riciclo specializzati nel recupero di materia, gestisce l’intera filiera del rifiuto. “Il valore e la solidità del nostro modello di economia circolare” spiega Giancarlo Morandi, presidente di Cobat “sono stati riconosciuti anche dal Parlamento Europeo, dove siamo già stati invitati a raccontare la nostra storia”.
Ma la forza del sistema sta anche la capacità di guardare al futuro e anticiparne i bisogni di un mercato, quello dell’economia circolare, giovane e in continua evoluzione. “Nel futuro punteremo a una stabilizzazione di segmenti già maturi, come quello delle pile e degli accumulatori, e a un potenziamento delle filiere avviate recentemente, quella dei RAEE e degli PFU, le cui prospettive di crescita sono ampie”, commenta Michele Zilla, Direttore Generale di Cobat.

COBAT riciclo RAEE

Una delle prime mosse attuate dal Consorzio è stata quella di lavorato assieme all’ICCOM, l’Istituto di chimica dei composti organometallici del Cnr, sul recupero delle batterie al litio. L’obiettivo era trovare una tecnologia affidabile e ambientalmente sostenibile per trattare questo tipo di rifiuti. Le batterie al litio sono infatti ormai dovunque, dalle auto elettriche agli smartphone ma le loro caratteristiche tecniche le rendono oggi difficilmente riciclabili in sicurezza, economia e rispetto dell’ecosistema. Lo studio si è appena concluso fornendo risultati particolarmente incoraggianti, tanto da condurre Cobat alla decisione di affidare un altro studio al CNR-ITIA di Milano, sotto il coordinamento del Politecnico di Milano, per la progettazione di un impianto di macinazione da cui ottenere la componente attiva degli accumulatori (“black mass”) oggetto del trattamento idro-metallurgico definito da CNR-ICCOM. Dal 2018 pertanto, il Cobat sarà in possesso di un progetto completo per la realizzazione di un impianto pilota nel quale sperimentare tecnologie di ultima generazione per il trattamento e il recupero di queste batterie.

 

FonteCobat

]]>
GEOTERMIA A BASSA E MEDIA ENTALPIA: RISCHI E CONSEGUENZE Mon, 18 Dec 2017 20:47:46 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/463031.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/463031.html carlo leoni carlo leoni Oggi 18 dicembre ad Arcidosso si è svolto l’incontro dei rappresentanti degli Enti Pubblici nella sede dell’Unione dei Comuni Montani Grossetani.

 https://drive.google.com/file/d/1VsSvoWy0sZSHeHGftgfOjFlWN_Ov502H/view?usp=sharing

L’incontro è stato dedicato alla presentazione del nuovo bando regionale per il sostegno alla realizzazione di progetti di “efficientamento energetico degli immobili pubblici” (POR FESR 2014-2020 – bando pubblicato su BURT n. 30, supplemento 105, parte III – 26 luglio 2017).

La Regione Toscana con Decreto Dirigenziale n. 10360 del 14 luglio 2017, ha approvato il bando Por Fesr 2014-2020 - Progetti di efficientamento energetico degli immobili pubblici (allegato 1 del decreto).

L’obiettivo è la realizzazione dell’efficienza energetica per gli immobili pubblici. Vi sono varie opportunità di finanziamento e soluzioni tecniche disponibili per gli Enti Pubblici che rappresentano i potenziali beneficiari, che devono essere localizzati all’interno del territorio regionale.

Possono presentare domanda solo i seguenti soggetti pubblici: Enti Locali quali Comuni, Province, Città Metropolitane, Unioni di Comuni; Aziende Sanitarie Locali e Aziende Ospedaliere.

Come Comitati siamo molto preoccupati, perché nell’elenco delle varie possibilità di produrre energia, salta di nuovo fuori la geotermia a bassa e media entapia. Nell’allegato 1 al punto 3.1 leggiamo: "Tipologie di interventi ammissibili alla lettera B: al punto 2b) impianti geotermici a bassa e media entalpia". Siamo già impegnati a opporci agl'impianti geotermici "Flash" e agl'impianti a circuito chiuso sul Monte Amiata.

Come ambientalisti avevamo già informato i cittadini di quest'eventualità, e dei rischi che derivano dalla geotermia, nell'incontro pubblico tenuto a Grosseto il 3 ottobre 2017 – sul nostro blog è anche possibile vedere il video della diretta dell'incontro.

.Come Comitati ribadiamo che siamo fermamente contrari alla geotermia, sia essa a bassa, media o alta entalpia, peggio che mai qualora in abbinamento con impianti di Biomasse, Biogas e Pirogassificatori. Abbiamo tenuti diversi incontri pubblici, per spiegare i rischi legati alla geotermia. qui troverete le informazioni della diffida che abbiamo presentata ai Comuni.

Invitiamo i cittadini, i comitati, le associazioni, le aziende, le attività commerciali, chiunque ama e vuol difendere questo territorio, le sue bellezze, il paesaggio, la salute, i prodotti locali di pregio, a collaborare e ad aderire alle iniziative che stiamo portando avanti sul territorio. È necessario organizzare e coordinare meglio le varie iniziative, per essere più efficaci nelle azioni da intraprendere, superando la scarsa informazione riguardo questi problemi e argomenti, consentendo così ai cittadini di conoscere gli strumenti disponibili.

Tutela della Salute, Tutela Ambientale e della Trasparenza

Per partecipare ai Gruppi e Tavoli di Lavoro contattateci: carloleoni16@gmail.com

 

Collegamento al video della contestazione: https://drive.google.com/file/d/14B8w-MiMqL3oky7-0RrBZQSQ5LG7kY63/view?usp=sharing

 

info Pressioni per non far pubblicare un articolo e tentativi di screditare l’operato degli scienziati. https://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/18/sisma-e-trivelle-il-giornalista-di-science-pressioni-per-non-pubblicare-il-rapporto/955605/

 

 

Comitato Salute e Ambiente – pagina Facebook;

Salviamo la toscana dalla geotermia per la salute dei cittadini – pagina Facebook;

No trivelle, geotermia sostenibile – gruppo Facebook;

Canale Youtube;

Contatto Twitter;

Contatto Skype @carloleoni16

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Collegamento al video della contestazione: 

https://drive.google.com/file/d/14B8w-MiMqL3oky7-0RrBZQSQ5LG7kY63/view?usp=sharing 


]]>
VIA ALLA PARTNERSHIP SCIENTIFICA TRA FIRE, FEDERAZIONE ITALIANA PER L'USO RAZIONALE DELL'ENERGIA, E GEOSMARTCAMPUS, LA FARM DELLE SMART SOCIETY Thu, 14 Dec 2017 11:43:48 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462604.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462604.html GEOsmartcampus GEOsmartcampus FIRE Federazione italiana per l'uso razionale dell'energia e il GEOsmartcampus insieme per sostenere lo sviluppo di soluzioni innovative basate sull’uso esteso di buone pratiche per l’efficienza energetica, l’impiego di fonti rinnovabili e la sostenibilità.

La partnership scientifica rappresenta per FIRE l’opportunità di contribuire nello sviluppo e nella promozione delle attività strategiche del GEOsmartcampus e del suo programma di accelerazione a sostegno dei progetti innovativi sostenibili di PMI, micro imprese e startup, mettendo a disposizione esperienza e competenze nelle diverse tematiche legate all’impiego e alla generazione di energia e sostenere l’uso esteso di buone pratiche per l’efficienza energetica, l’impiego di fonti rinnovabili e la sostenibilità.

L’accordo di partnership scientifica con FIRE rappresenta un ulteriore passo in avanti per il GEOsmartcampus per realizzare la sua Vision e dar vita ad una Smart Society.

Il GEOsmartcampus, Farm della Smart Society, nasce con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di soluzioni innovative per realizzare un nuovo modello di Società in cui l’uomo e i suoi bisogni tornano al centro della scena e la tecnologia e l’innovazione sono gli strumenti per soddisfarli. Una Società intelligente in cui lo sviluppo dei contesti umani, lavorativi, urbani, industriali e la loro relazione sono inseparabili dall’analisi e dalla salvaguardia dell’ambiente. Il suo programma di accelerazione di impresa tematico di soluzioni innovative basate sulla Digital Geography, ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo di soluzioni Smart attraverso l’utilizzo di tecnologie di accelerazione, supportando i team innovatori a realizzare, nel minor tempo possibile, i loro progetti trasformandoli in prodotti/aziende per il mercato.

 

L’accordo di collaborazione aprirà nuove sfide e prospettive future condividendo conoscenza ed expertise per favorire la nascita di progetti innovativi e sostenibili.

]]>
VIA ALLA PARTNERSHIP SCIENTIFICA TRA FIRE, FEDERAZIONE ITALIANA PER L'USO RAZIONALE DELL'ENERGIA, E GEOSMARTCAMPUS, LA FARM DELLE SMART SOCIETY Thu, 14 Dec 2017 11:35:03 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462599.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462599.html GEOsmartcampus GEOsmartcampus FIRE Federazione italiana per l'uso razionale dell'energia e il GEOsmartcampus insieme per sostenere lo sviluppo di soluzioni innovative basate sull’uso esteso di buone pratiche per l’efficienza energetica, l’impiego di fonti rinnovabili e la sostenibilità.

La partnership scientifica rappresenta per FIRE l’opportunità di contribuire nello sviluppo e nella promozione delle attività strategiche del GEOsmartcampus e del suo programma di accelerazione a sostegno dei progetti innovativi sostenibili di PMI, micro imprese e startup, mettendo a disposizione esperienza e competenze nelle diverse tematiche legate all’impiego e alla generazione di energia e sostenere l’uso esteso di buone pratiche per l’efficienza energetica, l’impiego di fonti rinnovabili e la sostenibilità.

L’accordo di partnership scientifica con FIRE rappresenta un ulteriore passo in avanti per il GEOsmartcampus per realizzare la sua Vision e dar vita ad una Smart Society.

Il GEOsmartcampus, Farm della Smart Society, nasce con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di soluzioni innovative per realizzare un nuovo modello di Società in cui l’uomo e i suoi bisogni tornano al centro della scena e la tecnologia e l’innovazione sono gli strumenti per soddisfarli. Una Società intelligente in cui lo sviluppo dei contesti umani, lavorativi, urbani, industriali e la loro relazione sono inseparabili dall’analisi e dalla salvaguardia dell’ambiente. Il suo programma di accelerazione di impresa tematico di soluzioni innovative basate sulla Digital Geography, ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo di soluzioni Smart attraverso l’utilizzo di tecnologie di accelerazione, supportando i team innovatori a realizzare, nel minor tempo possibile, i loro progetti trasformandoli in prodotti/aziende per il mercato.

 

L’accordo di collaborazione aprirà nuove sfide e prospettive future condividendo conoscenza ed expertise per favorire la nascita di progetti innovativi e sostenibili.

]]>
VIA ALLA PARTNERSHIP SCIENTIFICA TRA FIRE, FEDERAZIONE ITALIANA PER L'USO RAZIONALE DELL'ENERGIA, E GEOSMARTCAMPUS, LA FARM DELLE SMART SOCIETY Thu, 14 Dec 2017 11:34:50 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462597.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462597.html GEOsmartcampus GEOsmartcampus FIRE Federazione italiana per l'uso razionale dell'energia e il GEOsmartcampus insieme per sostenere lo sviluppo di soluzioni innovative basate sull’uso esteso di buone pratiche per l’efficienza energetica, l’impiego di fonti rinnovabili e la sostenibilità.

La partnership scientifica rappresenta per FIRE l’opportunità di contribuire nello sviluppo e nella promozione delle attività strategiche del GEOsmartcampus e del suo programma di accelerazione a sostegno dei progetti innovativi sostenibili di PMI, micro imprese e startup, mettendo a disposizione esperienza e competenze nelle diverse tematiche legate all’impiego e alla generazione di energia e sostenere l’uso esteso di buone pratiche per l’efficienza energetica, l’impiego di fonti rinnovabili e la sostenibilità.

L’accordo di partnership scientifica con FIRE rappresenta un ulteriore passo in avanti per il GEOsmartcampus per realizzare la sua Vision e dar vita ad una Smart Society.

Il GEOsmartcampus, Farm della Smart Society, nasce con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di soluzioni innovative per realizzare un nuovo modello di Società in cui l’uomo e i suoi bisogni tornano al centro della scena e la tecnologia e l’innovazione sono gli strumenti per soddisfarli. Una Società intelligente in cui lo sviluppo dei contesti umani, lavorativi, urbani, industriali e la loro relazione sono inseparabili dall’analisi e dalla salvaguardia dell’ambiente. Il suo programma di accelerazione di impresa tematico di soluzioni innovative basate sulla Digital Geography, ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo di soluzioni Smart attraverso l’utilizzo di tecnologie di accelerazione, supportando i team innovatori a realizzare, nel minor tempo possibile, i loro progetti trasformandoli in prodotti/aziende per il mercato.

 

L’accordo di collaborazione aprirà nuove sfide e prospettive future condividendo conoscenza ed expertise per favorire la nascita di progetti innovativi e sostenibili.

]]>
Zeokill: la soluzione bio contro gli infestanti dei cereali Wed, 13 Dec 2017 16:51:52 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462507.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462507.html Borderline Agency Borderline Agency Bioagrotech presenta un nuovo prodotto per l’agricoltura biologica a tutela delle granaglie, il primo prodotto per il controllo degli insetti sostenibile contro gli infestanti che minacciano i cereali immagazzinati.

 

Bioagrotech srl, azienda della Repubblica di San Marino specializzata nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici per l’agricoltura biologica, è stata la prima a presentare al mercato italiano i vantaggi della Zeolite Cubana e continua a studiarne i benefici.

L’ultimo prodotto che trae vantaggio dalle proprietà di questa roccia sedimentaria di origine vulcanica è ZeoKill, il primo prodotto per il controllo sostenibile degli insetti infestanti delle granaglie.

Si tratta di un prodotto ad oggi unico nel mercato, ideale per tutti i produttori di farine e preparati a base di cereali che desiderano mettere in atto tutte le pratiche dell’agricoltura biologica senza però subire l’azione dannosa di alcuni insetti che solitamente infestano i cereali nei magazzini di stoccaggio.

Questi infestanti si nutrono dei cereali raccolti, riducendo così la quantità di prodotto disponibile, contaminandolo e alterandone le caratteristiche organolettiche. La loro attività favorisce anche lo sviluppo di muffe e batteri, con la conseguente comparsa di micotossine. Spesso si tratta di infestazioni latenti e sono numerose le limitazione legislative all’uso di sostanze che possono lasciare residui. A queste difficoltà si aggiunge il fatto che è sempre in crescita la domanda di alimenti sani e senza residui da parte del mercato, in risposta ai nuovi trend di consumo.

Dal 2015 Bioagrotech ha condotto numerosi studi, su campioni in laboratorio e su più ampia scala, per individuare nuove soluzioni sostenibili e rispettose dell’ambiente per il controllo dei coleotteri infestanti che spesso si trovano nei magazzini e nei silos. Questi insetti sono protetti da uno strato ceroso superficiale che li rende impermeabili e regola la traspirazione, conferendo loro una forte resistenza alle sostanze secche. Le polveri inerti, come la zeolite, assorbono questa cera, favorendo così l’insorgere di microlesioni sullo strato protettivo dell’insetto, che muore per disidratazione. I risultati di queste ricerche dimostrano che Zeokill, il prodotto ad azione fisica realizzato con Zeolite Cubana, è molto efficace nel controllo degli infestanti, inducendo un elevato livello di mortalità negli insetti adulti e riducendone la capacità di proliferazione.

La Zeolite Cubana è un prodotto completamente ecologico e naturale il cui utilizzo è consentito nell’agricoltura biologica in Italia. Zeokill è quindi la soluzione sostenibile per combattere le infestazioni delle granaglie rispettando i dettami dell’agricoltura biologica contemporanea.

Il prodotto sarà disponibile a partire da gennaio 2018.



Bioagrotech S.r.l. - Strada del Bargello, 111 - 47891 Dogana (RSM)

Ufficio Stampa: Borderline - Via Parisio 16 - 40137 Bologna - Tel. 0514450204 - Matteo Barboni – 3496172546 m.barboni@borderlineagency.com

 

]]>
Zeolite Cubana: il futuro del biologico viene dal passato Wed, 13 Dec 2017 16:49:51 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462506.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462506.html Borderline Agency Borderline Agency Nuove evidenze dimostrano che la roccia sedimentaria di origine vulcanica è la soluzione più efficace per potenziare le difese naturali delle colture e a perfezionare gli effetti dei trattamenti tradizionali in agricoltura biologica.

 

Da molto tempo in agricoltura si parla della zeolite, ma è stata Bioagrotech srl, azienda della Repubblica di San Marino specializzata nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici, la prima realtà a distribuirla nel mercato italiano e a coglierne le potenzialità di utilizzo nell’agricoltura biologica. Forte dell’esperienza diretta svolta in diversi Centri di Saggio in tutta Italia, Bioagrotech ha scelto di presentare i risultati delle applicazioni di questo prodotto a vari tipi di colture ai rappresentanti dei Consorzi Agrari dell’Italia Settentrionale e Centrale, invitati in occasione di un incontro tecnico a Rimini lo scorso 27 ottobre.

La Zeolite Cubana è una roccia sedimentaria di origine vulcanica formatasi milioni di anni fa dall’incontro della lava incandescente con l’acqua di mare. In natura esistono numerose varietà di zeolite, ognuna diversa dalle altre: quella distribuita da Bioagrotech è particolarmente pura, costituita da clinoptilolite-heulandite al 67,5% e mordenite al 32,5%. Le caratteristiche molecolari di questa roccia, opportunamente micronizzata, la rendono il prodotto ideale per l’agricoltura bio, poiché è in grado di abbassare i residui di antiparassitari e può essere utilizzata in associazione a tutti i prodotti fitosanitari senza alcun effetto fitotossico. La Zeolite Cubana è un prodotto completamente ecologico e naturale per trattamenti su colture orticole, granaglie, alberi da frutto e piante ornamentali. Si applica come un normale trattamento fogliare e sono tantissimi gli effetti positivi di questo corroborante naturale il cui utilizzo è consentito nell’agricoltura biologica in Italia. Fortifica le difese naturali delle piante. È in grado di assorbire l’acqua residua sulla superficie, riducendo così la possibilità di proliferazione di organismi potenzialmente dannosi. Aiuta la cicatrizzazione delle ferite dovute alle intemperie, agli animali o all’attività dell’uomo. Protegge le piante da forti escursioni termiche. Funziona anche come barriera contro alcune tipologie di funghi e insetti.

Davvero molto rilevanti sono i risultati ottenuti nel trattamento della Botrytis Cinerea della vite, un fungo le cui spore sono presenti durante tutte le fasi vegetative della pianta e che si sviluppa in condizioni ambientali favorevoli. La Zeolite Cubana è da utilizzare dalla fase precedente alla chiusura dei grappoli fino al momento del raccolto, non lasciando alcun residuo e prolungando naturalmente la shelf life dei frutti. Questo trattamento ha riscontrato un’efficacia del 75-80%.

Ottimi risultati sono stati riscontrati anche nelle prove di trattamento con la Zeolite Cubana del frumento duro: il corroborante ha dimostrato un’efficacia superiore all’88% contro tre tipologie di insetti infestanti, ovvero Rhyzopertha Dominica, Sitophilus Granarius e Tribolium Confusum.

La missione che guida l’attività di Bioagrotech è sviluppare un’agricoltura sostenibile attraverso lo studio e l’implementazione di tecnologie e trattamenti innovativi in risposta alle moderne sfide dell’agrobusiness con una grande attenzione al rispetto dell’ambiente e alla tutela della biodiversità.

La scelta di studiare e promuovere l’utilizzo della Zeolite Cubana è una concreta dimostrazione di questi valori. Il futuro dell’agricoltura biologica viene da rocce vulcaniche vecchie di milioni di anni: la natura stessa ha fornito una soluzione perfettamente sostenibile e Bioagrotech l’ha perfezionata per l’agricoltura contemporanea.

 

 

Bioagrotech S.r.l. - Strada del Bargello, 111 - 47891 Dogana (RSM)

Ufficio Stampa: Borderline - Via Parisio 16 - 40137 Bologna - Tel. 0514450204 - Matteo Barboni – 3496172546 m.barboni@borderlineagency.com

 

]]>
Animalovers.it, Per chi ha a cuore gli animali Tue, 12 Dec 2017 15:46:07 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462368.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462368.html resetweb resetweb Animalovers è il sito dedicato agli appassionati ed amanti degli animali.
Tante novità, curiosità, consigli ed una sezione dedicata ai più piccoli sono solo alcuni dei motivi per cui sarà piacevole trascorrere del tempo sulle pagine del sito.
Animalovers collabora con seri professionisti come veterinari, allevatori ed educatori.


]]>
CONVEGNO “RIFIUTI INERTI E TERRE DA SCAVO" Tue, 12 Dec 2017 12:48:48 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462343.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/462343.html Press Office About Solution Press Office About Solution

Giovedì 14 dicembre, presso il CONFERENCE FLORENTIA HOTEL di Firenze si terrà un convegno organizzato da ANPAR, ANCE e Soluzione Ambiente.

Sarà un importante momento di confronto fra gli operatori del settore e le autorità di pianificazione e controllo per analizzare e superare gli ostacoli che frenano il recupero ed il riutilizzo dei materiali riciclati.

Verranno analizzati i vari aspetti della filiera dei rifiuti inerti e delle terre e rocce.

Verrà ripercorso il complesso quadro normativo oggi vigente, evidenziando le problematiche che insorgono in fase di applicazione, sia nel corso degli iter autorizzativi, sia nella gestione operativa del recupero.

Sarà illustrata una proposta di Decreto sull’EoW dei rifiuti inerti in fase di concertazione con il Ministero in vista della prossima pubblicazione.

Si parlerà di sostenibilità ambientale ma anche economica, nonché di esposizione al sistema sanzionatorio, cercando di fare chiarezza sui contenuti e sugli indirizzi della norma per favorire la corretta ripresa di questo settore.

Per info:

SOLUZIONE AMBIENTE S.r.l.

Via Achille Grandi, 2
50023 - loc. Tavarnuzze, Impruneta (FI)

Tel: 055.23.75.41
Fax: 055.23.73.666

 

]]>
Il primo autore dell’Atlante Mondiale dell’Inquinamento Luminoso su COSMOBSERVER Fri, 24 Nov 2017 10:26:41 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/460514.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/460514.html PRMedia Italia PRMedia Italia

Il primo autore dell’Atlante Mondiale dell’Inquinamento Luminoso intervistato dal sito di divulgazione “Cosmobserver”

Si parla ancora di inquinamento luminoso su Cosmobserver. Il divulgatore scientifico Emmanuele Macaluso incontra Fabio Falchi per ascoltare il suo punto di vista sull’attuale situazione del fenomeno.

Fabio Falchi è uno dei massimi esperti mondiali di inquinamento luminoso. È il primo autore dell’Atlante Mondiale dell’Inquinamento Luminoso (pubblicato sulla rivista scientifica “Science Advances” nel giugno 2016), ricercatore presso l’ISTIL (Light Pollution Science e Technology Institute) ed è il presidente di CieloBuioCoordinamento per la protezione del cielo notturno.

Nell’articolo, Falchi racconta il “dietro le quinte” relativo alla pubblicazione dell’Atlante sulla rivista scientifica “Science Advances” (http://advances.sciencemag.org/content/2/6/e1600377).

Oltre all’elaborazione dell’Atlante, l’attività di Falchi e dei suoi collaboratori spazia dalla ricerca alla divulgazione, senza dimenticare il contributo che viene messo a disposizione degli enti pubblici, su tutto il territorio nazionale, per migliorare le normative vigenti in ambito di illuminazione pubblica e tutela dell’ambiente.

 

L’articolo è disponibile a questo link:

http://thecosmobserver.blogspot.it/2017/11/personaggi-e-personalita-fabio-falchi.html

]]>
Il primo autore dell’Atlante Mondiale dell’Inquinamento Luminoso su COSMOBSERVER Fri, 24 Nov 2017 10:25:05 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/460513.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/460513.html PRMedia Italia PRMedia Italia

Il primo autore dell’Atlante Mondiale dell’Inquinamento Luminoso intervistato dal sito di divulgazione “Cosmobserver”

Si parla ancora di inquinamento luminoso su Cosmobserver. Il divulgatore scientifico Emmanuele Macaluso incontra Fabio Falchi per ascoltare il suo punto di vista sull’attuale situazione del fenomeno.

Fabio Falchi è uno dei massimi esperti mondiali di inquinamento luminoso. È il primo autore dell’Atlante Mondiale dell’Inquinamento Luminoso (pubblicato sulla rivista scientifica “Science Advances” nel giugno 2016), ricercatore presso l’ISTIL (Light Pollution Science e Technology Institute) ed è il presidente di CieloBuioCoordinamento per la protezione del cielo notturno.

Nell’articolo, Falchi racconta il “dietro le quinte” relativo alla pubblicazione dell’Atlante sulla rivista scientifica “Science Advances” (http://advances.sciencemag.org/content/2/6/e1600377).

Oltre all’elaborazione dell’Atlante, l’attività di Falchi e dei suoi collaboratori spazia dalla ricerca alla divulgazione, senza dimenticare il contributo che viene messo a disposizione degli enti pubblici, su tutto il territorio nazionale, per migliorare le normative vigenti in ambito di illuminazione pubblica e tutela dell’ambiente.

 

L’articolo è disponibile a questo link:

http://thecosmobserver.blogspot.it/2017/11/personaggi-e-personalita-fabio-falchi.html

]]>
Razzi per incrementare la pioggia, il nuovo progetto di cloud seeding con Arjowiggins Graphic Thu, 23 Nov 2017 15:35:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/460400.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/460400.html Diesis Group Diesis Group Arjowiggins Graphic, gruppo specializzato nella produzione di carte riciclate, in linea con la propria vocazione ambientalista, ha deciso di supportare l'innovativo progetto di cloud seeding (letteralmente, inseminazione delle nuvole) HighDr’O. Il progetto è gestito da studenti della facoltà di ingegneria di IPSA-Institut polytechnique des sciences avancées, e da studenti di biotecnologia dell’università francese Sup’ Biotech in collaborazione con il Centre National d’Etudes Spatialise (CNES), l'agenzia del governo francese responsabile della definizione e attuazione della politica spaziale del Paese.


La start-up francese sta sviluppando un’innovativa soluzione di cloud seeding che utilizza batteri ecologici non pericolosi dispersi nell'aria per alterare i processi microfisici all'interno delle nuvole e generare la pioggia. HighDr'O è la prima tecnologia di cloud seeding eco-compatibile, perché utilizzando batteri non nocivi, evita danni all'ambiente circostante e agli ecosistemi a differenza delle tecniche già esistenti e sperimentate, ad esempio in Cina, che utilizzano lo ioduro d’argento. Attraverso l’utilizzo di un razzo che trasporta la sostanza batterica fino a 2.000 metri di altezza, il progetto ha l’obiettivo di indurre la pioggia in aree dove le precipitazioni sono scarse, contribuendo così a combattere la denutrizione e la fame causate dalla carenza di acqua. Il progetto, ancora in fase di test con analisi di laboratorio continuative per individuare i batteri più idonei, ha già visto il lancio con successo di diversi razzi ed è stato presentato al Global Positive Forum di Parigi, sotto il patrocinio del presidente francese Emmanuel Macron.


La partecipazione a questa iniziativa si inserisce in un percorso di attenzione nei confronti dell’ambiente che Arjowiggins Graphic persegue seguendo tre principi: lo sviluppo di un modello di economia circolare basato sull’uso di fibre riciclate, la conformità alle certificazioni più rigorose (per i prodotti: FSC® - Forest Stewardship Council, European Ecolabel, Blu Angel; per le fabbriche: ISO 14001, ISO 9001, OHSAS 18001, ISO 50001), e la riduzione delle emissioni di CO2. Le carte riciclate extra bianche di Arjowiggins Graphic sono in assoluto le più virtuose perché prodotte attraverso un innovativo ed esclusivo processo che non utilizza cloro e prevede tre passaggi di lavaggio della carta proveniente esclusivamente da uffici e archivi, che permette di ottenere una pasta di alta qualità e una carta con un altissimo punto di bianco. Prima dell’introduzione di questa innovazione, un grado così elevato di bianco si poteva ottenere solo con una produzione a base di fibre vergini. L’attenzione all’ambiente è un valore che si affianca alla responsabilità sociale. Il Gruppo francese collabora da anni con diverse onlus per sostenere in tutto il mondo l’istruzione e l’educazione dei bambini in difficoltà e fornire loro gli strumenti per combattere la povertà.
]]>
Razzi per incrementare la pioggia, il nuovo progetto di cloud seeding con Arjowiggins Graphic Thu, 23 Nov 2017 15:29:47 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/460399.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/460399.html Diesis Group Diesis Group Arjowiggins Graphic, gruppo specializzato nella produzione di carte riciclate, in linea con la propria vocazione ambientalista, ha deciso di supportare l'innovativo progetto di cloud seeding (letteralmente, inseminazione delle nuvole) HighDr’O. Il progetto è gestito da studenti della facoltà di ingegneria di IPSA-Institut polytechnique des sciences avancées, e da studenti di biotecnologia dell’università francese Sup’ Biotech in collaborazione con il Centre National d’Etudes Spatialise (CNES), l'agenzia del governo francese responsabile della definizione e attuazione della politica spaziale del Paese.


La start-up francese sta sviluppando un’innovativa soluzione di cloud seeding che utilizza batteri ecologici non pericolosi dispersi nell'aria per alterare i processi microfisici all'interno delle nuvole e generare la pioggia. HighDr'O è la prima tecnologia di cloud seeding eco-compatibile, perché utilizzando batteri non nocivi, evita danni all'ambiente circostante e agli ecosistemi a differenza delle tecniche già esistenti e sperimentate, ad esempio in Cina, che utilizzano lo ioduro d’argento. Attraverso l’utilizzo di un razzo che trasporta la sostanza batterica fino a 2.000 metri di altezza, il progetto ha l’obiettivo di indurre la pioggia in aree dove le precipitazioni sono scarse, contribuendo così a combattere la denutrizione e la fame causate dalla carenza di acqua. Il progetto, ancora in fase di test con analisi di laboratorio continuative per individuare i batteri più idonei, ha già visto il lancio con successo di diversi razzi ed è stato presentato al Global Positive Forum di Parigi, sotto il patrocinio del presidente francese Emmanuel Macron.


La partecipazione a questa iniziativa si inserisce in un percorso di attenzione nei confronti dell’ambiente che Arjowiggins Graphic persegue seguendo tre principi: lo sviluppo di un modello di economia circolare basato sull’uso di fibre riciclate, la conformità alle certificazioni più rigorose (per i prodotti: FSC® - Forest Stewardship Council, European Ecolabel, Blu Angel; per le fabbriche: ISO 14001, ISO 9001, OHSAS 18001, ISO 50001), e la riduzione delle emissioni di CO2. Le carte riciclate extra bianche di Arjowiggins Graphic sono in assoluto le più virtuose perché prodotte attraverso un innovativo ed esclusivo processo che non utilizza cloro e prevede tre passaggi di lavaggio della carta proveniente esclusivamente da uffici e archivi, che permette di ottenere una pasta di alta qualità e una carta con un altissimo punto di bianco. Prima dell’introduzione di questa innovazione, un grado così elevato di bianco si poteva ottenere solo con una produzione a base di fibre vergini. L’attenzione all’ambiente è un valore che si affianca alla responsabilità sociale. Il Gruppo francese collabora da anni con diverse onlus per sostenere in tutto il mondo l’istruzione e l’educazione dei bambini in difficoltà e fornire loro gli strumenti per combattere la povertà.
]]>