Matera/Sofia: il nuovo modello di raccolta e gestione dei rifiuti di INNOVAMBIENTE incontra esperti e Istituzioni della Bulgaria

06/giu/2017 14.50.56 Skema Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Raccolta e gestione dei rifiuti, importanza dei processi di informatizzazione per il controllo del ciclo di raccolta, i temi affrontati dall’azienda materana INNOVA all’assemblea nazionale degli esperti di ambiente e sostenibilità bulgari. Presentazione di un caso di successo: 7 comuni dell’hinterland barese passano in 11 mesi dal 15% di raccolta differenziata al 70%. In Italia entra oggi in vigore la nuova norma su tariffazione puntuale dei rifiuti

 

Matera, 6 giugno 2017 – Importante appuntamento internazionale per INNOVA azienda di Matera ad alto valore tecnologico/informatico, nata nel campo aerospaziale e impegnata nello sviluppo di applicazioni legate a controllo e monitoraggio del territorio.  Dalle competenze e esperienze ICT maturate dal 1989 ha avuto origine l’avanzatissimo sistema informatico INNOVAMBIENTE per gestione, controllo e misurazione di ogni fase del ciclo di raccolta e smaltimento differenziato dei rifiuti. Sistema già adottato con successo da comuni, aziende e enti di gestione di tutta Italia.

Domani (7 giugno) a Borovetz, località a pochi chilometri da Sofia, l’azienda lucana interverrà al congresso nazionale di BAMEE, l’associazione nazionale degli esperti ambientali delle Istituzioni locali bulgare, con un intervento sul tema “La tariffazione puntuale in Italia nel servizio di gestione dei rifiuti - L’importanza del processo di informatizzazione”. Relazione presentata ai convegnisti dal business development manager, Andrea Di Pasquale. Il suo contributo affronta un’analisi delle migliori pratiche europee in questo campo e come adeguati sistemi informatici siano lo strumento necessario per muoversi verso l’obiettivo indicato a ogni Stato del continente dalla UE: “rifiuti 0” entro il 2030. 

Di particolare significato il “case history” di successo illustrato da Di Pasquale. L’ARO BA2, sette comuni della provincia di Bari, (Modugno, Binetto, Bitetto, Bitritto, Giovinazzo, Paolo del Colle, Sannicandro) con un bacino di utenza di 115.000 abitanti, in solo 11 mesi sono passati da una percentuale di raccolta differenziata media attorno al 15%, a una quantità corrispondente al 70% dell’intero volume dei rifiuti. Un esempio di sud virtuoso raggiunto grazie a impegno di amministrazioni comunali, enti di gestione, sistema informatico INNOVAMBIENTE e, soprattutto, coinvolgimento e partecipazione di tutti i cittadini.

 

Argomento ormai di estrema attualità in tutto il nostro Paese con l’entrata in vigore, proprio nella giornata di oggi, della nuovo decreto del ministero dell’Ambiente sui “Criteri per la realizzazione da parte dei comuni di sistemi di misurazione puntuale della quantità di rifiuti conferiti al servizio pubblico”, e da rendere operativa entro il giugno 2019.

 

 

“Arriviamo al congresso BAMEE grazie alle relazioni che abbiamo aperto lo scorso anno a ECOMONDO di Rimini Fiera e alla successiva presenza a Save The Planet, la più importante manifestazione green in Bulgaria. Siamo stati invitati perché la nostra esperienza e i nostri prodotti sono considerati avanzati e efficaci – spiega Andrea Di Pasquale. Il nostro sistema, infatti, è la soluzione ideale per i gestori dei servizi di igiene urbana, per gestire il processo di informatizzazione del ciclo di raccolta. Uno strumento unico e integrato per ogni realtà che punta al goal tariffazione puntuale. Il nostro valore aggiunto è che offriamo in un’unica soluzione la gestione di tutti i processi: dallo start-up del servizio fino all’operatività durante tutta la durata del servizio assegnatoci, garantendone up date e implementazione costante.”

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl