Importanza della sostenibilità e rifiuto dello spreco: Frantoio Bonamini si distingue

10/mag/2017 12.12.22 Terzomillennium Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Verona, Maggio 2017 - Etica, tracciabilità e qualità: sono queste le parole chiave sulle quali Frantoio Bonamini, portavoce dell’olio extravergine d’oliva nel mondo, basa la propria filosofia aziendale e produttiva. L’azienda veronese, infatti, ha messo a punto l’estrazione a due fasi che non necessita di acqua in aggiunta. Ma non solo... L’attenzione all’ambiente e la rinnovabilità delle risorse si rivela anche nel processo di separazione tra polpa e nocciolo in cui la polpa è data per la biomassa, mentre il nocciolo viene usato per riscaldamento. Un riutilizzo controllato degli scarti di lavorazione, quindi, per una filiera 4.0 all’insegna della sostenibilità e della genuinità dei prodotti.

Ci impegniamo in un monitoraggio attento dell’intero ciclo produttivo per ridurre complessivamente l’impatto ambientale ed abbattere i consumi” ha affermato Sabrina Bonamini, titolare di Frantoio Bonamini. “Preservare la biodiversità territoriale dell’olio extravergine italiano attraverso la modernizzazione della produzione è il metodo vincente che può garantire una crescita solida. Nuove opportunità di business nascono anche da un innovativo trattamento dei reflui in un’ottica di sostenibilità ambientale”.

L’alta qualità dell’attività produttiva olivicola-olearia italiana non teme rivali: obiettivo di Frantoio Bonamini è quello di restituire il giusto valore all’olio extravergine d’oliva, eccellenza Made in Italy a livello internazionale.

 

Frantoio Bonamini s.r.l.

Loc. S. Giustina, 9A

Illasi (VR)

info@oliobonamini.com

T. 045 6520558

www.oliobonamini.com

Terzomillennium press office

Barbara Bruno

barbara@terzomillennium.net

T. 045 6050601

www.terzomillennium.net

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl