AUSTEP AMPLIA LE LINEE DI BUSINESS E RAFFORZA IL POSIZIONAMENTO COME GRUPPO

Acquisizioni e integrazioni, progetti di internazionalizzazione e sistemi innovativi: i punti di forza di un'azienda che si conferma in crescita Milano, 5marzo 2015 - Fondata nel 1995, Austep, si afferma sul mercato con lo sviluppo e la progettazione di impianti di depurazione e trattamento acque industriali, specializzandosi nel corso degli anni nella realizzazione di impianti biogas che impiegano differenti tipologie di matrici (trattamento di scarti di macellazione, della pollina e della frazione umida dei rifiuti solidi urbani).

Persone Z. Austep, Alessandro Massone
Luoghi Austep AUSTEP S.p.A., Bulgaria, Italy, Milan, Malawi, Rhode Island
Organizzazioni SPK Power Generation
Argomenti music, physiology, work

06/mar/2015 17:53:54 Sangalli M&C Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Acquisizioni e integrazioni, progetti di internazionalizzazione e sistemi innovativi:
 i punti di forza di un’azienda che si conferma in crescita

 

Milano, 5marzo 2015 Fondata nel 1995, Austep, si afferma sul mercato con lo sviluppo e la progettazione di impianti di depurazione e trattamento acque industriali, specializzandosi nel corso degli anni nella realizzazione di impianti biogas che impiegano differenti tipologie di matrici ( trattamento di scarti di macellazione, della pollina e della frazione umida dei rifiuti solidi urbani).

L’impegno continuo nell’ambito della ricerca e sviluppo, la competenza delle risorse  e l’attenzione rivolta al mercato permettono all’azienda  di essere riconosciuta  leader nella progettazione e realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.
Un posizionamento confermato anche dalla progettazione e sviluppo di nuovi  sistemi innovativi. Un paio di esempi sono rappresentati dalla progettazione e realizzazione della macchina TORNADO, una biospremitrice sviluppata per il
pretrattamento della FORSU e la tecnologia b:UP per la conversione del biogas in biometano attraverso un sistema di filtrazione a membrane. 

UN PERCORSO IN CRESCITA

I quasi 20 anni di presenza sul mercato italiano, l’esperienza e la solidità dell’azienda spingono Austep ad andare oltre confine con un progetto di internazionalizzazione, che in tempi rapidi ha confermato una presenza significativa. Ad esempio in Bulgaria, dove sono stati realizzati impianti biogas da pollina e da liquami - con una potenza da 1,8 - 2,0 MW - destinati alla produzione di energia elettrica; negli Stati Uniti dove è stato siglato un accordo con BlueSphere, azienda statunitense e partner di riferimento nel Nord America.  Grazie alla partnership, è stato progettato un impianto biogas alimentato a FORSU nel Nord Carolina; impianto con una potenza di 5,2MW con una previsione di trattamento di rifiuti pari a 117.932 tonnellate all’anno ed un impianto sempre a FORSU in Rhode Island.

LA SVOLTA

Ma la vera svolta è rappresentata da un cambio pelle sostanziale, un posizionamento rinnovato che propone l’azienda come partner unico e come operatore globale, offrendo ai clienti anche soluzioni “all-in-one”.
Un’evoluzione naturale derivante dalla propensione per le attività di analisi e di ricerca, ma anche dalla grande attenzione rivolta anche ai mercati internazionali che si trasforma in un percorso strategico conducendo Austep ad attivare un programma di integrazione attraverso l’acquisizione di Pulifici, azienda operante nell’ambito della movimentazione delle biomasse e l’integrazione del marchio SPK Power Generation, con la competenza per il settore della cogenerazione.

 

 I  NUMERI CHE CONFERMANO LA LEADERSHIP

20 anni di esperienza
249 impianti nel mondo
Presenza in 10 Paesi del mondo
80 risorse: 25 in più rispetto al 2013



“In questi anni l’impegno maggiore è stato richiesto dalla burocrazia, in generale anche dalla lentezza  del sistema in Italia nel rilascio delle autorizzazioni e nelle scelte decisionali” commenta Alessandro Massone, Presidente e CEO di Austep “spesso non è risultato chiaro che cosa si volesse fare delle energie rinnovabili, quale importanza assegnare al tema ambiente, e quanto fosse condivisa la necessità di stabilire leggi semplici e attuative. Finalmente  – prosegue Massone – è stato rilasciato il decreto attuativo sul biometano. Noi siamo pronti sia in Italia che all’estero. Siamo un’azienda tutta italiana, che con gli anni si è trasformata, completata nei progetti, nella competenza delle risorse, nel raggiungimento degli obiettivi.
Il 2015 rappresenta una tappa importante che conta 20 anni di presenza sul mercato italiano, ma rappresenta anche una nuova partenza, un nuovo inizio con un occhio sempre vigile rivolto al futuro.”

 

Austep
AUSTEP S.p.A
. è una società italiana “EPC Contractor”che opera dal 1995 con uno staff altamente qualificato di ingegneri, processisti, project manager e impiantisti interni ed esterni in grado di fornire una “all comprehensive solution” per la progettazione e realizzazione di impianti per il trattamento di acque reflue industriali e per la produzione di Biogas e Biometano da sottoprodotti agricoli e da FORSU (raccolta differenziata).

AUSTEP è da sempre impegnata nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie che, in particolare, ha visto  la progettazione e lo sviluppo della TORNADO, biospremitrice presentata al mercato nel 2013. La collaborazione e partecipazione attiva ad iniziative a livello europeo, pone Austep  come partner ideale per istituti di ricerca e università italiane ed europee.

Con l’acquisizione di due società leader nei campi della produzione di motori per la cogenerazione e nella movimentazione, dal 2015 Austep diventa un Gruppo in grado di fornire soluzioni dalla A alla Z. Austep si propone inoltre come co-investitore per gli impianti di biogas

Per maggiori informazioni www.austep.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl