Europa e linee guida per l’industria green: primi segnali successi

25/ott/2012 12:21:10 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A riferire di un netto miglioramento per quel che concerne la condizione ambientale in Europa, in riferimento allo sviluppo della nuova industria, sono gli ultimi dati di ricerca presentati in occasione della più recente conferenza internazionale sull’ambiente. Le linee guida emesse dall’Europa ormai più di un anno fa stanno dando i loro frutti. Non è assolutamente certo che sarà possibile raggiungere i target preposti entro le tempistiche prefissate ma senza dubbio svariati dettagli positivi stanno rapidamente emergendo e confermano che si sta seguendo il percorso giusto che punta a ripristinare l’equilibrio di rapporto perduto tra natura ed essere umano. Un sostegno enorme giunge senza dubbio dal successo dell’opera di recupero che ormai da diversi anni interessa una importante lista di settori e che, proprio grazie alla spinta ricevuta dalle condizioni dettate dall’EuroZona, hanno visto nel corso degli ultimi 12 mesi raggiungere risultati particolarmente interessanti. Due esempi lampanti di successo sono certamente quelli dei PFU e dei RAEE: i primi, attraverso una serie complessa di passaggi, stanno sempre più scoprendo una nuova vita grazie ad una industria della moda che utilizza il materiale di derivazione per nuove creazioni in campo di abbigliamento ed oggettistica, al medesimo tempo risulta così possibile colpire le ecomafie e rendere più sicure le tanto (e giustamente) temute discariche a cielo aperto di pneumatici fuori uso; il secondo esempio risulta invece essenziale per diversi settori come l’hi-tech, la produzione di auto e di strumenti di precisione per le industrie come ad esempio le guide per macchine utensili.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl