Gli studenti dell'Artistico incontrano artigiani e gioielli di Graziella

04/dic/2017 13.12.51 tognak Contatta l'autore

Nove studenti di Design del Gioiello in visita all'azienda aretina per conoscerne i processi produttivi Il percorso formativo dei ragazzi si è arricchito con un tour dall'ideazione alla realizzazione del gioiello AREZZO – Nove studenti del Liceo Artistico di Arezzo sono stati accompagnati alla scoperta degli artigiani e dei processi produttivi del Gruppo Graziella. I ragazzi frequentano la quinta dell'indirizzo di Design del Gioiello e, per arricchire il loro percorso formativo, hanno avuto l'opportunità di visitare un'azienda orafa che è oggi riconosciuta nei mercati internazionali tra i maggiori rappresentanti del lusso made in Italy.

L'iniziativa è nata con l'obiettivo di far incontrare gli studenti con il mondo del lavoro, di fargli capire come opera una grande azienda e di farli confrontare con tutti i passaggi che portano alla realizzazione di un gioiello, dall'idea originale al controllo finale della qualità. Gli alunni, accompagnati dai professori Leonardo Vinci e Flavia Marioli, sono stati accolti dalla vicepresidente di Graziella Maria Rosa Gori e hanno vissuto un tour all'interno dello stabilimento sviluppato su un totale di ottomila metri quadrati e con circa duecento dipendenti, molti dei quali diplomati proprio al Liceo Artistico. «La creatività, l'innovazione e l'attenzione ai dettagli - ha spiegato Gori, - sono il cuore dell'artigianato made in Italy e sono tre caratteristiche su cui da sempre la nostra azienda ha puntato per differenziare la propria produzione. Siamo felici di aver ospitato i ragazzi di Design del Gioiello e di aver portato un piccolo contributo alla loro formazione perché rappresentano il futuro dell'economia orafa del territorio aretino». Gli studenti hanno avuto l'opportunità di vedere all'opera alcuni dei protagonisti e degli artigiani della sessantennale storia di Graziella, a partire da Cesare Del Brenna che è l'anima e l'ideatore del Centro Creativo che rappresenta il fiore all'occhiello dell'azienda e che dà origine a tutte le nuove collezioni. La visita si è soffermata poi sugli aspetti tecnologici della lavorazione come l'elettroformatura ed ha fatto tappa nella fabbrica dove concretamente sono realizzati i gioielli. Qui i ragazzi hanno incontrato Graziella Buoncompagni, prima imprenditore orafa della città di Arezzo che, partendo da un piccolo laboratorio a Campoluci, ha dato vita all'attuale realtà internazionale del Gruppo Graziella e che ancora oggi porta il suo contributo quotidiano in azienda. Il positivo incontro tra Graziella e il Liceo Artistico non ci concluderà con la visita in azienda ma continuerà nei prossimi mesi con progetti che permetteranno di consolidare e di far crescere la collaborazione tra le due realtà. «Una scuola come la nostra - ha aggiunto il professor Vinci, - non deve limitarsi alla lezione in aula, ma deve fornire ai ragazzi occasioni di incontro con artigiani e aziende: solo così è possibile conoscere il vero mondo del lavoro e gettare solide basi per il loro futuro». Arezzo, mercoledì 29 novembre 2017

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl