Per il PD Ferrara, il sisma Palmiro 6.0 è un turista o un pellegrino...

23/set/2013 16:51:52 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
di Stefano Lolli
Il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani (Businesspress)
Il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani (Businesspress)
Ferrara, 23 settembre 2013 - «C’e’ ancora molto da fare, ed alcuni progetti sono molto complessi, però siamo sulla strada giusta per sistemare non solo quanto è stato danneggiato dal terremoto, ma anche per migliorare la qualità antisismica di Ferrara». Il sindaco Tiziano Tagliani interviene nel dibattito - aperto sul Resto del Carlino - relativo a palazzi e edifici chiusi o ‘feriti’, indisponibili alle visite o al pieno utilizzo.
 
Palazzo Massari e Schifanoia rappresentano, oggi, le maggiori criticità.
«Vero, ma stiamo lavorando ai progetti e assemblando le risorse, in buona parte già disponibili. Complessivamente servono 5-6 milioni di euro. Per quanto riguarda il Massari, non c’è solo da rimediare ai danni causati dal terremoto, che ammontano a circa 1 milione e mezzo di euro; da anni il complesso andava ripensato anche come contenitore culturale. E’ enorme, e bellissimo, pensi che nemmeno io l’avevo mai visitato del tutto, quando ne ho visto le dimensioni sono rimasto stupito: ha enormi potenzialità, ma servono risorse ingenti e un progetto che faccia convivere in modo armonico il Museo Boldini e il Museo Antonioni».
Anche per Schifanoia non sarà solo un semplice restauro.
«Laddove abbiamo potuto, e penso alle scuole, non abbiamo solo puntellato muri o riattaccato pezzi di affresco: i lavori sono serviti a migliorare impianti, sicurezza, fruibilità. Può servire qualche mese in più, ma alla fine il risultato è doppiamente utile. Tornando a Schifanoia, abbiamo riaperto il Salone dei Mesi ma è chiaro che dal punto di vista turistico è una delle maggiori attrazioni della città».
Situato di fronte alla Basilica di Santa Maria in Vado, un tesoro monumentale duramente danneggiato.
«La bella notizia è che riaprirà, seppur non completamente, domenica prossima. Un altro segnale della città che rivive, oltre che un’esigenza della comunità religiosa; con la riapertura della Chiesa del Gesù (ospita uno straordinario Compianto del Cristo ligneo, ndr), e quella imminente di San Girolamo, anche per le chiese stiamo facendo passi avanti».
Resta molto da fare..... C
http://www.ilrestodelcarlino.it/ferrara/cronaca/2013/09/23/954391-terremoto-ricostruzione-tagliani.shtml
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl