ven 19 gen Cantico dei Cantici - Roberto Latini apre Mutaverso Teatro

09/gen/2018 13:46:02 Renata Savo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Buon pomeriggio,

 

venerdì 19 gennaio alle ore 21, presso l'Auditorium Centro Sociale (via R. Cantarella 22) di Salerno (zona Pastena), andrà in scena il Cantico dei Cantici di Fortebraccio Teatro, spettacolo adattato, diretto e interpretato da Roberto Latini. Vincitore di due Premi Ubu 2017, lo spettacolo apre ufficialmente Mutaverso Teatro, la Stagione diretta da Vincenzo Albano e giunta alla sua terza edizione.

 

In allegato e di seguito, il comunicato stampa dello spettacolo. 

Al link, le foto: https://www.dropbox.com/sh/rnj0jgz2cb619l8/AACvWVZwj-7AAvHwQ9UBdck6a?dl=0

 

Resto a disposizione per qualsiasi richiesta e/o informazione. 

 

 

 

Cordiali saluti,

 

Renata Savo

Ufficio stampa

+39 3201915523

rensavo@gmail.com

 

Auditorium Centro Sociale
Via R. Cantarella 22, Salerno (zona Pastena)
19 gennaio 2018, ore 21.00


CANTICO DEI CANTICI 

adattamento e regia Roberto Latini 

musiche e suoni

Gianluca Misiti (Premio Ubu 2017 'Miglior progetto sonoro o musiche originali')

luci e tecnica Max Mugnai

con Roberto Latini (Premio Ubu 2017 'Miglior attore o performer')

organizzazione Nicole Arbelli

 

produzione Fortebraccio Teatro

con il sostegno di Armunia Festival Costa degli Etruschi

con il contributo di MiBACT e Regione Emilia-Romagna

 

Salerno, 9 gennaio 2017


Vincitore nelle categorie ‘Miglior progetto sonoro’ e ‘Miglior attore o performer’ ai Premi Ubu 2017 del teatro italiano, il Cantico dei Cantici della compagnia Fortebraccio Teatro, spettacolo adattato, diretto e interpretato da Roberto Latini, sarà in scena all’Auditorium Centro Sociale (in via Cantarella 22, zona Pastena) di Salerno, venerdì 19 gennaio alle ore 21, e aprirà la Stagione 2018 Mutaverso Teatro diretta da Vincenzo Albano (Erre Teatro).

Il Cantico dei Cantici è uno dei testi più antichi di tutte le letterature, contenuto nella Bibbia e attribuito al re Salomone, sovrano noto tanto per la sua saggezza quanto per i suoi amori. Pervaso di dolcezza e di profumi inebrianti, è uno dei più importanti, e forse anche uno dei più misteriosi, intriso com’è di metafisica devozione e passione carnale. Un dialogo tra due sposi, reale o immaginario. Una singolare allucinazione che accende nell’uomo il desiderio di intessere lodi e inneggiare alle meraviglie dell’amore. 

Ci fa questo dono Roberto Latini, una delle voci più ammalianti del nostro teatro, due volte Premio Ubu (gli era già stato conferito nel 2014) �“ ma anche Premio Sipario nell’edizione 2011 e Premio della Critica dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro nel 2015 �“ che ha preso il Cantico dei Cantici per restituire allo spettatore quella stessa bellezza, trasformando le sue parole in un bolero tra ascolto e relazione, astrazioni e concretezza, fluido come un balsamo per corpo e spirito.

 «Non ho tradotto alla lettera le parole, sebbene abbia cercato di rimanervi il più fedele possibile �“ ha dichiarato Roberto Latini �“ ma ho tradotto alla lettera la sensazione, il sentimento che mi ha da sempre procurato leggere queste pagine. Ho cercato di assecondarne il tempo, tempo del respiro, della voce e le sue temperature. Ho cercato di non trattenere le parole, per poterle dire, di andarle poi a cercare in giro con il corpo, di averle lì nei pressi, addosso, intorno. Ho provato a camminarci accanto, a prendergli la mano, ho chiuso gli occhi e, senza peso, a dormirci assieme».

Se lo si legge senza riferimenti religiosi e interpretativi, smettendo possibili altre chiavi di lettura, rinunciando a parallelismi, non facendo caso a chi è che parla, ma solo a quel che viene detto, il Cantico dei Cantici può apparirci all’improvviso col suo profumo, come in una dimensione onirica: non di sogno, ma di quel mondo, forse parallelo, forse precedente, in cui sono i sogni e le parole a scegliere noi, per starci accanto e aiutare a sentirsi meno soli.

 

 

CANTICO DEI CANTICI

AUDITORIUM CENTRO SOCIALE Via R. Cantarella 22, Salerno (zona Pastena)


19 gennaio 2018, ore 21

biglietto intero: 12 euro 
biglietto ridotto: 9 euro - per under 25, over 65, studenti universitari (esibire carta studente) - tesserati ARCI Salerno, InformaGiovani Salerno, Rete dei Giovani per Salerno (esibire tessera al botteghino) - allievi dei laboratori teatrali di Salerno e Provincia - gruppi di minimo 5 persone (solo in questo caso previa prenotazione)

Possibilità di acquisto tramite carta del docente.

Info e prenotazioni: info@erreteatro.it |Tel. 329 4022021 | 348 0741007 

Ufficio stampa Claudia Bonasi comunicazione@puracultura | 339 7099353
Renata Savo rensavo@gmail.com | 320 1915523

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl