Sciami | nuovo network per le arti performative

Allegati

11/mag/2017 08.50.07 Renata Savo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nasce ‘Sciami’: tre siti internet, una webzine, una Digitallibrary dedicati alle arti performative in un unico grande progetto da sostenere

 

Roma, 11 maggio 2017

 

Nasce ‘Sciami’, un nuovo network dedicato al teatro, al video, al suono e al panorama delle performing arts, diretto daValentina Valentini ed edito da Zu Creative Lab.

‘Sciami’ (www.sciami.com) è un macro-progetto editoriale che integra una webzine semestrale Sciami|ricerche(https://webzine.sciami.com) pubblicata in tre lingue – italiano, francese e inglese (prevista per il futuro anche la traduzione in cinese) – e tre siti internet dove sono ordinatamente raggruppati gli esiti delle ricerche condotte da critici, dottorandi delle Università e gruppi di studio: Nuovo Teatro Made in Italy (www.nuovoteatromadeinitaly.sciami.com), Gruppo Acusma(www.gruppoacusma.sciami.com), Video d’autore (www.videodautore.sciami.com), in cui si declinano percorsi critici, immagini, video, documenti, riguardanti la scena internazionale contemporanea.

Il comitato scientifico di Sciami|ricerche è composto da un team internazionale di studiosi di  discipline diverse: JeanPaul FargierHelga FinterFrancesco FiorentinoGianni GiannoliThomas Haskell SimpsonPietro MontaniDidier Plassard,Cosetta SabaCarlo SerraValentina Valentini. Il comitato di redazione da giovani e promettenti dottorandi e ricercatori:Angela BozzaotraSamuele BriatoreDalila d’AmicoLisa ParoloMauro PetruzzielloAndrea VecchiaDaniele Vergni.

Il network ‘Sciami’ riunisce un intero patrimonio di risorse, ricerche, strumenti, diversi e complementari, appartenenti ai preesistenti progetti editoriali, e lo fa all’interno di un unico contenitore più funzionale per poterli collegare tra di loro, dotando il settore della ricerca sulle arti performative di materiali che, se da un lato conservano il carattere di approfondimento scientifico e accademico, dall’altro diventano facilmente accessibili, rintracciabili e utilizzabili lì dove oggi più che mai si forma la conoscenza all’interno di una comunità: il Web.

Promotore-ideatore di ‘Sciami’ è Stefano Scipioni, ex studente laureatosi alla Sapienza Università di Roma che da anni s’interroga su come e quanto il web possa diventare utile al mondo delle performing arts, ricercando gli strumenti più efficaci per implementare e diffondere la conoscenza di un patrimonio vastissimo e spesso poco o affatto conosciuto.

Oltre a Sciami|ricerche e ai tre siti web preesistenti, il progetto Sciami comprende una biblioteca tematicaSciami|digitallibrary conforme alle linee guida dei più grandi e importanti progetti europei. Quest’ultima sezione è in fase di costruzione e il desiderio dell’ampio gruppo di lavoro è che presto possa essere consultabile e accessibile a tutti.

Sciami|digitallibrary è un servizio libero e dal valore fondamentale, di cui senz’altro riconosceranno la portata le numerose fasce di utenti che potranno beneficiarne in maniera più diretta: editori del settore che vogliano valorizzare e pubblicare la loro library sul web; università, che vogliano utilizzare la Biblioteca come repository dei documenti prodotti; piccole e medie biblioteche, che troveranno i servizi per pubblicare e gestire le loro collezioni on-line; docenti, che potranno creare delle "LAVAGNE" con i documenti della Biblioteca da condividere con i propri alunni; artisti, che troveranno nella Biblioteca un partner per la digitalizzazione e metadatazione dei loro archivi; festival e fondazioni, e tutti coloro che vorrebbero pubblicare sul web ma hanno timore di perdere il possesso dei propri documenti. 

Per continuare lo sviluppo di Sciami|dgitallibrary in questa sua prima indispensabile e delicata fase è stata lanciata una campagna di raccolta fondi sulla piattaforma BeCrowdy (https://www.becrowdy.com/sciami-digital-library): «Fino a oggi – ha dichiarato la curatrice del progetto Valentina Valentini – abbiamo realizzato Sciami con il lavoro volontario di studenti, dottorandi, docenti, amici, studiosi, senza nessun contributo finanziario, facendo interagire didattica, ricerca e comunicazione».

La campagna di raccolta fondi avrà l’obiettivo di terminare la definizione dei protocolli di conservazione digitale, di digitalizzazione e di metadatazione; determinare gli accordi con i fornitori di contenuti; concludere lo sviluppo tecnico-informatico della piattaforma; digitalizzare, metadatare e pubblicare parte della library storica dell’editore Bulzoni.

Chiunque vorrà offrire il suo contributo alla realizzazione di Sciami|digitallibrary, lo potrà fare seguendo le pratiche delle moderne campagne di raccolta fondi, che sono basate sul ‘controdono’. Sono state infatti create delle “ricompense” per chi sosterrà lo sviluppo del progetto. Partecipa alla raccolta fondi, l’artista Alfredo Pirri, che ‘contro-donerà’ immagini delle sue opere ai benefattori che sosterranno il progetto.

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl