martedì 18 dicembre Valentini Lodovini inaugura la stagione teatrale della città di bassano con Tutta casa letto e chiesa

14/dic/2018 15:03:55 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


in allegato comunicato stampa e immagine con preghiera di pubblicaizone

martedì 18 dicembre ore 21 Teatro Remondini
TUTTO ESAURITO PER VALENTINA LODOVINI IN TUTTA LETTO CASA CHIESA CHE APRE LA STAGIONE TEATRALE DELLA CITTA’ DI BASSANO


(Bassano del Grappa) Valentina Lodovina sarà protagonista del testo di Dario Fo e Franca Rame Tutta letto casa e chiesa, spettacolo da “sold out”, che il 18 dicembre alle ore 21, inaugura la nuova Stagione Teatrale della Città di Bassano, al Teatro Remondini.  Un cartellone realizzato insieme al Teatro Stabile del Veneto e al Circuito Arteven, per una stagione che mette insieme alcuni dei nomi di spicco del cinema e del teatro italiano.

Attrice di cinema amata da registi come Sorrentino, Mazzacurati e Faenza, Valentina Lodovini si presenta all’appuntamento con il teatro con un testo che raccoglie i monologhi scritti da Dario Fo e Franca Rame e interpretati da quest’ultima a partire dal primo debutto avvenuto nel 1977 a Milano, alla mitica Palazzina Liberty, in quell’occasione occupata e semisepolta dalla neve, in appoggio alle lotte del movimento femminista.
I contenuti, nel corso degli anni, sono stati modificati e arricchiti con continui riferimenti agli eventi politici e di attualità fino al 1985.
Diretta da Sandro Mabellini, la Lodovini ha scelto di interpretare il celebre monologo (oltre tremila repliche) il cui testo offre uno sguardo lucido, puro, sofferente sulla condizione femminile, che non è cambiata molto da allora.  Il protagonista di questo spettacolo sulla donna è l’uomo, o meglio la sessualità maschile, che nel testo è sempre presente, a incombere e schiacciare le donne.
Tutta casa, letto e chiesa è dunque uno spettacolo sulla condizione femminile, in particolare sulla sottomissione sessuale della donna.

A dar voce all’eterna lotta tra uomo e donna si alternano sulla scena quattro diversi personaggi femminili, portavoce dei brani che compongono lo spettacolo: una casalinga che nell’ambito della famiglia ha tutto, eccetto la cosa più importante, la considerazione; una donna subalterna all’uomo nell’atto fisico; un’operaia sfruttata tre volte, in fabbrica, in casa e in camera da letto; e un’Alice nel paese senza meraviglie, protagonista del disincantato atto finale.
Si ride, anche parecchio, ma alla fine resta addosso una grande amarezza nel constatare come in quarant’anni dalla pubblicazione del testo i problemi delle donne non sono cambiati poi molto.

Di origini umbre, Valentina Lodovini è toscana d’adozione avendo vissuto fino all’adolescenza a San Sepolcro. Nel 2004 si diploma al Centro sperimentale di Cinematografia di Roma. In televisione recita nelle fiction Io e mamma, Distretto di Polizia, 48 ore e Incantesimo. Nel cinema lavora fra gli altri nei film Ovunque sei di Michele Placido, L’amico di famiglia di Paolo Sorrentino, A casa nostra di Francesca Comencini, La giusta distanza di Carlo Mazzacurati. Per l’interpretazione in Benvenuti al Sud vince di David di Donatello come miglior attrice non protagonista. Tra gli ultimi film, Milionari di Alessandro Piva, e La verità sta in cielo di Roberto Faenza.

Il prossimo spettacolo della stagione andrà in scena il 9 gennaio, LAMPEDUSA con Donatella Finocchiaro e Fabio Troiano. Informazioni ufficio spettacolo tel. 0424 519819 519805

--
Alessia Zanchetta
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl