Operaestate&ArtBonus: presentata in conferenza stampa la nuova alleanza festival/spettatori

17/mag/2018 13:39:18 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Gentilissimi,
a seguito della conferenza stampa di questa mattina, sono a trasmettere il comunicato (con foto) relativo all'inserimento di Operaestate Festival tra i beneficiari dell'Art Bonus ministeriale.

--

L’ART BONUS PER PROMUOVERE L’ARTE DELLO SPETTACOLO:

ANCHE OPERAESTATE TRA I FESTIVAL BENEFICIARI

Dopo l'approvazione della nuova legge sullo spettacolo, il Ministero ha esteso anche ai Festival, tra cui Operaestate, l'Art Bonus a sostegno della cultura, incentivando così l'alleanza territoriale tra pubblico e privato, cultura e cittadini.

(Bassano del Grappa) Con l’approvazione della nuova legge sullo spettacolo, l’Art Bonus riguarda anche “istituti e luoghi della cultura pubblici, fondazioni lirico sinfoniche, teatri di tradizione, festival ed altri Enti dello Spettacolo”: rientra quindi tra gli enti beneficiari anche Operaestate Festival, che coglie così un’ulteriore occasione per tessere alleanze ancora più importanti con il territorio e gli spettatori. 

L’Art Bonus permette infatti ai privati (cittadini e imprese), di sostenere progetti di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico , potendo fruire di una rilevante detrazione fiscale (il 65% dell’importo versato), incentivando così un impegno concreto a favore di un bene collettivo. Dal 2018 questa misura è stata estesa anche ad alcune tipologie di progetti di spettacolo dal vivo, consentendo a quanti decidono di sostenere Operaestate Festival Veneto, e gli specifici progetti proposti nell’ambito della manifestazione, di usufruire del vantaggio fiscale e di essere ancora più partecipi di un festival che, nel triennio 2015/2017, è stato riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turistiche quale terzo festival multidisciplinare a livello nazionale.

La misura governativa pertanto, rappresenta un forte incentivo per siglare un’alleanza territoriale tra pubblico e privato. Una maggiore capacità di investimento, derivante dal sostegno di privati e imprese, consente a Operaestate Festival Veneto di consolidare il suo ruolo di propositore e attrattore culturale capace di offrire, da quasi quarant’anni, una vivacità culturale nota a livello internazionale e in tutta Italia, e di generare un impatto economico stimato in tra i 2,7 e i 3,5 milioni (effetti diretti, indiretti e indotti) come dai dati emersi nella ricerca condotta pochi anni fa dalla Fondazione Fitzcaraldo.

Molti sono i vantaggi di investire in cultura: associare il proprio nome e la propria azienda a un festival come Operaestate significa diventare veri e propri “Mecenati 2.0” e farsi promotori di cultura (italiana e internazionale) non solo a livello di immagine e comunicazione, ma anche tra i propri collaboratori (nel caso delle aziende) e amici (nel caso di singoli sostenitori).
Questo sostegno mette in moto così un circolo virtuoso per cui la cultura raggiunge nuovi territori attraverso il pubblico stesso, che si fa promotore e attore, e mette in relazione, nel caso delle imprese, le realtà aziendali riunite tra gli “Amici di Operaestate Festival Veneto”, creando un’inedita e produttiva sinergia che ha ulteriori ricadute positive anche sul territorio.

E il mecenatismo va oltre alla singola manifestazione: sostenere il Festival significa sostenere anche il lavoro di ricerca e sostegno agli artisti che continua tutto l’anno, e che dà vita alle successive edizioni e a un network sempre più internazionale, che porta il nome di Bassano, del Festival �“ e dei suoi sostenitori �“ in tutto il mondo come esempio eccellente di quello che la cultura può fare e di quello che ciascun cittadino può fare per la cultura.

--
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl