CS Come diventare africanio in una notte al Valsusa Filmfest

13/apr/2018 15:02:21 LP Press Contatta l'autore

Buongiorno, inviamo informazioni su uno spettacolo teatrale in programma al Valsusa Filmfest e, brevemente, sui prossimi eventi della 22^ edizione. In allegato trovate anche il programma completo ed il Comunicato Stampa Generale con maggiori approfondimenti sui prossimi eventi.
Grazie dell'attenzione e buona lavoro. Gigi Piga 3480420650


COMUNICATO STAMPA
XXII Valsusa Filmfest


COME DIVENTARE AFRICANI IN UNA NOTTE

martedì 17 Aprile 2018 – ore 21:00
Teatro Fassino, Avigliana, Via IV novembre, 19, 10051 Avigliana (TO)
 Ingresso gratuito

SPETTACOLO TEATRALE
di Mohamed Ba, Stefano Dongetti, Alessandro Mizzi
con Mohamed Ba e Alessandro Mizzi  |  regia di Sabrina Morena

Un tragicomico inno alla diversità e all’integrazione in cui due uomini, un italiano e un togolese, si trovano a condividere forzatamente un appartamento giungendo a inaspettati punti e vicinanza


Tra il 12 ed il 26 aprile 2018 si svolge la XXII edizione del Valsusa Filmfest, festival poliartistico con una struttura consolidata che prevede, oltre alla proiezione delle opere cinematografiche in concorso, anche numerosi eventi a cavallo tra letteratura, cinema, musica, teatro, arte ed incontri su temi di libertà e diritti per “Fare Memoria”, tema di questa edizione e legato alla necessità di mantenere memoria, oltre che di eventi del passato, anche di eventi di un recente presente che, sempre più veloce e divoratore di informazioni, priva le nuove generazioni di un tempo e di un sapere comune e condiviso.

“Come diventare africani in una notte”, spettacolo teatrale con regia si Sabrina Morena ed in scena Mohamed Ba e Alessandro Mizzi, viene presentato il 16 aprile alle ore 10 al Liceo Des Ambrois di Oulx in una replica riservata agli studenti ed il 17 aprile ad Avigliana alle ore 21 al Teatro Fassino ad ingresso gratuito.
Mohamed Ba, mediatore culturale, griot, musicista e scrittore senegalese impegnato sui temi dell’integrazione, il 17 aprile condurrà anche un incontro a Condove con gli allievi della Scuola Media Statale G. F. Re. sui temi dell’integrazione e dell’inclusione sociale in Italia.

LO SPETTACOLO

Un italiano e un togolese si trovano gioco forza a condividere un appartamento quando accade un fatto inaspettato che costringe tutti a cambiare punto di vista. Un giaciglio da una parte, un materasso dall’altra, due estranei: Alessandro Mizzi, operaio “bianco” in cassa integrazione, inseguito dai debiti, e Mohamed Ba, togolese che suona lo jembe e vive di lavoretti sottopagati. La dura realtà della crisi si rispecchia nelle vite di due persone che sembrano apparentemente molto diverse. Ma la convivenza forzata costringe in due a conoscersi e a scambiarsi le opinioni, dando vita a esilaranti momenti di confronto, giungendo a inusuali punti di contatto.
Il testo è scritto a sei mani insieme alla regista: un’operazione già a monte di grande valenza interculturale.
Un momento creativo e umano dove la cultura europea e quella africana si incontrano e dialogano apertamente.
Uno spettacolo ricco di spunti di riflessione che farà sorridere, ma anche riflettere invitando gli spettatori a mettersi nei panni dell’altro.

Alessandro Mizzi, attore poliedrico, tra i fondatori del Pupkin Kabarett- il cabaret più strampalato del Nord Est, oltre ad aver lanciato l’idea e contribuito alla scrittura del testo, interpreta Mario con leggerezza e ironia.
Mohamed Ba, attore e autore affascinante, da anni impegnato in importanti spettacoli e operazioni interculturali, ha scritto il testo disseminandolo tutta la profondità e il fascino della cultura africana.
Stefano Dongetti, autore e attore comico e satirico, tra i fondatori del Pupkin Kabarett, ha scritto la commedia assieme agli altri, focalizzandosi sul confronto culturale, dando luogo a dialoghi intelligenti e ironici.


I PROSSIMI APPUNTAMENTI DEL FESTIVAL

Il XXII Valsusa Filmfest proseguirà sino al 26 aprile in diversi comuni della bassa ed alta Valle di Susa, oltre che a Torino, con la proiezione delle opere selezionate per la fase finale del concorso cinematografico anche in tre carceri (Fossano, Scampia e Poggioreale) e altri eventi con importanti ospiti tra i quali Gherardo Colombo il 19 aprile al cinema di Condove insieme a Fabio Venditti che presenta il film “Socialmente pericolosi”, Riccardo Gatti, capo missione della Ong Proactiva Open Arms che riceverà il Premio Bruno Carli il 22 aprile al Palazzo delle Feste di Bardonecchia in un incontro al quale parteciperà anche Cecilia Strada, Letizia Battaglia che il 25 aprile ad Avigliana sarà protagonista insieme ad altri ospiti di rilevo di un evento in ricordo di Peppino Impastato e Saba Anglana che il 25 aprile al Teatro Magnetto di Almese si esibirà in concerto insieme a Fabio Barovero e ad altri musicisti.
Maggiori informazioni in www.valsusafilmfest.it


Addetto Stampa
Gigi Piga - cell. 3480420650
Email.  luigipiga@lp-press.com


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl