Dalla Svezia il Cullberg Ballet in prima nazionale a Bassano del Grappa il 23 agosto

19/ago/2016 12:31:58 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 comunicato stampa e immagine in allegato



link video
LA RIVOLUZIONE DEL CULLBERG BALLET IN PRIMA NAZIONALE A OPERAESTATE
Va in scena il 23 agosto alle 21 al Teatro al Castello “T.Gobbi” di Bassano del Grappa Figure a sea, nuova produzione del celebre Cullberg Ballet, firmata da Deborah Hay e Laurie Anderson.

(Bassano del Grappa)Una prima nazionale tanto attesa, dopo quella di Marie Chuoinard, a Operaestate Festival: in scena il 23 agosto alle 21 al Teatro al Castello “T. Gobbi” di Bassano del Grappa, Figure a Sea, nuova produzione del celebre Cullberg Ballet, firmata da Deborah Hay e Laurie Anderson; un evento inserito nel cartellone di Operaestate Festival, la lunga rassegna estiva promossa dalla Cttà di Bassanocon il sostegno del Mibact, della Regione Veneto e delle Aziende aderenti al Club Amici del Festival.

Fra le migliori compagnie di danza al mondo, lo svedese Cullberg Ballet riunisce in Figure a Sea venti danzatori sotto la guida di due eccezionali artiste: la coreografa Deborah Hay e la compositrice Laurie Anderson. Il risultato è una sfida senza limiti alla bellezza e alla velocità, un flusso di indefinito per i danzatori e per il pubblico.
“Pensate al mare. Cosa vedete? Il palco come un mare di infinite possibilità. Un danzatore in un mare di possibilità infinite. Un flusso di indefinito, per i danzatori e per il pubblico, che condividono uno stesso spazio e uno stesso tempo.” Questa l’immagine che viene consegnata al pubblico fin dall’inizio della performance, che rivoluziona la celebre compagnia (fondata da Birgit Cullberg, grande coreografa e madre del coreografo Mats Ek, e ora diretta da Gabriel Smeets) e che la porta a collaborare con due artiste complesse e all’avanguardia.  

La coreografa americana Deborah Hay ridefinisce continuamente il suo concetto di danza. Con radici nel teatro sperimentale Judson Dance Theatre dal 1960, autrice di culto tra i creatori contemporanei, è stata fra i primi a usare schemi di movimento naturali, tecnica che oggi è pietra miliare nella storia della danza. Durante la sua lunga carriera ha lavorato, tra gli altri, con Merce Cunningham e ha creato coreografie per artisti come Mikhail Baryshnikov. “Ciò che il mio corpo può fare è limitato – afferma Deborah Hay – ma questa non è una cosa negativa, perché attraverso ogni coreografia mi libero da tali limitazioni. Scrivere per la scena è dunque il modo che ho scelto per riformulare e comprendere il mio corpo”. Il 5 maggio del 2015, il Ministro della Cultura e della Comunicazione francese ha assegnato a Deborah Hay il titolo di Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere.

Laurie Anderson è una performer, musicista e scrittrice statunitense, o per sua stessa definizione, “una narratrice di storie”. È una delle principali animatrici della scena d’avanguardia newyorkese. Inizia a suonare il violino in tenera età e nei primi anni settanta, dopo essersi laureata in scultura alla Columbia University di New York, si dedica alla performing art. In una delle sue prime esibizioni, che si svolgevano in strada, suonava un violino che, grazie a un registratore nascosto all’interno, produceva dei loop di suoni che si sovrapponevano alla musica eseguita dal vivo. Durante l’esibizione indossava un paio di pattini, le cui lame erano immerse in due blocchi di ghiaccio. Con il passare del tempo il ghiaccio si scioglieva e Laurie smetteva di suonare quando non era più in grado di stare in piedi. Laurie Anderson ha collaborato con lo scrittore William S. Burroughs, con il regista Wim Wenders e con molti musicisti fra i quali citiamo Brian Eno, Peter Gabriel, Philip Glass, e Lou Reed, suo marito.

Una serata da non perdere, per vedere all’opera i meravigliosi danzatori del Cullberg e per celebrare il talento di due vere rivoluzionarie della scena contemporanea.


Ingresso: intero 20¤, ridotto 16¤
Info e prenotazioni: Biglietteria Operaestate, via Vendramini 35 (Bassano) -  0424.524214
Tutto il programma del festival su: www.operaestate.it


--
Alessia Zanchetta






blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl