venerdì 19 Anagoor in prima nazionale mettono in scena I sonetti di Shakespeare a Bassano del Grappa

17/ago/2016 11:24:38 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


UN SUONATORE DI LIUTO, UN RAPPER, LA MORTE, L’AMORE: ANAGOOR INDAGA I SONETTI SHAKESPEARIANI AL CASTELLO
In scena il 19 agosto al Teatro al Castello “Tito Gobbi” di Bassano del Grappa, Anagoor in Master/Mistress of my passion spettacolo in prima nazionale dedicato ai Sonetti di Shakespeare

Va in scena venerd? 19 agosto alle 21 al Teatro al Castello “Tito Gobbi” di Bassano del Grappa, Master/Mistress of my Passion di Anagoor, spettacolo in prima nazionale dedicato ai sonetti shakespeariani e agli intrecci dark tra Shakespeare e Bassano; un evento inserito nel cartellone di Operaestate Festival.

Anagoor indaga i “Sonetti” di Shakespeare con il suo inconfondibile stile raffinato e visionario, e coinvolge sulla scena Alberto Mesirca al liuto, con l'elettronica di Mauro Martinuz e i landscape sonori di Stefano Stech Durighel alla chitarra elettrica; con le voci di Jeff The-Six, rapper americano, e Marco Menegoni, e la partecipazione video di Laura Curino e Marco Crosato.

Il titolo scelto fa riferimento al “fair youth” a cui sono dedicati i primi sonetti, ma vuole alludere anche ad entrambi i dedicatari di queste magnifiche poesie (master e mistress, appunto): l’appellativo, “Padrone /Padrona della mia passione”, infatti, da un lato evoca la bellezza ambigua del giovane che ispir? il Bardo, dall’altro esprime la forza quasi maschile della Dark Lady. Un sovrapporsi di generi e giochi di ruolo, tra maschile e femminile, molto presente anche nel poemetto composto da Aemilia Bassano stessa.
Afferma Simone Derai, a proposito dello spettacolo: “Quando un testo si manifesta e si nasconde allo stesso tempo, quando invece di un significato chiaro e trasparente se ne riconoscono almeno due, allora il testo non ? pi? rivelazione ma enigma, quando non deliberata menzogna. Chi era William Shakespeare? Chi erano il Fair Youth e la Dark Lady? Credere che i Sonetti possano rispondere a queste domande, illuminando una biografia che da secoli sfugge, ? pura illusione…”.

Un suonatore di liuto, un rapper americano, l'amore, la peste, la Regina e il Poeta, i versi, le chitarre elettriche, l'enigma, il desiderio e la morte, i teatri chiusi a forza, la carestia che tutto divora, le maschere e le menzogne...tutto questo non ? una serie tv, ? una follia di una notte di mezza estate: ? Anagoor che canta i Sonetti di Shakespeare.

Ingresso: 10? intero, 8? ridotto Info e prenotazioni: Biglietteria Operaestate Festival, via Vendramini 35 – 0424524214
Tutto il programma del festival su: www.operaestate.it

--
Alessia Zanchetta


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl