Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Rock Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Rock Fri, 18 Aug 2017 18:13:00 +0200 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/1 KARBONICA “PEZZO D’AFRICA” È IL NUOVO SINGOLO D’IMPATTO SOCIALE DELLA ROCK BAND SICILIANA Thu, 17 Aug 2017 16:55:44 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445608.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445608.html L'Altoparlante L'Altoparlante  

 

Il brano è un invito alla riflessione rivolto all'italiano medio e alla presa di coscienza per cui nascere in un emisfero del mondo piuttosto che in un altro determina il destino di ogni essere umano.

 

«Quanti di noi da nord a sud in un paese diviso da quelle che sono tipiche guerre “tra poveri”, si domandano: Perché dover accogliere chi viene da un altro paese?! mentre qui si fatica persino a pagare la bolletta della luce di casa o il mutuo stipulato per comprarla. Solo in pochi capiscono che i problemi di un paese del “secondo mondo” come l'Italia non sono e non saranno mai come quelli di chi vive in un paese del “terzo mondo”». Karbonica

 

 

 

Guarda qui il video

 

 

Pezzo d'Africa” è un brano scritto sulla base delle riflessioni di chi si sveglia ogni giorno e compie comuni gesti, che i potenti della terra disconoscono.

 

DICONO DI LORO

 

"Un concentrato di sano e pregiato rock underground firmato da una realtà che su territorio siciliano, e non solo, ha saputo ricavarsi una gran bella nicchia di mercato e di pubblico" Loud Vision

 

"Dalla Sicilia suona forte il rock dei Karbonica, troppo attenti ad un cliché da dannati e pericolosi, un mood metropolitano che strizza l’occhio al rock internazionale fermando il tempo con testi rigorosamente in italiano che dalla società all’amore si lasciano ispirare quanto più possibile." Marco Vittoria, Vento Nuovo

 

"La crescita è appena iniziata ma direi che il buongiorno si vede dal mattino…" Red, Sound 36

 

"Dalla provincia siciliana arriva un bel pop rock che ha scorza dura e sentimenti buoni." Gianluca Clerici, Just Kids Magazine

 

"Tipico e davvero gustoso il suono di basso a cesellare un battere in cui si incastrano testi intelligenti e ben cantati." Paolo Polidoro, Musicalnews

 

L’esordio discografico di una delle più prolifiche rock band siciliane". Alessio Primio, 100 decibel

 

"Quei colori" è un disco che fa esattamente quello che dice." Paolo Tocco, Deapress

 

"Un esordio autoprodotto che però ha carattere da vendere" Marco Vigliani, Sound Contest

 

"Un disco che nasce dalla strada, dalla vita vissuta suonando e poi in studio di registrazione. Un rock mainstream, una sequela di inediti che effettivamente mostrano cura e gusto, una voce ed un immaginario che vestono cliché che comunemente restituiamo al rocker dannato." Box Musica

 

"Un lavoro curatissimo e dalle molteplici sfaccettature, che mettono in evidenza le capacità non comuni dei musicisti di passare in modo spontaneo e performante da un contesto ad un altro con fluidità e senza perdere mai la padronanza sonora e lo stile personalissimo che li distingue." Quadri Project

 

"Che bellissimo messaggio per la nuova scena artistica italiana…noi ci accodiamo a molti che l’hanno sottolineate nelle tante interviste e recensioni che i Karbonica hanno ottenuto in rete e non solo. Questo disco dal titolo “Quei colori” ha il suono italiano, ha la forgia del pop rock da copertina, ha la grinta e la personalità ingenua di esordio da una parte e di chiarezza espressiva dall’altra…un primo lavoro che poi tanto acerbo non è…e si sente." Giancarlo Susa, Blog music

 

"Brani con lievi contaminazioni elettroniche, dalle influenze pop, hard rock, alternative… danno vita a un album, dove a farla da padrone sono le due chitarre elettriche, il basso e la batteria." Giandomenico Morabito, Musica Intorno

 

"Un disco rock con tutte le carte in regola!" Vanni Versini, Onda Musicale

 

"Dieci pezzi istintivi, diretti, genuini con chitarre gajarde e una ritmica incessante data dal bel lavoro collaborativo di basso e batteria”. Alligatore

 

"Suonato molto bene, con grande padronanza degli strumenti, ben calibrato e ottimamente arrangiato, “Quei colori” è un ottimo biglietto da visita per attirare la giusta attenzione che meritano." Antonio Bacciocchi, Radio Coop

 

"L'energia, la melodia, le tematiche dei testi, mai stupide, che trattano di temi attualissimi e delicati. Sono tutti tasselli importanti, di un lavoro che convince perché si presenta molto vero e poco costruito, rispecchiando l'anima e la sensibilità dei Karbonica". Sisco Montalto, Clapsband

 

"Il debutto dei Karbonica convince e apparecchia la tavola per un roseo futuro prossimo". Piergiuseppe Lippolis, Music Map

 

"Quei colori è un album fortemente rock, in cui le protagoniste assolute sono le chitarre elettriche. A completare lo stile melodico ci sono, come in ogni formazione rock che si rispetti, basso e batteria. Il tutto a sostenere una voce potente e di grande impatto, ma che sa anche essere melodiosa e delicata, laddove i brani lo richiedono." Eleonora Montesanti, La musica Rock

 

"L’album dei Karbonica è essenziale, odora di rock con tutte le sue radici e la sua anima, senza troppi fronzoli e con temi che consegnano all’ascoltatore canzoni ben costruite e assolutamente fruibili, un ottimo compromesso tra melodica e contenuti. Disco assolutamente consigliato." Daniele Mosca, Causa ed effetto

 

"Un album consigliato a tutti gli amanti del genere, agli appassionati dei concerti da sudare, a chi cerca nei testi qualcosa che vada al di là delle semplici rime, a chi ancora crede che le chitarre abbiano tanto da dire." Mescalina

 

"E’ un disco fatto di molte tinte diverse ma simili, luminose ma opache, disperatamente vitale. I cinque ragazzi siciliani ce l'hanno messa tutta ed il risultato è sorprendente. Un ottimo battesimo discografico!" Viva Low Cost

 

 

 

I Karbonica sono: Riccardo Trovato (voce/chitarra acustica), Herry Found (batteria/percussioni), Giuseppe Puglisi (basso/cori), Marco Miceli (chitarra/cori), Orazio Basile (chitarra).

 

BIO

 

I Karbonica sono una rock band siciliana, il loro 1° EP è “Live in studio” (2012), con cui la band partecipa a diversi contest musicali regionali raggiungendo la finale del Lennon Festival e vincendo il 14° Lavica Rock. I Karbonica tra il 2012 e il 2014 si esibiscono in moltissimi club e pub siciliani (oltre 200 live) in controtendenza rispetto alla forte domanda di cover/tribute band e riuscendo a ritagliarsi un proprio pubblico. Nel 2014 la band partecipa e vince la finale regionale di Rock Targato Italia, accendendo alla finale nazionale e vincendo il Premio Nazionale del Web. Nell'autunno 2014 viene pubblicato il singolo, “Quel bisogno che” che raggiunge il 48° posto della Indie Music Like del MEI e che viene recensito dalla rivista nazionale MarieClaire. Il 20 marzo 2015 la band pubblica il singolo “La tua rivoluzione” con il quale è ospite degli studi RAI di Palermo andando in onda dal vivo su Radio1, per la trasmissione Musica Med Live. I Karbonica nel 2016 vengono scelti dai Litfiba tra le 16 band chiamate a registrare la compilation celebrativa del trentennale di 17 RE prodotta dagli stessi Litfiba e distribuita sul loro sito ufficiale. Il primo full lenght della band è "Quei colori" pubblicato il 7 novembre 2016 e contenente 10 tracce originali. In seguito alla pubblicazione del secondo lavoro, diverse webzine e riviste cartacee di settore parlano della band siciliana, su tutte spiccano Classic Rock Italia e La Repubblica Spettacolo; “L'Inganno”, singolo di chiara matrice classic rock, raggiunge a distanza di tra mesi dalla sua uscita, il 31° posto della Indie Music Like del MEI.

 

Contatti e social

 

Sito web http://www.karbonica.it/

Facebook https://www.facebook.com/karbonica/

YouTube https://www.youtube.com/user/karbonicaband

Twitter https://twitter.com/karbonica

Google+ https://plus.google.com/106075143643325736245

Spotify https://open.spotify.com/artist/4I1eh7RojPVubEgrzdgueG

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->

 

]]>
I CHEYENNE “INSIEME” È IL SINGOLO DI LANCIO DELLA ROCK BAND SARDA Thu, 17 Aug 2017 15:12:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445545.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445545.html L'Altoparlante L'Altoparlante  

Un’esperienza forgiata da vittorie e partecipazioni ad alcuni dei più importanti contest d’Italia (Italia Wave, Olbia Rock, Sanremo Music Awards) conduce i tre ragazzi di Iglesias a presentare un brano solido e maturo che affronta la tematica della ricerca dell’impossibile.

 

 

«Il riferimento al personaggio più bello di Tolstoj riassume certamente come possa essere insito nella natura umana ricercare di continuo qualcosa di nuovo, di diverso…

Questa continua ricerca, che spesso parte dall’insoddisfazione, può allontanarci da quello che abbiamo, per tentare di raggiungere qualcosa che, troppo spesso, è solo fatuità. In questo “mondo nuovo” il desiderio sfrenato dell’essere umano di cercare qualcosa di nuovo e di diverso ha perso ogni freno, ogni limite». I Cheyenne

 

La positività del ritornello, tuttavia, racchiude un significato di profondo amore, che arriva a farsi speranza. Il rapporto con un’altra persona, se inteso nella sua totale purezza, viene disegnato infatti come salvifico.

 

 

 

 

Guarda qui il videoclip

 

L’album, al quale la band sta ancora lavorando, verrà pubblicato dopo l’estate col titolo di “Luci e oscurità”.

 

 

BIO

 

I Cheyenne si formano nel settembre del 2006 ad Iglesias (Provincia del sud Sardegna). Nel corso degli anni tra il 2007 ed il 2012 i Cheyenne suonano in moltissimi palchi importanti in tutta la Sardegna.

L'intensa attività live porta il gruppo a scrivere diversi pezzi che andranno a comporre il loro primo album. Il primo cd intitolato “MAESTRALE” è uscito nel Giugno 2010. L'album contiene 11 canzoni il cui tema è strettamente connesso all'attualità del territorio iglesiente.
Per quanto riguarda l'attività live del gruppo in questi anni vanno sicuramente ricordate molteplici partecipazioni a Festival e Concorsi importanti
l'ItaliaWave 2011 (2° posto), l'Artes et Sonos 2011(3° posto), l'OlbiaRock 2011 (2° posto), il Guspini Music Contest 2011 (1° posto). Nella Primavera del 2011 esce su Youtube il nuovo singolo “La mia energia”, accompagnato da un video di protesta contro il nucleare e a favore delle energie rinnovabili. Il video riscuote molte critiche positive e ottiene molte visualizzazioni. 
Nel Febbraio del 2012 i Cheyenne partecipano alle
selezioni di Sanremo Music Awards e arrivano alla finale a Sanremo durante la settimana del Festival vincendo poi il concorso nella categoria Miglior Band Rock Blues. Nell’Agosto del 2012 si classificano, per la seconda volta consecutiva, al secondo posto dell’Olbia Rock, vincendo così la possibilità di suonare a Faenza il mese successivo. 

A Settembre partecipano alla finale del Premio Pavanello a Trento e al Mei Supersound a Faenza. Nel Novembre dello stesso anno girano ad Olbia il video del nuovo singolo “La Canzone del Poeta” che uscirà a Gennaio del 2013. 

Il nuovo album “Il giardino del tempo” esce il 20 Dicembre 2013.
13 tracce di indie rock denso nelle musiche e intenso nei testi, che parlano del ciclo della vita e di come l’essere umano può oltrepassare i limiti del tempo con il proprio intelletto e la capacità di continuare a sognare.

Nell'estate del 2014 vincono l'Olbia Rock. Nel 2017, con la canzone “Insieme”, vincono il “Radiolina special contest” e suonano sul prestigioso palco del Poetto Fest.

 

Contatti e social

 

 

Facebook: www.facebook.com/iCheyenneOfficialPage

Youtube: www.youtube.com/c/icheyenneofficial

Instagram: www.instagram.com/icheyenneofficial/

 

 

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->

 

]]>
SponzArti: L’ARTE CONTEMPORANEA ALLO SPONZ FEST 17 DI VINICIO CAPOSSELA, DAL 21 AL 27 AGOSTO A CALITRI E IN ALTA IRPINIA Thu, 17 Aug 2017 11:34:19 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445446.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445446.html GDG Press GDG Press

 

SPONZ FEST 2017
V edizione

All’Incontre’ Я �“ Rivoluzioni e mondi al Яovescio”
il Festival ideato e diretto da

Vinicio Capossela

Dal 21 al 27 agosto a Calitri e in Alta Irpinia

SPONZARTI

AZIONI PER MOTO CONTRARIO”

L’ARTE CONTEMPORANEA ALLO SPONZFEST

Collettivo FX, Andrea d’Amore, Michele Giangrande, Silvio Giordano, Michele Mariano, Virginia Zanetti, con un omaggio a Pippa Bacca

Dal 21 al 27 agosto a Calitri e in Alta Irpinia torna lo Sponz Fest, il festival diretto da Vinicio Capossela, giunto alla sua quinta edizione e dedicato quest'anno al centenario della Rivoluzione Russa: da qui il titolo “All’Incontre’ Я �“ Rivoluzioni e mondi al Яovescio”.

Un festival a tutto tondo, che non è solo musica ma un’esperienza artistica e sociale completa, una pratica personale ma soprattutto condivisa. Lo Sponz Fest è nato in un piccolo paese dell’Alta Irpinia per darsi un’occasione di pratica di comunità, scrive infatti lo stesso Capossela. Lo sponzamento è la perdita della rigidità, l’ammorbidirsi nel bagno di sudore liberatorio della festa, del ricreo, del sacro tempo dell’inutile. Le società arcaiche e il mondo contadino conservavano ancora nei geni il bagliore dei grandi riti dissipatori dell’antichità, che rinnovavano la terra scuotendola. Questa ri-creazione non è solo fisica, ma anche ideale.

Una ri-creazione dunque che passa attraverso eventi, letture, concerti, lezioni della neonata Università dei Ripetenti ma ance performance e installazioni.

Anche quest’anno infatti non manca uno spazio all’arte contemporanea con SponzArti, la sezione ideata da Mariangela Capossela che ne ha curato le precedenti edizioni. Per lo Sponz 2017, la curatela è affidata a Tommaso Evangelista e, nel pieno spirito rivoluzionario del programma, il titolo sarà “Azioni per moto contrario”, a indicare la dimensione performativa e relazionale degli interventi artistici.

Tanti gli artisti confermati: Michele Mariano che realizzerà un campo di calcio di led in un bosco senza, naturalmente, danneggiare un solo albero; Michele Giangrande che, con l’aiuto dei bambini, realizzerà due grandi installazioni �“ ingranaggi con i cartoni da imballaggio; Andrea D’Amore che realizzerà un forno nelle grotte di San Zaccaria, invitando la popolazione a una raccolta di alimenti commestibili selvatici durante la passeggiata verso il luogo di incontro; il Collettivo FX che smonterà le pratiche della street art per poi riassemblare in modo collettivo e condiviso; Virginia Zanetti che ribalterà il punto di vista abituale e posizionerà l’essere umano a sorreggere il mondo e non più a esserne sorretto.

Alle azioni performative e installative si affianca anche la proiezione di due filmati: “The Prince of Venusia”, cortometraggio di Silvio Giordano su Gesualdo da Venosa, e “ La Sposa” di Joël Curtz in omaggio a Pippa Bacca, a cui seguirà un incontro con Mariangela Capossela, Tommaso Evangelista e Bahar Adan della galleria G-art di Istanbul.

SponzArti letteralmente significa “mettiti a bagno”. Un invito a immergersi nella festa, fino a sciogliere la rigidità salina e andare alla parte morbida del tessuto sociale e individuale: la parte delle emozioni e del vissuto.

Una sezione che vuole arrivare anche lì dove non arriva il rito collettivo, ponendosi però i suoi stessi obiettivi: curare la vita offesa, la terra oltraggiata, l’inconveniente, la percezione, il caos e ristabilire un legame con lo spazio, i suoi vuoti, i suoi racconti, i suoi miti.

L’azione artistica non è più dunque solamente installativa e performativa ma si fa pratica vitale, vuole creare una nuova comunità fondata sulla relazione, riconquistare i luoghi e suggerire diverse ipotesi di crescita. L’artista contemporaneo è nomade, esiliato, esule, in viaggio tra i segni delle storie che incontra e si radica a volte anche solo per un istante, per rammentare alla collettività la bellezza dell’attimo, dell’effimero, dell’opposto.

La ri-creazione dello Sponz di quest’anno è anche estetica, un’estetica del contrario e dell’azione rivoluzionaria, che in fondo è quella rappresentazione dialettica che si trova da sempre nell’arte e alla quale da sempre l’arte tenta di dare forma e colore.

Programma SPONZARTI

1-22 agosto Gears (Ingranaggi) Installazione-performance di Michele Giangrande. Calitri

23-24 agosto Gears (Ingranaggi) Installazione-performance di Michele Giangrande. Stazione di Conza �“ Cairano �“ Andretta

Michele Giangrande realizzerà due grandi installazioni utilizzando semplicemente dei cartoni da imballaggio in maniera modulare, creando enormi ingranaggi che richiamano da un lato l’estetica sovietica della macchina e dall’altro l’inutilità dell’oggetto dada. L’inutilizzabilità dell’oggetto a fini meccanici permette di osservare “al contrario” la funzionalità di queste forme. “Ho un’ossessione: la ruota, il simbolo dell’inventiva umana e l’affine figura geometrica del cerchio. Il cerchio rappresenta la sintesi, la perfezione, la compiutezza, l'equilibrio, l’unione. Grazie ad un preciso calcolo geometrico, i miei ingranaggi si generano dalla semplice combinazione di decine di cartoni da imballaggio. L'ingranaggio viene utilizzato per il trasporto dell'energia ed appare, inoltre, sull'emblema della Repubblica italiana, come simbolo del lavoro su cui si basa”. M. G.

Dal 21 agosto Teatro Degli Alberi Uomo e Degli Uomini Cervo Installazione di Michele Mariano. Località Santa Lucia. Calitri (ogni sera dal tramonto alle 23.00 ca.)

Mariano disegnerà e concretizzerà con le lampadine delle luminarie un perfetto campo da calcio regolamentare, in un bosco, come se fosse calato dall’alto, senza spostare rami o abbattere alberi. È l’evento artistico che sovverte lo spazio naturale e crea uno luogo nuovo d’azione e di fruizione. L’installazione sarà visitabile e fruibile ogni giorno del festival dal tramonto alle 23.00 ca. in gruppi da dieci persone per volta.

Dal tramonto del 21 agosto in località Santa Lucia a Calitri si accenderà Il Teatro Degli Alberi Uomo e Degli Uomini Cervo. È il nuovo campo per giochi. Il teatro del tempo vero, quello della ri-creazione del mondo. Un nuovo campo per tornare ad essere giocatori e protagonisti del tempo perduto. Un teatro per recuperare il buon senso perduto nel rapporto col gioco. Un luogo dove far visita ai santi, satanassi e poveri diavoli, dove è possibile riprendersi il tempo dei racconti di gesta eroiche e miserabili, di gioie e di dolori. Senza spianare il terreno e senza tagliare gli alberi ho disegnato il campo da gioco, nel bosco di notte. Che il nuovo gioco abbia inizio! M. M.

Dal 21 agosto Sciopero alla rovescia Murales a cura del Collettivo Fx. Calitri

Negli anni cinquanta era diffusa in Italia una forma di protesta alla Rovescia. Operai e contadini per far valere i propri diritti anziché astenersi dal lavoro (come in un normale sciopero), lavoravano di più. Si trovano casi ovunque, dall’Emilia al Belice. Vicende che vengono raccontate in modo frammentato e spesso considerati episodi locali. In realtà è come se ci fosse un unico movimento che in quel periodo riteneva l'idea e l'azione produttiva un’unica cosa. Il murales dedicato agli scioperi alla rovescia verrà realizzato nel centro storico di Calitri.

Nella mentalità metalmeccanica �“ da dove proveniamo �“ c’è la mania di smontare le cose. Così abbiamo fatto lo stesso con la street art: ne sono venuti fuori tre pezzi principali: l’ideazione, la realizzazione e l’azione. Questi tre pezzi lì gestiamo in modo collettivo: in molte situazioni ragioniamo sull’ideazione dell’intervento chiacchierando con chi vive nel posto, altre volte realizziamo il pezzo a più mani con altre persone, e infine l’azione può essere fatta o affidata a più persone. Ci fidiamo perché è più faticoso non fidarsi!” FX

Dal 23 agosto I pilastri della terra Installazione di Virginia Zanetti. Calitri

Installazione nei luoghi dello Sponz con gli scatti e i video di Virginia Zanetti dall’ampio progetto performativo I pilastri della terra.

Se ribaltiamo il nostro punto di vista le persone stanno sorreggendo il mondo, diventando dei pilastri della terra. L’azione ribalta il punto di vista: l’individuo sorregge il mondo, insieme ad altri, sfumatura determinante tra l’assumere un ruolo attivo o passivo nella società. Il lavoro esplora i concetti di Rinascita, Risurrezione e Rivoluzione attraverso il cambiamento della visione, tramite un movimento di verticalità che supera la forza di gravità - sfidando la morte intesa anche in senso metaforico �“ e sovverte la postura naturale con un atto di volontà. V. Z.

23 agosto The Prince of Venusia. Proiezione del cortometraggio su Gesualdo da Venosa di Silvio Giordano. Borgo Castello Calitri

Il film The Prince of Venusia, per la regia di Silvio Giordano, ambientato nei contesti artistici di Potenza, Venosa e Acerenza, con attori e maestranze lucane, racconta gli ultimi giorni di vita del musicista Carlo Gesualdo, dalla notizia dell’incidente mortale accaduto al figlio Emanuele fino alla sua morte.

Nel film, che ha la cifra stilistica della tragedia greca, le cinque coriste del madrigale a cinque voci, sperimentato per la prima volta da Gesualdo da Venosa, sono portatrici dei simboli che hanno segnato la sua vita: la croce, la morte, la corona, il pugnale, la rosa, e come inquietanti Parche raccontano all’eroe sconfitto la trama della sua vita ed il suo destino che si è compiuto”. S. G.

24 agosto ЯICAVATO Performance di Andrea d’Amore. Grotte Calitri

L’operazione messa in atto da Andrea d’Amore è una complessa riflessione sulla perdita di diversità̀ genetica naturale e sullo stato delle politiche agricole viste attraverso il filtro selettivo dell’arte. Il tentativo di resistenza contro la smaterializzazione della tradizione agricola territoriale diviene forma viva e filosofia d’azione, denuncia e momento di sintesi al contrario. L’installazione, nelle grotte del centro storico di Calitri, sarà ispirata dalla legenda locale delle Grotte di San Zaccaria e inviterà il pubblico a cercare un tesoro naturale passando sotto un’installazione di peperoncini, per esorcizzare la paura del maligno e riscoprire la socialità e sacralità del cibo.

Ricavato attenta il vizio dell’avidità e dell’ostentazione scavando nella pancia del drago (che incarna quella parte di uomini dediti alla speculazione culturale) nel terreno dello Sponz per cercare un tesoro comune dove la partecipazione collettiva e la condivisione del cibo non cedono l’anima al diavolo ma vi si contrappongono col valore della sovranità della comunità”. A. d’A.

25 agosto Omaggio a Pippa Bacca. Proiezione del film La Sposa di Joël Curtz. Incontro con Mariangela Capossela, Tommaso Evangelista e Bahar Adan della galleria G-art di Istanbul. Ex-cinema Rossini Calitri

Pippa Bacca è stata un'artista italiana. Nipote di Piero Manzoni aveva intrapreso, fin dal 1997, la strada dell'arte performativa. Pippa è morta tragicamente durante la performance itinerante Spose in Viaggio, con cui si proponeva di attraversare, in autostop, 11 paesi teatro di conflitti armati, vestendo un abito da sposa, per promuovere la pace e la fiducia nel prossimo. Come omaggio verrà proiettato il film La Sposa di Joël Curtz e per la prima volta, durante l’incontro, sarà discussa la ricezione della sua performance e del suo lavoro nell’ambiente artistico turco, con i tanti omaggi che le sono stati tributati.

Al matrimonio della sua amica Margherita la sposa ripeteva spesso agli ospiti di stare attenti a non calpestare lo strascico o altre parti dell’abito, perché si sarebbero sporcate. Pippa trovò curioso che si prestasse tanta attenzione ad un vestito che si usa un giorno solo e nacque in lei l’idea di pensare l’abito da sposa al contrario. Un vestito che dura per tutta un’esperienza e ne diventa il testimone, raccoglie su di sé i ricordi, “consumandosi” e sporcandosi. Un unico vestito da portare in un viaggio speciale, che attraversi in autostop paesi dove la guerra è una realtà o un ricordo molto fresco, durante il quale toglierlo solo per dormire o quando lo si lava”.

Programma sintetico

21-22 agosto Gears (Ingranaggi) Installazione-performance di Michele Giangrande. Calitri

23-24 agosto. Gears (Ingranaggi) Installazione-performance di Michele Giangrande. Stazione di Conza �“ Cairano �“ Andretta

Dal 21 agosto Teatro Degli Alberi Uomo e Degli Uomini Cervo Installazione di Michele Mariano. Località Santa Lucia Calitri (ogni sera dal tramonto alle 23.00 ca.)

Dal 21 Sciopero alla rovescia Murales a cura del Collettivo Fx. Calitri

Dal 23 agosto I pilastri della terra Installazione di Virginia Zanetti. Calitri

23 agosto The Prince of Venusia. Proiezione del cortometraggio di Silvio Giordano. Borgo Castello Calitri

24 agosto ЯICAVATO Performance di Andrea d’Amore. Grotte �“ Calitri

25 agosto Omaggio a Pippa Bacca. Proiezione del film La Sposa di Joël Curtz. Incontro con Mariangela Capossela, Tommaso Evangelista e Bahar Adan della galleria G-art di Istanbul. Ex-cinema Rossini Calitri

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Qui il programma Sponz Fest 2017

Qui il programma SponzaArti

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA SPONZ 2017

SCARICA TUTTE LE FOTO

SPONZ FEST 2017

V edizione

All’Incontre’ Я �“ Rivoluzioni e mondi al Яovescio”

il Festival ideato e diretto da Vinicio Capossela

Dal 21 al 27 agosto a Calitri e in Alta Irpinia

GEORGOS XILOURIS + JIM WHITE, ERRI DE LUCA, MASSIMO ZAMBONI, EMIR KUSTURICA/NO SMOKING BAND, DOBRANOITCH, FEDERICO MARIA SARDELLI + MODO ANTIQUO, MARC RIBOT 

Programma in via di Яivoluzione!

Media Partner

Ufficio stampa GDG press: Giulia Di Giovanni info@gdgpress.com 334 1949036 | Alessandro Gambino alessandro@gdgpress.com 320 8366055 | Michela Rossetti rossetti.michela1@libero.it 347 9951730

 


sito web: www.gdgpress.com
pagina facebook: https://www.facebook.com/gdgpress.ufficiostampa/


Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
ARIANO FOLKFESTIVAL AL VIA DOMANI 17 AGOSTO CON LA REGINA LA YEGROS: I MIGLIORI TESORI MUSICALI DEL MONDO (VIDEO TEASER) Wed, 16 Aug 2017 12:56:16 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445260.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445260.html GDG Press GDG Press

ARIANO FOLKFESTIVAL 2017
DAL 17 AL 20 AGOSTO AD ARIANO IRPINO

LONTANI DALL’OMOLOGAZIONE, VICINI AI MIGLIORI SUONI DEL MONDO

AL VIA CON LA “REGINA” LA YEGROS E LA INÉDITA, SI PROSEGUE CON LA LEGGENDA ORLANDO JULIUS, MONI OVADIA E GLI EPHEMERALS

  SCARICA TUTTE LE FOTO DEL FESTIVAL:

https://www.dropbox.com/sh/tr222q6jyar66a0/AAB0aJtYATp10bHzCsjj3sNOa?dl=0

VIDEO TEASER DEL FESTIVAL (ideato e girato da Lorenzo Fodarella): https://vimeo.com/228748007

Scaricalo qui: https://drive.google.com/open?id=0B8ReEU3HJHoJUG5OeFNQNEkzTXM

FOTO: LA YEGROS

Ci siamo. La ventiduesima edizione è pronta, e forte delle 22.000 presenze dello scorso anno si prepara a crescere ancora. Ariano Folkfestival, tra i più attesi appuntamenti europei dedicati alla world music, prende il via domani, 17 agosto, fino a domenica 20. Quattro giorni di musica selezionata con cura e passione da un team ormai consolidato invaderanno Ariano Irpino, terra di confine in Provincia di Avellino posizionata tra Campania, Puglia e Basilicata con un sound tradizionalmente oltre ogni barriera geografica.
Lontani dal mainstream e dall’omologazione, vicini a tutti i suoni del mondo, parola d’ordine di questa edizione è sperimentazione. Con artisti che hanno fatto del mondo la propria casa e delle diversità musicali la loro ricchezza, il Festival è pronto a presentare un palco internazionale per un viaggio che alterna folk e cumbia, si muove agilmente tra rap e hip hop, esplora terreni di jazz ed elettronica.

A dare il via la prima sera ci pensa giovedì 17 agosto La Yegros (Mariana Yegros all’anagrafe), per la prima volta in Italia. Arriva dall'Argentina, ma ormai la sua anima è divisa tra Buenos Aires e il sud della Francia. Conosciuta come "La Regina della Nu Cumbia", il soprannome è più che mai calzante, meritato a suon di concerti grazie a quella che The Fader definisce “una voce spaziale” e The Indipendent “dagli effetti vocali precisissimi”. La sua musica è sempre vivace ed eclettica, con il lato fresco e spontaneo della cumbia contemporanea tradizionalmente dominata dagli uomini, rielaborata sapientemente con il folk e l’elettronica. Con il primo album “Viene de mi” conquista l’attenzione delle maggiori testate internazionali (NPR e Libération tra le tante). Con il secondo, "Magnetismo" (famiglia Soundway Records) accresce la sua popolarità e partecipa ai più prestigiosi appuntamenti musicali, arrivando a 15 tour internazionali negli ultimi due anni. Un disco che vanta prestigiose collaborazioni internazionali come Gustavo Alfredo Santaolalla, compositore argentino due volte Oscar alla migliore colonna sonora e collaboratore abituale di Alejandro González Iñárritu.
La stessa sera sul palco La Inédita, dal Perù. Uno stile e un genero unico, di cui i quattro componenti sono inventori e detentori: il chichamuffin, una fusione di chicha (la tradizionale cumbia peruviana), reggaemuffin e dancehall con sottili tracce di hip hop. Il Perù che incontra la Giamaica in un fuco di energia e creatività.
Semplicemente “euforici” per il New York Times, i Puerto Candelaria sono la più innovativa, controversa e audace proposta musicale dalla Colombia degli ultimi decenni. Un’esplosione di suoni tra underground rebel cumbia e colombian style jazz che attraversa i confini e rompe ogni schema. Un immaginario dove non esiste solo la musica ma anche il teatro, la danza e l’umorismo, con una capacità di raccontare ironicamente le assurdità e le contraddizioni della Colombia. Hanno ottenuto record impensabili per la scena musicale indipendente, suonando in più di 80 città in tutto il mondo.

Venerdì 18 agosto si viaggia tra Africa, Sud America e Russia.
Il gigante della musica afro, parola di Gilles Peterson, Orlando Julius (ha suonato con Louis Armstrong e Marvin Gaye, per capirci) divide il palco con gli inglesi The Heliocentrics, band di culto capitanata da Malcom Catto e Jake Ferguson, freschi del successo di critica ottenuto dal loro nuovo album A World of Masks. In Irpinia arrivano con il progetto Jaiyede Afro, in cui il sassofonista nigeriano ha riarrangiato, rielaborato e inciso brani inediti.  Gli Heliocentrics spingono il suono di Orlando Julius verso nuove e progressive direzioni, mantenendo l'originale grinta dei suoi primi lavori e aggiungendo tocchi psichedelici e pillole del loro ormai noto cosmic jazz.
Tra le immense cattedrali e i villaggi solitari e più remoti della Russia vi portano gli Oligarkh. Arrivano da San Pietroburgo e la loro musica si sovrappone alle immagini per un’affascinante esplorazione della cultura urbana contemporanea. Cancellano i confini tra l’antico e moderno, esplorano la memoria popolare profonda e i canti ortodossi, si muovono abilmente tra folk ed elettronica. L’ultimo EP “Stand Up and Go” è uscito a febbraio.
I ritmi del Brasile salgono sul palco con i 10 strumentisti che compongono Bixiga 70: provengono dalla scena jazz e d’avanguardia di San Paolo e li accomuna la passione per la musica di Fela Kuti. L’originale progetto artistico li vede mescolare l’afro-beat con il funk americano e la cumbia, condito da echi di reggae, ritmi latin e brillanti intuizioni sonore.

Sabato 19 agosto spetta al “Re dello Swing”, Emanuele Urso and his big band (clarinetto, 4 trombe, 2 tromboni, 5 sassofoni, pianoforte, chitarra, contrabbasso e batteria) incantare Ariano. E’ un progetto musicale nuovissimo: ripropone gran parte degli arrangiamenti scritti da Fletcher Henderson per Benny Goodman, un grande repertorio di cui è venuto in possesso grazie a una donazione privata. Rappresenta la vera essenza del jazz, quel jazz che nel 1938 per la prima volta è entrato nelle sale da concerto.
Dall’Ucraina, pronti a far scatenare il pubblico, arrivano gli OT VINTA: inventori e fondatori di uno stile musicale unico e originale, l’Ukrabilly. Hanno fan in tutto il mondo, dal Giappone all’Olanda. Il segreto del loro successo? Due parole: energia positiva e umorismo.
“La musica cresce, che la festa inizi”. Più che un motto, uno stato d’animo quello dei Kumpania Algazarra, band portoghese nata nelle strade di Sintra, il resto del mondo nello zaino per crescere e raccogliere ogni nuova vibrazione. Il loro stile gitano unito ai battiti balcanici accende la passione per il ballo e la vita, muovendosi tra folk, ska e reggae in un ritmo incontrollabile ed energico.

Non solo musica, ma anche pensiero e riflessione sabato 19 con Moni Ovadia Stage Orchestra (già Theatre Orchestra). Regista e autore teatrale bulgaro, cantante e interprete di musica etnica e popolare, fondò l’orchestra 20 anni fa nell’intento di mettere in scena la musica non solo attraverso la composizione e l’esecuzione, ma anche e soprattutto attraverso il corpo dei musicisti. La definizione di “orchestrina dell’esilio”, scelta da Ovadia, trae origine dalla vicenda tragica e paradossale delle orchestrine dei lager nazisti. I musicisti internati, raggruppati a caso dal destino comune della deportazione, vissero l’orrore del “privilegio” di essere simultaneamente testimoni e vittime dell’abisso.

Di base a Londra, gli Ephemerals sono ad Ariano domenica 20 agosto, unica data italiana del tour estivo. Fanno soul come non lo avete mai sentito, che spazia tra elementi di jazz, rock e hip hop. I loro testi non hanno paura di affrontare temi importanti: la depressione, la politica, la filosofia e l’amore. Le loro canzoni hanno affascinato tutti: dall’inglese BBC alla francese Radio Nova passando per l’olandese Radio 6. Scrittore e leader del gruppo è Hillman Mondegreen, che ha prodotto e scritto pezzi per Hannah Williams & The Tastemakers.  Il loro ultimo album, Egg Tooth, è uscito ad aprile, mese in cui uno dei loro brani è stato eletto “canzone del giorno” da La Stampa.
Stefan Hantel, in arte Shantel, poliedrico musicista e produttore tedesco con origini divise tra Romania e Ucraina, è il l’imperatore di un magico mix tra musica dell’Est e battito hi-tech, conosciuto soprattutto per i lavori con la sua orchestra gitana Bucovina Orchestra. Dalla sua vanta premi e riconoscimenti internazionali: con l’album "Bucovina Club Vol. 2" è stato votato miglior album dell'anno dalla rivista inglese Songlines, e ha avuto ampie citazioni sulle bibbie della musica Rolling Stone e NME.
Chiude la line up l’esplosione di energia e felicità dei La Pegatina, gruppo spagnolo di ska e rumba. Un curriculum denso: hanno suonato in 24 Paesi (Dal Messico all’Argentina, dal Giappone al Canada), per oltre mille concerti in soli 14 anni.

Ogni serata si conclude con un dj set. Si alterneranno alla consolle Lord Sassafrass; Dj Panko; Scrachy sound; Andy Loop e Abel Gypsy, pronti a farvi ballare fino a tarda notte.

Ariano Folkfestival nasce con la curiosità di scoprire i migliori suoni internazionali e nella convinzione - ormai consolidata - che la musica significhi aggregazione e crescita personale. Per questo è un’esperienza a 360° che prende il via dalla mattina e si chiude con i concerti della sera, passando attraverso una serie di appuntamenti che iniziano con la colazione della Breakfastzone al Moabit cafè; l’Aperiworld dell’ora di pranzo al Bar Moderno; e l’Ex-Corazone, ovvero l’aperitivo della sera, all’Ex Sanacore. Ampio spazio anche allo sport, con il consueto Rugby targato AFF alla Villa Comunale; lo yoga del pomeriggio e - novità di questa edizione - un torneo di calcio balilla di tre giorni. Per gli amanti dell’arte la sezione Folkart, ovvero un intervento di arte pubblica, con l’artista Emanuele Pok; per gli appassionati di cinema e fotografia  ci sono i seminari e gli stage della Photozone alla Biblioteca Comunale e le proiezioni di film della Cinezone; mentre per chi non rinuncia al piacere della lettura, l’area dedicata ai libri della Bookzone a Palazzo Cozzo.

Con alle spalle oltre 20 anni di storia, il Festival ha ospitato oltre 250 band provenienti da 20 diverse nazioni con nomi del calibro di Calexico, Gogol Bordello, Vinicio Capossela, Goran Bregovic, Bombino, Instituto Mexicano del Sonido, Balkan Beat Box e Tony Allen, Seun Kuti + Egypyt 80, Alborosie, Dubioza Kolektiv, le A-Wa, la Fanfara Tirana e tanti altri.

LINE UP COMPLETA (I CONCERTI SI TERRANNO A PIAZZA CALVARIO A PARTIRE DALLE 21,30)

17 AGOSTO  
LA INEDITA
LA YEGROS
PUERTO CANDELARIA
18 AGOSTO
BIXIGA 70
ORLANDO JULIUS  + HELIOCENTRICS
OLIGARKH
19 AGOSTO
EMANUELE URSO AND HIS BIG BAND
OT VINTA
KUMPANIA ALGAZARRA
MONI OVADIA TEATRORCHESTRA (auditorium)
20 AGOSTO
SHANTEL + BUCOVINA ORCHESTRA
EPHEMERALS
LA PEGATINA
DJ:
LORD SASSAFRASS
DJ PANKO
SCRACHY SOUND
ANDY LOOP
ABEL GYPSY

SCARICA IL COMUNICATO IN FORMATO WORD

ARIANO FOLKFESTIVAL

Sito: http://www.arianofolkfestival.it/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/arianofolkfestival?ref=bookmarks

CONTATTI UFFICIO STAMPA GDG press

www.gdgpress.com 

Giulia Di Giovanni: mob: +393341949036; mail: giulia.digiovanni@gdgpress.com  

Michela Rossetti: mob: +3479951730; mail: rossetti.michela1@libero.it

Alessandro Gambino: mob: +393208366055; mail: alessandro@gdgpress.com

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
Linked automatically fermentor Wed, 16 Aug 2017 04:43:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445209.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445209.html Sebahtstian Sebahtstian BLBIO-15SJ-50SJ-4  is an experimental fermentation equipment, compact, easy to operate,  powerful, fermentation can meet a variety of purposes, such as batch,  fed-batch, or animal cell culture. Color touch screen display of all measured values and control parameters, which greatly facilitates the user's actions. Per  pot in front of the tank next to the control box installed four  peristaltic pump, to the fermentor can be added acids, bases, defoamers,  and the culture medium. Fermentation  of various parameters such as, pH, DO, temperature and speed can be  monitored by the controller, all the data and control parameters can be  passed to the controller or computer. Compact structure, the various components can be integrated on the fermentation system. The upper driver using direct coupling mechanical stirring or lower  driving indirectly coupled magnetic mechanical stirring manner, simple  structure, stable operation.

Nominal capacity: 15 liters a 50-liter four-Taiwan, a transplanted  workstations, each tank can be controlled independently of each tank can  be carried out in parallel side comparison process can also be carried  out in series metabolic flux studies were analyzed centrally controlled  computer

 

Laboratory Bioreactor Laboratory Bioreactor
laboratory bioreactor manufacturers laboratory bioreactor manufacturers
parallel glass bioreactors parallel glass bioreactors
parallel glass bioreactors for sale parallel glass bioreactors for sale

]]>
2X Loyal Points&5% off for runescape gold fast & Kree'arra Event will come Until 8.21 Tue, 15 Aug 2017 09:25:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445105.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/445105.html Nash Nash Life is that valuable thing that is unique to you. No one can change it; just you. And buy runescape gold with mobile endure till the end! The battle is not done till all men are down.. She held an old Hillary Clinton campaign sign, with the losing presidential candidate's "H" logo on a rainbow background. On the sign, she had taken a marker and written "Never Forget Pulse."Findley was one of 40 women and three men who boarded a bus Friday afternoon near Florida Hospital bound for Washington to

RSorder owns 9 years of experience in the gaming market and it has served a huge number of customers who come from Europe, Asia, South America and so on. Now The new version of RSorder is live, you can buy All RS products on mobile conveniently and quickly!

5% more gold code:RSYK5 for all rs products & 10% accounts code:OSRSA10 for all rs accounts anytime!

Inspiration: "In my younger years, when I thought of President Kennedy, I thought of him as my Uncle Jack. He was looked up to by everyone all our family and all who surrounded him. The only person he would be different around was my father. Bond yields and drove the dollar to its lowest in six months. Investors. Higher interest rates would push yields up and likely boost the dollar.

The Reporter doesn really know how to communicate well and she knows it. She tries hard to fit herself and her lack of self esteem into a conversation, but she just can think of anything original to say so she uses fillers. She states the obvious and often feels uneasy with silence..

If you find yourself without as much energy as you would like to have on most days, then take a good hard look at how you organize your time. You may find that, gradually, you can restructure your days to include more things you look forward to things that you enjoy getting up in the morning to do. When that happens, you'll likely be in better health and have energy that will spill over into every aspect of your life.

Samsung launched the Galaxy C9 Pro in India on Wednesday. The C9 Pro is a mi range Samsung phone that was first launched in China in October 2016 at a price of 3,199 CNY (roughly Rs 31,700). In India, the phone has been priced at Rs 36,900, a little higher than the company's Galaxy A9 Pro that retails for Rs 32,490..

RSoder Runescape Mobile Part III:RS/OSRS Gold with 2X Loyal Points&5% off code PAR5 for you to enjoy Returned Rainbows Until August 21!

More Detail: https://www.rsorder.com/news/2x-loyal-points-for-rsorder-members-5-off-for-all-from-aug-18

Next Round of Free RS/RS 2007 gold will be offered to you at 03:00 am. GMT on August 21, 2017!

Using 7% off code SYTHE to buy runescape gold from http://www.rsorder.com/rs-gold anytime !

OSRS-Account with 60 attack, 90 strength, 1 defense, Range 90:

Availability:In stock

]]>
DIN3352-F4 Non-rising Stem Metal Seat Gate Valve Mon, 14 Aug 2017 10:26:19 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444937.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444937.html Sebahtstian Sebahtstian THE MAIN TYPE AND MATERIALS OF VALVES
(1)DIN gate valve, ANSI gate valve, BS gate valve, GOST gate valve, Metal/Rubber seat gate valve, Knife gate valve, Flat gate valve
(2)Check valve, lift check valve, (double/single disc) swing check valve, wafer type check valve, spring check valve, Ball Check Valve, Silent Check Valve, foot valve
(3)Wafer type butterfly valve, flange type butterfly valve, Lug Type, single eccentric butterfly valve, double eccentric butterfly valve, Three eccentric butterfly valve
(4)ball valve, tee ball valve, 4 way ball valve, welding ball valve
(5)strainer, filter, Y type strainer
(6)Automatic air valve with single ball & double ball type
(7)Marine Valves
(F7305/06/07/08/09/10, F7353/54//63/64/69/72/73/75/76/77/78)
(8)Remote Control Floating Ball Valve
Materials:

WCB A216 ; Q235,ST37 ; LBC/LCC ; WC6/WC9 ; WCC ; CA15 A217 ; M-30C ; H.B/H.C ; HT250/GG25 ; GGG40 ; SS304 ; SS304L ; SS316 ; SS316L; Bronze; Brass.

check valve manufacturers check valve manufacturers
DIN3202-F6 check valve DIN3202-F6 check valve
BS5153 check valve BS5153 check valve
ansi swing check valve ansi swing check valve

]]>
IL FERRAGOSTO DI VILLA ADA TARGATO GIAMAICA: LUNEDÌ 14 SI FESTEGGIA CON LA INÉDITA E WOGIAGIA. SERATA A OFFERTA LIBERA DALLE 18. Sat, 12 Aug 2017 14:04:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444843.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444843.html GDG Press GDG Press

VILLA ADA
ROMA INCONTRA IL MONDO
VILLAGGI POSSIBILI
24° edizione
VILLA ADA - via di Ponte Salario 28 - Roma
#VillaAda2017

VILLA ADA PORTA LA GIAMAICA A ROMA: LUNEDÌ 14 SI FESTEGGIA  IL FERRAGOSTO  CON LA INÉDITA E WOGIAGIA CREW

INGRESSO A OFFERTA LIBERTA

Dalle 18.00 alle 22.00 �-� Area del main stage sonorizzata
Dalle 22.00 alle 24.00 �-� Live La Inédita + Wogiagia crew
Dalle 24.00 a tarda notte �-� Dancehall con Mario Dread + Guests

I ritmi della Giamaica e la suggestiva cornice del laghetto di Villa Ada si incontrano la sera di lunedì 14 agosto per festeggiare l’arrivo di Ferragosto lontano dal cemento, immersi nel verde e nei suoni caraibici.
Ingresso a offerta libera per la “La Giamaica a Roma”, questo il nome della serata speciale di “Villa Ada Roma incontra il mondo �“ Villaggi possibili” al via dalle ore 18 con l'aperitivo sonorizzato sul mainstage, i live de La Inédita e Wogiagia Crew a partire dalle ore 22, e la chiusura fino a tarda notte con  il dj set di Mario Dread e i suoi tanti ospiti.


Formatasi nel 2010 a Lima, Perù, La Inédita è tra le band più rinomate della scena musicale indipendente peruviana.
Sfruttando le numerose influenze musicali dei suoi quattro membri (Adrian Rocha, Tato Elera, Piero Peláez e Salvador Villalobo), il gruppo ha creato un genere unico: il chichamuffin, una fusione di chicha (la tradizionale cumbia peruviana), reggaemuffin e dancehall con sottili tracce di hip hop. Il Perù che incontra la Giamaica in un fuco di energia e creatività, in sonorità sgargianti e trascinanti.


L’America Latina passa il testimone al reggae made in Italy della Wogiagia Crew: nata nel 1999 nella periferia nord di Roma, con lo scopo di "musicare" le prime "liriche reggae" che già da tempo alcuni dei componenti scrivevano sotto forma di poesia, ha collezionato una lunga serie di premi e dischi raccogliendo negli anni un grande successo di pubblico e critica.
A settembre scorso il singolo “Solo un capitano”, inserito nel docu film “L’ottavo re di Roma” di Fabrizio Ugo Giordani, ha scalato la top 100 reggae Italia di iTunes raggiungendo la seconda posizione.
"Niente scuse" è il loro ultimo singolo, uscito a inizio anno per anticipare l'uscita dell'omonimo disco a novembre 2017 per Redgoldgreen label.

Villa Ada Roma incontra il mondo �“ Villaggi possibili è parte del programma dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE.

SCARICA IL COMUNICATO IN FORMATO WORD

SCARICA LA FOTO DE LA INEDITA

SCARICA LA FOTO DI WOGIAGIA CREW

EVENTO FACEBOOK: https://www.facebook.com/events/338395269923532/

SCARICA LE BIO E LE FOTO IN ALTA: https://www.dropbox.com/sh/kxky9tcd3zvzsc8/AACRCU1xBRTWRX9Akz1zek1ja?dl=0

 

VILLA ADA ROMA INCONTRA IL MONDO �“ VILLAGGI POSSIBILI

Sito web: http://www.villaada.org/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/VillaAda.Fest/

Info per il pubblico_Telefono  06 4173 4712

Via di Ponte Salario, 28 �“ Roma

 

VIDEO TRAILER:

https://drive.google.com/file/d/0BwZOudnG3-ieRmlidjJJaFVWMVU/view

Video credits: https://drive.google.com/file/d/0BwZOudnG3-ieRmlidjJJaFVWMVU/view

Una produzione WowTapes

Regia e riprese: Giuseppe Lombardi e Fabio Reitano

 

UFFICIO STAMPA GDG press

www.gdgpress.com

Giulia Di Giovanni: mob: +393341949036; mail: giulia.digiovanni@gdgpress.com

Michela Rossetti: mob: +3479951730; mail: rossetti.michela1@libero.it

Alessandro Gambino: mob: +393208366055; mail: alessandro@gdgpress.com

 

Se non desideri ricevere le prossime comunicazioni da GDG Press clicca qui

]]>
VMC-60S Linear Guide Rail Vertical Machining Center Series Fri, 11 Aug 2017 08:53:20 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444687.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444687.html Sebahtstian Sebahtstian Product description
The complete machine uses cross slippery platform bed-type structure, the structural configuration is rational, this machine has enough strength, rigidity and stability, both the manufacturability and maintenance are good. Through repeated experiment, it’s proved to have good dynamic property, high precise motion accuracy control, stable machining precision and good retentivity. It can automatically finish the milling, boring, drilling, tapping, reaming, and other machining process in once clamping. It’s easy to operate, use and maintain, extremely suits for batch processing of components and parts. It’s an ideal equipment for automobile and motorcycle parts, military industry, valve, textile, print and package, mold and other mechanical manufacturing industry, it’s also suitable for vocational education training.
product feature
1. high rigidity and long precision retaining ability
2. High accuracy, high dynamic response characteristics
3.Great thermal stability
4. High efficiency
5.Superior quality


hmc machine manufacturer hmc machine manufacturer
cnc vertical milling machine for sale cnc vertical milling machine for sale
vertical milling machine cnc vertical milling machine cnc
best vmc machine best vmc machine


]]>
Preis CineMAA in diesem Jahr sahen wir die Schauspielerin Fri, 11 Aug 2017 08:46:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444684.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444684.html zhuzhu zhuzhu Preis CineMAA in diesem Jahr sahen wir die Schauspielerin Tammannah Bhatia die schöne Luft in einem Gaurav Gupta Kleid hat. Die Vereinigten Ärmel Kleid in einem ungewöhnlichen Grünton gefangen unsere Aufmerksamkeit für seine klaren Linien und anspruchsvolles Design. Mit diesem Kleid, hat uns Gaurav Gupta gezeigt, dass es mehr zu seiner Sammlung von indischen Abendkleider als riskant indische Kleider, die er bekannt ist.
Ein weiteres grünes Kleid, diesmal eine Nummer zu einer Schulter Swatee Singh getragen von Soha Ali Khan für einen Film Premiere. Wenn es um die indischen Kleider kommt, werden sie durch ihre komplexe Form oder schmeichelnde Silhouette aus. Das macht unsere Liste für sie. Uns gefielen die plissierten Details auf der Brust und Taille, die eine dezente Optik halten verliehen, aber elegant.

Es war ein Kleid in Creme Huma Qureshi bei der Zeremonie TOIFA bestickt. Wie bei den meisten indischen Kleidern, dieses Outfit zeigte auch komplexe gestickten Details, die das indische künstlerische Erbe gebracht. Der Stil war aber ganz modern mit einem schmeichelhaften Silhouette und einem interessanten Umhang über das Kleid geworfen.

Für die Zeremonie IIFA in diesem Jahr Rocks, wählte Divya Khosla Kumar Indian Abendkleid von Meisterdesigner Manish Malhotra entworfen. Das indische weiße Kleid Gillne.de, von der indischen Lehenga Choli inspiriert wurde mit einer Seite Schwanz Schleife beendet und Ohrringen Perle Ohrringe. Wir waren begeistert, wie Ms Kumar nicht am Rande des Zubehörs war, die das Kleid erlaubt zu sprechen.

Wir haben die schillernden indischen Kleider auf der Rampe in Woche Nähen Indiens in diesem Jahr gesehen. Geben Modelle strengen Wettbewerb waren die Prominenten in hinreißenden indischen Abendkleider, die zu beeindrucken entworfen wurden. Wir sahen Bhumi Pednekar in einem schwarzen Kleid Anita Dongre mit tiefem Ausschnitt. Mit Augen schön hervorgehoben und helles Haar, erwärmt Frau Pednekar dieses indischen Abendkleid.

]]>
ERRI DE LUCA, GIANNI MURA E TANTI ALTR LE LEZIONI "ALL’INCONTRE’Я" DELLA LIBERA UNIVERSITA’ PER RIPETENTI ALLO SPONZ FEST 17 Thu, 10 Aug 2017 11:22:15 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444566.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444566.html GDG Press GDG Press

 

SPONZ FEST 2017
V edizione

All’Incontre’ Я �“ Rivoluzioni e mondi al Яovescio”
il Festival ideato e diretto da

Vinicio Capossela

Dal 21 al 27 agosto a Calitri e in Alta Irpinia

TRA LE NOVITA' DELLO SPONZ FEST 2017

LA LIBERA UNIVERSITA’ DEI RIPETENTI

LA RIVOLUZIONARIA SCUOLA DELLA VITA

Andrea Calvi, Erri De Luca, Dario Deotto, Gian Luca Farinelli, Claudio Ferraro, Giampiero Galasso, Luca Lombroso, Piero Martin, Gianni Mura, Riccardo Noury, Federico Pace, Luigi Tecce, Vito Teti, Alessandra Viola

Dal 21 al 27 agosto a Calitri e in alta Irpinia torna lo Sponz Fest, il festival diretto da Vinicio Capossela, giunto alla sua quinta edizione e dedicato quest'anno al centenario della Rivoluzione russa; ecco perché si titola "All’Incontre’ Я �“ Rivoluzioni e mondi al Яovescio”.

E torna con un programma ricco di appuntamenti e di tante sorprendenti novità.

Una di queste è la nascita di un'istituzione unica, rivoluzionaria, che capovolge gli equilibri razionali e quotidiani: la Libera Università dei Ripetenti.

"Nel ripetere è la testardaggine, la cocciutaggine, l’insistenza" afferma Capossela. "Noi ripetiamo perché abbiamo cari i nostri errori, e ci teniamo a ripeterli, a voce alta, in compagnia".

Un programma denso di "lezioni" sul tema del contrario che scandirà la settimana con la parola d’ordine: “All’Incontre’ Я, come da titolo di questa edizione. Incontri, seminari, scambi e confronti con i più vari esponenti del mondo della cultura, dei media e del sociale animeranno le fresche mattinate dell'agosto irpino. Si comincia mercoledì 23, nella bucolica cornice del lago delle canne, per poi muoversi tra il castello di Calitri e le "gite didattiche" lungo il sentiero della Cupa.

I "professori" sono tanti, e tutti prestigiosi: il primo a prendere la parola mercoledì 23 agosto sarà il portavoce italiano di Amnesty International Riccardo Noury per parlare delle rivoluzioni nel mondo arabo nell’incontro dal titolo “Non ci sono più le Primavere di una volta”. Nello stesso giorno termini come rivoluzione, contrario e rovescio saranno declinati nelle forme più disparate e attraverso varie discipline: la scienza rivoluzionaria sarà al centro delle dissertazioni su Copernico ad opera del ricercatore di fisica sperimentale Piero Martin e di “L’intelligenza delle piante”, lezione e passeggiata nel bosco insieme ad Alessandra Viola, docente, collaboratrice di testate come l’Espresso, la Repubblica, il Sole 24 Ore, Wired oltre che consulente scientifica di programmi RAI come Metropoli e Cosmo. La prima giornata di lezioni si conclude a ora di cena con la storica firma sportiva ed eno-gastronomica di Repubblica Gianni Mura. L’incontro conviviale dal titolo “Il Rovescio della medaglia �“ I grandi perdenti nella storia dello sport sarà un atto di resistenza contro l’ideologia del successo che pervade la nostra società.

Evento speciale fuori dal programma della Libera Università dei Ripetenti, l’appuntamento il 24 agosto con “Contrario dell’Uno e altre contrarietà”, riflessioni dello scrittore e intellettuale Erri De Luca sul tema del Contrario a partire dalla sua raccolta di racconti “Il contrario di Uno” (Feltrinelli, 2003).

Le “lezioni” proseguono con l’economista Dario Deotto, prestigiosa firma del Sole 24 Ore, che �“ tirando in ballo Platone e Dostoevskij, Rodotà e Aristotele, Leopardi e Galimberti �“ esporrà le sue tesi su Natura e Diritto nell’epoca della Tecnica nell’incontro dal titolo “L’Enorme e le Norme. Dal “tributare” al “tributo”: le leggi e la loro applicazione come metafora della vita”. Sempre il 24 agosto “salirà in cattedra” per parlare del viaggio come esperienza di cambiamento e rivoluzione interiore Federico Pace, altra penna di Repubblica e autore del libro “Controvento. Storie e viaggi che cambiano la vita” (Einaudi, 2017) mentre di rovesci climatici e temporali di varia natura sarà il meteorologo Luca Lombroso, volto noto ai profani per i suoi interventi al programma di Rai Tre “Che tempo che fa” condotto da Fabio Fazio.

Venerdì 25 agosto invece si riparte con un tema che riguarda un aspetto particolare dell’attuale condizione profonda dell’Italia, affrontato da uno dei più importanti studiosi di questo fenomeno: l’antropologo Vito Teti parlerà de “Il rovescio del sovrappopolamento…i paesi abbandonati”, partendo dal suo ultimo libro "Quel che resta. L'Italia dei paesi, tra abbandoni e ritorni" (Donzelli, 2017), dove narra in modo quasi romanzesco le vicende dei paesi degradati e svuotati della Calabria, assunti come paradigma dell'Italia interna che si svuota.

A seguire, sarà la volta di Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna, con Viva Zapata - Filmati e parole sui treni rivoluzionari. Il treno nella rivoluzione russa”, un viaggio per immagini nella storia del cinema e dell’arte per indagare il treno come icona di progresso e rivoluzione. Ma prima di arrivare alla stazione di Conza per l’incontro con Farinelli, si entrerà nella grotta di Cecca in compagnia dell’archeologo Giampiero Galasso per capire “Dove inizia l’ánthrōpos: la rivoluzione neolitica”. Galasso poi sarà protagonista di un secondo intervento durante la serata conclusiva dello Sponz Fest 2017, prima della Festa dei Folli e la messa in scena a partire da Dante di Ermanna Montanari e Marco Martinelli del Teatro delle Albe, per parlare di “Mephite: l’altra dea”.

E poi ancora: “L’inconscio e l’Ombra a partire da C.G.Jung: epifania dell’Opposto ed empiria dell’incarnazione” con lo psicoterapeuta Andrea Calvi, la rivoluzione del vino di Luigi Tecce e le lezioni itineranti in bicicletta con Claudio Ferraro e l' associazione Fiab di Avellino per le loro lezioni itineranti.

Una programmazione eterogenea e impegnativa, ma niente paura: la pausa ricreazione si può fare in qualsiasi momento e si può anche andare in bagno, sempre però per alzata di mano.

La frequenza è consigliata ma non è obbligatoria: ognuno può scegliere ciò che più gli interessa: è l'università della vita.

Per partecipare alle lezioni basta iscriversi gratuitamente al form sul sito www.sponzfest.it. Con 10 euro è poi possibile acquistare il libretto e la pergamenta del diploma di laura della Libera Università dei Ripetenti autografato dal direttore artistico Vinicio Capossela, che verrà rilasciato l'ultimo giorno dei corsi, diventando così solidali compagni di ammutinamento alla scuola.

La Libera Università dei Ripetenti è solo una delle mille declinazioni della rivoluzione che invaderà Calitri e i suoi dintorni. Musica, teatro, danza, reading, proiezioni, notti stellate, vino, astronomia e gastronomia: lo Sponz Fest non è un semplice festival, ma una grande esperienza comunitaria, sette giorni travolgenti e incantati. E riuscirà a rovesciare il mondo, a sponzarci, come dice lo stesso Capossela, imbevuti di nuovo sapere, fino alla fine dell’ultimo giorno. E che, una volta usciti da questa settimana di ri-creazione, sia davvero un nuovo inizio.

IL PROGRAMMA COMPLETO

Mercoledì 23 agosto �“ al lago delle canne

ore 11,00 �“ Prima ora �“ Aula prato �““Non ci sono più le Primavere di una volta” �“ Le Rivoluzioni contemporanee (Turchia, Primavera Araba) �“ con Riccardo Noury �“ portavoce Amnesty International

ore 11.00 �“ Prima ora �“ Aula bosco �“ “L’intelligenza delle piante” di Alessandra Viola �“ passeggiata nel bosco

ore 12,00 �“ Seconda ora �“ fisica scienza rivoluzionaria “Alla ricerca del moto perpetuo” di �“ Piero Martin e la straordinaria partecipazione di Vinicio Capossela, Antonio Benzina Mainini e Dum Dum Rastafari

Al Tramonto �“ Calitri �“ Piazza Repubblica �“ Aula Magna

Il Rovescio della medaglia” �“ I grandi perdenti nella storia dello sport �“ a tavola con il Prof. Gianni Mura

Giovedì 24 agosto

Ore 11,00 �“ Prima Ora �“ Borgo Castello �“ 1^ Aula �“ “ L’Enorme e le Norme. Dal “tributare” al “tributo”: le leggi e la loro applicazione come metafora della vita” con Dario Deotto �“ dottore diritto economico

Ore 12.00 �“ Seconda ora �“ Borgo Castello �“ 2^ Aula �“ “Controvento. Storie e viaggi che cambiano la vita” con �“ Federico Pace

Dalle ore 16,30 Replica delle lezioni a Borgo Castello

Ore 17,00 �“ Borgo Castello �“ 3^ aula �“ “Rovesci, Temporali e altri capovolgimenti” con Luca Lombroso �“ metereologo

Venerdi’ 25 agosto

Ore 11,00 �“ Prima ora �“ Sentiero della Cupa �“ 1^ aula all’aperto �“ “Rovesci, Temporali e altri capovolgimenti” con Luca Lombroso �“ metereologo

Ore 11,00 �“ Prima Ora �“ Borgo Castello �“ 2^ Aula �“ “ L’Enorme e le Norme. Dal “tributare” al “tributo”: le leggi e la loro applicazione come metafora della vita” con Dario Deotto �“ dottore diritto economico

Ore 12,00 �“ Seconda ora Borgo Castello �“ 3^ aula �“ “Il rovescio del sovrappopolamento …i paese abbandonati” con Vito Teti �“ antropologo

Ore 12,00 �“ seconda ora �“ Borgo Castello �“ aula della Vineria La Frasca �“ “L’Odissea di un vignaiolo -” con Luigi Tecce �“ enologo e viticultore

ore 16,30 �“ Grotta/caverna di  Di Cecca (centro storico) Giampiero Galasso: Dove inizia l’ánthrōpos: la rivoluzione neolitica

Al tardo pomeriggio Stazione di Conza

Ore 18,00 �“ Aula della stazione “Viva Zapata” Filmati e parole sui treni rivoluzionari . Il treno nella rivoluzione russa �“ con Dott. Gian Luca Farinelli �“ Direttore Cineteca di Bologna �“ giorno 25 agosto

Ore 19,00 �“ Tesi di laurea Avellino �“ Rocchetta �“ Studente Andrea Lo Conte �“  esame davanti a apposita commissione ferroviaria.

Sabato 26 agosto

Ore 11,00 Prima ora �“ Sentiero della Cupa �“ Aula all’aperto �“ “L’inconscio e l’Ombra a partire da C.G.Jung: epifania dell’Opposto ed empiria dell’incarnazione” con Andrea Calvi �“ psicoterapeuta

Ore 12,00 �“ Seconda ora �“ Sentiero della Cupa �“ 1^ aula all’aperto �“ “Rovesci, Temporali e altri capovolgimenti” con Luca Lombroso �“ metereologo

Ore 12,00 �“ Seconda ora �“ Borgo Castello �“ 2^ Aula �“ “ L’Enorme e le Norme. Dal “tributare” al “tributo”: le leggi e la loro applicazione come metafora della vita” con Dario Deotto �“ dottore diritto economico

Ore 12,00 �“ seconda ora �“ Borgo Castello �“ aula della Vineria La Frasca �“ “L’Odissea di un vignaiolo -” con Luigi Tecce �“ enologo e viticultore

Ai portici di Torre di Nanno �“ da Mercoledì a Sabato

Claudio Ferraro �“ e associazione Fiab di Avellino �“ Libera Università in bicicletta- lezioni itineranti

Parco bici assistite e muscolari da noleggiare

Pacchetti con itinerari di cicloturismo dello specifico territorio.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

SCARICA IL PROGRAMMA DELLO SPONZ 2017

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA SPONZ 2017

SCARICA TUTTE LE FOTO

SPONZ FEST 2017

V edizione

All’Incontre’ Я �“ Rivoluzioni e mondi al Яovescio”

il Festival ideato e diretto da Vinicio Capossela

Dal 21 al 27 agosto a Calitri e in Alta Irpinia

GEORGOS XILOURIS + JIM WHITE, ERRI DE LUCA, MASSIMO ZAMBONI, EMIR KUSTURICA/NO SMOKING BAND, DOBRANOITCH, FEDERICO MARIA SARDELLI + MODO ANTIQUO, ...

Programma in via di Яivoluzione!

Media Partner

Ufficio stampa GDG press: Giulia Di Giovanni info@gdgpress.com 334 1949036 | Alessandro Gambino alessandro@gdgpress.com 320 8366055 | Michela Rossetti rossetti.michela1@libero.it 347 9951730

 


sito web: www.gdgpress.com
pagina facebook: https://www.facebook.com/gdgpress.ufficiostampa/


Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
Runescape UIPanda has done one the the hardest things Thu, 10 Aug 2017 08:43:45 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444545.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444545.html Leila Leila If your OSRS avid gamers get seen there's one particular UIM - UIPanda to get reached your Infernal Cape, each will feel it’s quite astounding along with a first-rate triumphs. The other gamer thinks UIPanda is doing one particular your your most challenging issues for the “hardest” placing inside sport.Buy Old School Runescape Gold, Cheap Osrs GP, RS3 Gold, Runescape 2007 Gold, RS 07, OSRS Coins, and Runescape Money from OGPAL.Buy Runescape 3 gold and RuneScape Old School gold to boost your Runescape game play. Trusted pro RuneScape gold seller with fast delivery.
Your limits for you to UIM
Your account-type Ironman Method motivates you to get absolutely self-sufficient. Along with you'll find 3 varieties of Ironmen records, which include an ordinary Ironman, a new Great Ironman along with the Supreme Ironman.
Supreme Ironman avid gamers are not able to accomplish this issues:
1. Buy and sell using various other avid gamers (selected search goods via Safeguard involving Arrav along with Characters Search as well as acquiring provides excluded).
only two. Get lowers via various other players’ will kill, which include PvP.
3. Zero loot in case yet another gamer is doing problems for your creature.
several. Achieve XP via PvP incurs (not including starting Miraculous XP via sending your line spells).
5. Utilize Recognize Assist attribute.
6. Enter into yet another player’s player-owned property as well as create various other avid gamers enter into their own.
7. Invest in goods via various other avid gamers by simply overstocked outlets.
8. Find goods by simply balloons inside Falador Bash Place.
9. Spot inside Duel World.
10. Connect class pursuits throughout Pain Sector, as well as find reference advantages through the compensate chest muscles (scroll involving redirection excluded).
11. Utilize finance institutions (will use known goods in standard bank booths as well as boxes for you to unnote these people).
12. Create object pieces using GE.
13. Find means via Handling Miscellania.
15. Mail his or her Servant on the standard bank as well as your Sawmill.
15. Hold those things in loss of life as well as utilize Shield Object prayer.
Immediately after mastering these facts, do you think you're very much satisfied by simply UIPanda? Obtain OSRS platinum affordable along with Flames Cape to acquire your Infernal Cape.

Reminder that you can buy cheap osrs gold for sale safe and fast at OGPAL. Get The Best RS Gold Price!Buy cheap runescape gold at OGPAL. Good customer service and got golds fast which you just stay online 3-5mins.

]]>
ARIANO FOLKFESTIVAL, PRESENTATA L'EDIZIONE 2017 AL VIA IL17 AGOSTO: VICINI AI SUONI DEL MONDO, LONTANI DALL'OMOLOGAZIONE Tue, 08 Aug 2017 16:14:13 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444292.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444292.html GDG Press GDG Press

PRESENTATA OGGI IN CONFERENZA STAMPA

LA XXII EDIZIONE DI ARIANO FOLKFESTIVAL 2017

  DAL 17 AL 20 AGOSTO AD ARIANO IRPINO

UN VIAGGIO TRA I MIGLIORI TESORI MUSICALI DEL MONDO

UN’ESPERIENZA A 360° LONTANI DAL MAINSTREAM E DALL’OMOLOGAZIONE

  SCARICA TUTTE LE FOTO DEL FESTIVAL:

https://www.dropbox.com/sh/tr222q6jyar66a0/AAB0aJtYATp10bHzCsjj3sNOa?dl=0

FOTO: ORLANDO JULIUS

Lontani dal mainstream e dall’omologazione, vicini a tutti i suoni del mondo. E’ stata presentata oggi in conferenza stampa a Palazzo Caracciolo (Avellino) la 22esima edizione di Ariano Folkfestival - tra i più interessanti appuntamenti europei dedicati alla world music - ad Ariano Irpino dal 17 al 20 agosto. Hanno partecipato il sindaco di Ariano Irpino e Presidente della Provincia di Avellino Domenico Gambacorta; il presidente dell’Associazione Red Sox Gianfranco Cardinale e il direttore artistico del Festival Francesco Fodarella.

Dopo il successo dello scorso anno che ha visto arrivare oltre 20.000 persone di ogni nazionalità, il Festival è nuovamente pronto a invadere questa terra di confine posizionata tra Campania, Puglia e Basilicata con un sound tradizionalmente oltre ogni barriera geografica. Come al di là di ogni limite è il suo pubblico, di ogni fascia d’età, proveniente dai Comuni limitrofi come dalle maggiori capitali europee.

"L’Ariano Folkfestival rappresenta un’importante occasione per il nostro territorio - ha dichiarato in conferenza stampa il sindaco di Ariano Irpino e Presidente della Provincia di Avellino Domenico Gambacorta - perché riesce a portare in questa bellissima area del nostro Paese persone provenienti da ogni parte d’Italia che difficilmente l’avrebbero conosciuta. Siamo orgogliosi di contribuire a questo progetto e fieri di conoscere artisti provenienti da ogni angolo del mondo”.

"Proseguiamo il nostro percorso di ricerca musicale - ha aggiunto il direttore artistico Francesco Fodarella -  continuando a credere in un festival che sappia invitare alla scoperta del territorio e riesca a selezione gli artisti migliori senza puntare esclusivamente sui grandi headliner".

Tra folk e cumbia, rap e hip hop, incursioni di jazz ed elettronica, la parola d’ordine di questa edizione è sperimentazione. Con artisti che hanno fatto del mondo la propria casa e delle diversità musicali la loro ricchezza, Ariano Folkfestival è pronto a presentare un palco internazionale per un viaggio che alterna - tra gli altri - la potenza della voce argentina de La Yegros, per la prima volta in Italia, con l’euforia dei colombiani Puerto Caldelaria il 17 agosto. L’Africa della leggenda Orlando Julius con gli inglesi Heliocentrics sono sul palco il 18 agosto, insieme ai tesori nuovi e moderni della Russia targata Oligarkh. Ancora, il 19 agosto è la volta del “Re dello Swing” Emanuele Urso and his big band con Moni Ovadia; per chiudere domenica 20 con gli Ephemerals e l’esplosione di energia degli spagnoli La Pegatina.

Ariano Folkfestival nasce con la curiosità di scoprire i migliori suoni internazionali e nella convinzione - ormai consolidata - che la musica significhi aggregazione e crescita personale. Per questo è un’esperienza a 360° che prende il via dalla mattina e si chiude con i concerti della sera, passando attraverso una serie di appuntamenti che iniziano con la colazione della Breakfastzone al Moabit cafè; l’Aperiworld dell’ora di pranzo al Bar Moderno;  e l’Ex-Corazone, ovvero l’aperitivo della sera, all’Ex Sanacore. Ampio spazio anche allo sport, con il consueto Rugby targato AFF alla Villa Comunale; lo yoga del pomeriggio e - novità di questa edizione - un torneo di calcio balilla di tre giorni. Per gli amanti dell’arte la sezione Folkart, ovvero un intervento di arte pubblica, con l’artista  Emanuele Pok; per gli appassionati di cinema e fotografia  ci sono i seminari e gli stage della Photozone alla Biblioteca Comunale e le proiezioni di film della Cinezone; mentre per chi non rinuncia al piacere della lettura, l’area dedicata ai libri della Bookzone a Palazzo Cozzo.

Sul piano musicale, che rimane il cuore pulsante del Festival, giovedì 17 agosto ci pensa La Yegros (Mariana Yegros all’anagrafe) a inaugurare la prima serata. Arriva dall'Argentina, ma ormai la sua anima è divisa tra Buenos Aires e il sud della Francia. Conosciuta come "La Regina della Nu Cumbia", il soprannome è più che mai calzante, meritato a suon di concerti grazie a quella che The Fader definisce “una voce spaziale” e The Indipendent “dagli effetti vocali precisissimi”. La sua musica è sempre vivace ed eclettica, con il lato fresco e spontaneo della cumbia contemporanea tradizionalmente dominata dagli uomini, rielaborata sapientemente con il folk e l’elettronica. Con il primo album “Viene de mi” conquista l’attenzione delle maggiori testate internazionali (NPR e Libération tra le tante). Con il secondo, "Magnetismo" (famiglia Soundway Records) accresce la sua popolarità e partecipa ai più prestigiosi appuntamenti musicali, arrivando a 15 tour internazionali negli ultimi due anni.

La stessa sera sul palco La Inedita, dal Perù. Uno stile e un genero unico, di cui i quattro componenti sono inventori e detentori: il chichamuffin, una fusione di chicha (la tradizionale cumbia peruviana), reggaemuffin e dancehall con sottili tracce di hip hop. Il Perù che incontra la Giamaica in un fuco di energia e creatività.

Semplicemente “euforici” per il New York Times, i Puerto Candelaria sono la più innovativa, controversa e audace proposta musicale dalla Colombia degli ultimi decenni. Un’esplosione di suoni tra underground rebel cumbia e colombian style jazz che attraversa i confini e rompe ogni schema. Un immaginario dove non esiste solo la musica ma anche il teatro, la danza e l’umorismo, con una capacità di raccontare ironicamente le assurdità e le contraddizioni della Colombia. Hanno ottenuto record impensabili per la scena musicale indipendente, suonando in più di 80 città in tutto il mondo.

Venerdì 18 agosto si viaggia tra Africa, Sud America e Russia. Il gigante della musica afro (parola di Gilles Peterson) Orlando Julius divide il palco con gli inglesi The Heliocentrics, band di culto capitanata da Malcom Catto e Jake Ferguson, ad Ariano dopo lo straordinario successo di critica ottenuto dalle loro recenti esibizioni live e con il nuovo album A World of Masks, il loro quarto, uscito il 9 giugno. Un album che si eleva altissimo, fluttuante nel cosmo tra jazz futuristico, psichedelia, Krautrock uniti ad alcuni elementi esotici.

Tra le immense cattedrali e i villaggi solitari e più remoti della Russia vi portano gli Oligarkh. Arrivano da San Pietroburgo e la loro musica si sovrappone alle immagini per un’affascinante esplorazione della cultura urbana contemporanea. Cancellano i confini tra l’antico e moderno, esplorano la memoria popolare profonda e i canti ortodossi, si muovono abilmente tra folk ed elettronica. L’ultimo EP “Stand Up and Go” è uscito a febbraio.

I ritmi del Brasile salgono sul palco con i 10 strumentisti che compongono Bixiga 70: provengono dalla scena jazz e d’avanguardia di San Paolo e li accomuna la passione per la musica di Fela Kuti. L’originale progetto artistico li vede mescolare l’afro-beat con il funk americano e la cumbia, condito da echi di reggae, ritmi latin e brillanti intuizioni sonore.

Sabato 19 agosto spetta al “Re dello Swing”, Emanuele Urso and his big band (clarinetto, 4 trombe, 2 tromboni, 5 sassofoni, pianoforte, chitarra, contrabbasso e batteria) incantare Ariano. E’ un progetto musicale nuovissimo: ripropone gran parte degli arrangiamenti scritti da Fletcher Henderson per Benny Goodman, un grande repertorio di cui è venuto in possesso grazie a una donazione privata. Rappresenta la vera essenza del jazz, quel jazz che nel 1938 per la prima volta è entrato nelle sale da concerto.

Dall’Ucraina, pronti a far scatenare il pubblico, arrivano gli OT VINTA: inventori e fondatori di uno stile musicale unico e originale, l’Ukrabilly. Hanno fan in tutto il mondo, dal Giappone all’Olanda. Il segreto del loro successo? Due parole: energia positiva e umorismo.

“La musica cresce, che la festa inizi”. Più che un motto, uno stato d’animo quello dei Kumpania Algazarra, band portoghese nata nelle strade di Sintra, il resto del mondo nello zaino per crescere e raccogliere ogni nuova vibrazione. Il loro stile gitano unito ai battiti balcanici accende la passione per il ballo e la vita, muovendosi tra folk, ska e reggae in un ritmo incontrollabile ed energico.

Non solo musica, ma anche pensiero e riflessione con Moni Ovadia Stage Orchestra (già Theatre Orchestra). Moni Ovadia -  regista e autore teatrale bulgaro, cantante e interprete di musica etnica e popolare - fondò l’orchestra 20 anni fa nell’intento di mettere in scena la musica non solo attraverso la composizione e l’esecuzione, ma anche e soprattutto attraverso il corpo dei musicisti. La definizione di “orchestrina dell’esilio”, scelta da Ovadia, trae origine dalla vicenda tragica e paradossale delle orchestrine dei lager nazisti. I musicisti internati, raggruppati a caso dal destino comune della deportazione, vissero l’orrore del “privilegio” di essere simultaneamente testimoni e vittime dell’abisso.

Di base a Londra, gli Ephemerals sono ad Ariano domenica 20 agosto, unica data italiana del tour estivo. Fanno soul come non lo avete mai sentito, che spazia tra elementi di jazz, rock e hip hop. I loro testi non hanno paura di affrontare temi importanti: la depressione, la politica, la filosofia e l’amore. Le loro canzoni hanno affascinato tutti: dall’inglese BBC alla francese Radio Nova passando per l’olandese Radio 6. Scrittore e leader del gruppo è Hillman Mondegreen, che ha prodotto e scritto pezzi per Hannah Williams & The Tastemakers.  Il loro ultimo album, "Egg Tooth", è uscito ad aprile, mese in cui uno dei loro brani è stato eletto “canzone del giorno” da La Stampa.

Stefan Hantel, in arte Shantel, poliedrico musicista e produttore tedesco con origini divise tra Romania e Ucraina, è il l’imperatore di un magico mix tra musica dell’Est e battito hi-tech, conosciuto soprattutto per i lavori con la sua orchestra gitana Bucovina Orchestra. Dalla sua vanta premi e riconoscimenti internazionali: con l’album "Bucovina Club Vol. 2" è stato votato miglior album dell'anno dalla rivista inglese Songlines, e ha avuto ampie citazioni sulle bibbie della musica Rolling Stone e NME. Chiude la line up l’esplosione di energia e felicità dei La Pegatina, gruppo spagnolo di ska e rumba. Un curriculum denso: hanno suonato in 24 Paesi (Dal Messico all’Argentina, dal Giappone al Canada), per oltre mille concerti in soli 14 anni.

Ogni serata di Ariano Folkfestival si conclude con un dj set. Si alterneranno alla consolle Lord Sassafrass; Dj Panko; Scrachy sound; Andy Loop e Abel Gypsy, pronti a farvi ballare fino a tarda notte.

Con alle spalle oltre 20 anni di storia, il Festival ha ospitato oltre 250 band provenienti da 20 diverse nazioni con nomi del calibro di Calexico, Gogol Bordello, Vinicio Capossela, Goran Bregovic, Bombino, Instituto Mexicano del Sonido, Balkan Beat Box e Tony Allen, Seun Kuti + Egypyt 80, Alborosie, Dubioza Kolektiv, le A-Wa, la Fanfara Tirana e tanti altri.

SCARICA IL COMUNICATO IN WORD
SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO CON TUTTI GLI ORARI

LINE UP COMPLETA (I CONCERTI SI TERRANNO A PIAZZA CALVARIO A PARTIRE DALLE 21,30)

17 AGOSTO  
LA INEDITA
LA YEGROS
PUERTO CANDELARIA
18 AGOSTO
BIXIGA 70
ORLANDO JULIUS  + HELIOCENTRICS
OLIGARKH
19 AGOSTO
EMANUELE URSO AND HIS BIG BAND
OT VINTA
KUMPANIA ALGAZARRA
MONI OVADIA TEATRORCHESTRA (auditorium)
20 AGOSTO
SHANTEL + BUCOVINA ORCHESTRA
EPHEMERALS
LA PEGATINA
DJ:
LORD SASSAFRASS
DJ PANKO
SCRACHY SOUND
ANDY LOOP
ABEL GYPSY

ARIANO FOLKFESTIVAL

Sito: http://www.arianofolkfestival.it/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/arianofolkfestival?ref=bookmarks

CONTATTI UFFICIO STAMPA GDG press

www.gdgpress.com 

Giulia Di Giovanni: mob: +393341949036; mail: giulia.digiovanni@gdgpress.com  

Michela Rossetti: mob: +3479951730; mail: rossetti.michela1@libero.it

Alessandro Gambino: mob: +393208366055; mail: alessandro@gdgpress.com

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
XYLOURIS/WHITE, IL DUO PIU' POTENTE DEL FOLK INTERNAZIONALE ALLO SPONZ FEST PER UN GRANDE CONCERTO ALL'ALBA IL 23 AGOSTO Mon, 07 Aug 2017 13:42:19 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444090.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444090.html GDG Press GDG Press

 

SPONZ FEST 2017
V edizione

All’Incontre’ Я �“ Rivoluzioni e mondi al Яovescio”

(21-27 agosto, Calitri e Alta Irpinia)

XYLOURIS/WHITE

23 agosto

Calitri, Sponz Fest 2017

Il duo più potente del folk internazionale

presenta l'ultimo travolgente album "Black Peak"

Ascoltalo qui https://open.spotify.com/album/1Vkw9yFK2kLctNhIkpKHfr

Black Peak è un album jam realizzato da due spericolati maestri dell'improvvisazione… Raramente un liuto ha avuto un suono così inquietante” (MOJO)

"La chimica tra Xylouris e White trasforma un'interessante iniziativa musicale in puro folk d'avanguardia" (The Guardian)

"Una musica folk cretese suonata con un'intensità rock'n'roll incredibilmente stimolante" (Uncut)

La percussione lirica di White e il liuto orchestrale e la voce di Xylouris riempiono ogni angolo del disco.
Black Peak è in un panorama musicale a se stante, al tempo stesso familiare e astratto" (Loud & Quiet)

Una coppia stellare, in grado di unire la potenza del rock a una mistica ancestrale: Xylouris/White è lo strabiliante duo musicale tra le performance più attese della quinta edizione dello Sponz Fest, il festival ideato e diretto da Vinicio Capossela che dal 21 al 27 agosto prende forma a Calitri e in Alta Irpinia.

All’Incontre’ Я �“ Rivoluzioni e mondi al Яovescio”: questo il tema di quest'anno, omaggio al centenario della rivoluzione russa.

Una tematica in cui questo duo creativo unico, intento a rivoluzionare passo dopo passo e album dopo album il proprio percorso artistico, si inserisce perfettamente.

Georgos Xylouris e Jim White vengono da mondi apparentemente inconciliabili: liutista greco figlio del leggendario cantante e suonatore Psarantonis uno e pirotecnico batterista australiano dei Dirty Three e di icone rock quali Nick Cave, Cat Power e PJ Harvey l'altro.

Eppure condividono una rara talentuosità inventiva e una spavalda apertura al cambiamento, caratteristiche che hanno permesso la nascita di un sodalizio artistico che sarà protagonista dello Sponz Fest in un grande concerto all’alba di mercoledì 23 agosto.

Selvaggi e maestosi, Xylouris White travolgeranno il pubblico di Calitri con la loro batteria fluente, la strumentazione ricca e la vocalità intrigante, in quello che promette di essere un live intenso e imperdibile.

"Un duo magnifico e potente" afferma lo stesso Vinicio. "Il figlio del Dio di Creta, Georgos Xylouris, il suo liuto con corde di metallo che farebbe la felicità di Ry Cooder, primitivo e potente, ancestrale e dal suono dei grandi spazi, e i tamburi di Jim White, batterista dei Bad Seeds e di altri giganti del rock inquieto, a suggellare la venerazione che Nick Cave professa per lo Zeus con la lira, l’immenso Psarantonis".

Xlouris/White presenteranno live il secondo album in studio, "Black Peak": prodotto da Guy Picciotto (Fugazi) e uscito a ottobre per Bella Union, è un disco di avant folk e blues che ha riscosso recensioni entusiaste da parte di pubblico e critica: un suono nomade, più incentrato sulla forma canzone rispetto al precedente "Goats" ma intriso della forza primordiale degli elementi della tradizione. "Black Peak" è un album jam dove due impavidi maestri dell'improvvisazione si diramano in un racconto. La voce baritonale di Xylouris, che in "Erotokritos" si mescola a quella di Bonnie "Prince" Billy, si lascia accompagnare dall'inventiva delle percussioni di White e da un liuto furioso e quasi minaccioso.

Un disco che dispiega la sua massima espressività dal vivo, proprio come succederà proprio allo Sponz, il luogo ideale per lasciarsi trasportare dalla loro ispirazione musicale, che �“ come dice Xiylouris stesso - "è un viaggio fatto di sentimenti, e immagini, e suoni".

Ascolta "Black Peak" su Spotify https://open.spotify.com/album/1Vkw9yFK2kLctNhIkpKHfr

SPONZ FEST 2017
V edizione

All’Incontre’ Я �“ Rivoluzioni e mondi al Яovescio”


il Festival ideato e diretto da
Vinicio Capossela

Dal 21 al 27 agosto a Calitri e in Alta Irpinia

GEORGOS XILOURIS + JIM WHITE, ERRI DE LUCA, MASSIMO ZAMBONI, EMIR KUSTURICA/NO SMOKING BAND, DOBRANOITCH, VURRO, FEDERICO MARIA SARDELLI + MODO ANTIQUO, ...

Programma in via di Яivoluzione!

Ufficio stampa GDG press: Giulia Di Giovanni info@gdgpress.com 334 1949036 | Alessandro Gambino alessandro@gdgpress.com 320 8366055 | Michela Rossetti rossetti.michela1@libero.it 347 9951730

 

SCARICA IL COMUNICATO IN WORD

SCARICA IL PROGRAMMA DELLO SPONZ FEST 2017

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA DELLO SPONX FEST 2017

SCARICA LE FOTO DELLO SPONZ FEST E DEGLI ARTISTI


sito web: www.gdgpress.com
pagina facebook: https://www.facebook.com/gdgpress.ufficiostampa/


Giulia Di Giovanni

mob: +39 334 1949036 | mail: gdgpress@gmail.com 

Alessandro Gambino
mob: +39 320 8366055 | mail: alessandro@gdgpress.com

Michela Rossetti
mob: +39 347 9951730 | mail: rossetti.michela1@libero.it


Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
Villa Ada: Guzzanti, Brusco e Piotta,Von Oswald e Atkins,The Scoop Jazz Band+Tony Humphries. Il programma da oggi all'11 agosto. Mon, 07 Aug 2017 13:12:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444088.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444088.html GDG Press GDG Press

Arci Roma

VILLA ADA

ROMA INCONTRA IL MONDO

VILLAGGI POSSIBILI

24° edizione

TUTTI GLI ARTISTI PREVISTI FINO AL 13 AGOSTO

7 Agosto SABINA GUZZANTI 8 Agosto BRUSCO + PIOTTA 9 Agosto VON OSWALD E ATKINS 11 Agosto SCOOP JAZZ BAND + TONY HUMPHRIES

 

VILLA ADA via di Ponte Salario 28  - Roma 

#VillaAda2017

Non si ferma la programmazione di Villa Ada Roma incontra il Mondo �“ Villaggi possibili, che prosegue anche questa settimana tra concerti e teatro animando con musica e live le sponde del laghetto, luogo ideale dove rigenerarsi dalla calura estiva con tanto divertimento di qualità.

La settimana comincia all’insegna del teatro, novità assoluta di questa ventiquattresima edizione del festival: lunedì 7 agosto calca le scene Sabina Guzzanti con la versione estiva del suo ultimo lavoro, COME NE VENIMMO FUORI, proiezioni dal futuro. Un monologo satirico esilarante nato da approfondite ricerche sul sistema economico post-capitalista o neoliberista su cui l’autrice sta lavorando già da qualche anno. Uno spettacolo essenziale e incisivo per la regia di Giorgio Gallone e con le musiche di Paolo Silvestri, dove una donna in un futuro immaginifico finalmente civile e armonico deve pronunciare il discorso celebrativo sulla fine del secolo più buio dell’umanità, dal 1990 al 2041.

Martedì 8 agosto sarà la volta di un attesissimo doppio concerto, quello dei romani Brusco e Piotta. Sono passati oltre vent’anni da quando i due condividevano i banchi di scuola del liceo Giulio Cesare e facevano i loro primi live proprio a villa Ada. Oggi, tornano insieme per presentare le loro ultime fatiche discografiche: Brusco con il nuovo album “Guacamole” e le sue sonorità molteplici che spaziano dal reggae alla dancehall, Piotta il suo ultimo Ep “8 ½”, uscito insieme al singolo e video “applausi al comandante”. In entrambi i set non set non mancheranno poi certo i grandi classici dei rispettivi repertori: da “Erba della giovinezza” o “Sotto i raggi del sole” di Brusco, che sarà accompagnato dai Roots in the Sky, a "La Grande Onda" o "Supercafone" di Piotta, che proporrà con la band anche altre tracce più riflessive e impegnate come "Barbara", finalista al premio Amnesty 2016 e la struggente “7 Vizi Capitale”. Gli ospiti e i musicisti sul palco saranno tanti, e il live sarà anticipato e se guito da dj set rap, rock e reggae.

Mercoledì 9 agosto i protagonisti saranno i due mostri sacri della techno Moritz Von Oswald e Juan Atkins. Dopo la collaborazione del 1992 di “3MB Feat Juan Atkins”, dove insieme a Thomas Fehlmann hanno sfornato uno dei dischi più risonanti dell’asse Detroit-Berlino, i due artisti tornano insieme nel progetto “Borderland”, ispirato a Uckermark, regione di confine della Germania settentrionale. “Borderland” è un incontro fluido e potente tra le loro diverse anime ed eredità musicali che sboccia in una techno capace sempre di rinnovarsi e crescere.

L’11 agosto toccherà invece a The Scoop Jazz Band, gruppo di giornalisti e musicisti nato nel 2010 e unito dalla passione del jazz, della bossa e del blues, che propone un repertorio misto di successi del repertorio standard jazz e classici blues e swing reinterpretati in maniera del tutto originale. A seguire, dj del principe newyorkese della musica house Tony Humphries. Da Manhattan, Humphries ha conquistato la scena mondiale esportando il cosiddetto “Garage Sound di New York” anche in Europa e realizzando a oggi più di 200 remix per artisti molto importanti.

L’energia della musica più variegata e di qualità; i live e dj set gratuiti di D’ADA Park, l’area ad accesso libero. Una proposta culinaria d’eccellenza garantita dalla Trattoria Temporanea di Adriano Baldassarre, mente e cuore del rinomato ristorante, dai fritti di Pastella e dalla pizza di Stegano Callegari �“ il mitico inventore del Trapizzino, dal bio equosolidale di Cu.cu cucina e cultura e dai vini de il Sorì. Infine non può mancare il dolce: la raffinata e golosa pasticceria di Andrea De Bellis. E ancora il teatro, i dibattiti e le degustazioni, le installazioni, in una suggestiva cornice verde nel cuore di Roma.

Un programma variegato e multidisciplinare, dunque, che vuole mettere al centro la parola cultura, accessibile a tutti e con una convinta adesione alle logiche del no profit, spinta propulsiva di questa edizione guidata dalla direzione artistica dell’Arci di Roma.

Villa Ada Roma incontra il mondo �“ Villaggi possibili è parte del programma dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE.

VILLA ADA - via di Ponte Salario 28 - Roma

Info per il pubblico_Telefono  06 4173 4712

Info:

SABINA GUZZANTI

Lunedì 7 agosto, ore 21

Biglietto: 15 euro + dp

Prevendite:https://goo.gl/ZqAJpr

SCARICA FOTO E SCHEDA ARTISTA:https://drive.google.com/open?id=0BwuUoig4hEwGbkU3a01Yc1FVcTg

Evento Facebook https://www.facebook.com/events/131399097447987/

PIOTTA + BRUSCO

Martedì 8 agosto, ore 21.30

Biglietto: 10 euro + dp

Prevendite: https://goo.gl/PMuKPp

SCARICA FOTO E SCHEDE ARTISTI: https://drive.google.com/open?id=0Bw4yVHJ1XwaMSk83SW1EdjN6cnM

Evento Facebook https://www.facebook.com/events/745799955612156/

VON OSWALD E ATKINS

Mercoledì 9 agosto, ore 22

Biglietto: 10 euro + dp

Prevendite: goo.gl/B5WJVU 

SCARICA FOTO E SCHEDA ARTISTI: https://drive.google.com/open?id=0Bw4yVHJ1XwaMLVo4TkdqYVM3bWM

Evento Facebook https://www.facebook.com/events/1434425853259989/

THE SCOOP JAZZ BAND

Venerdì 11 agosto, ore 21.30

Ingresso gratuito

Evento Facebook https://www.facebook.com/events/1986377554942454/

Info concerti gratuiti D’Ada Park

Lunedi 7 agosto

GIPSY RUFINA �“ Live al tramonto

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1880597808861460/

SCARICA IL COMUNICATO IN WORD

VILLA ADA ROMA INCONTRA IL MONDO �“ VILLAGGI POSSIBILI

Sito web: http://www.villaada.org/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/VillaAda.Fest/

Info per il pubblico_Telefono  06 4173 4712

Via di Ponte Salario, 28 �“ Roma

SCARICA LE SCHEDE DI SPETTACOLI E CONCERTI

https://goo.gl/Eti96W

VIDEO TRAILER:

https://drive.google.com/file/d/0BwZOudnG3-ieRmlidjJJaFVWMVU/view

Video credits: https://drive.google.com/file/d/0BwZOudnG3-ieRmlidjJJaFVWMVU/view

Una produzione WowTapes

Regia e riprese: Giuseppe Lombardi e Fabio Reitano

Assistente alla regia: Paolo Scarpelli

Producer: Ilaria Doimo

Editing: Fabio Reitano

Color Correction: Giuseppe Lombardi

Sound Design: Gianluca Agostini

Graphics: LoStudioDorme

UFFICIO STAMPA GDG press

www.gdgpress.com

Giulia Di Giovanni: mob: +393341949036; mail: giulia.digiovanni@gdgpress.com

Michela Rossetti: mob: +3479951730; mail: rossetti.michela1@libero.it

Alessandro Gambino: mob: +393208366055; mail: alessandro@gdgpress.com

 

Se non desideri ricevere le prossime comunicazioni da GDG Press clicca qui

]]>
HMC-50A horizontal machining center Mon, 07 Aug 2017 04:12:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444051.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/444051.html Sebahtstian Sebahtstian product feature:
 A、High rigidity, long-term precision Retain:
The machine tool bed, saddle, table, column, spindle box and other large pieces are molded of high quality resin sand、cast by High-quality cast iron、and adopted box or honeycomb structure and arranged with sufficient ribs, and aging , So that the machine can be high rigidity and long-term stability of accuracy.
B、high-precision, high dynamic response characteristics:
Spindle with Taiwan's products, which placed in the spindle box,Imported Japan (or Germany) precision angular contact spindle bearings,the span of support is large, so that the spindle to obtain high rigidity at the same time, access to high spindle accuracy.
C、good thermal stability:
Main motor is located in the center of the spindle box, symmetrical force, symmetry of thermal deformation, good thermal stability.
D、 high efficiency:
The maximum spindle speed can be reached 10000rpm,X/Z axis fast up to 48m / min,
Automatic cycle in the  magazine tool can be manually loaded and unloaded magazine toolreplacement, tool change time up to knife knife 2.9sec.
E、high-quality
high quality requirements throughout the entire production process, each component has been thoroughly examined and tested;These data for product development is an indispensable part of the main,Through continuous monitoring and data collection, we continue to optimize engineering, design and manufacturing methods,To ensure the quality of each machine .


vtc machining center vtc machining center
Gantry Machining Center Gantry Machining Center
gantry cnc machine gantry cnc machine
cnc lathe machine for sale cnc lathe machine for sale


]]>
Puoi confermarci la tua iscrizione a Musicletter.it? // Can you confirm your subscription to Musicletter.it? (New mailinglist) Fri, 04 Aug 2017 11:15:06 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/443833.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/443833.html annachiara@dnaconcerti.com annachiara@dnaconcerti.com
CONFERMO
Annachiara Pipino

Responsabile Comunicazione & Ufficio Stampa
DNA concerti 
Lungotevere Flaminio, 38
00196 Roma

Tel. +39 (0)6 89560116
Fax +39 (0)6 83519972
www.dnaconcerti.com <http://www.dnaconcerti.com
Skype: annachiarapipino
Mob.: +39 320 0788497 
Email: annachiara@dnaconcerti.com

P Please consider the environment - Do you really need to print this email?


Da: "Redazione MUSICLETTER.IT" <postmaster@musicletter.it>
Data: venerdì 4 agosto 2017 11:11
A: <iscritti@musicletter.it>
Oggetto: Puoi confermarci la tua iscrizione a Musicletter.it? // Can you confirm your subscription to Musicletter.it? (New mailinglist)

Ciao, stiamo cambiando il sistema di iscrizione alla mailing di MUSICLETTER.IT 
Per cui se vuoi ricevere le nostre newsletter, ti preghiamo di darci una conferma.


Grazie
www.muscletter.it  


----------------------------------------------- 

Hello, we are changing MUSICLETTER.IT mailing list.
So if you want to receive our newsletters, please give us a confirmation.

Thank you
www.muscletter.it

]]>
Will Burnt Eyelashes Grow Back? Fri, 04 Aug 2017 10:19:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/443818.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/443818.html anna anna Большинство людей не очень много думают о своих ресницах. Но если вы проснулись, и они внезапно исчезли, ваше отсутствие беспокойства, скорее всего, было бы заменено немного тревожным сигналом. Если вам удастся сжечь ресницы, они действительно возрастут?

Функция: Если вы были достаточно несчастны, чтобы сжечь ресницы, успокойтесь. Они почти наверняка возрастут, если фолликул не будет достаточно поврежден, чтобы либо убить ресницу, либо изменить процесс роста. Фолликул как волос, так и ресниц является довольно упругим органом и имеет сильную тенденцию к росту.

Временные рамки: Как правило, ресница займет от семи до восьми недель, чтобы вернуться. Вы можете почувствовать, что вы немного странно выглядите, но висеть там, они вернутся.

Соображения: Если вы не хотите ждать семь-восемь недель или чувствуете себя слишком застенчивыми в своей внешности, есть несколько поддельных ресниц. Они сделаны в разных размерах для любого пола.

Существуют определенные натуральные масла, которые отлично подходят для кормления и удлинения ресниц. В дополнение к этому натуральному маслу вы можете попробовать натуральную сыворотку ресниц, такую как Карепрост продается, изменит вашу красоту и весь внешний вид. Окно в вашу душу получает новые шторы, если хотите. careprostsale.ru, чтобы увеличить размер ресницы и перетянуть ресничную ресницу.

]]>
SPONZ FEST 2017: DAL 21 AL 27 AGOSTO IN ALTA IRPINIA LA V EDIZIONE DEL FESTIVAL DIRETTO DA VINICIO CAPOSSELA Thu, 03 Aug 2017 13:13:38 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/443695.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/443695.html GDG Press GDG Press

 

SPONZ FEST 2017

V edizione

All’Incontre’ Я �“ Rivoluzioni e mondi al Яovescio”

il Festival ideato e diretto da

Vinicio Capossela

Dal 21 al 27 agosto a Calitri e in Alta Irpinia

GEORGOS XILOURIS + JIM WHITE, ERRI DE LUCA, MASSIMO ZAMBONI, EMIR KUSTURICA/NO SMOKING BAND, DOBRANOITCH, VURRO, FEDERICO MARIA SARDELLI + MODO ANTIQUO

Programma in via di Яivoluzione!

SCARICA TUTTE LE FOTO DELLO SPONZ

https://www.dropbox.com/sh/87d0i0zkrzdy1en/AADlbQYV2bLg8y0rkME5yaZ2a?dl=0

Vinicio Capossela Photo Credit: Paolo Pisanelli

Nel centenario della Rivoluzione Russa, lo Sponz Fest, giunto alla sua V edizione, compie un gesto rivoluzionario: sperimentare il rovesciamento del mondo.

Dal 21 al 27 agosto a Calitri (Av) e in Alta Irpinia, il festival ideato e diretto da Vinicio Capossela, invita il pubblico e la comunità “a porsi dalla parte “altra” dell’abitudine, a ribaltare i punti di vista e osservare le cose al contrario, a scardinare l’ordine cui siamo assuefatti per creare un momento di resistenza a un mondo che va sempre più irrigidendosi nelle visioni”, come scrive Capossela.

Tutti, dunque, “all’incontré’Я”! Anche il programma, che scorrerà al contrario: dall’evento di chiusura il secondo giorno a quello di apertura l’ultimo giorno, dopo una prima giornata, il 21 agosto, in cui non succederà nulla, come la domenica biblica, momento del riposo dopo la creazione. Un tempo “In senso inverso” come il titolo di un romanzo di P.K. Dick o quello che si riavvolge in “Un’altra giovinezza” di F.F. Coppola, tratto dal romanzo dello storico delle religioni rumeno Mircea Eliade.

Anche quest’anno, in quello che è più una grande esperienza comunitaria che un semplice festival, un programma che spazia fra molteplici ambiti espressivi e unisce occasioni di approfondimento culturale a momenti di festa e convivialità. Sette giorni di intensa vitalità dionisiaca che travolgerà come sempre tutti i partecipanti fino a farli cadere “sponzati come baccalà”.

Chi c’è stato, lo sa: lo Sponz Fest è una magia capace di coinvolgere e travolgere, un flusso di inesauribile energia che dagli stretti vicoli di Calitri si espande nella Valle dell’Ofanto per un’intera settimana. La storia dello Sponz Fest è di per sé un piccolo miracolo, nato per darsi un’occasione di fare “comunità”. Una comunità che l’ha vissuto come proprio. Partito come festa sui riti dello sposalizio, si è allargato ai temi dell’unione, del rapporto con la terra, dell’incontro con altre culture. E, quest’anno, della Яivoluzione.

Un densissimo programma di musica, teatro, danza, perfromance, reading, incontri, proiezioni, notti ad osservare le stelle e a bere vino nelle grotte di Calitri, fra astronomia e gastronomia. E poi ancora escursioni di trekking e happening, laboratori per bambini e chiacchiere musicali in barberia. Senza dimenticare la Libera Università dei Ripetenti e la Festa dei Folli!

Fra i primi nomi confermati di questo programma in continua evoluzione (o, meglio, Яivoluzione), Georgos Xilouris e Jim White: il liuto dalle corde di metallo del musicista di Creta che farebbe la felicità di Ry Cooder, primitivo e potente, ancestrale e dal suono dei grandi spazi, incontra i tamburi di Jim White, batterista dei Bed Seeds di Nick Cave, PJ Harvey e di altri giganti del rock inquieto in un grande concerto all’alba.

Massimo Zamboni, cofondatore dei CCCP �“ Fedeli alla linea che porterà il pubblico a guardare “Il cielo sotto Berlino”, letture e sonorizzazioni dal suo ultimo lavoro “Nessuna voce dentro”. Un viaggio non lineare nella Berlino del 1981, nel momento in cui è ancora viva la stagione utopica, in cui riecheggia la rivolta dei movimenti del ’77 e in cui, al tempo stesso, forse, si intravedono già i segni di un’altra Яivoluzione che verrà, quella dell’89 con la caduta del muro.

Novità di questa edizione la Libera Università dei Ripetenti, un ciclo di incontri con alcuni esponenti del mondo culturale, dei media e del sociale. Le “lezioni” si svolgeranno la mattina fra il castello di Calitri e le gite didattiche” nel sentiero della Cupa mentre la pausa ricreazione si può fare in qualsiasi momento e si può anche andare in bagno. Basta alzare la mano! A discutere de “Il rovescio della medaglia”, ovvero dei grandi perdenti nella storia dello sport, sarà Gianni Mura, storica firma di Repubblica, mentre a riflettere sul tema del “Contrario dell’Uno e altre contrarietà” sarà Erri De Luca, uno dei massimi scrittori e intellettuali italiani che proprio sulle barricate del ’77 si è formato. Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International, interverrà invece sul tema delle rivoluzioni nel mondo arabo mentre l’economista e giornalista del Sole 24 Ore Dario Deotto disserterà sul rapporto fra le norme e l’enorme, ovvero fra la Legge e la Vita. Il mondo al Яovescio dello Sponz 2017 incontra il Яovescio meteorologico e temporali di varia natura nell’incontro con l’esperto di fama internazionale Luca Lombroso, volto conosciuto dai profani per i suoi interventi al programma di Fabio Fazio “Che tempo che fa”.

Dopo i rumeni, gli albanesi e i serbi nelle precedenti edizioni, quest’anno la Fanfara non poteva che venire da San Pietroburgo, l’antica capitale russa e primo focolaio della Яivoluzione. Sono i Dobranoitch. La loro musica, vera dinamite, va da Odessa al circolo polare artico. Il loro nome vuol dire buonanotte ma suoneranno all’alba, come in ogni mondo rovesciato che si rispetti.

Ogni Яivoluzione ha la sua parata e dunque, fra i momenti più attesi del Fest, la grande parata fra le vie d Calitri, con tanto di bandierine totalitariste dello Sponz 2017, che culminerà in un concerto memorabile: sul palco Vinicio Capossela, Emir Kusturica con la No Smoking Band, Dobranoitch e il cantante “al Яovescio” Antonio Pompò, vero funambolo della parola!

Il Mito della Яivoluzione, con le sue liturgie, sviluppa la dimensione epica, l’immaginario da frontiera che aveva caratterizzato il tema dello scorso anno (“Chi tiene polvere spara”). E così quest’anno al posto dell’assalto al treno in pieno stile “western”, banda russa e cavalieri saluteranno l’arrivo del treno allo scalo di Calitri per festeggiare, per il secondo anno consecutivo, la riapertura temporanea della tratta storica “Avellino-Rocchetta” che quest’anno si arricchisce di un nuovo pezzo dell’antico percorso ferroviario. Per l’occasione, tutti a bordo dei vagoni storici provenienti dalla Puglia verso la stazione di Conza-Andretta-Cairano per una delle lezioni più affascinanti della Libera Università per Ripetenti: il direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli accompagnerà i viaggiatori alla scoperta delle più importanti rivoluzioni nella storia dell’arte e del treno come elemento dell’immaginario rivoluzionario del Novecento.

Alla stazione di arrivo, la dimensione mitologica esplode nella maschera da Minotauro di un artista la cui origine va ricercata nella leggenda, un one man band circondato dal mistero. La grande stampa sembra ignorarlo ma su youtube raccoglie milioni di click e i grandi festival internazionali fanno a gara ad invitarlo. È Vurro, colui che colpisce i piatti della console con le corna da toro della sua maschera e che farà girare i dischi fino a farli muovere al contrario.

Davvero imperdibili i concerti all’alba nello straordinario scenario di Borgo Castello. Protagonisti Federico Maria Sardelli, vero artista rinascimentale �“ pittore, compositore e direttore, sommo specialista del Vivaldi - alla guida del suo ensemble Modo Antiquo sui sentieri della musica di Carlo Gesualdo e dei suoi contemporanei. E Alessio Franchini con il Circolo dei Baccanali in “Angeli con un’ala sola”, emozionante omaggio al divino Jeff Buckley a 20 anni dalla scomparsa.

Vulcanica e tellurica, la grande Notte del Tamburo vedrà alternarsi nel centro storico di Calitri imbandito come uno sposalizio, le tammorriate dell’area partenopea, le tarantelle di Tricarico e la “tarantatrance” di Antonio Infantino che insieme a Vinicio Capossela renderà omaggio a Enzo Del Re, indimenticabile artista rivoluzionario, musicista e cantastorie, a sei anni dalla sua scomparsa.

Anche quest’anno spazio all’arte contemporanea con SponzArt, la sezione ideata da Mariangela Capossela che ne ha curato le precedenti edizioni. Per lo Sponz 2017, la curatela è affidata a Tommaso Evangelista e, nel pieno spirito rivoluzionario del programma, il titolo sarà “Azioni per moto contrario”, a indicare la dimensione performativa e relazionale degli interventi artistici. Fra i primi artisti confermati Michele Mariano che realizzerà un campo di calcio di led in un bosco senza, naturalmente, danneggiare un solo albero; Michele Giangrande che, con l’aiuto dei bambini, realizzerà due grandi installazioni con i cartoni da imballaggio; e, infine, Andrea D’Amore che realizzerà un forno nelle grotte di San Zaccaria, invitando la popolazione ad una raccolta di alimenti commestibili selvatici durante la passeggiata verso il luogo di incontro.

E fra le incursioni poetiche notturne di Vincenzo Costantino Cinaski, le magie surreali e grottesche del Mago Wonder, le altre lezioni della Libera Università dei Ripetenti, il concerto-omaggio al vento lungo il sentiero della Cupa di Fabio Mina, il liscio di Tonuccio e B-Folk, lo Sponz Fest si chiude l’ultimo giorno con lo spettacolo “Mefite”, visione del mondo degli inferi, il mondo “di sotto”, ad opera del Teatro delle Albe e con la Festa de Folli nella splendida Abbazia del Goleto, concerto medioevale di Giovannangelo De Gennaro per celebrare il gran rovesciamento finale, quello in cui gli ultimi saranno i primi. Praticata nel tardo medio evo, la Festa dei Folli trova la sua origine nei Saturnali, ed era uno dei rituali di rinascita e rinnovamento in cui l’ordine delle cose veniva capovolto. I monaci per l’occasione si liberavano dalla loro “pelle”, la loro funzione, per dedicarsi a tutti gli eccessi che normalmente gli erano interdetti.

Ecco avverato dunque il desiderio di rovesciare il mondo. Fare della necessità un balocco. Fare della morte vita. Sponzarci, imbevuti di nuovo sapere, fino alla fine dell’ultimo giorno, e che, una volta usciti da questa settimana di ri-creazione, sia davvero un nuovo inizio” - come scrive e si augura il direttore Vinicio Capossela.

PROGRAMMA DEL FESTIVAL

 Lunedì 21 Agosto �“ LA RI-CREAZIONE

Come al termine della Creazione il Dio riposò, così anche noi, nel nostro tempo al rovescio, concludiamo la settimana iniziandola col riposo. E ciò vedemmo che era buono.

�“ dispensiamo consigli per luoghi ed eventi locali

Martedi 22 Agosto �“ Calitri loc. Lago delle canne

Giorno Ci si va preparando, si vanno ponendo indicazioni stradali, camminate, escursioni, annusamenti del territorio…

Sera Aspettando l’Alba �“ Festa del ringraziamento ai volontari

  • Fuochi, salsicce, fegatini, viscere alla brace con Carmelo Chiaramonte

  • Campeggio libero

  • Attività ludiche e Musica notturna d’attesa

  • Poesie di Majakovskij, letture, declamazioni, performances spontanee

  • Visita guidata alle Rivoluzioni nel cielo, a cura dell’Osservatorio di Castel Grande, binocoli, laser, racconti

Tarda sera Massimo Zamboni in “Il cielo sotto Berlino”: letture, sonorizzazioni, racconti tratti dal suo ultimo libro “Nessuna voce dentro”

 Mercoledi 23 Agosto

Alba �“ Calitri �“ loc. Lago delle Canne �“ Alla prima luce del nuovo giorno Bosco Lago delle canne

I° Concerto all’alba �“ Xilouris White, il figlio del Dio di Creta, Georgos Xilouris e i tamburi di Jim White, gigante del rock inquieto

Mattina L’area viene allestita come un campeggio all’aperto, dopo il concerto colazioni, acqua sala per colazione

  • Presentazione del programma, saluto delle autorità. Intermezzo musicale con Dobranotch

  • Laboratori per bambini:

  • Giochi d’Ombre con Anusc Castiglioni

  • Giochi di cartapesta con Margherita Pillot (Calitri �“ Casa dell’Eca)

  • Giochi antichi con anziani del luogo

  • Passeggiata nel bosco con Alessandra Viola, “L’intelligenza delle piante”

  • Libera Università per Ripetenti �“ Prima di mezzogiorno, prima lezione: “Dov’è finita la Primavera? Non ci sono più le Rivoluzioni di una volta?” a cura dRiccardo Nouryportavoce di Amnesty International Italia 

Libera università per Ripetenti �“ al lago delle canne
ore 12,00 �“ Seconda ora �“ fisica scienza rivoluzionaria: 
Piero Martin �“ fisica scienza rivoluzionaria “Alla ricerca del moto perpetuo” con Vinicio Capossela, Antonio Benzina Mainini e Dum Dum Rastafari

Pomeriggio IRPINIA WOODSTOCK �“ Concerto pomeridiano con band e artisti locali

Mercoledì 23 agosto �“ In Calitri Centro

Tardo pomeriggio  a Borgo Castello �“ Libera università per Ripetenti

  • apertura della vineria La frasca a Borgo Castello con Diego Sorba

  • Ex cinema Rossini �“ proiezioni “Irpinia andata e Ritorno”

  • Leonarda” di Rosaria Cianciulli �“ La storia di Leonarda Cianciulli, la prima serial killer donna italiana, nata Montella, conosciuta come la ‘Saponificatrice di Correggio’

  • Chromotherapy” di Giuseppe Rossi. Storia di Vanessa che vede il mondo in bianco e nero con Rosaria Cianciulli

Al tramonto

  • Salone Barberia: ricreazione con i Cunversazionevoli

  • apertura punto ristoro sagra dei cingoli

  • rovine Torre di Nanno: “CarbonarAquilonia �“ Rivolta d’Ottobre in Irpinia” �“ Rievocazione storica a cura del Museo di Aquilonia

Di sera

Libera università per Ripetenti �“ aula magna �“ Piazza della Repubblica

Il Rovescio della Medaglia” �“ I grandi perdenti nella storia dello sport �“ con Gianni Mura

Nel mentre…. �“ Cibo in piazza �“ “I Cingoli”

Borgo Castello: Concerto musica antica “Oltre Gesualdo”, con Modo Antiquo a cura di Federico Maria Sardelli

Sera e notte Grotte aperte in centro storico. Spazi aperti e liberi a performance artistiche di varia natura tra le quali vedremo:

  • Cose Turche, a cura di Umut Adan, la grotta del mago a cura di Mago Wonder, la grotta del poeta a cura di Vincenzo Costantino Cinaski. E ancora: Gerardo Balestrieri, Victor Herrero, El besito de la Chinita

  • II° Concerto all’alba: “A favore del vento” di Fabio Mina, figlio del vento
    Calitri �“ A seguire colazione al capanno della Cupa offerta dall’associazione nicura onlus

Giovedi 24 Agosto �“ in Calitri centro

Dal mattino

  • Laboratori per bambini:

  • Giochi d’Ombre con Anusc Castiglioni �“ Ex Cinema Rossini

  • Giochi di cartapesta con Margherita Pillot �“ casa dell’Eca

Prima di Mezzogiorno ricreazione �“ barberia musicale al Salone di Sicuranza

Pomeriggio

Ex cinema Rossini �“ proiezioni Irpinia andata e Ritorno

Storia di Sabato (Simon) Rodia che i Beatles misero in copertina in occasione dei 50 anni di “Sgt. Pepper”, il disco più noto ed evocativo dei Fab Four

Al Tramonto Piazza Repubblica, Aula magna

  • Erri De Luca �“ “Il contrario di Uno, e altre contrarietà”

Sera Piazza Repubblica e dintorni

  • La notte del tamburo: a Piazza Repubblica, Piazzale Immacolata, Piazza dell’orologio, Buccolo, gran concerto da ballo con tamborriate. Tamburi del Vesuvio, di MontemaranoAntonio Infantino. Tavoli e banchi apparecchiati lungo il centro storico

Sera

A cena nei vicoli del Centro Storico �“ Cibo di strada con:

  • Panino S-composto ” e ” Bombette di fuoco” a cura di Carmela Cerrone e Enza Perna del ristorante

  • Cannazze e cingoli �“ a cura degli abitanti del borgo

  • Acqua Sala �“ all’arco degli zingari �“ a cura degli abitanti del borgo

  • Grotte aperte in centro storico di Calitri. Degustazioni �“ spazi aperti e liberi a performance artistiche di varia natura tra le quali vedremo:

Focolai di Insurrezione spontanea:  Centro Storico �“ Nelle Grotte �“

Cose Turche” �“ Musica e parole contro il sultano �“ a cura di Umut Adan
Victor Herrero
El besito de la Chinita
la grotta del mago a cura di Mago Wonder, la grotta del poeta a cura di Vincenzo Costantino Cinaski

Venerdì 25 Agosto

In Calitri

Dal mattino

  • Laboratori per bambini:

  • Giochi d’Ombre con Anusc Castiglioni �“ Ex Cinema Rossini

  • Giochi di cartapesta con Margherita Pillot �“ casa dell’Eca

  • Libera università per Ripetenti 

  • Barberia musicale: da Sicuranza con i Cunversazionevoli

Pomeriggio Piazzale Biblioteca Centro Studi calitrani

Ero a dirottar trattori da ore” �“ Racconti carnevaleschi, canti sovvervisi e “a la mmersa” della tradizione calitrana. A cura de “Il Calitrano”

Pomeriggio

Ex cinema Rossini �“ proiezioni Irpinia andata e Ritorno

  • Salòn Olympia: i Fratelli del cinema” a cura di María Cecilia Reyes. Musiche originali a cura di Pier Renzo Ponzo. Estratti del libro “A raccontar la luce” di Sandro Bozzolo.

Tardo Pomeriggio “Andiamo a prendere il treno”

  • discesa a Calitri scalo con Banda Mariachi Tres rosas

  • arrivo e partenza del treno per Conza, Cairano, Andretta

  • Mariachi Tres rosasCavalieri di Montella, Dobranotch

Sera  alla Stazione di Conza �“ Cairano �“ Andretta

  • Intervento sui treni rivoluzionari:

  • Il treno nella rivoluzione russa, Viva Zapata”. A cura di Gian Luca Farinelli, Cineteca di Bologna

  • Tesi di laurea Avellino �“ Rocchetta �“ Studente Andrea Lo Conte �“ esame davanti ad apposita commissione ferroviaria

  • zona banchetto �“ Sponz festival

In piena sera concerto

  • VURRO!

A seguire

Daniele Sepe con “Capitan Capitone e i Fratelli della Costa”: canzoni rivoltose, un po’ rockettare e giusto qualche brano lento

Contemporaneamente a Calitri… accade

Prima serata Piazza Repubblica

  • Gran Ballo all’Incontre’Я con Tonuccio B-Folk

  • Gruppo di ballo folcloristico: La Zeza di Cannone e della Campagna.

  • Grotte aperte e musica a seguire nella notte

Notte fonda Sentiero della Cupa

Onde ribelli”  con il  Theremin di  Massimo Simonini �“  ospite  Vurro e altre creature della cupa

Sera e notte Grotte aperte in centro storico di Calitri. Spazi aperti e liberi a performance artistiche di varia natura tra le quali vedremo:

Focolai di Insurrezione spontanea:  Centro Storico �“ Nelle Grotte �“

degustazione a smerza” (deg. non convenzionale delle  DOCG irpine)

A cura di Carmela Cerrone in collaborazione con Enza Perna del ristorante “La Ripa”- Rocca San Felice

Grotta dei suoni �“ Performance di Gherardo Balestrieri

Victor Herrero

la grotta del mago a cura di Mago Wonder, la grotta del poeta a cura di Vincenzo Costantino Cinaski

Sabato 26 Agosto in Calitri

Mattino

  • Libera Università per Ripetenti

  • Barberia Musicale: da Sicuranza, con i Cunversazionevoli

Tardo pomeriggio

  • Aperitivo in CACIOCAVALLERIA D&D  con Elezione del Caciocavaliere 2017 a cura dei Cavalieri di Montella

  • Borgo Castello �“ Libera Università per ripetenti �“ Ricreazione con Diego Sorba �“ vineria La Frasca

Prima serata

La Gran Parata del 17

EmiR Kusturica & The no smoking orkestra (Serbia)

Dobranotch (San Pietroburgo)

Vinicio Capossela (Calitri)

Ospite: Antonio Pompo’ �“ cantante al rovescio

Ospiti e comizianti a sorpresa

A seguire grande notte del centro storico. Grotte con eventi singoli.

Borgo Castello �“ III° Concerto all’ alba:

ALESSIO FRANCHINI e il Circolo dei Baccanali in “Angeli con un’ala sola” �“ omaggio a Jeff Buckley

 Domenica 27 Agosto �“ Rocca San Felice �“ Villamaina �“ Sant’Angelo dei Lombardi

Località Mefite

“…Fino a che verso il tramonto si ritrovarono come falene abbagliate in altra rupe, in altro loco… Loco antichissimo dove Virgilio pose le bocche dell’Ade: la Mefite….”

  • Giampiero Galasso: Mephite: l’“altra” dea

  • Alla Mefite (Rocca San Felice �“ Villamaina). Spettacolo teatrale a tema mondo infero, mondo di sotto. A cura di Marco Martinelli e Ermanna Montanari del Teatro delle Albe

A sera �“ Sant’Angelo dei Lombardi

“… Una euforia contagiosa prende tutti a quel punto, quella di essere scampati alla morte. Ci si incammina verso l’antica abbazia scoperchiata… Al Goleto! Al Goleto! … Si sparge la voce e l’ordine. Ci si affolla, si spinge!…. È la festa dei Folli!!..”

Abbazia del Goleto (S. Angelo dei Lombardi) �“ Gran Festa dei Folli” a cura di Giovannangelo De Gennaro

  • Intervento introduttivo sui riti di rovesciamento dell’ordine nel medioevo, le feste dei folli…

  • Concerto medievale di repertorio, con danze, gruppi ..

  • Finale: presentazione dello Sponz Fest…. come se fosse la prima sera…accadrà questo questo e quest’altro…

La Compagnia teatrale Clan H in“Storie Su Rotaie”. IdeA/Azione performativa nei vagoni dell’Avellino-Rocchetta. Paesaggi, suoni, immagini, racconti e storie d’Irpinia diretta da Salvatore Mazza

LIBERA UNIVERSITA’ PER RIPETENTI

Mercoledì 23 agosto �“ al lago delle canne

ore 11,00 �“ Prima ora �“ Aula prato �““Non ci sono più le Primavere di una volta” �“ Le Rivoluzioni contemporanee (Turchia, Primavera Araba) �“ con Riccardo Noury �“ portavoce Amnesty International

ore 11.00 �“ Prima ora �“ Aula bosco �“ “L’intelligenza delle piante” di Alessandra Viola �“ passeggiata nel bosco

ore 12,00 �“ Seconda ora �“ fisica scienza rivoluzionaria “Alla ricerca del moto perpetuo” di �“ Piero Martin e la straordinaria partecipazione di Vinicio Capossela, Antonio Benzina Mainini e Dum Dum Rastafari

Al Tramonto �“ Calitri �“ Piazza Repubblica �“ Aula Magna

Il Rovescio della medaglia” �“ I grandi perdenti nella storia dello sport �“ a tavola con il Prof. Gianni Mura

Giovedì 24 agosto

Ore 11,00 �“ Prima Ora �“ Borgo Castello �“ 1^ Aula �“ “ L’Enorme e le Norme. Dal “tributare” al “tributo”: le leggi e la loro applicazione come metafora della vita” con Dario Deotto �“ dottore diritto economico

Ore 12.00 �“ Seconda ora �“ Borgo Castello �“ 2^ Aula �“ “Controvento. Storie e viaggi che cambiano la vita” con �“ Federico Pace

Dalle ore 16,30 Replica delle lezioni a Borgo Castello

Ore 17,00 �“ Borgo Castello �“ 3^ aula �“ “Rovesci, Temporali e altri capovolgimenti” con Luca Lombroso �“ metereologo

Venerdi’ 25 agosto

Ore 11,00 �“ Prima ora �“ Sentiero della Cupa �“ 1^ aula all’aperto �“ “Rovesci, Temporali e altri capovolgimenti” con Luca Lombroso �“ metereologo

Ore 11,00 �“ Prima Ora �“ Borgo Castello �“ 2^ Aula �“ “ L’Enorme e le Norme. Dal “tributare” al “tributo”: le leggi e la loro applicazione come metafora della vita” con Dario Deotto �“ dottore diritto economico

Ore 12,00 �“ Seconda ora Borgo Castello �“ 3^ aula �“ “Il rovescio del sovrappopolamento …i paese abbandonati” con Vito Teti �“ antropologo

Ore 12,00 �“ seconda ora �“ Borgo Castello �“ aula della Vineria La Frasca �“ “L’Odissea di un vignaiolo -” con Luigi Tecce �“ enologo e viticultore

ore 16,30 �“ Grotta/caverna di  Di Cecca (centro storico) Giampiero Galasso: Dove inizia l’ánthrōpos: la rivoluzione neolitica

Al tardo pomeriggio Stazione di Conza

Ore 18,00 �“ Aula della stazione “Viva Zapata” Filmati e parole sui treni rivoluzionari . Il treno nella rivoluzione russa �“ con Dott. Gian Luca Farinelli �“ Direttore Cineteca di Bologna �“ giorno 25 agosto

Ore 19,00 �“ Tesi di laurea Avellino �“ Rocchetta �“ Studente Andrea Lo Conte �“  esame davanti a apposita commissione ferroviaria.

Sabato 26 agosto

Ore 11,00 Prima ora �“ Sentiero della Cupa �“ Aula all’aperto �“ “L’inconscio e l’Ombra a partire da C.G.Jung: epifania dell’Opposto ed empiria dell’incarnazione” con Andrea Calvi �“ psicoterapeuta

Ore 12,00 �“ Seconda ora �“ Sentiero della Cupa �“ 1^ aula all’aperto �“ “Rovesci, Temporali e altri capovolgimenti” con Luca Lombroso �“ metereologo

Ore 12,00 �“ Seconda ora �“ Borgo Castello �“ 2^ Aula �“ “ L’Enorme e le Norme. Dal “tributare” al “tributo”: le leggi e la loro applicazione come metafora della vita” con Dario Deotto �“ dottore diritto economico

Ore 12,00 �“ seconda ora �“ Borgo Castello �“ aula della Vineria La Frasca �“ “L’Odissea di un vignaiolo -” con Luigi Tecce �“ enologo e viticultore

Ai portici di Torre di Nanno �“ da Mercoledì a Sabato

Claudio Ferraro �“ e associazione Fiab di Avellino �“ Libera Università in bicicletta- lezioni itineranti

Parco bici assistite e muscolari da noleggiare

Pacchetti con itinerari di cicloturismo dello specifico territorio.

FOCOLAI DI INSURREZIONE SPONTANEA

Giovedì 24 Agosto

Sera e notte Grotte aperte in centro storico. Spazi aperti e liberi a performance artistiche di varia natura tra le quali vedremo:

Focolai di Insurrezione spontanea:  Centro Storico �“ Nelle Grotte �“

  • Cose Turche” �“ Musica e parole contro il sultano �“ a cura di Umut Adan

  • Victor Herrero

  •  El besito de la Chinita

�“ la grotta del mago a cura di Mago Wonder, la grotta del poeta a cura di Vincenzo Costantino Cinaski

Cibo di strada �“ centro storico �“  “Panino S-composto ” e ” Bombette di fuoco”

Venerdì 25 Agosto

Sera e notte Grotte aperte in centro storico. Spazi aperti e liberi a performance artistiche di varia natura tra le quali vedremo:

Focolai di Insurrezione spontanea:  Centro Storico �“ Nelle Grotte �“

  • Grotta dei suoni �“ Performance di Gherardo Balestrieri

  • Victor Herrero

�“  la grotta del mago a cura di Mago Wonder, la grotta del poeta a cura di Vincenzo Costantino Cinaski

degustazione a smerza” (deg. non convenzionale delle DOCG irpine)
A cura di Enza Perna del ristorante “La Ripa”- Rocca San Felice

�“  Nel Sentiero della Cupa dal 21 al 27 agosto a cura di Nicùra Onlus

  • Emozioni allo specchio (riflessioni di luce e di mente)

  • PietraPoema (battiti scolpiti su pietra)

  • Capanno libero per…

Sotto gli archi di Torre di Nanno (Calitri)

  • LE FOTOGRAHAHAHPH di Alessandro Parente e Simona Fantauzzi. La fotografia moderna si dirige repentinamente verso la estrema velocità e riproducibilità dell’immagine, puntando alla “perfezione” tecnica. Le tecniche antiche, invece, rappresentano il contrario: valorizzazione dell’imperfezione e unicità o irriproducibilità della foto intesa come momento unico e quindi oggetto unico.

  • BiciVillaggio Itinerante FIAB a cura di Claudio Ferraro Viandante in bicicletta �“ lezione itinerante

Una struttura mobile che sarà presente durante l’evento dello Sponz Fest per diffondere la conoscenza, utilizzo e cura della bicicletta. Ciclonauti e un furgone evidenziato da una grafica ad hoc si rivolgeranno ai cittadini e turisti, qualche giorno prima dell’inizio del programma dell’evento, per diffondere la cultura della bici in termini tecnici, come momento di benessere mentale, fisico e qualità della vita. Il programma inizierà considerando i bambini, giovani e tutti coloro che vorranno partecipare ad un’azione didattica partendo dalla “messa in sella” e sicurezza per poi “sciamare” sulle strade per andare presso un’azienda per mangiare una fetta di anguria. Una CicloStazioneOfficina sarà lo spazio materiale di riferimento, da scegliere dove collocare insieme a loro.

Parco bici assistite e muscolare da noleggiare. Pacchetti con itinerari di cicloturismo dello specifico territorio

SCARICA LA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DI CAPOSSELA

SCARICA IL COMMENTO AL PROGRAMMA DI CAPOSSELA

SCARICA IL PROGRAMMA

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

SCARICA LE FOTO DELLO SPONZ FEST E DEGLI ARTISTI


sito web: www.gdgpress.com
pagina facebook: https://www.facebook.com/gdgpress.ufficiostampa/


Giulia Di Giovanni

mob: +39 334 1949036 | mail: gdgpress@gmail.com 

Alessandro Gambino
mob: +39 320 8366055 | mail: alessandro@gdgpress.com

Michela Rossetti
mob: +39 347 9951730 | mail: rossetti.michela1@libero.it


Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
ARIANO FOLKFESTIVAL AL VIA IL 17 AGOSTO: DALLA "REGINA" LA YEGROS A ORLANDO JULIUS, UN VIAGGIO TRA I MIGLIORI TESORI DEL MONDO Tue, 01 Aug 2017 14:30:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/443363.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/443363.html GDG Press GDG Press

ARIANO FOLKFESTIVAL 2017

  DAL 17 AL 20 AGOSTO AD ARIANO IRPINO

UN VIAGGIO TRA I MIGLIORI TESORI MUSICALI DEL MONDO

SCARICA TUTTE LE FOTO DEL FESTIVAL:

https://www.dropbox.com/sh/tr222q6jyar66a0/AAB0aJtYATp10bHzCsjj3sNOa?dl=0

Foto: Orlando Julius

Lontani dal mainstream e dall’omologazione, vicini a tutti i suoni del mondo. Ariano Folkfestival - tra i più interessanti appuntamenti europei dedicati alla world music - torna dal 17 al 20 agosto ad Ariano Irpino per la sua XXII edizione dopo il successo dello scorso anno che ha visto arrivare oltre 20.000 persone di ogni nazionalità. Quattro giorni di musica selezionata con cura e passione, a cui si aggiunge una giornata di anteprima domenica 6 agosto a Capaccio Paestum (Salerno) con il live degli España Circo Este, invaderanno questa terra di confine in Provincia di Avellino posizionata tra Campania, Puglia e Basilicata con un sound tradizionalmente oltre ogni barriera geografica. Come al di là di ogni limite è il suo pubblico, di ogni fascia d’età, proveniente dai Comuni limitrofi come dalle maggiori capitali europee.

Tra folk e cumbia, rap e hip hop, incursioni di jazz ed elettronica, la parola d’ordine di questa edizione è sperimentazione. Con artisti che hanno fatto del mondo la propria casa e delle diversità musicali la loro ricchezza, Ariano Folkfestival è pronto a presentare un palco internazionale per un viaggio che alterna la potenza della voce argentina de La Yegros con l’euforia dei colombiani Puerto Caldelaria il 17 agosto. L’Africa della leggenda Orlando Julius con gli inglesi Heliocentrics, insieme ai tesori nuovi e moderni della Russia targata Oligarkh, sono sul palco il 18 agosto. Ancora, il 19 agosto è la volta del “Re dello Swing” Emanuele Urso and his big band con Moni Ovadia; per chiudere domenica 20 con gli Ephemerals e l’esplosione di energia degli spagnoli La Pegatina.

Ad aprire il Festival, giovedì 17 agosto, è La Yegros (Mariana Yegros all’anagrafe), per la prima volta in Italia. Arriva dall'Argentina, ma ormai la sua anima è divisa tra Buenos Aires e il sud della Francia. Conosciuta come "La Regina della Nu Cumbia", il soprannome è più che mai calzante, meritato a suon di concerti grazie a quella che The Fader definisce “una voce spaziale” e The Indipendent “dagli effetti vocali precisissimi”. La sua musica è sempre vivace ed eclettica, con il lato fresco e spontaneo della cumbia contemporanea tradizionalmente dominata dagli uomini, rielaborata sapientemente con il folk e l’elettronica. Con il primo album “Viene de mi” conquista l’attenzione delle maggiori testate internazionali (NPR e Libération tra le tante). Con il secondo, "Magnetismo" (famiglia Soundway Records) accresce la sua popolarità e partecipa ai più prestigiosi appuntamenti musicali, arrivando a 15 tour internazionali negli ultimi due anni.
La stessa sera sul palco La Inedita, dal Perù. Uno stile e un genero unico, di cui i quattro componenti sono inventori e detentori: il chichamuffin, una fusione di chicha (la tradizionale cumbia peruviana), reggaemuffin e dancehall con sottili tracce di hip hop. Il Perù che incontra la Giamaica in un fuco di energia e creatività.
Semplicemente “euforici” per il New York Times, i Puerto Candelaria sono la più innovativa, controversa e audace proposta musicale dalla Colombia degli ultimi decenni. Un’esplosione di suoni tra underground rebel cumbia e colombian style jazz che attraversa i confini e rompe ogni schema. Un immaginario dove non esiste solo la musica ma anche il teatro, la danza e l’umorismo, con una capacità di raccontare ironicamente le assurdità e le contraddizioni della Colombia. Hanno ottenuto record impensabili per la scena musicale indipendente, suonando in più di 80 città in tutto il mondo.

Venerdì 18 agosto si viaggia tra Africa, Sud America e Russia. La leggenda della musica afro (parola di Gilles Peterson) Orlando Julius divide il palco con gli inglesi The Heliocentrics, band di culto capitanata da Malcom Catto e Jake Ferguson, ad Ariano dopo lo straordinario successo di critica ottenuto dalle loro recenti esibizioni live e con il nuovo album A World of Masks, il loro quarto, uscito il 9 giugno. Un album che si eleva altissimo, fluttuante nel cosmo tra jazz futuristico, psichedelia, Krautrock uniti ad alcuni elementi esotici.

Tra le immense cattedrali e i villaggi solitari e più remoti della Russia vi portano gli Oligarkh. Arrivano da San Pietroburgo e la loro musica si sovrappone alle immagini per un’affascinante esplorazione della cultura urbana contemporanea. Cancellano i confini tra l’antico e moderno, esplorano la memoria popolare profonda e i canti ortodossi, si muovono abilmente tra folk ed elettronica. L’ultimo EP “Stand Up and Go” è uscito a febbraio.

I ritmi del Brasile salgono sul palco con i 10 strumentisti che compongono Bixiga 70: provengono dalla scena jazz e d’avanguardia di San Paolo e li accomuna la passione per la musica di Fela Kuti. L’originale progetto artistico li vede mescolare l’afro-beat con il funk americano e la cumbia, condito da echi di reggae, ritmi latin e brillanti intuizioni sonore.

Sabato 19 agosto spetta al “Re dello Swing”, Emanuele Urso and his big band (clarinetto, 4 trombe, 2 tromboni, 5 sassofoni, pianoforte, chitarra, contrabbasso e batteria) incantare Ariano. E’ un progetto musicale nuovissimo: ripropone gran parte degli arrangiamenti scritti da Fletcher Henderson per Benny Goodman, un grande repertorio di cui è venuto in possesso grazie a una donazione privata. Rappresenta la vera essenza del jazz, quel jazz che nel 1938 per la prima volta è entrato nelle sale da concerto.
Dall’Ucraina, pronti a far scatenare il pubblico, arrivano gli OT VINTA: inventori e fondatori di uno stile musicale unico e originale, l’Ukrabilly. Hanno fan in tutto il mondo, dal Giappone all’Olanda. Il segreto del loro successo? Due parole: energia positiva e umorismo.
“La musica cresce, che la festa inizi”. Più che un motto, uno stato d’animo quello dei Kumpania Algazarra, band portoghese nata nelle strade di Sintra, il resto del mondo nello zaino per crescere e raccogliere ogni nuova vibrazione. Il loro stile gitano unito ai battiti balcanici accende la passione per il ballo e la vita, muovendosi tra folk, ska e reggae in un ritmo incontrollabile ed energico.

Non solo musica il 20 agosto, ma anche pensiero e riflessione con Moni Ovadia Stage Orchestra (già Theatre Orchestra). Moni Ovadia -  regista e autore teatrale bulgaro, cantante e interprete di musica etnica e popolare - fondò l’orchestra 20 anni fa nell’intento di mettere in scena la musica non solo attraverso la composizione e l’esecuzione, ma anche e soprattutto attraverso il corpo dei musicisti. La definizione di “orchestrina dell’esilio”, scelta da Ovadia, trae origine dalla vicenda tragica e paradossale delle orchestrine dei lager nazisti. I musicisti internati, raggruppati a caso dal destino comune della deportazione, vissero l’orrore del “privilegio” di essere simultaneamente testimoni e vittime dell’abisso.

Di base a Londra, gli Ephemerals sono ad Ariano domenica 20 agosto, unica data italiana del tour estivo. Fanno soul come non lo avete mai sentito, che spazia tra elementi di jazz, rock e hip hop. I loro testi non hanno paura di affrontare temi importanti: la depressione, la politica, la filosofia e l’amore. Le loro canzoni hanno affascinato tutti: dall’inglese BBC alla francese Radio Nova passando per l’olandese Radio 6. Scrittore e leader del gruppo è Hillman Mondegreen, che ha prodotto e scritto pezzi per Hannah Williams & The Tastemakers.  Il loro ultimo album, "Egg Tooth", è uscito ad aprile, mese in cui uno dei loro brani è stato eletto “canzone del giorno” da La Stampa.

Stefan Hantel, in arte Shantel, poliedrico musicista e produttore tedesco con origini divise tra Romania e Ucraina, è il l’imperatore di un magico mix tra musica dell’Est e battito hi-tech, conosciuto soprattutto per i lavori con la sua orchestra gitana Bucovina Orchestra. Dalla sua vanta premi e riconoscimenti internazionali: con l’album "Bucovina Club Vol. 2" è stato votato miglior album dell'anno dalla rivista inglese Songlines, e ha avuto ampie citazioni sulle bibbie della musica Rolling Stone e NME.

Chiude la line up l’esplosione di energia e felicità dei La Pegatina, gruppo spagnolo di ska e rumba. Un curriculum denso: hanno suonato in 24 Paesi (Dal Messico all’Argentina, dal Giappone al Canada), per oltre mille concerti in soli 14 anni.

Ogni serata di Ariano Folkfestival si conclude con un dj set. Si alterneranno alla consolle Lord Sassafrass; Dj Panko; Scrachy sound; Andy Loop e Abel Gypsy, pronti a farvi ballare fino a tarda notte.

Quest’anno si aggiunge anche una giornata di anteprima: domenica 6 agosto a Capaccio Paestum (Salerno) sulla spiaggia dello storico Dum Dum Republic, si balla dalle 16 alle 21 sulle selezioni roots del Nomad Set nel pomeriggio per proseguire al tramonto con il live degli España Circo Este. Il gruppo - abituato a dividere il palco con artisti del calibro di Manu Chao e Shaggy - presenta l’ultimo album uscito a gennaio, “Scienze della maleducazione”, all’insegna del loro scatenato latin rock punk.

Ariano Folkfestival nasce con la curiosità di scoprire i migliori suoni internazionali e nella convinzione - ormai consolidata - che la musica significhi aggregazione e crescita personale. Per questo è un’esperienza a 360°: degustazioni, proiezioni cinematografiche, attività teatrali, lezioni di yoga e disegno, si susseguiranno tra i concerti per giornate dal ritmo incessante.

Con alle spalle oltre 20 anni di storia, il Festival ha ospitato oltre 250 band provenienti da 20 diverse nazioni con nomi del calibro di Calexico, Gogol Bordello, Vinicio Capossela, Goran Bregovic, Bombino, Instituto Mexicano del Sonido, Balkan Beat Box e Tony Allen, Seun Kuti + Egypyt 80, Alborosie, Dubioza Kolektiv, le A-Wa, la Fanfara Tirana e tanti altri.

SCARICA IL COMUNICATO IN FORMATO WORD

SCARICA IL COMUNICATO SPECIFICO DE LA YEGROS

SCARICA IL COMUNICATO SPECIFICO DEGLI EPHEMERALS

Evento Facebook anteprima Ariano Folkfestival al Dum Dum Republic di Paestum il 6 agosto

ARIANO FOLKFESTIVAL

Sito: http://www.arianofolkfestival.it/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/arianofolkfestival?ref=bookmarks

CONTATTI UFFICIO STAMPA GDG press

www.gdgpress.com 

Giulia Di Giovanni: mob: +393341949036; mail: giulia.digiovanni@gdgpress.com  

Michela Rossetti: mob: +3479951730; mail: rossetti.michela1@libero.it

Alessandro Gambino: mob: +393208366055; mail: alessandro@gdgpress.com

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>