Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Pop Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Pop Thu, 19 Oct 2017 23:38:33 +0200 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/1 VERGANTI “IL DISTACCO” È IL PRIMO BRANO DELLA BAND ROCK PROGRESSIVE CHE ANTICIPA L’ALBUM D’ESORDIO “ATLAS” Mon, 16 Oct 2017 21:28:16 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/456156.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/456156.html L'Altoparlante L'Altoparlante  

 

Il fascino di un racconto estemporaneo e leggendario viene rivestito di un sound ibrido che alterna musica classica e prog per un risultato del tutto innovativo ed accattivante.

 

Il Distacco” è un brano che racconta l’evento epico della separazione tra il Dio Alieno e la sua amata, a causa dell’imminente Diluvio Universale. E’ un pezzo che musicalmente si ispira da una parte alle arie melodrammatiche Pucciniane (in particolare alla Madame Butterfly) e dall’altra alla chitarra dolce ma penetrante dei primi King Crimson. Grande amore e forte tensione sono i sentimenti portanti di questa canzone interpretata da entrambi i cantanti del gruppo: Savino De Palo e Giulia Cardia.

 

 

 

Atlas”, che dà il nome al primo album dei Verganti, era il monte più alto dell’isola di Atlantide, presumibilmente il monte dove si stabilì il primo insediamento di alieni, che diedero vita proprio al regno Atlantideo. Secondo alcune versioni Atlas si può identificare con il paradiso terrestre dove nacquero Adamo ed Eva pro-genitori della razza umana.

L’album dei Verganti racconta la storia dell’arrivo degli alieni sulla terra e del Diluvio Universale che sommerse Atlantide, costringendo un gruppo di atlantidei a fuggire via mare verso nuove terre da colonizzare Atlas narra anche la storia d’amore fra il re alieno e una donna umana (forse la stessa Eva). È un album suonato e interpretato, ricercando il sound degli anni ’70. Guardando a gruppi come i New Trolls di Concerto Grosso, alle Orme e agli Uriah Heep degli esordi. Ma anche al neo- prog di IQ, Steve Hackett, Steve Wilson. Da un punto di vista più strettamente musicale, Atlas rappresenta il tentativo dei Verganti di proporre musica “colta” in un mondo prettamente “usa e getta”. Un obiettivo che, rispettando i canoni del rock progressivo, utilizza la melodia del cantato italiano come valore costante in tutti i pezzi. Questa scelta rende la proposta dei Verganti accessibile a un vasto pubblico, pur senza coercizioni di stampo “commerciale”.

L’album verrà presentato il 14 ottobre presso “La Suoneria” di Settimo Torinese, via dei Partigiani 4, ore 21.

Lo studioso e storico Mauro Bigllino dice di loro: “i Verganti tracciano nel loro concept album “ATLAS”, un percorso che svela, con parole, suoni ed emozioni, la strada che l’uomo ha percorso e che deve portare ad una nuova consapevolezza: la coscienza di chi siamo, al di fuori delle favole consolatorie che sono state elaborate per tenere l’umanità chiusa nei recinti che sono rassicuranti ma anche stringenti, perché ci impediscono una vera, piena e concreta realizzazione di noi stessi. I Verganti “vergano” cioè “bacchettano” le persone con gli occhi troppo chiusi, in modo che vedano la verità davanti ai loro occhi: un obiettivo davvero importante".

Autoproduzione

 

BIO

La Band si chiama “Verganti”, formatasi nel 2015, ha trovato nel rock progressive di derivazione anni 70, una matrice forte e comune.   Atlas, loro primo album, è un “concept album”, che attraverso dieci capitoli conduce l’ascoltatore indietro nel tempo, quando ancora l’uomo e la donna, come li conosciamo oggi, non esistevano. Tutto nacque dalla lettura di un vecchio libro “L’enigma di Atlantide”. In un capitolo si accenna a teorie secondo le quali i fondatori di Atlantide fossero di fatto una colonia di alieni provenienti dallo spazio. Su quello spunto i Verganti hanno iniziato a immaginarsi una storia. Tempo dopo, uscì un altro libro fondamentale “LA BIBBIA NON PARLA DI DIO”, scritto su basi storiche e scientifiche da Mauro Biglino, studioso e traduttore di lingue antiche. Questo secondo libro rappresenta una rilettura della Bibbia nella lingua originale in cui è stata scritta e afferma che la Bibbia non è un libro religioso o spirituale, ma un libro “storico”. Ciò confermava ciò che la band stava immaginando e trascrivendo in musica.

I Verganti sono Adolfo Pacchioni composizioni, chitarre e cori; Gianni Vazzana tastiere e cori; Gigi Morello batteria e arrangiamenti ritmici; Giulia Cardia voce solista e cori; Paolo Bellardi basso; Savino De Palo voce solista.





Contatti e social



CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCKwv2EYcA-rf8wEUclLRN3Q?view_as=subscriber

FACEBOOK: https://www.facebook.com/verganti/



 

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } A:link { so-language: zxx } -->]]>
Dodi Battaglia approda al Casinò Perla Mon, 16 Oct 2017 12:34:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/456114.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/456114.html m&cs m&cs Donato “Dodi” Battaglia, chitarrista e cantante dei Pooh, si presenterà per la prima volta al pubblico del Perla Casinò & Hotel di Nova Gorica in un attesissimo concerto da solista in programma venerdì 20 ottobre alle 22:00.

Oltre ad esser stato “il più bravo chitarrista dei Pooh”, come lui stesso ironicamente afferma, Dodi Battaglia ha inciso tre album: "Più in alto che c'è?!" nel 1985, “D’assolo” nel 2003 e "Dov'è andata la musica", due anni fa. Nel 1993 ha pubblicato anche “Walzer d’un blues” come membro del gruppo “Adelmo e i suoi Sorapis”, formato da artisti del calibro di Zucchero, Maurizio Vandelli e Umberto Maggi. Durante la sua straordinaria carriera, ha collaborato con i più grandi nomi della musica: da Vasco Rossi a Gino Paoli, da Enrico Ruggeri a Raf, fino al compianto amico di sempre Giorgio Faletti.

Gli oltre 100 milioni di dischi venduti con i Pooh rappresentano quindi solo un capitolo, certamente il più importante, di una storia iniziata nel 1956, quando la famiglia Battaglia, formata da compositori e artisti, avvicina il piccolo Dodi alla fisarmonica: mostrando un’incredibile e precoce confidenza con il pentagramma, Dodi impara a leggere le note prima dell’alfabeto. A 13 anni scopre la chitarra elettrica e nel giro di un anno inizia a suonare in vari gruppi dell’area bolognese. Nel 1968 Valerio Negrini e Roby Facchinetti gli chiedono di entrare a far parte dei Pooh, in vetta agli ascolti con Piccola Katy: entusiasta accetta e a soli 17 anni è voce solista di “Buonanotte Penny”. Tre anni più tardi la consacrazione con il brano Tanta voglia di lei, uno dei grandi successi dei Pooh.

Un talento riconosciuto da numerosi premi, fra cui quello di miglior chitarrista europeo, conferitogli da “Die Zeitung” nel 1981 e confermato da “Stern” nel 1986, anno in cui Dodi viene nominato Cavaliere della Repubblica Italiana. Nel 2017 il titolo più sorprendente o, usando le parole dell’artista, “l’avvenimento epocale”: la Laurea Honoris Causa in chitarra elettrica jazz presso il Conservatorio "Egidio R. Duni" di Matera, conferita per la prima volta nella storia ad un musicista pop.

Il neodottore è pronto ad emozionare il pubblico dell’Arena con un repertorio che alternerà i pezzi da solista alle pietre miliari dei Pooh recanti la sua firma, come Noi due nel mondo e nell’anima, "Ci penserò domani", "L'altra donna" e tante altre ancora. In scaletta anche i brani frutto della collaborazione con il grande Tommy Emmanuel nel 2015.

]]>
MACS CABI “GIORNI DI PERIFERIA” È IL SINGOLO DEL CANTAUTORE TORINESE CHE LANCIA L’OMONIMO EP Mon, 16 Oct 2017 10:05:41 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/456095.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/456095.html L'Altoparlante L'Altoparlante  

 

La malinconica fotografia di Torino è culla del ricordo di un amore ormai sbiadito, supportato da un suono dinamico e coinvolgente che si libera in un ritornello dalla melodia trascinante.

 

"Giorni di Periferia" è l'unico pezzo d'amore che Macs Cabi abbia mai scritto. La canzone è nata nella cucina di casa sua in un pomeriggio di novembre quando, coinvolto ancora emotivamente dalla sua precedente storia d'amore, trova finalmente sfogo nello scrivere parole che mano a mano si riveleranno essere una vera e propria terapia. Parole che sono nate in contemporanea ad una melodia che entra subito in testa e che saprà conquistare di certo ogni tipo di palato musicale.

 

 

 

Il pezzo è al contempo la canzone collante dell’omonimo Ep, fuori dal 29 settembre, in concomitanza dell’uscita del singolo stesso.

 

Autoproduzione

Radio date: 29 settembre 2017

 

Bio

 

MACS CABI, Massimo Cabiddu nasce a Locarno Svizzera il 20 gennaio del 1978 ancora in fasce si trasferisce a Torino. La sua carriera inizia nel 1995 con il gruppo IV DIMENSIONE, cover band di musica italiana, ma è nel 1998 con la band COLIBRI', un progetto inedito, che comincia a calcare palchi importanti nel torinese, come Mazdapalace, musica 2000 a Lingotto fiere, vincendo vari concorsi tra i quali pagella rock 1999 con vari passaggi radiofonici nelle emittenti locali. Nel 2003 comincia la lunga ricerca personale e artistica, come autore e interprete, ne segue una spiccata matrice pop. Tra le varie influenze musicali: Augusto Daolio, il trio romano Daniele Silvestri, Niccolò Fabi, Max Gazzè ai Beatles, Police, Primus, Stevie Wonder,Bob Marley. Nel 2012 fonda i ROBEdiCABI e porta in giro in acoustic trio, canzoni del repertorio italiano. A marzo di questo anno decide di entrare in studio e registrare i primi 5 brani con la collaborazione attivissima di musicisti locali, raccogliendoli in un Ep Giorni di Periferia”.

 

Contatti e social

 

Facebook www.facebook.com/Macs.Cabi.Page/

 

 

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->

 

]]>
ELISA RAHO “INSOPPORTABILE” È L’ESORDIO POP DELLA CANTAUTRICE ROMANA Mon, 16 Oct 2017 09:56:31 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/456093.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/456093.html L'Altoparlante L'Altoparlante Con la collaborazione autorale di Giuseppe Anastasi e la produzione artistica di Valter Sacripanti, nasce un brano che sviscera le dinamiche del percorso di crescita e maturazione che ognuno di noi affronta, attraverso un sound pop-rock di forte impatto scenico.

 

 

 

«”Insopportabile” ha un testo dedicato ad esperienze personali ed alla profonda gratitudine per la mia famiglia. Alla fine i contenuti che sono usciti fuori lavorandoci su attraverso la fortunata collaborazione con Giuseppe Anastasi, autore che stimo profondamente ed al quale sono molto grata, sono quelli delle paure di prendere decisioni che hanno il sapore di qualcosa di definitivo nella vita (questo nelle relazioni sentimentali ma come in qualsiasi altra cosa)…diciamo che si parla dello sforzo di crescere…in chiave un po’ ironica ovviamente. Dal punto di vista prettamente musicale e delle scelte di arrangiamento le influenze sono molteplici, da Kate Bush alle recenti produzioni pop rock dal sapore estremamente asciutto (Saint Vincent, LP..), in questo senso debbo tutto al produttore artistico col quale ho la grande fortuna di scrivere e collaborare: Valter Sacripanti, musicista e uomo eccezionale che riesce sempre a trovare una chiave interpretativa meravigliosa a ciò che vorrei esprimere». Elisa Raho

 

Il nuovo progetto di Elisa Raho (in lavorazione e di prossima uscita), nel suo insieme trova sicuramente collocazione nel mondo del pop con influenze che spaziano dal pop-rock a sapori di sperimentazione retrò sia dal punto di vista melodico che delle scelte di suono (i riferimenti più vicini sono quelli che strizzano l’occhio a Kate Bush, Linda Perry, i primi Matia Bazar, Genesis). C’è poi un elemento che fa da protagonista: l’arpa (strumento praticato da sempre dall’artista), adoperata su brani di musica leggera.

 

Autoproduzione

 

BIO

 

Elisa Raho nasce a Roma 18/07/1984; è una cantante, arpista e autrice italiana. Dopo molti anni di attività concertistica nell’underground romano (in cui la vediamo spaziare dal pop alla musica barocca) si dedica, agli esordi della sua carriera musicale, ad alcune collaborazioni con diverse band e autori italiani ed internazionali tra i quali troviamo Tony Carnevale, i Sirenia e numerose band nell’ambito metal norvegese e finlandese. Pubblica nel 2008 l’album “Darkness will fall” con l’etichetta finlandese Lion Music; dal 2009 al 2013 è la voce dei Solar Orchestra, progetto originale di rock psichedelico/prog con il quale pubblica nel 2011 l’album “Stars that never were”. Negli ultimi anni rivolge la sua attenzione all’attività cantautorale e nel 2016 nasce la collaborazione con il batterista, autore e produttore artistico Valter Sacripanti. Nel 2017 esce il singolo d’esordio nel pop “Insopportabile”.

 

Contatti e social

 

Facebook www.facebook.com/Raho.Elisa/

Instagram www.instagram.com/elisaraho/

Canale Youtube www.youtube.com/channel/UCokz64Qlo6qZ4r5ZDioWfjQ

 

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->

 

]]>
TORCHIO “DA LUNGOMARE” È “L’ANTI TORMENTONE” CHE LANCIA L’EP “SOSTITUIBILE” Mon, 16 Oct 2017 09:37:45 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/456089.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/456089.html L'Altoparlante L'Altoparlante  

 

Non una comune canzone d’amore ma un atto di ribellione che incita a non arrendersi mai dinnanzi agli stereotipi imposti dalla società.

 

Da Lungomare” non racconta di un altro amore finito e romanticamente disperato ma urla il bisogno di non arrendersi agli stereotipi che in qualche modo truffano l’esistenza. Con parole graffianti la canzone sfila in un incedere a tratti suadente ma senza mai perdere di vista il piglio determinato e ribelle. Torchio descrive la vita reale di cui riconosce fatiche e difficoltà inquadrandole nella visione di una strana epoca in cui nulla di quel che si è conquistato può esser dato per scontato.

 

Da lungomare” fa parte di un EP di 4 brani intitolato “Sostituibile” in cui un sound costruito da archi e fisarmoniche con contaminazioni di elettronica pura, fa trasparire il desiderio del musicista di non accasarsi in un cliché di impronta tradizionalmente pop.

Etichetta: Gin Records

BIO

 

Torchio nasce ad Alessandria, figlio e amante della provincia come del mondo. Dopo diverse collaborazioni e numerosi live con band dall’attitudine prettamente rock, in cui sfoggia il proprio lato istrionico da vero e proprio “animale da palcoscenico”, sceglie di dedicarsi alla propria creatività più profonda, costruendo brani i cui testi sono intrisi di ironia e senso critico verso le apparenti libertà umane.

Contatti e social

Pagina Facebook: www.facebook.com/Torchio-349550532124453/



<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->



]]>
FABIO BIALE “IL BOLO ISTERICO” È IL NUOVO SINGOLO ESTRATTO DALL’ALBUM “LA GRAVITÀ SENZA PESO” Thu, 12 Oct 2017 16:52:18 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455706.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455706.html L'Altoparlante L'Altoparlante  

 

Il poliedrico musicista già vincitore di un Premio Bindi di una Targa Tenco, sceglie ora uno swing alla “Django Reinhardt” per raccontare la tipica sensazione di nodo alla gola che opprime chi accumula rabbie senza mai liberarsene.

 

«Il bolo isterico è una fastidiosa sensazione di groppo in gola, come un dito che preme la base del collo, una cravatta troppo stretta. La medicina riconosce questo disturbo fin dall’antichità ma non si può dire che ne sia venuta a capo». Fabio Biale

 

Questa è una canzone che vuole essere un urlo (strozzato) liberatorio, una richiesta di consulto medico (gratuito, dopo tanto pagare a vuoto), un pretesto per mandare a quel paese tutto quello che rimane in gola e teniamo dentro fino a farci del male.

 

 

 

 

Il pezzo è estratto dall’album “La gravità senza peso”. Nel disco, registrato da Rossano Villa presso l'Hilary studio di Sori e masterizzato da Marco Canepa, Fabio Biale è accompagnato da Riccardo Barbera (contrabbasso), Saverio Malaspina (batteria), Fabio Vernizzi (pianoforte), Stefano Ronchi (chitarre), Luca Falomi (chitarre), Marco Vescovi (chitarra manouche), Stefano Cabrera (violoncello), Giorgia Mammi (clarinetto).

Il disco è impreziosito dalla presenza di alcuni ospiti tra i quali Zibba, Dario Canossi dei Luf e l’attore Mauro Pirovano.

 

DICONO DI LUI

 

Tra l'uno e l'altro innamoramento, a dare respiro alla narrazione, tristissimi ma al tempo stesso rivitalizzanti inni swing-manouche. Sembra di assistere alla messa in scena della goffagine sognante dello Sean Penn di "Accordi e Disaccordi" del malinconico Woody Allen”.Marco Pancrex – VivaLowcost

 

Un album in cui Fabio Biale dà molto della sua “artisticità”, e al quale auguriamo che possa ricevere molto, in tutti i sensi, dagli ascoltatori”. Francesca Rita Rombolà – Poesia e letteratura.it

 

L'album La Gravità senza peso” di Fabio Biale è musicalmente bello, complesso, ben studiato, cantato e interpretato”. Causaeffetto

 

La gravità senza peso'' offre un'esperienza acustica intensa, capace di coinvolgere l'ascoltatore e permettergli di calarsi nella vita quotidiana raccontata sotto forma di canzoni, di sentirsi parte di ogni storia”. Valeria Surace – Sharing Musica

 

La musica è essere e non ha confini. Ascoltando quest’album ti ritrovi a non averli, a non credere che possano esistere e magari che la gravità sia veramente solo un’idea, sia veramente senza peso”. Roberto Teofani – Lifestyle Madeinitaly

 

 

BIO

 

Fabio Biale, violinista, cantante e polistrumentista, dopo gli studi violinistici classici, si dedica alla musica tradizionale del mondo e alla musica d'autore, suonando con svariati artisti fra cui Lou Dalfin, Giorgio Conte, Flavio Oreglio, The Gang, Paolo Bonfanti, Giua.

Dal 2004 fa parte ufficialmente del gruppo i Luf, uscendone per la parte live nel 2011, pur collaborando ancora e comparendo come autore nell'album Mat e Famat del 2013.

Dal 2005 al 2013 è il violinista polistrumentista di Zibba e Almalibre con i quali pubblica tre album. Con loro vince, tra l'altro, il Premio Bindi 2011 con “Anche di lunedì” (di cui è coautore) e il premio Targa Tenco 2012 nella categoria "Album dell'anno” con Come il suono dei passi sulla neve. Dal 2013 è uno dei musicisti della band di musica irlandese Birkin tree. Insieme a Fabio Rinaudo, Michel Balatti e Filippo Gambetta fonda nel 2005 il gruppo di musica tradizionale ligure Liguriani. Con i Liguriani pubblica “Suoni dai Mondi Liguri” e “Stundai” presentati entrambi a La Stanza della Musica su RadioTre. Con i Liguriani partecipa a festival di grande rilevanza internazionale tra cui MITO 2010 e 2012 in Italia, l'International Folk Festival of Tolo d'Asturies 2009 in Spagna, Celtic connection 2011 in Scozia, Bardentreffen Festival 2015, TFF Rudolstadt 2013 e Rheingau Musik Festival 2012 e 2013 in Germania. Dal 2008 collabora, sia con i Liguriani, sia autonomamente, con l'attore Mauro Pirovano.

Nel 2012 pubblica il suo primo album solista “La sostenibile essenza della leggera”.

Dal 2014 collabora come violinista e percussionista con Vittorio Ghielmi e Dorothee Oberlinger, Ensemble 1700 e Il Suonar Parlante, con i quali registra l'album "The passion of musick" per Sony / Deutsch Harmonia Mundi, vincendo il premio Echo Klassik 2015. Attualmente è in uscita con il secondo album solista che si intitola "La gravità senza peso".

 

 

Contatti e social

 

Sito www.fabiobiale.com

Facebook www.facebook.com/fabiobialemusic/?fref=ts

Instagram www.instagram.com/fabiobialemusic/?ref=Instagram%20Panda

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } A:link { color: #000000 } -->

 

]]>
FABIO BIALE “IL BOLO ISTERICO” È IL NUOVO SINGOLO ESTRATTO DALL’ALBUM “LA GRAVITÀ SENZA PESO” Thu, 12 Oct 2017 16:51:55 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455705.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455705.html L'Altoparlante L'Altoparlante  

 

Il poliedrico musicista già vincitore di un Premio Bindi di una Targa Tenco, sceglie ora uno swing alla “Django Reinhardt” per raccontare la tipica sensazione di nodo alla gola che opprime chi accumula rabbie senza mai liberarsene.

 

«Il bolo isterico è una fastidiosa sensazione di groppo in gola, come un dito che preme la base del collo, una cravatta troppo stretta. La medicina riconosce questo disturbo fin dall’antichità ma non si può dire che ne sia venuta a capo». Fabio Biale

 

Questa è una canzone che vuole essere un urlo (strozzato) liberatorio, una richiesta di consulto medico (gratuito, dopo tanto pagare a vuoto), un pretesto per mandare a quel paese tutto quello che rimane in gola e teniamo dentro fino a farci del male.

 

 

 

 

Il pezzo è estratto dall’album “La gravità senza peso”. Nel disco, registrato da Rossano Villa presso l'Hilary studio di Sori e masterizzato da Marco Canepa, Fabio Biale è accompagnato da Riccardo Barbera (contrabbasso), Saverio Malaspina (batteria), Fabio Vernizzi (pianoforte), Stefano Ronchi (chitarre), Luca Falomi (chitarre), Marco Vescovi (chitarra manouche), Stefano Cabrera (violoncello), Giorgia Mammi (clarinetto).

Il disco è impreziosito dalla presenza di alcuni ospiti tra i quali Zibba, Dario Canossi dei Luf e l’attore Mauro Pirovano.

 

DICONO DI LUI

 

Tra l'uno e l'altro innamoramento, a dare respiro alla narrazione, tristissimi ma al tempo stesso rivitalizzanti inni swing-manouche. Sembra di assistere alla messa in scena della goffagine sognante dello Sean Penn di "Accordi e Disaccordi" del malinconico Woody Allen”.Marco Pancrex – VivaLowcost

 

Un album in cui Fabio Biale dà molto della sua “artisticità”, e al quale auguriamo che possa ricevere molto, in tutti i sensi, dagli ascoltatori”. Francesca Rita Rombolà – Poesia e letteratura.it

 

L'album La Gravità senza peso” di Fabio Biale è musicalmente bello, complesso, ben studiato, cantato e interpretato”. Causaeffetto

 

La gravità senza peso'' offre un'esperienza acustica intensa, capace di coinvolgere l'ascoltatore e permettergli di calarsi nella vita quotidiana raccontata sotto forma di canzoni, di sentirsi parte di ogni storia”. Valeria Surace – Sharing Musica

 

La musica è essere e non ha confini. Ascoltando quest’album ti ritrovi a non averli, a non credere che possano esistere e magari che la gravità sia veramente solo un’idea, sia veramente senza peso”. Roberto Teofani – Lifestyle Madeinitaly

 

 

BIO

 

Fabio Biale, violinista, cantante e polistrumentista, dopo gli studi violinistici classici, si dedica alla musica tradizionale del mondo e alla musica d'autore, suonando con svariati artisti fra cui Lou Dalfin, Giorgio Conte, Flavio Oreglio, The Gang, Paolo Bonfanti, Giua.

Dal 2004 fa parte ufficialmente del gruppo i Luf, uscendone per la parte live nel 2011, pur collaborando ancora e comparendo come autore nell'album Mat e Famat del 2013.

Dal 2005 al 2013 è il violinista polistrumentista di Zibba e Almalibre con i quali pubblica tre album. Con loro vince, tra l'altro, il Premio Bindi 2011 con “Anche di lunedì” (di cui è coautore) e il premio Targa Tenco 2012 nella categoria "Album dell'anno” con Come il suono dei passi sulla neve. Dal 2013 è uno dei musicisti della band di musica irlandese Birkin tree. Insieme a Fabio Rinaudo, Michel Balatti e Filippo Gambetta fonda nel 2005 il gruppo di musica tradizionale ligure Liguriani. Con i Liguriani pubblica “Suoni dai Mondi Liguri” e “Stundai” presentati entrambi a La Stanza della Musica su RadioTre. Con i Liguriani partecipa a festival di grande rilevanza internazionale tra cui MITO 2010 e 2012 in Italia, l'International Folk Festival of Tolo d'Asturies 2009 in Spagna, Celtic connection 2011 in Scozia, Bardentreffen Festival 2015, TFF Rudolstadt 2013 e Rheingau Musik Festival 2012 e 2013 in Germania. Dal 2008 collabora, sia con i Liguriani, sia autonomamente, con l'attore Mauro Pirovano.

Nel 2012 pubblica il suo primo album solista “La sostenibile essenza della leggera”.

Dal 2014 collabora come violinista e percussionista con Vittorio Ghielmi e Dorothee Oberlinger, Ensemble 1700 e Il Suonar Parlante, con i quali registra l'album "The passion of musick" per Sony / Deutsch Harmonia Mundi, vincendo il premio Echo Klassik 2015. Attualmente è in uscita con il secondo album solista che si intitola "La gravità senza peso".

 

 

Contatti e social

 

Sito www.fabiobiale.com

Facebook www.facebook.com/fabiobialemusic/?fref=ts

Instagram www.instagram.com/fabiobialemusic/?ref=Instagram%20Panda

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } A:link { color: #000000 } -->

 

]]>
una moda ordinata zoolander-esque in scherzo Thu, 12 Oct 2017 03:58:39 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455601.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455601.html cnaodac cnaodac
Recensioni dello spettacolo tendevano a concentrarsi sulla messa a fuoco di McCartney sulla sostenibilità (gli inviti erano a "tasche Trashion" in un modo accurato di moda po 'Zoolander-esque in-scherzo, e la loro rielaborazione del '80 sagome e materiali (tra cui Stone Wash denim - A quanto pare ancora una volta?).

Come il London Telegraph ha raccontato della collezione, i "Millennials" stanno esaminando la sostenibilità e McCartney's high fashion design con una coscienza squilla la scatola. Ci sono piatti a tacco basso decorati increspato peep-dita dei piedi e coccodrillo-impresso, grosso, sandali piatti con catena d'oro, e se sei intelligente, etico di comprare o non, che sono onesti, molto buono. "

Ma che dire dell'etica dell'uso delle stampe africane come parte di una sfilata di moda?
È una cosa difficile, approccio culturale nella moda. Infatti, mentre può essere vero che non esiste una cosa come un'idea originale e designer sempre omaggio a ERA, le città, i comuni, le tecniche e l'estetica che li ispirano, sostenendo che ciò non significa per aiutare se stessi Gillne.it, a ad altre culture.

]]>
JULIE SINTAGMI IL NUOVO EP DELLA CANTANTE ITALO-AUSTRALIANA FUORI DAL 6 OTTOBRE Wed, 11 Oct 2017 15:16:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455540.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455540.html L'Altoparlante L'Altoparlante  

 

Frammenti musicali che abbracciano tematiche sociali ed esistenziali si allineano seguendo il fil-rouge di un pop contaminato dal jazz.

 

Sintagmi”è un termine preso in prestito dalla linguistica strutturale in memoria dell’autore Alberto Testa:

 

«… Li chiamo Sintagmi perché sono unità indipendenti, non necessariamente significative per il lettore mentre lo sono per l’autore». (Alberto Testa)

 

I “sintagmi”, stanno cioè a rappresentare una vita vissuta, o meglio il racconto delle passioni musicali, della dedizione, delle opere di beneficienza dell’artista e della considerazione che la musica sia un’esperienza profonda e coinvolgente dell’anima dalla quale trarre nuovi impulsi nella vita. In questo EP si è creata quindi una combinazione di più elementi musicali organizzati in una collana che rappresenta il lungo percorso, sia musicale, sia di vita, di Julie.



 



TRACK BY TRACK

. Fragile è una porta aperta sul mio mondo dove io mi rifletto: un mondo fatto di passioni musicali, ma anche di impegno sociale, perché la musica non può essere scollegata dalla realtà. La musica accomuna il cuore e le menti degli uomini, ma in questo il compito di ogni artista, per trarre dalla sua anima i motivi della sua creazione musicale, sarebbe quello d’impegnarsi socialmente e cercare di dare, per quello che si può, il proprio contributo”.

. Summertime è un brano che non ha bisogno di presentazioni, perché è stato interpretato da tutti i più grandi della musica moderna. Con Diego Calcagno e Corrado Pirri, decidemmo di affrontare questa prima sfida in occasione dello spettacolo di solidarietà e sensibilizzazione in favore di AMREF - Italia onlus svoltosi ai “Mercati Generali” Roma “Costruisci con noi un pozzo d’Amore”, nel 2006. Oggi, ne abbiamo fatto una ulteriore versione migliorandone le sonorità. Per me è stata una bellissima esperienza cercando di contribuire ad un nuovo arrangiamento”.

. La Vita era una canzone del festival di Sanremo del 1968 che non riuscì nemmeno a classificarsi tra i finalisti. Era cantata da Elio Gandolfi e Shirley Bassey e forse non fu capita a sufficienza. Noi abbiamo voluto riproporla arrangiandola nuovamente. La parte musicale è molto bella, orecchiabile e il motivo conduttore ti resta subito in testa. Quello che mi ha colpito veramente è stato il testo. Il testo rispecchia quello che accade a noi ogni giorno … e non ci pensiamo mai… Capita, a volte capita che il fato ti colpisca duramente, e allora s’impara a capire il vero senso della vita! Spero che questa mia nuova interpretazione possa rendere giustizia a questa grande canzone”.

. Momento magico “segna per me due cose importanti: la prima è quella di essere una grandissima appassionata di Mina, e la seconda è quella che questa canzone, mi ha riportato a cantare nuovamente dopo aver sospeso per anni. Oggi è il mio “momento magico”!”

. Fly in the universe è una creatura ideata con Salvatore Panzeca. A suo tempo pensammo di farne una versione Electro House, oggi è stata nuovamente arrangiata (nel CD ci sono le due versioni). Questo brano narra della violenza sulle donne, che molto spesso, ad esclusione delle violenze fisiche manifeste, non è una brutalità riconoscibile. Ci sono molte manifestazioni di prevaricazione che l’uomo pone in essere sulla donna e che includono, oltre alla violenza fisica, quella della sopraffazione sessuale, quella della sudditanza psicologica (incluso lo stalking) e quella economica. Altresì, quello che si vuole porre in risalto, è la necessità di una presa di coscienza della donna che deve denunciare gli abusi, ribellarsi, e in questo, l’aiuto delle Associazioni, delle Forze dell’Ordine, della famiglia di origine e degli amici più cari possono essere determinanti, per sottrarsi definitivamente alle violenze. Il lavoro vero sta nel coraggio della donna”.



Pubblicazione album: 6 ottobre 2017

Etichetta: Highlights

 

BIO

 

Julie Cittadini nasce a Box Hill - Melbourne (Australia) il 13 aprile 1968. Successivamente si trasferisce con la famiglia in provincia di Roma dove attualmente risiede. Nel 1992 muove i suoi primi passi nel mondo della musica partecipando a numerosi cori polifonici, poi nel 1992 sotto la guida di Gabriella Gianfagna, inizia ad acquisire le prime lezioni di canto. Prosegue i suoi studi con il tenore Luigi Rumbo fino al 1997 e, da questa data in avanti inizia ad esibirsi nei locali romani, in serate di piano bar, feste di piazza e con diverse Cover Band. Dal 1998 prosegue i suoi studi con il maestro Elvio Monti. Prosegue poi con il maestro Irene Spotorno Contemporaneamente, partecipa a diverse manifestazioni musicali di beneficenza, in particolare: per la Comunità di “Capodarco” dal titolo “Saremo”, poi , all'interno della manifestazione “Un calcio al Razzismo” tenutasi allo stadio Olimpico di Roma (2001), si esibisce in un concerto offerto dalla società S.S. Lazio con il gruppo musicale “AFRICA X” e Milton Kwami degli Akwaba Team (Tropical Ethnic Afro Music) e ancora, al concerto per beneficenza a Pietrelcina (BN) in occasione della “Beatificazione di Padre Pio” - “Tavola rotonda per la Pace – Mai più guerre” (2003) e infine, spettacolo di solidarietà e sensibilizzazione in favore di AMREF - Italia onlus svoltosi ai “Mercati Generali” Roma “Costruisci con noi un pozzo d’Amore”, e presentato da Stefania Giacomini (TG 3 Regionale). Julie ha sperimentato alcuni brani con sonorità lirico - pop insieme alla cantante lirica Maria Angela Spotorno Nel 2004 su invito di Alberto Testa, interpreta il brano “T'imparerò” di A. Testa, F. Massoli, A. Groggia. Per partecipare alle eliminatorie di Sanremo 2004. Nel 2011 inizia la sua collaborazione con “Sicilian House” con il brano “Find the sunlight”, e nel giugno 2013 esce il nuovo singolo “Fly in the universe”. Hit estate 2013. Di questo brano Julie è autrice del testo. Attualmente impiegata in RAI in qualità di “truccatrice”. Oltre il suo impegno di truccatrice in RAI, lavoro per il quale ha enorme attitudine e passione, Julie si dedica con tutto il suo sentimento al canto e, come si evince da quanto scritto precedentemente, come c’è un’occasione di fare opera di beneficenza e sensibilizzazione in favore di qualsiasi Onlus, Julie e sempre disponibile alla partecipazione per qualsiasi progetto umanitario. Recentemente ha pubblicato il singolo “Fragile” che è stato il primo brano di un progetto più ampio, dal titolo di “Sintagmi”. “Fragile” è in memoria delle vittime di Manchester colpite dalla follia omicida, che vuole punire soprattutto la voglia di cambiamento dei giovani, le loro speranze, la loro forza. La musica accomuna il cuore e le menti degli uomini, ma in questo il compito di ogni artista, per trarre dalla sua anima i motivi della sua creazione musicale, sarebbe quello d’impegnarsi socialmente e cercare di dare, per quello che si può, il proprio contributo.

 

 

Contatti e social

 

Facebook www.facebook.com/JulieSinger13/

Canale youtube: www.youtube.com/watch?v=u3DNPFOsdu0

Sito www.juliesinger.it/

 

 

 

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->

 

]]>
Top Quality Commercial Modular Ice Cube Machine Wed, 11 Oct 2017 04:55:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455473.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455473.html Sebahtstian Sebahtstian Description

Great for restaurant, hotel,supermarket and hositals!
New Design Product!
230Kg per 24Hrs
Trouble free operation and automatic control for easy maintenance!
Superior energy efficiency
Water cleaning  for minimize the risk of bacteria!
Hig level performance of production!


Advantage:Every modern business requires careful control of the cost and revenues to achieve a reasonable profit.The equipment used palys a crucial role in this regards.Our ice machine is not only make greating ice, but also designed to optimize energy, performance and easy to use & maintains.


Feature:
Stainless steel construction
Freestanding installation
Removeable and washable air fliter
Optiozation design of the energy
Interlligent fault diagnoisis
Loading quantity:
20GP: 21pcs   
40HQ: 55pcs


Application: It's provide high output and large capacity with dedicated storage bin to meet the peak demand requirements. Our modular ice maker model are ideal for hospital, restaurants, shcool, industries and supermarket applications.


Shield Tunnel Boring Machine Shield Tunnel Boring Machine
Circular Saw Diamond Blade Concrete Circular Saw Diamond Blade Concrete
Diamond Blade For Circular Saw Diamond Blade For Circular Saw
Diamond Circular Saw Blade Diamond Circular Saw Blade

]]>
Top Quality Commercial Modular Ice Cube Machine Wed, 11 Oct 2017 04:54:42 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455471.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455471.html Sebahtstian Sebahtstian Description

Great for restaurant, hotel,supermarket and hositals!
New Design Product!
230Kg per 24Hrs
Trouble free operation and automatic control for easy maintenance!
Superior energy efficiency
Water cleaning  for minimize the risk of bacteria!
Hig level performance of production!


Advantage:Every modern business requires careful control of the cost and revenues to achieve a reasonable profit.The equipment used palys a crucial role in this regards.Our ice machine is not only make greating ice, but also designed to optimize energy, performance and easy to use & maintains.


Feature:
Stainless steel construction
Freestanding installation
Removeable and washable air fliter
Optiozation design of the energy
Interlligent fault diagnoisis
Loading quantity:
20GP: 21pcs   
40HQ: 55pcs


Application: It's provide high output and large capacity with dedicated storage bin to meet the peak demand requirements. Our modular ice maker model are ideal for hospital, restaurants, shcool, industries and supermarket applications.


Shield Tunnel Boring Machine Shield Tunnel Boring Machine
Circular Saw Diamond Blade Concrete Circular Saw Diamond Blade Concrete
Diamond Blade For Circular Saw Diamond Blade For Circular Saw
Diamond Circular Saw Blade Diamond Circular Saw Blade

]]>
Welcome to gain 60% off cheap rs 3 gold for Halloween Party on Oct.20 Tue, 10 Oct 2017 09:53:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455343.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455343.html rong yang rong yang The Facebook pages' establishment enables the RS fans to buy rs3 gold get more information on the RS related events. "We are planning more RS discounts, free bonus events and Runescape money for sale. These events will be released soon in succession on our website as well as our Facebook page.

Using a vegetable peeler, peel the zest from the lemons in large strips being careful not to include any white pith. Discard the lemons or reserve them for another use. Place the peels in a large glass container with a tight fitting lid. If ur after an easy skillcape, Fletch and cook are always there for a (t) Cape. Farm is just a skill that as long as u stay semi consistent, especially if ur dumping gp into it. It will 99 wellllll before ur either done playing or finished everything ahaBut to each their own.

He wanted the trash to be picked up. Today when M S plays at Olympia, hasn't stopped impressing, either, in the subsequent years. Both on and off the field.. It's worth noting that these are not small, fly by night repair shops, as some drivers suggested on the CB radio. The businesses I contacted were mainstream engine tuning and truck repair operations. One fellow was hungry enough for business that he called me back a couple of times, and told me he'd been doing these conversions for two years.

Blum headed for the door and waved him off."Would I take donations?" Blum said. "Wow."Blum raised more than $1.8 million during his 2016 reelection campaign. His top two donors were out of state entities: A PAC controlled by Rep. Absent from "Gold Rush" this season are "the Dakota Boys," Fred Hurt and his son, Dustin Hurt. While the Discovery Channel hasn't made an official statement about why those two aren't on Season 5, Hurt posted on his Facebook page that there were financial disputes. "After spending more for four years straight than I made, there was no way for me to continue," Hurt wrote.

Lucic didn't get inside position on Getzlaf along the wall, and Getzlaf found a wide open Silfverberg. He was Klefbom's man, but when moving it to his defensive partner, Larsson, he stumbled on the end boards. Plus, Nugent Hopkins and Anton Slepyshev had changed on the play and McDavid and Draisaitl couldn't get into the action at all..

How disenfranchised they might feel. And for anyone in those groups that voted for him, it's just beyond my comprehension how they ignore all of that.8. I'm a rich white guy, and I'm sick to my stomach thinking about it. All things considered, Runescape has to an excellent stage amazing style to get to be Java Based enjoyment having a medieval idea; because of changing into a java based game it generally does not enable Jagex's make the drawings much better. Go here, to begin playing almost. Runescape offer a remarkable advantage due to their clients of participating in by finding more remarkable than 200 thousand players on line in the same time and will talk to them.

Rs3gold Pre-Halloween Party Sale: One round of 60% off 1750M Rs3 gold and 300M Rs07 gold will be avaliable at 3:00AM Oct.20,2017 GMT!Snap on https://www.rs3gold.com/flash-sale .

In order to celebrate Runefest 2017,Rs3gold offer 7%-10% off cheap Rs3 gold/osrs gold from September 25 to October 10.

1.7% off Code RFT7 for your order less than $30!
2.8% off Code RFT8 for your order between $30 and $80!
3.9% off Code RFT9 for your order between $80 and $200!
4.10% off Code RFT10 for your order $200+!

While,8% off code "SDM8" for Deadman Season 7 Gold on hot sale is available.

Meanwhile,Never miss 10% off code "RSGACC" can be used for all RS07 account.

Also,you can buy Rs3 gold/osrs gold and all other Products with your mobile smoothly.

Using 8% off code "NEW8RS" to buy osrs gold /rs3 gold from https://www.rs3gold.com anytime.

]]>
comunicato stampa Sun, 08 Oct 2017 23:19:31 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455800.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455800.html Raffaella Piccirillo staff Raffaella Piccirillo staff



RAFFAELLA PICCIRILLO ED IL SUO NUOVO ALBUM CON UNA COMPONENTE VELATAMENTE EROTICA.

 

21 Luglio 2017 uscita ufficiale del nuovo album acustico di Raffaella Piccirillo con il titolo "Virtual Puzzle". Distribuito in forma fisica e digitale a livello globale nei maggiori negozi di dischi e piattaforme musicali è stato anticipato il 12 dall'uscita del  brano "Lost" su iTunes.

Una produzione che va dall'Italia all'oltreoceano, con la partecipazione "virtuale" di artisti di tutto il mondo fino alla concretizzazione dell'intero disco presso i GoPla SoundLab studios (USA e Messico)  che vantano riconoscimenti quali: premio BreakThru Mixer Award ai Pensado Awards 2014, artisti del calibro di Neal Schon (Journey, Bad English, Hardline, Carlos Santana ...) Sean Paul ( Enrique Iglesias, Paul McCartney ...), Scott David ( Synthpop/Darkwave, A Covenant of Thorns ...),  Iggy And The Stooges, Counting Crows, Emily Greene e molti altri.  

L'album composto da 12 brani, alcuni già noti in precedenti pubblicazione di Raffaella e altri inediti, raccolti in un unico "Puzzle" virtuale dove diversi musicisti hanno voluto dare il loro contributo e un' "impronta" personale concretizzando il lungo percorso emotivo che l'album vuole trasmettere.

"Ho sempre considerato la tecnica vocale un elemento indispensabile nella realizzazione delle canzoni, questa volta ho voluto concentrarmi di più sulle emozioni e sull'intimità dei testi, c'è una componente velatamente erotica in tutto questo...  un rapporto a tu per tu con la musica".



RAFFAELLA PICCIRILLO

Cantautrice, conduttrice, produttrice e speaker radiofonico. Appassionata di arte e musica esordisce fin da piccola in vari spettacoli e musical. Nel corso degli anni sperimenta vari generi e stili musicali grazie alla sua voce versatile, portandola a collaborare con tantissimi artisti indipendenti di tutto il mondo.

 

http://raffaellapiccirillo.wixsite.com/officialwebsite

 

https://www.facebook.com/RaffaellaPiccirilloOfficial/




]]>
Leo spina - "Troppo bella " (Radio Date: 06/10/2017) Fri, 06 Oct 2017 11:41:13 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455579.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/455579.html melody studio recording melody studio recording  

 

"Troppo bella "

Leo spina

Melody Studio Recording

 


 

clicca qui per accedere alla cartolina




 

COMUNICATO STAMPA

In rotazione radiofonica  nazionale
da venerdi 6 Ottobre e su tutti i digital store " TROPPO BELLA" di Leo Spina


"Troppo bella" è il primo singolo del cantautore catanese Leo Spina.
Estratto dall'album " Lungo un viaggio ", questo brano ricalca la personalità esuberante e frizzante dell'autore.
Nell’estate del 2003 , su una spiaggia della Sardegna, Leo rimane folgorato da una ragazza mora col Bikini rosso .
I due si innamorano e nasce una storia d'amore .
In un pomeriggio di primavera, Leo si sveglia con un motivetto che gli entra in testa: “Bella, bella, sei troppo bella. Più ti guardo più tu sei bella. Gli occhi tuoi sanno parlare d’amore, dicono che sai che sei bella” Così scrisse “Troppo Bella”.
Anche se il testo appare banale e lascia pensare ad una storia nata semplicemente per un’attrazione fisica, ha un messaggio molto più profondo per l'autore : Quando ci s’innamora, si ritorna bambini, scevri da sovrastrutture e regole sociali. Così ci si riduce ad arrossire, , balbettare , e l'unica cosa che si riesce a dire è quel "sei troppo bella".
Perche , in fondo, quando ci innamoriamo torniamo tutti bambini !

Promozione Radio/Tv/Stampa: Alessia Della Vecchia :+39.3802654139
Promotion manager: Michelangelo Tagliente

 


___________________________________________________________


Il brano oggetto della presente cartolina digitale non è ancora stato ufficialmente distribuito al pubblico e viene concesso in anteprima rispetto alla data di pubblicazione al solo fine di:

  • inserirlo nella propria programmazione radiofonica, successivamente alla Radio Date indicata*
  • inserirlo nella programmazione della propria esecuzione nei locali pubblici*
  • recensirlo sui mezzi di informazione cartacei e/o digitali 
  • recensirlo sui propri blog senza divulgare nessun frammento audio
*contro regolare pagamento dei proventi per diritti connessi dovuti a fronte di tale utilizzo

Ogni altro utilizzo è proibito. Radio Airplay s.r.l. rispetta le disposizioni della SIAE e la normativa sul diritto d'autore. Questa e-mail è strettamente personale e non puo' essere redistribuita a terzi utenti.

Licenza Digital Delivery SIAE nr. 4404/I/4151

(C) 2014 - 2016 MyPromo Digital Delivery by Airplay Control - All Rights Reserved
Powered by Radio Airplay s.r.l. - Via Moretti 23 - 47899 Serravalle (RSM) - www.radioairplay.fm - info@radioairplay.fm

Audio Watermarked: I files audio presenti in questa cartolina contengono un codice univoco da cui è possibile risalire al destinatario in caso di pirateria o uso non autorizzato

Se non desideri più ricevere cartoline digitali da questo mittente, clicca il seguente link e sarai immediatamente cancellato dalla mailing-list:

Unsubscribe

]]>
that was unexpected Mon, 02 Oct 2017 06:36:01 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/454577.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/454577.html ufficio stampa luigi petruzzi ufficio stampa luigi petruzzi

image

 

Dear!

 

There is something really amazing, I didn't expect that stuff would be so cool, check it out message

 

Wishes, LUIGI PETRUI

 

From: pubblica [mailto:pubblica@comunicati.net]
Sent: Sunday, October 01, 2017 11:36 PM
To: l.petruzzi@inwind.it
Subject: Edward Seymour no?

 

A normal mother would not give a damn about the money, would have brought you to hospital immediately. A competent parent would have questioned the symptoms and called the insurance company nurse if there were any doubt's.

 

 

YOU DO NOT NEED PERMISSION TO CALL 911

 

 

If you say you need to go to the hospital the usual proper reaction is to either drop everything and take you, or call the ambulance. (Sometimes get faster treatment coming by ambulance than by car)

 

 

With things like appendix or concussions a day can be different ce between life or death.

 

Sent from Mail for Windows 10

 

]]>
Daniele Barsotti Chiara Fri, 29 Sep 2017 21:38:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/454105.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/454105.html Micro961 Micro961 In radio il singolo del  cantante lucchese  

In promozione radiofonica il singolo Chiara con cui Daniele Barsotti esprime tutta la sua voglia di cantare e di trasmettere emozioni. Un brano che scorre, arriva e crea emozioni, pronto per il pubblico radiofonico italiano alla ricerca di fresche novità.

Il brano è stato presentato in anteprima nel prestigioso salotto del caffè Versilia,di Pietrasanta (Lu), dove tra l’altro Daniele e stato l’unico cantautore ad esibirsi in 37 anni di gestione, in occasione di un incontro sul tema di come impostare un percorso professionale nel campo della musica, indipendentemente o parallelamente a talent e social . Sul palco il produttore Giovanni Balduini, il discografico e talent scout David Marchetti che ha lanciato tra le altre Anna Tatangelo, Leopoldo Lombardi , tra i principali esperti in Italia e nel mondo di diritti d’autore e Maurizio Bolognesi di Radio Bruno.

Quella di Daniele Barsotti per il canto è una passione iniziata a sei anni e trasformata poi crescendo anche in amore per la musica, con l’obiettivo di raggiungere l’anima del suo pubblico in una continua ed attente ricerca vocale, portata avanti grazie all’incontro con numerosi professionisti del settore. La finale di AreaSanremo, la semifinale di Castrocaro a Napoli, le tappe di X Factor sono solo alcune delle esperienze del giovane Daniele Barsotti. La svolta arriva però nel 2016 grazie a Giovanni Balduini, produttore del disco “Dimenticherò”. La comune passione per la musica si trasforma da parte di Balduini in una vera e propria scommessa su Barsotti e sulle sue potenzialità. I primi risultati di questi mesi danno ragione a Balduini: ultimo dell’anno a Milano con Giovanna, numerose apparizioni su TV2000, ospite d’onore del Carnevale di Viareggio, live in tutta Italia.

Ora, si continua con “Chiara”, una produzione Ghiro Records di David Marchetti e Leopoldo Lombardi, per una nuovo ed affascinante percorso alla ricerca di consensi, e nuove esperienze .
http://www.danielebarsotti.it
https://www.facebook.com/DanieleBarsottiOfficial/
https://www.youtube.com/watch?v=lZqH0qxUo5k
https://itunes.apple.com/it/album/chiara-single/id1279229442

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play

promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

]]>
Il Gruppo Hit porta in Italia Zhang Jie, la star mondiale del "Mandopop" Fri, 29 Sep 2017 15:43:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/454052.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/454052.html m&cs m&cs Dopo il successo dei concerti di A Mei e Karen Mok, che hanno portato una ventata di pop asiatico nel cuore di Milano, il Gruppo Hit torna ad investire sulla promozione della cultura musicale cinese in Italia e annuncia la sua partecipazione alla tappa italiana del “Sound of my Heart”, tour mondiale di Zhang Jie, il “Justin Bieber dagli occhi a mandorla”.

Un binomio, quello tra il mondo del divertimento firmato Hit e la grande musica pop orientale, che si rafforza di anno in anno: anche in questa occasione, gli ospiti più affezionati dei centri Hit Casinos potranno partecipare al concerto in tribuna VIP e accedere al backstage per incontrare di persona la popstar.

L’attesissimo evento è in programma per domenica 1° ottobre a Treviglio – 20 km da Bergamo – e si terrà al PalaFacchetti, palazzetto da oltre 3.600 posti pronto a trasformarsi per l’occasione nel tempio europeo del “Mandopop”: quella di Treviglio, infatti, sarà l’unica tappa del tour nel Vecchio Continente, affiancata solo da Londra, e richiamerà migliaia di fan provenienti oltre che da tutta Italia, anche da Francia, Danimarca, Svizzera e Germania.   

Classe ’82, Zhang Jie è considerato all’unanimità un’icona di stile ed è corteggiato dai principali brand della moda internazionale. In comune con Justin Bieber ha l’enorme seguito social: da solo vanta più di 84 milioni di follower su Weibo, il social network più famoso in Oriente, e insieme alla moglie Xie Na, attrice e conduttrice TV, raggiunge la cifra record di 140 milioni di seguaci, pronti a seguire e commentare ogni mossa della coppia. In 12 anni di carriera ha pubblicato 11 album, tutti bestseller. La critica lo definisce il “Re del Live” in virtù della sua estensione vocale e della perfetta padronanza della voce, che gli permette di interpretare magistralmente diversi stili musicali. Il repertorio alterna brani in cinese e pezzi in lingua inglese; “It’s love” è da anni in cima alle classifiche, mentre “Heart of Sword” e “Assault Fire” hanno polverizzato ogni record: pillole di felicità alternate a momenti di malinconia, in grado di trasmettere agli ascoltatori emozioni forti e regalare ai concerti un’atmosfera magica e surreale.

Suzana Pavlin, sales promotion manager del Gruppo Hit, dichiara in proposito: “siamo orgogliosi di essere tra i protagonisti di questo grande concerto e di contribuire a creare un ponte culturale tra Italia e Cina, avvicinando due mondi che hanno molti più elementi in comune di quanto si possa pensare. Oltre all’amore per la musica, ad esempio, italiani e cinesi condividono la passione per il divertimento e per il benessere, che rappresentano i punti di forza della nostra offerta nei centri Hit Casinos sloveni, comodamente raggiungibili da tutta Italia”.

 

Il concerto, che verrà presentato alla stampa oggi pomeriggio nell’ambito di una conferenza riservata ai media italiani e cinesi, è organizzato da HY Communication ltd, agenzia specializzata nella promozione di eventi correlati allo scambio culturale e sportivo tra Italia e Cina e per il Gruppo Hit rappresenta l’ennesimo tassello di una programmazione di eventi musicali ancora più ampia rispetto al passato. I palchi dei centri Hit Casinos Perla e Park di Nova Gorica hanno ospitato recentemente nomi del calibro di Alex Britti, Bianca Atzei, Patty Pravo e Massimo Ranieri e sono pronti ad accogliere vere e proprie icone della musica italiana come i Nomadi, Dodi Battaglia e molti altri ancora. 

]]>
comment équilibrer le facteur flirt avec les accessoires enfants Wed, 27 Sep 2017 05:08:48 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/453678.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/453678.html leoame leoame



Kendall Jenner est en train de jouer. Après le passage de sexy tomboy à toutes les filles glamour en moins de 24 heures, la supermodèle est de retour dans une rayure ultra fine, qu'elle portait plus tôt aujourd'hui à New York - fournit une leçon sur la façon d'obtenir un nombre supplémentaire de mile le guide classique, dès que le week-end frappe.
Jenner est monté dans un haut peau et un pantalon de Bec + Bridge, une étiquette australienne qui est rapidement devenue une nourriture au sol dans sa rotation de style de rue. Le corps en forme a embrassé sa figure dans tous les bons endroits, mais la chose à Jenner est qu'elle sait équilibrer le facteur de flirt avec les accessoires de garçon, tels que les coups de pied blancs et les nuances rétro ovales qu'on voit aujourd'hui. Le haut du décolleté de l'épaule a pris la rigidité du costume traditionnel robes de cocktail grande taille, tandis que les manches de la déclaration se sentaient plus que prêtes à célébrer. Elle a frappé un paquet de nylon Prada Fanny sur l'épaule - le mouvement de style Supermodel de la semaine, parfait pour le kit mains libres indispensable au jour le jour. Dans l'ensemble, il s'agissait d'un ensemble killer qui donnait une nouvelle lumière élégante au concept de travail pour le week-end.

]]>
Eleuteria “Brucerei il mare” Tue, 26 Sep 2017 12:18:32 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/453583.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/453583.html Micro961 Micro961 ( Cramps Music S.r.l.- ThisPlay Music)

 

Il ritorno alle origini della cantautrice bresciana, in radio il singolo che anticipa l’uscita dell’omonimo album 

 

 

In promozione radiofonica dal 29 settembre, Brucerei il mare, il singolo della cantautrice, violoncellista e polistrumentista Eleuteria Arena. Il brano anticipa l’uscita dell’album omonimo, interamente scritto ed arrangiato da Eleuteria, prevista per venerdì 27 ottobre.

Brucerei il mare è l’apripista di un album costruito da tanti tasselli, mondi a sé stanti appartenenti però al medesimo mosaico di otto canzoni più due Interludi ed un Postludio, nelle quali il pop d’autore sposa l’eleganza della musica classica.  

Il singolo è un brano intenso e diretto nel quale la sovrapposizione di violoncelli, filtrati da effetti che richiamano atmosfere introspettive e nordiche, accompagna la voce espressiva della cantautrice, che canta l’esplosiva irrazionalità dei sentimenti. 

 

«Mentre componevo questa canzone e canticchiavo sul ritornello – racconta Eleuteria – sentivo il bisogno di immaginare qualcosa di emotivamente forte... Pensare di bruciare il mare era un gesto così carico di dolore e follia allo stesso tempo, che subito mi ha dato una grande soddisfazione cantarlo!»

 

 

L’album è costituito da un insieme di canzoni acustiche, intime ed affascinanti, suonate quasi esclusivamente con il violoncello. L’artista spinge al limite le “prospettive” del proprio strumento usandolo in modo non convenzionale e trasformandone il suono con l’apporto di selezionati e particolari effetti. Tocchi di colore sono stati aggiunti con il pianoforte, violino, chitarre elettriche distorte, sonorità noise e ambientazioni elettroniche. 

Con questo progetto Eleuteria ritorna alle origini riscoprendo se stessa attraverso l’esplorazione delle potenzialità del violoncello, lo strumento da lei più amato. La raffinata ricerca artistica portata avanti dalla cantautrice fa acquistare al suono dello strumento una tavolozza di nuove sfumature e suggestioni timbriche.  

 

Eleuteria Arena, diplomata in violoncello al Conservatorio di Verona e perfezionatasi al Royal Welsh College of Music and  Drama di Cardiff, ha trovato il binomio perfetto nell’unione tra questo strumento ad arco e la sua voce. 

Il talento dell’artista le ha permesso di ottenere i consensi di critica e pubblico al Festival della canzone d’autore Musicultura 2016 e di vincere, con il singolo “A metà”, il premio della critica al concorso “CapiTalent” indetto da Radio Capital e consegnatole al museo MAXXI di Roma dal cantautore Max Gazzè, giudice della competizione.  

Nel marzo del 2017 Eleuteria ha avuto l’onore di esibirsi con il supergruppo O.R.k. (formato da musicisti appartenenti a King Crimson, Porcupine Tree, Marta sui Tubi e Obake), in veste di violoncellista e cantante nel corso del tour dell’album “Soul of an Octopus”. 

La cantautrice è influenzata da artisti quali Tori Amos, Kate Bush, Bjork, Jeff Buckley, ma anche dal pianista contemporaneo Tigran Hamasyan e da gruppi progressive come i King Crimson e molti altri. 

Eleuteria è un nome di origine greca che significa “libertà”, sostantivo che esprime l’essenza di un‘artista come Eleuteria Arena che trova nella musica il modo di esprimere ciò che prova con la straordinaria capacità di uscire dalla gabbia del quotidiano e del già sentito. 

 

 

Il progetto è stato realizzato con il supporto del MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina - Copia privata per i giovani, per la cultura”

https://it-it.facebook.com./artist.eleuteria/

https://www.youtube.com/user/EleuteriaEle

https://eleuteria.bandcamp.com/

 

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play

promoradio@dcodcommunication.it

promostampa@dcodcommunication.it

Tel. 347 64 68 861

 

Ufficio Stampa 

Elena Lucerna - ThisPlay Music

ufficiostampa@protocollozero.com

Tel. 0444 297373

]]>
Presentato “Universi Alternativi”: Il nuovo album di inediti di Eliamo Mon, 25 Sep 2017 10:53:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/453446.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/453446.html Marla Lombardo Marla Lombardo COMUNICATO STAMPA 
E’ stato presentato sabato scorso presso il Cortile Minniti di Siracusa  il nuovo album di inediti del cantautore Eliamo dal titolo “Universi Alternativi”, già disponibile su iTunes, Spotify,  in tutti i digital stores ed in versione cd.
Eliamo, insieme con la band che lo accompagnava dal vivo, ha incantato il pubblico presente, accorso per l’occasione, presentando tutti i 10 nuovi brani per la prima volta in italiano, più la bonus track in inglese, che compongono l’album, intervallati da alcune canzoni dei suoi precedenti lavori musicali, “Intermittent Lights” e “Hello World”
Una serata dunque all’insegna della musica d’autore e di emozioni vere, ma anche di condivisione e partecipazione. Insieme alla giornalista Rosa Tomarchio, infatti, Eliamo ha poi ripercorso i suoi ricordi di vita e le sue esperienze musicali, soffermandosi su i suoi progetti per il futuro.
Il nuovo album “Universi Alternativi” ha l’immediatezza per essere capito da tutti e una profondità capace di coinvolgere ascoltatori più adulti e attenti alle sfumature. I testi sono intrisi di esperienza e poesia, prima fra tutti “La Dea”, “Come d’altronde accade in amore”, ma anche “Esplosione nucleare”, “Ordinario delirio” e “Ritorno nel nulla”.
E’ un progetto musicale - afferma Eliamo - a cui tengo molto ed ha significato il raggiungimento di un obiettivo importante: Con questo album ho ritrovato me stesso.
Un album, quindi, di riflessione e maturità, con un messaggio ben preciso che l’autore ha voluto mandare forte e chiaro, scrivendolo all’interno del cd stesso:
 A voi che ascoltate e che leggete questo album, mando un messaggio. 
Trovate la vostra vera essenza, cercate di emanciparvi il più possibile dai valori sociali 
preconfezionati, dalle mode e dalle false informazioni con i quali i grandi mass media vi 
dipingono il mondo circostante. 
Usate sempre al massimo il vostro senso critico, ragionate sempre con la vostra 
mente, mettetevi costantemente in discussione. Questo è tutto ciò che serve.
La conoscenza di noi stessi è il vero senso del nostro stare in questa esistenza.
www.eliamo.it
]]>