RUGGERO TAJE' : ANTOLOGICA (1976-1999) CD - DNN001C

09/giu/2018 17:22:44 Uffio Stampa Palalido70 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ruggero Tajè è uno dei pionieri dell’elettronica italiana degli anni 70. La sua carriera musicale incomincia come batterista della scena jazz milanese. E’ attivo con il chitarrista Pino Distaso e frequenta il mitico “Capolinea” ritrovo dei piu importanti jazzisti milanesi e non. In seguito è allievo appassionato del compositore elettronico Angelo Paccagnini, uno dei protagonisti della musica contemporanea italiana insieme ai piu famosi Berio e Maderna. Altri allievi del maestro Paccagnini che hanno avuto rilevanza nella scena musicale italiana sono Riccardo Sinigaglia e Gaetano Liguori. Dopo gli studi la chitarra diventa il suo strumento principale a scapito della batteria. Fino ad oggi non ha edito su supporti fonografici la sua musica, se si escludono le collaborazioni con Ahmed Ben Dhiab (Pittore, poeta e cantante tunisino) uscite su cd negli anni 90. Cosi “Antologica” racchiude l’evoluzione della sua musica in un periodo di quasi 25 anni. “Proiezioni Verticali” , basato sul suono di un organo Bontempi, ricorda l’esperienza dei “Corrieri Cosmici”. “Nommo” à una sorta di jazz destrutturato con un dialogo tra chitarra trattata metallofoni e marimbe. “Non c’è piu mare per Moby Dick” trasforma il canto rilassante delle balene nell’agonia del mondo sommerso con l’utilizzo di suoni concreti,rumori e percussioni. “Bahia” è un pezzo ripetitivo e circolare di computer music con una base ritmica.”Omaggio a Miles” per chitarra midi e synth è un pezzo atmosferico sul quale danza una “falsa tromba” dedicato a Miles Davis.”Omaggio a Miles II” ripropone una versione rattrappita del pezzo precedente. “ Improvviso Dinamico” è un lungo pezzo di elettronica contemporanea di un suono che scorre lentamente con delle pressanti interferenze percussive. “Analogica” è la musica di un balletto che si basa su suoni d’acqua campionati che fanno scorrere il liquido direttamente nella testa dell’ascoltatore. “A Raoul” elabora elettronicamente i suoni dell’accordeon di Raoul Barbosa facendoli poi scontrare con i suoni campionati di corde spinte allo spasimo. “Download” si basa su un ‘insieme di suoni e materiali campionati sulla rete che creano un ambiente di ordinata confusione. “Connessioni” è una lunga suite basata sui suoni di un violoncello che ancora una volta mette in risalto le capacità maturate da Ruggero in 23 anni di sperimentazioni. Quest’opera contiene una grande varietà di atmosfere ed è un viaggio attraverso il percorso formativo di un artista che merita un posto di rilievo nella musica elettronica italiana.

 

RUGGERO TAJE' : ANTOLOGICA (1976-1999)

CD Alma De Nieto DNN01C

2018

 

 

1

Proiezioni Verticali

6:27

2

Nommo

5:46

3

Non C'è Più Mare Per Moby Dick

4:50

4

Bahia

6:35

5

Omaggio A Miles

5:18

6

Omaggio A Miles 2

6:06

7

Improvviso Dinamico

8:22

8

Antologica

11:39

9

A Raul

3:38

10

Download

9:08

11

Connessioni

10:24

 

Www.adnrecords.com

https://www.facebook.com/ArtistiDel900/

https://www.discogs.com/it/Ruggero-Taj%C3%A9-Antologica-1976-1999/release/11684244

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl