Veneto Jazz / Le Mystère des Voix Bulgares / Teatro La Fenice / Aperte le prevendite

02/nov/2017 15.22.53 Mabi Comunicazione Contatta l'autore

DOWNLOAD COMUNICATO STAMPA 
View this email in your browser

Al Teatro La Fenice in scena
Le Mystère des Voix Bulgares”.


Il 20 dicembre Veneto Jazz propone il fascino arcano di un coro femminile unico al mondo che raccoglie un grandioso successo.

Venezia, 2 novembre 2017 �“ Un fascino arcano e magico, un miracolo di equilibrio nella straordinaria varietà di toni, un caleidoscopio di ricordi e culture diversissime. Le Mystère des Voix Bulgares continua a sorprendere ed emozionare in un successo planetario che non conosce confini. Il coro femminile sarà al Teatro Le Fenice di Venezia, il 20 dicembre (ore 20.00), nel tradizionale concerto di Veneto Jazz che da tempo esplora diverse espressioni musicali e che con questo evento corona un’ambizione: portare su un palcoscenico prestigioso un’esperienza sonora difficile da dimenticare, fuori da ogni schema cognitivo precostituito e per questo straordinariamente emozionante.
 
Il coro è stato fondato nel 1952 come parte del complesso di canti folkloristici di Radio Bulgaria. Dal 1987 Marcel Cellier, produttore musicale svizzero, chiama il coro “Le Mystère des Voix Bulgares” che inizia una serie di tournèe e realizza una serie di album. Il Volume I, intitolato “Le Mystère des Voix Bulgares”, diventa un best seller. Nel 1987 appare il Volume II che nel 1990 riceve un Grammy Award. Il Coro è nominato una seconda volta per il Grammy Award nel 1994 per l’album Le Mystere Des Voix Bulgares: Ritual. Dal 1988 il direttore del coro è Dora Hristova.
 
Il coro è composto da 24 cantanti provenienti dalle regioni rurali della Bulgaria. La loro abilità sta nel combinare canzoni popolari bulgare con armonie che mettono in risalto i loro timbri unici, con i ritmi irregolari, i costumi tradizionali e soprattutto il modo di cantare per voci parallele a intervalli (di seconda, di settima e di nona) ritenuti tradizionalmente dissonanti nella musica occidentale.
 
Il repertorio di base è costituito dalle canzoni popolari tradizionali, gran parte delle quali sono state adattate da compositori bulgari di talento per la specifica bella polifonia del coro. Le coriste si esibiscono anche in un programma caratteristico composto da canzoni dei popoli balcanici, da canzoni dedicate a vari rituali come matrimonio, Natale, Pasqua e ad altri eventi dalle ricche tradizione bulgare.
 
Come detto, Il primo ascolto destabilizza l’orecchio, educato e non alla musica, di un europeo. La voce non è quella impostata dei cantanti lirici cui siamo abituati, ma una voce naturale che salendo verso l’acuto diviene simile ad un grido potente, ricco di armonici. Il canto è aperto, arriva direttamente dalla gola e mantiene così le qualità irripetibili di ogni individuo, poiché non è frutto di una impostazione. La musica di questi canti bulgari è poi completamente diversa dal nostro modo di comporre. I suoni delle voci bulgare scivolano per quarti di tono, passando da un suono all’altro con mutazioni impensabili. Non solo: gli schemi ritmici adottati, fatti di tempi dispari e raggruppamenti in continua variazione, sono a dir poco incontrollabili per un orecchio educato alla musica europea. Questa destabilizzazione dell’intelletto nell’ascolto obbliga inconsciamente ad ascoltare con un’altra parte di noi, priva di schemi cognitivi: l’emozione. Le voci bulgare comunicano attraverso un linguaggio primordiale, fatto di suoni e di sensazioni.
 
Il Coro ad oggi ha tenuto migliaia di concerti, ha partecipato a festival musicali in tutto il mondo e si è esibito nelle più prestigiose sale da concerto internazionali. Incide musica di famosi compositori e per diverse colonne sonore.  Nel 2009 ha preso parte alla premiazione dei Grammy Awards assieme a Bobby McFerrin e in molti ricordano in Italia la collaborazione con “Elio e le storie tese”.
 
"Questo coro che ha vinto il Grammy Award è stato, non a caso, sponsorizzato da superstar pop come Paul Simon, Linda Ronstadt, George Harrison, Bobby McFerrin, Midori e molti altri artisti di tutto il mondo.
La magia delle armonie e dei ritmi della tradizione vocale bulgara è indescrivibile ma ognuno di noi potrà considerarsi più ricco di spirito dopo aver ascoltato Le Mystere des Voix Bulgares" - Chicago Tribune.


DOWNLOAD COMUNICATO STAMPA 

Inizio concerto ore 20.00.
 
Biglietti:
Platea e palchi centrali ordine parapetto: 50€ + d.d.p.
Palchi centrali ordine dietro e palchi laterali ordine parapetto: 43€ + d.d.p.
Galleria e loggione centrali: 38€ + d.d.p.
Posti di visibilità ridotta: 30€ + d.d.p.
Posti di solo ascolto: 25€ + d.d.p.
 
Riduzioni:
Residenti nel comune e nella città metropolitana di Venezia
Studenti under 26 - Over 65 - Abbonati Teatro La Fenice
 
Platea e palchi centrali ordine parapetto: 40€ + d.d.p.
Palchi centrali ordine dietro e palchi laterali ordine parapetto: 33€ + d.d.p.
Galleria e loggione centrali: 28€ + d.d.p.
Posti di visibilità ridotta: 20€ + d.d.p.
Posti di solo ascolto: 15€ + d.d.p.
 
Prevendite:

www.ticketone.it
www.teatrolafenice.it
In tutti i punti vendita Venezia Unica e call center Hellovenezia 041.2424
 
Informazioni:
Veneto Jazz -
jazz@venetojazz.com - mob. (+39) 366.2700299 �“ www.venetojazz.com
 
Contatti per la stampa:
Mabi Comunicazione - Mara Bisinella

mara.bisinella@mabicomunicazione.com - mob. 339.6783954
Facebook
Website






This email was sent to pubblica@comunicati.net
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Mabi Comunicazione · via Beata Giovanna 83/a · Bassano del Grappa, VI 36061 · Italy

Email Marketing Powered by MailChimp
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl