Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Arte Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Arte Mon, 23 Apr 2018 23:11:43 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/arte/1 basé sur sa robe de bal simple romantique Maggie Sottero Mon, 23 Apr 2018 02:46:10 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/476952.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/476952.html munloy munloy
Nous sommes un peu biaisés, mais nous sommes heureux d'entendre la vraie mariée d'aujourd'hui, Nancy, a conçu l'apparence de son mariage basé sur sa robe de bal romantique simple Maggie Sottero. Bianca Marie a une atmosphère luxuriante, intemporelle et élégante robe de mariée dentelle pas cher, de sorte que Nancy a été décorée extérieurement avec des fleurs fraîches et des accents de couleurs subtiles. Surtout entre le sentiment d'intérieur et d'extérieur entre la cérémonie Beachy et la réception de la salle de bal luxueuse. Faites défiler 

Cette belle opportunité a été capturée par Jack Gilchris Photography de Sydney. Voir la vidéo de mariage du couple de Lightheart Films and Photography ici. 
Allez chez un revendeur agréé pour tester ce style chic aujourd'hui!


Quelle robe Maggie Sottero avez-vous porté? 
Bianca Marie de Maggie Sottero robe de soiré bustier, achetée chez Abbey Bridal à Sydney en Australie.





]]>
Ces robes sont la solution parfaite pour une mariée Mon, 23 Apr 2018 02:44:57 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/dance/476951.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/dance/476951.html munloy munloy

Organza est un tissu simple et léger comme la mousseline de soie, mais sa texture croquante lui permet de garder sa forme. Avec Rouge, une tendance tendance pour les palettes de couleurs de mariage, les tissus en organza créent un look high-fashion. Essayez notre robe Quintyn autour du mois de février pour plus de romance et de glamour. 



L'effet brillant et bizarre de Mikado a des lignes qui amènent les yeux aux bons endroits et mettent en valeur vos meilleures caractéristiques féminines. Mccall and Cohen offre des détails de conception robes de soirée pas cher courte, tels que les panneaux latéraux et la coupe carrée à l'arrière pour flatter toute forme de corps. Ces robes sont la solution parfaite pour une mariée qui rêve d'un sentiment simple et romantique, mais ne veut pas négocier notre ajustement Maggie incomparable.




L'élégance douce de la mousseline de soie s'écoule sans effort dans le vent et est légère, parfaite pour un mariage de jardin d'été. Miséricorde avec illusion délicate Les manches et les accents de dentelle perlée scintillent à chaque tourbillon pour que vous puissiez danser toute la nuit.




]]>
L’attore salentino Fausto Morciano nel cast del film “Dei” di Cosimo Terlizzi, in uscita nelle sale prossimamente. Sun, 22 Apr 2018 22:11:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/cinema/476950.html http://comunicati.net/comunicati/arte/cinema/476950.html Uff Stampa Uff Stampa

Salentino di nascita e romano d’adozione, il magnetico Fausto Morciano sarà prossimamente al cinema con il film “DEI” di Cosimo Terlizzi, pellicola prodotta da Riccardo Scamarcio, Valeria Golino e Viola Prestieri per Buena Onda e distribuito da europictures. Nel film interpreta Nicola, padre autoritario e amorevole del giovane Martino, protagonista del film, col quale ha un rapporto intenso e conflittuale. Il film è stato presentato con grande successo al Bari International Film Festival.

Fausto Morciano Vanta una ricca carriera cinematografica e teatrale.  A 18 anni si trasferisce a Bologna dove consegue la laurea in D.A.M.S. Debutta a teatro come protagonista accanto ad Ottavia Piccolo e Ivano Marescotti nello spettacolo "Bellissima Maria" per la regia di Sergio Fantoni. Successivamente viene diretto da registi come Giancarlo Sepe, Sebastiano Lo Monaco,  Sergio Basile. In seguito si diploma alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova partecipando poi a numerosi spettacoli.  Vive a Roma, ama e approfondisce l'arte della recitazione. Nel cinema lavora con Edoardo Winspeare nel film “Galantuomini”, con Federico Rizzo nella pellicola “Taglio Netto” e con Giangiacomo Ladisa nel film “Peace, Love, Freedom”. 

Recentemente ha ricoperto, con un buon riscontro di critica e pubblico, il ruolo di Macbeth in “Macbeth” di William Shakespeare, per la regia di Antonia Renzella e prodotto da Gitiesse Artisti Riuniti.

 

]]>
Il Gruppo Musicale Trio.it in concerto a Roma il 22 aprile al Nuovo Teatro Orione. Sat, 21 Apr 2018 15:04:20 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/476936.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/476936.html Uff Stampa Uff Stampa

Il Trio.it, formato da Christian Panico tenore, reduce da successi in Russia, Aldo Bergamaschi tornato da Israele dove ha registrato il tutto esaurito in molti teatri e il cantautore Alex De Vito debutterà domenica 22 aprile presso il Nuovo Teatro Orione con il concerto “Attenti a quei tre” prodotto da De Vito: ospite della serata sarà Nick Luciani, una delle più belle voci del panorama musicale internazionale che, nel corso della serata, offrirà al pubblico tutte le tracce contenute nel cd “Ricomincio da me” e presenterà il toccante brano “Crisalide”, già visibile su Youtube. La serata sarà allietata dalla partecipazione di Min Ji Kang (soprano). Sul palcoscenico altri artisti quali Roberto Ranelli (alias Er Modifica), comico, autore e cabarettista; Alessandro Salvati, con il suo nuovo singolo “Amico Mojto”; il rapper romano Calibro 40, che con il brano “Incantesimo e magia” ha ottenuto più di 500.000 visualizzazioni su youtube. “Il Trio.it”, inoltre, presenterà il nuovo singolo “Forever” scritto da Alex De Vito e musicato e realizzato con il Maestro Adelmo Musso.

“Forever” è il primo estratto dal primo Ep in lavorazione e del quale è in programmazione da oggi il video musicale visibile su tutte le piattaforme digitali al seguente link: https://youtu.be/tK8DKHpNHj0

Un video realizzato con maestria dal regista Alessandro Costantino,e impreziosito dalle splendide protagoniste, Eleonora Scopelliti, Martinica Ferrara Strova e Giorgia Costantini, avvolte dagli abiti disegnati dallo stilista Mario Orfei nella splendida cornice del teatro Flavio Vespasiano dei Rieti.

Il brano un rock-sinfonico deciso, volitivo e di respiro internazionale scritto e prodotto da Alex De Vito è anche musicato da De Vito insieme con Adelmo Musso e arrangiato dal M. Adelmo Musso.

La storia di un’amore senza confini e forma, la libertà totale di abbandono per un’ ideale, è il filo conduttore di musica e parole che sfociano in un tripudio di voci ed emozioni.

“Forever” è una canzone che dona un istante di magia in questo tempo veloce, finalmente, una canzone da ascoltare … chiudendo gli occhi aprendo il cuore.

Sul Concerto “Attenti a quei tre!”

Attenti a quei tre! non è soltanto un semplice spettacolo ma la storia di tre uomini che si incontrano dopo venti anni e che ritrovano nella musica il loro minimo comun denominatore. Ogni attimo della loro vita, ogni evento, ogni successo o delusione è associato ad un brano, ad una canzone ad un ritmo che ha scandito a suon di note le pagine della loro vita. Le canzoni, in questo modo, entrano nella vita di tutti i giorni, si integrano nell’ immaginario collettivo, diventando le vere protagoniste dei dialoghi e delle storie che vengono raccontate. Il trio, dunque, che per l’occasione sarà accompagnato da un’orchestra di 9 elementi sarà alle prese con cantautori italiani quali Lucia Dalla, Renato Carosone e Fred Bongusto passando per altri grandi interpreti quali Andrea Bocelli e Massimo Ranieri. Non mancheranno anche successi internazionali dei Queen, di Elvis Presley o del grande Freddy Mercury. Musiche che entrano a far parte di una storia di una storia e che diventano la base di un nuovo incontro fra tre personaggi che, dopo tanto tempo, hanno ancora qualcosa da raccontare e raccontarsi.

]]>
I want to know that is buying tera gold safe on mmogo Sat, 21 Apr 2018 04:55:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/world_music/476930.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/world_music/476930.html rsgoldfast2018 rsgoldfast2018 You will be accepting affluence of it from adventitious rewards and as drops out of enemies in the world, and you're traveling to be affluence able abundant to  tera gold yield on your foes.Save all the Tera Gold you canYou will admission to advance Tera Gold to acquirement new abilities aloft leveling up, and in the backward game, you'll ambition a nice backing for leveling affairs like crafting, purchasing materials, and abundant more.

 

Use chained abilities to absolve the abounding adeptness of your characterDon't anguish if you yield a blink at your accomplishment timberline for the aboriginal time and apprehend the cutting amount of abilities that will appear your way over the continuance of the game. You can use all them alone if you're mad enough, but these not analytic for a hardcore appointment will acquisition alleviation in the chained abilities mechanic.

 

Chained abilities are preset combos that your personality can calmly accomplish to alternation all of your altered attacks together. It starts with you initiating activity with a amateur skill, with added pushes afterwards that arising on awning to admittance you to calmly alternation up added strikes. It'll admonition you get the a lot of out of your personality afterwards you accepting to admission several DualShocks' worths of button combinations.

 

You may appear beyond what's accustomed as Buy tera gold  a strongbox in your journey, openable just with a strongbox key. As agitative as it is to alpha a bound box to see what awaits you inside, you affliction to accede captivation off.Strongboxes board boodle that scales to your degree, however, the boodle is not consistently fantastic. Instead, try extenuative them for specific strongbox contest breadth these boxes are souped up with affirmed items with added account and rarity.

]]>
Andrea Giostra scrittore la “Menzione Speciale di Merito” ad Ascoli Piceno Fri, 20 Apr 2018 23:15:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arte_popolare/476927.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arte_popolare/476927.html WEBTVSTUDIOS WEBTVSTUDIOS Vola di riconoscimento in riconoscimento lo scrittore siciliano Andrea Giostra, che vive un momento di grande successo e soddisfazione. Persona vulcanica Andrea Giostra, pluripremiato stimatissimo ed edotto personaggio dell’ambiente culturale che ha ultimamente realizzato un’opera di sicuro successo, ovvero “Mastr’Antria e altri racconti”,

per il quale ha già ricevuto due prestigiosi riconoscimenti. Il libro, non ancora pubblicato, a detta di diversi critici letterari e lettori che hanno avuto modo di leggerlo in anteprima riservata, è un testo che ha riscosso grande plauso. Tra i riconoscimenti, per questa sua opera, sia quello della giuria del “Concorso di Letteratura a Carattere Internazionale Città di Pontremoli” con il più prestigioso dei premi letterari del concorso ovvero il “Premio della Giuria Narrativa Inedita” che l’ulteriore riconoscimento, il Premio Targa “Menzione Speciale di Merito”, dalla Giuria del “9° Concorso Letterario Città di Grottammare” (Ascoli Piceno).

Andrea Giostra è prestigioso “writer”, come lui stesso si definisce, di innumerevoli testate giornalistiche sulle quali pubblica le sue recensioni di arte ed eventi artistici, tra cui la prestigiosa testata “Artribune”. Essendo appassionato di cultura, propone le sue recensioni di film e libri con una puntualità impressionante che impreziosisce ed incuriosisce sempre la lettura del fortunato interlocutore, spingendolo senza dubbio, ad approfondire la scoperta del film o del libro da lui proposto. Un suo saggio, scritto a più mani, sugli “Internet Haters e Trolls” è inserito nella bibliografia della voce “Troll (Internet)” di Wikipedia.

Al suo attivo si annoverano diversi libri e saggi tra cui “Novelle brevi di Sicilia” (2017) altra sua opera per la quale ha ricevuto un riconoscimento letterario, lo scorso 25 novembre, dalla Giuria Lombarda del “Premio Letterario Milano International”, con la “Targa Milano International”. Ancor prima ha ricevuto il “Premio Letterario Nazionale L’anfora Di Calliope” di Erice per la sua instancabile attività professionale, culturale e sociale, che svolge con molta serietà e generosità da oltre vent’anni, in modo sempre eccellente, nell’amata sua terra: la Sicilia, facendo di questo scrittore un persona di indubbio valore morale e culturale.

Articolo di Ester Campese

]]>
Anny Wernert in “L’ Eterno Fascino dell’Arte” per Svagarte Fri, 20 Apr 2018 22:47:42 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/476925.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/476925.html svagarte svagarte  

Anny Wernert in “L’ Eterno Fascino dell’Arte” per Svagarte

Anny Wernert espone dal 20 aprile 2018 all’11 maggio nella vetrina della Camera di Commercio di Forlì-Cesena,  nella rassegna collaterale alla Mostra 'L'Eterno e il tempo tra Michelangelo e Caravaggio'. Presenta tre dipinti stilisticamente coerenti, degli anni  1978- 80. “Ritratto di Dali col collo di Raffaello, accattivato dall’apparizione dell’angelo di Millet attraverso lo squarcio nelle nuvole” dove particolari dalle sue famose composizioni scandiscono l’ordito compositivo.

“Chagal, ritorno a Vitebsk” che riecheggia il ritorno in patria dell'artista e mostra un singolare viandante librarsi in volo tra le colline del piccolo villaggio di Chagall, russo ma naturalizzato francese.

“Piccola storia spagnola”: una sintesi di arte e storia, dalla guerra civile al flamenco, da Federico Garcia Lorca a Dali. Sua fonte di ispirazione creativa sono la citazione dell’arte di Maestri tanto ammirati, la natura, la musica e la Storia, componenti cementate da un forte coinvolgimento emozionale dell’artista. Sempre presenti la musica, la natura e il senso del sacro, motivi rivelatori, già dai titoli dei quadri voluti dall’artista, di una cura e di una riflessione prolungamento della pittura stessa.
 In Anny l’urgere dei moti dell’animo, le pulsioni interiori, la continua ricerca lirica e spirituale si traducono visivamente nella materia cromatica, plasmata dal pennello con qualità tecniche e fanno trasparire una vibrante sensibilità.
Svagarte con “L’ Eterno Fascino dell’Arte”  fa idealmente dialogare lo stile e i mezzi espressivi di Muky con le opere esposte ai Musei S. Domenico. La vetrina della Camera di Commercio di Forlì-Cesena stimola, quale luogo a vocazione espositiva, l’osservazione delle opere in un’esperienza di fruizione facilitata e consente la presentazione di opere nel cuore del centro storico di Forlì. Il confronto con 'L'Eterno e il tempo tra Michelangelo e Caravaggio' contamina tutto ciò che appartiene alla cultura di oggi e rovescia il risultato espositivo in cui convivono modi di produzione e fruizione dell’arte diversi in un’estetica che mette in campo non soltanto la compresenza di passato–presente–futuro, ma i diversi meccanismi emotivi che convivono, s’intrecciano e si oppongono in uno spazio collettivo e individuale. L’iniziativa si avvale del Patrocinio del Comune di Forlì.

Le opere sono visibili dal loggiato della Camera di Commercio, in Corso della Repubblica 5, durante tutto il periodo espositivo. Info  Svagarte@gmail.com

 

 

]]>
Anny Wernert in “L’ Eterno Fascino dell’Arte” per Svagarte Fri, 20 Apr 2018 22:46:42 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/476924.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/476924.html svagarte svagarte Anny Wernert in “L’ Eterno Fascino dell’Arte” per Svagarte

Anny Wernert espone dal 20 aprile 2018 all’11 maggio nella vetrina della Camera di Commercio di Forlì-Cesena,  nella rassegna collaterale alla Mostra 'L'Eterno e il tempo tra Michelangelo e Caravaggio'. Presenta tre dipinti stilisticamente coerenti, degli anni  1978- 80. “Ritratto di Dali col collo di Raffaello, accattivato dall’apparizione dell’angelo di Millet attraverso lo squarcio nelle nuvole” dove particolari dalle sue famose composizioni scandiscono l’ordito compositivo.

“Chagal, ritorno a Vitebsk” che riecheggia il ritorno in patria dell'artista e mostra un singolare viandante librarsi in volo tra le colline del piccolo villaggio di Chagall, russo ma naturalizzato francese.

“Piccola storia spagnola”: una sintesi di arte e storia, dalla guerra civile al flamenco, da Federico Garcia Lorca a Dali. Sua fonte di ispirazione creativa sono la citazione dell’arte di Maestri tanto ammirati, la natura, la musica e la Storia, componenti cementate da un forte coinvolgimento emozionale dell’artista. Sempre presenti la musica, la natura e il senso del sacro, motivi rivelatori, già dai titoli dei quadri voluti dall’artista, di una cura e di una riflessione prolungamento della pittura stessa.
 In Anny l’urgere dei moti dell’animo, le pulsioni interiori, la continua ricerca lirica e spirituale si traducono visivamente nella materia cromatica, plasmata dal pennello con qualità tecniche e fanno trasparire una vibrante sensibilità.
Svagarte con “L’ Eterno Fascino dell’Arte”  fa idealmente dialogare lo stile e i mezzi espressivi di Muky con le opere esposte ai Musei S. Domenico. La vetrina della Camera di Commercio di Forlì-Cesena stimola, quale luogo a vocazione espositiva, l’osservazione delle opere in un’esperienza di fruizione facilitata e consente la presentazione di opere nel cuore del centro storico di Forlì. Il confronto con 'L'Eterno e il tempo tra Michelangelo e Caravaggio' contamina tutto ciò che appartiene alla cultura di oggi e rovescia il risultato espositivo in cui convivono modi di produzione e fruizione dell’arte diversi in un’estetica che mette in campo non soltanto la compresenza di passato–presente–futuro, ma i diversi meccanismi emotivi che convivono, s’intrecciano e si oppongono in uno spazio collettivo e individuale. L’iniziativa si avvale del Patrocinio del Comune di Forlì.

Le opere sono visibili dal loggiato della Camera di Commercio, in Corso della Repubblica 5, durante tutto il periodo espositivo. Info  Svagarte@gmail.com

]]>
Don Giuseppe Billi esalta la mostra su Giuliano Pini a Sesto F.no Fri, 20 Apr 2018 22:45:23 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/476926.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/476926.html La Soffitta Spazio delle Arti La Soffitta Spazio delle Arti

Il noto storico dell'arte della Cei promuove la mostra

in corso di svolgimento a Sesto Fiorentino


Don Giuseppe Billi ad AltoBasso 2018

Giuliano Pini, la complessità sorprendente”


Giuliano Pini sorprende sempre. E' questo, infatti, il primo aggettivo usato da don Giuseppe Billi, critico e storico dell'arte, componente della Commissione arte sacra della Diocesi di Prato, che ha visitato giovedì 19 aprile, a Sesto Fiorentino, la mostra Giuliano Pini-Della libertà poetica.

Don Billi è autore di varie pubblicazioni e curatore di molte mostre d'arte; è stato a lungo componente delle Commissioni liturgia e arte sacra della Cei e ha curato parte degli allestimenti del 4° Convegno Ecclesiale Nazionale di Verona del 2006.

A guidarlo nella visita alla mostra è stato Francesco Mariani, curatore dell'evento espositivo, responsabile del Gruppo La Soffitta Spazio delle Arti e presidente del Circolo Arci-Unione Operaia di Colonnata.

Questa antologica, pensata per celebrare il grande artista fiorentino a poco meno di un anno dalla scomparsa, è organizzata dal Gruppo La Soffitta Spazio delle Arti del Circolo Arci-Unione Operaia di Colonnata con la collaborazione del Comune di Sesto Fiorentino e il patrocino del Comune di Cavriglia (Arezzo) e incarna l'edizione 2018 del progetto AltoBasso, giunto alla sua ottava edizione, che unisce in un grande appuntamento le due storiche strutture cittadine dove si fa promozione culturale: La Soffitta Spazio delle Arti, all'interno del Circolo Arci-Unione Operaia in piazza Rapisardi 6 a Colonnata, e il Centro Espositivo Antonio Berti in via Bernini 57.

Le opere esposte sono 118 tra le quale molte novità assolute. Alla cura della mostra hanno collaborato le storiche dell'arte Giulia Ballerini, Alessandra Acocella e M. Donata Spadolini oltre a Roberta Romanelli Pini che, come ha sottolineato Mariani, “ci ha aperto gli scrigni di famiglia dando un contributo fondamentale per la perfetta riuscita dell'evento”.

“Giuliano Pini �“ ha detto don Billi �“ è un artista davvero sorprendente e straordinario. Credo che tutti quanti lo percepiscano. La prima cosa che si vede, oltre la grande capacità tecnica e formale, è questo straripare delle forme. Lui tracima; ma tracima in un modo intelligente; è un tracimare su elementi in parte citati e in parte inventati. Le sue forme si dilatano in un modo tale che richiamano i manieristi. Ma nei suoi quadri io vedo soprattutto Rubens e, in parte, gli artisti tedeschi traslati nel tempo presente.

In lui �“ prosegue �“ è complesso anche il semplice. Non si può fare la semplicità per dare solo una simbologia pauperista; l'uomo è così: è complesso. E questa complessità emerge in ogni dettaglio. Basta osservare le pieghe dei vestiti, i dettagli delle figure umane, le mani soprattutto. E poi ci sono gli occhi che ti guardano con una grande altezza, quasi un senso di superiorità, ma che poi ti lasciano una goccia di inquietudine. Ti fanno capire che il complesso è bello e che va preso così com'è. Non ci sottraiamo alla complessità...”.

La mostra Giuliano Pini - Della libertà poeticaè già stata visitata da circa un migliaio di appassionati d'arte. L'evento prosegue, con ingresso gratuito,sino a domenica 6 maggio con i seguenti orari: dal martedì al sabato 16-19; festivi 10,30-12,30 e 16-19; lunedì chiuso.



Sedi espositive

Centro Espositivo “Antonio Berti” - Via Bernini, 35 - Sesto Fiorentino (FI)

La Soffitta Spazio delle Arti c/o Circolo Arci di Colonnata - Piazza M. Rapisardi, 6 - Sesto Fiorentino (FI)

Ufficio stampa: ufficiostampa@lasoffittaspaziodellearti.it

]]>
A Milano, sabato 28 aprile, concerto di WILL HUNT batterista degli EVANESCENCE. Special guest: mariaFausta Fri, 20 Apr 2018 20:10:41 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/476919.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/476919.html ultra ultra

COMUNICATO STAMPA

WILL HUNT

INVASION TOUR 2018 �“ the reprise

Il batterista degli Evanescence

in concerto

 

THE BOSS

(Piazzale Giovanni de Agostini, 8)

 

Sabato 28 aprile | ore 21.30

 

Special guest: mariaFausta

 

Will Hunt batterista del gruppo gothic metal statunitense Evanescence (anche con White Noise Owl e per tre anni nella band di Vasco Rossi) torna in Italia a fine dal 24 Aprile per un nuovo tour nei club durante il quale, come nel precedente, sarà accompagnato da una serie di rock band del nostro Paese. Lo show sarà incentrato su una scaletta di famose hit internazionali  da Nirvana, Pearl Jam, Foo fighters a Whitesnake, AC/DC, Van Halen e molti altri, la scaletta non darà tregua.  I biglietti sono disponibili presso i club e le prevendite locali. 

Queste le date ad oggi confermate: 24 aprile Cazzago Brescia, Rockout; 25 aprile Bologna, Bravo Caffè; 26 aprile Verona, Musical Box (clinic); 27 aprile Cermenate Como, Black Horse; 28 aprile Milano, The Boss; 29 aprile Ranica Bergamo, Druso; 30 aprile Bellinzona, Peter Pan.

Nella data milanese, sabato 28 aprile al The Boss, si esibirà anche la songwriter e polistrumentista mariaFausta, che presenterà in acustico alcuni brani del nuovo album “Million Faces” uscito di recente e disponibile in formato Cd, in digital download e su tutte le piattaforme di streaming.

Nato in Florida il 5 settembre 1971, Will è una miscela di energia e carisma che trascina e affascina. Ha suonato live e in studio con molte band internazionali, soprattutto nella scena rock/nu metal, e attualmente con Evanescence. Ha collaborato, tra gli altri, con Zakk Wylde, Black Label Society, dopo aver suonato con Static-X, Mötley Crüe, di recente con Vasco Rossi, fino al suo ultimo progetto White Noise Owl, una band formata da componenti di gruppi culto della scena alternative rock americana come Black Label Society, Lo-Pro e Snot.   

 

Will Hunt Pagina FB ufficiale:

https://www.facebook.com/Will-Hunt-287898684562943/

 

Info: Ulive booking

www.facebook.com/ulivebooking

 

 

 

]]>
Invito Conferenza di presentazione di Flux - Festival Lituano delle Arti - giovedì 26 aprile - Auditorium Parco della Musica Fri, 20 Apr 2018 18:42:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/476915.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/476915.html GDG Press GDG Press Cari tutti,

in occasione del centenario della Repubblica Lituana tutta la vivacità e il fermento della scena artistica del Paese baltico arrivano a Roma dal 4 al 15 maggio con FLUX - Festival Lituano delle arti3 mostre, 2 rassegne video, 4 concerti, 5 spettacoli - per un totale di 12 giornate di arteteatrodanza, musica performanceproiezioniarchitettura e fotografia, - riempiranno il calendario culturale della Capitale nelle sue sedi più prestigiose: l’Auditorium Parco della Musica, il MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, il Teatro Argentina, il Teatro India, Palazzo Braschi e il Museo Baracco.

Di seguito l'invito alla conferenza stampa di presentazione della prima edizione  del Festival si svolgerà giovedì 26 aprile presso l'Auditorium Parco della Musica di Roma alle ore 12.00 

Partecipano alla conferenza stampa: il Presidente di Fondazione Musica per Roma Aurelio Regina, l’Amministratore Delegato di Fondazione Musica per Roma José R. Dosal,  la Direttrice del Lithuania Cultural Institute Aušrin�- Žilinskien�-, l’Addetta culturale della Repubblica di Lituania in Italia Julija Reklait�-, il Sovrintendente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Michele dall’Ongaro, il Presidente del Teatro di Roma Emanuele Bevilacqua, La Senior PR Account Executive dell'Ufficio del Turismo della Lituania in Italia Monica Tagliabue.

Vi chiediamo di confermare la vostra presenza alla mail gdgpress@gmail.com

Grazie,

Giulia Di Giovanni

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
Il primo disco di Makai "The Comfort Zone" esce oggi in digitale e dall'11 maggio nei negozi di dischi per INRI/Metatron Fri, 20 Apr 2018 14:31:13 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/476894.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/476894.html GDG Press GDG Press

CONTRADDIZIONI IN EQUILIBRIO

 TRA CONTAMINAZIONI SONORE E RAFFINATO INTIMISMO

 “THE COMFORT ZONE” 

IL PRIMO DISCO DI  MAKAI 

in uscita per INRI/METATRON

DA OGGI IN DIGITALE  E DALL'11 MAGGIO NEI NEGOZI DI DISCHI

Link all'ascolto e al download: https://inri.lnk.to/thecomfortzone

Fitte trame di suoni, parole e stati d'animo, un sapiente e ricercato equilibrio tra elettronica di stampo nordico e cantautorato intimista dal sapore più morbido e mediterraneo.

Esce oggi 20 aprile in digitale e dall'11 maggio nei negozi di dischi per INRI/METATRON “The Comfort Zone”, il primo disco di Makai. Dopo il primo EP “Hands” e un tour che lo ha portato nei club di tutta Italia fino al Sziget Festival, il primo full length di Makai continua a disegnare la mappa di un mondo da esplorare, a tessere atmosfere e paesaggi sonori differenti.

Un album che fa delle contraddizioni e contaminazioni il suo tratto distintivo, che crea una dialettica tra momenti contrari in una sintesi di geometrie techno e strumentali onirici, di spensieratezza e malinconia.

La comfort zone è uno stato psicologico dove si resta in contatto con persone, cose e ambienti familiari, preservandosi da ansie e paure. Makai, al secolo Dario Tatoli, parte da questo concetto per muoversi in senso opposto, rifiutandolo: Detesto il concetto di comfort zone e detesto l’idea di non rischiare, di non spingersi oltre, di non provare. Volevo scappare, giocare con i suoni e sentirmi profondamente libero di interpretare dei brani in maniera differente.

Makai ha quindi abbracciato sonorità diverse dal suo solito immaginario, è diventato il sound designer di se stesso, elaborando armonie tra elementi apparentemente contrastanti e contrapposti.

Nascono così nove brani, nove quadri visivi in musica tutti cantati in inglese. Canzoni semplici ma dai testi toccanti e intensi, dai tessuti musicali ironici, sognanti e ipnotici allo stesso tempo.

Makai volteggia su nuvole di suono, passando dal loop ossessivo e avvolgente di kalimba di “Lazy Days”, soffiato inno alla pigrizia e all'armonia della semplicità, al canto sottile corredato da percussioni decise e chitarre sommerse di Hands, dove si celebra l’inizio di un viaggio dalla destinazione sconosciuta.

The Comfort Zone” è al contempo leggero e profondo, sia musicalmente che testualmente: frutto di questo raffinato e delicato bilanciamento sono i campionamenti e il cromatismo quasi fotografico di Fire fall, l'autoritratto in forma di note di You, la malìa sonora di Clara. Si passa con eleganza dal vortice ossessivo e notturno di Night Shift alle risonanze techno ed elettroniche di ispirazione teutonica di Missed per atterrare, fluttuante, onirico e profondo su Later.

Chiude il viaggio la title track, The Comfort Zone: registrata in una vecchia demo nella sua mansarda e la sua chitarra classica, è semplice, privata, sporca, si fa emblema di quella zona di sicurezza da cui Makai fugge durante tutto il resto dell'album.

MAKAI è il moniker dietro cui si nasconde Dario Tatoli, producer, sound designer e polistrumentista pugliese, già nei Flowers or Razorwire (keats collective USA/Bizarre love triangles ITA). MAKAI è un processo in divenire iniziato nel 2010 e in costante evoluzione. Un vortice di dicotomie irrisolte e irrisolvibili, alla ricerca di una perfezione che è un sogno dentro le palette dei suoni e nella stretta griglia della forma canzone. Un labor limae continuo volto a vestire le canzoni di abiti nuovi, fatto di tagli e revisioni, riscritture e sovraincisioni, che si concretizza nel 2016 nell’EP HANDS. Alla pubblicazione è seguito un tour che lo ha portato su numerosi palchi italiani fino a quello dello Sziget Festival di Budapest.

CLARA, il primo videoclip estratto da“The Comfort Zone”, il nuovo disco in uscita ad aprile, è stato presentato in anteprima su Rolling Stone (http://www.rollingstone.it/musica/news-musica/ascolta-clara-il-nuovo-singolo-di-makai/2017-03-14/) mentre il secondo, “Lazy Days”, è uscito in anteprima su Repubblica.it(https://video.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/makai-lazy-days-la-gioia-di-un-matrimonio-in-laos-e-un-loop/301063/301695 .

Credits “The Comfort Zone”:

Written recorded produced : Dario Tatoli

Mix : DARIO TATOLI

(You, The comfort zone, Night shift)

ANDREA SURIANI

(Firefall, Lazy days, Later, Clara)

MATILDE DAVOLI

(Missed, Hands)

Stems mastering: Andrea Suriani

Giovanni Todisco: Acoustic Drum on Firefall, Hands.

Danilo De Candia: Bass on Lazy days, Night shift.

Andrea De Marco: Electric guitar on Missed, Bass on Firefall

Fabio Gesmundo: Electric guitar on Clara, Firefall, Classic guitar on Later.

Lyrics: Dario Tatoli / Cataldo Bevilacqua (Orson)

MAKAI

Facebook https://www.facebook.com/MAKAISPACE/

Instagram https://www.instagram.com/makai_space/

UFFICIO STAMPA

Gdg Press

www.gdgpress.com

Giulia Di Giovanni - mob: +393341949036; mail: info@gdgpress.com

Michela Rossetti - mob: 3479951730; mail: rossetti.michela@libero.it

Alessandro Gambino - mob: +393208366055; mail: alessandro@gdgpress.com

Giulia Zanichelli - mob: 3401808965; mail:gdgpress@gmail.com

 

INFO CONCERTI

giuseppe.cernera@panicoconcerti.it

info@panicoconcerti.it

MGMT

giuseppe@explodingbands.it

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA IN  WORD

SCARICA LA COVER

SCARICA LA CARTELLA STAMPA: https://www.dropbox.com/sh/8vtplwzeolw7xo2/AABt34GMxDsm6PtnQ6iwj8r0a?dl=0 

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
COLAPESCE: dopo il grande successo invernale ecco le prime date estive Fri, 20 Apr 2018 13:58:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/476893.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/476893.html GDG Press GDG Press

COLAPESCE

DOPO IL GRANDE SUCCESSO INVERNALE

ECCO LE PRIME DATE ESTIVE

 

25/05/2018 LUCCA - WØM FEST '18

26/05/2018 MILANO - MI AMI FESTIVAL

02/06/2018 SANGEMINI (TR) - PARCO DELLA FONTE

03/06/2018 BOLOGNA - BIOGRAFILM PARK GIARDINI DEL CAVATICCIO  

23/06/2018 BRA (CN) �“ PARCO DELLA ZIZZOLA ARTICO FESTIVAL

06/07/2018 SCISCIANO (NA) - FARCI SENTIRE

08/07/2018 FERRARA - FERRARA SOTTO LE STELLE CORTILE DEL CASTELLO ESTENSE

17/07/2018 SESTRI LEVANTE (GE) - MOJOTIC FESTIVAL 2018

21/07/2018 MIRA (VE) - MIRA ON AIR FESTIVAL

 28/07/2018 VASTO (CH) - SIREN FEST  

21/08/2018 ORTIGIA (SR) - PIAZZA D’ARMI CASTELLO MANIACE   

22/08/2018 CASTELBUONO (PA) - MUSAIC ON FESTIVAL

 


Colapesce è una valanga, una serie di storie che si arrotolano, si mescolano e inesorabilmente  travolgono tutto il pubblico presente all’inizio del suo Infedele Tour a Santeria Social Club. Posso solo dire che all’01:07 di un venerdì notte mi sono sentito “Totale” dopo un concerto di infinita bellezza.

Gianluigi Marsibilio - Qube Music

 

Quello che colpisce, sin da subito, è l'affiatamento della band: i musicisti si guardano, si sorridono, si fanno cenni e si coordinano con precisione impeccabile.

Mattia Marzi - Rockol 

 

Infedele è un album dove è andata a convergere, tra geografia e sentimenti cantati con semplicità e purezza, tutta la ricerca di Colapesce: e dal vivo, fatecelo dire, è ancora meglio che su disco.
Arianna Galati - Onstage

Senza volerlo, ma ben consapevole delle proprie doti di autore, Colapesce ha indirettamente catechizzato sui valori dell’autenticità artistica e dimostrato che si può ancora essere attraenti pur non indossando l’abito posticcio della musica sponsorizzata.

Giuseppe Mangiameli - Deerwaves

 

COMUNICATO STAMPA

 

“Infedele” ha confermato Colapesce come uno dei talenti più fulgidi e cristallini della sua generazione. Un autore capace di muoversi tra i generi e gli stili, mettendo comunque sempre al centro di tutto la canzone. Un artista libero che non ama i vincoli e che si diverte a giocare con le forme del pop, ma senza disdegnare soluzioni più sperimentali.
L’ultimo album, infatti, può essere inteso come un vero e proprio manifesto del Colapesce pensiero: prodotto dallo stesso Lorenzo insieme a IOSONOUNCANE e Mario Conte, “Infedele” mostra un musicista in stato di grazia e in grado di mischiare musica colta e leggera, rock e fado portoghese, musica elettronica e free jazz: tutto e il suo contrario.
Il risultato dal vivo è un sound unico, personale e di grande impatto, grazie soprattutto alla Infedele Orchestra, la band che accompagnerà ancora Colapesce anche nel corso del tour estivo e in cui militano lo stesso Mario Conte, il talento cristallino e imprevedibile di Adele Nigro (meglio conosciuta come Any Other), il drumming chirurgico di Giannicola Maccarinelli (aka Bonito Belissimo dei Joy Cut), il tocco suadente di Andrea Gobbi al basso e il sax impazzito di Gaetano Santoro. Chiunque abbia visto almeno una delle date invernali dello show di Colapesce ne è rimasto impressionato: quello della Infedele Orchestra è uno spettacolo ricco di sorprese, coinvolgente anche dal punto di vista sensoriale e che gioca esteticamente con i culti religiosi del nostro paese.

Dopo una parte invernale di tour scandita da numerosi sold out, un concerto in diretta radio nazionale su Rai Radio2, la partecipazione alla trasmissione televisiva Brunori Sa su Rai 3, Colapesce si appresta a inaugurare la bella stagione partecipando all’anteprima londinese del Siren Festival di Vasto (che lo vedrà tra i protagonisti nella sua usuale edizione italiana alla fine di luglio) il prossimo 24 aprile e poi salendo sul palco del concerto dell’Uno Maggio di Taranto dove ritroverà anche Dario Brunori, mentre il tour estivo vero e proprio partirà da fine maggio col Wom Festival di Lucca  per proseguire poi nei più importanti festival musicali italiani come il Mi Ami, Ferrara Sotto le Stelle, Mojotic, il Siren Festival e tanti altri.


Le prossime settimane saranno davvero ricche di novità, compreso il lancio di un nuovo singolo, un nuovo video e tante sorprese che ancora non possiamo svelarvi.

 

SCARICA LE FOTO

SCARICA IL COMUNICATO IN WORD

 

LE NUOVE DATE DELL'INFEDELE TOUR:

25/05/2018 LUCCA - WØM FEST '18

info e prevendite : https://www.womfest.it/


26/05/2018 MILANO - MI AMI FESTIVAL

Info e prevendite http://m.mailticket.it/spettacolo/10136

02/06/2018 SANGEMINI (TR) - PARCO DELLA FONTE

circuito prevendite DIY ticket's

03/06/2018 BOLOGNA - BIOGRAFILM PARK GIARDINI DEL CAVATICCIO

Ingresso libero

23/06/2018 BRA (CN) - PARCO DELLA ZIZZOLA ARTICO FESTIVAL

info e prevendite https://www.facebook.com/ArticoFestival/

06/07/2018 SCISCIANO (NA) - FARCI SENTIRE

ingresso libero
08/07/2018 FERRARA - FERRARA SOTTO LE STELLE cortile del castello Estense

Ingresso libero

17/07/2018 SESTRI LEVANTE (GE) - MOJOTIC FESTIVAL 2018

info e prevendite : WWW.MOJOTIC.IT ; Vivaticket, Ticketone, DIY Tickets

21/07/2018 MIRA (VE) - MIRA ON AIR FESTIVAL

info e prevendite : tba

28/07/2018 VASTO (CH) - SIREN FEST

info e prevendite : www.sirenfest.com

21/08/2018 ORTIGIA (SR) - PIAZZA D’ARMI CASTELLO MANIACE

Prevendite : circuito DIY

22/08/2018 CASTELBUONO (PA) - MUSAIC ON FESTIVAL
prevendite : https://www.smappo.com/event/5ad347ac6a6a2_musaic-on.html

 

 

INFORMAZIONI AL PUBBLICO:

www.dnaconcerti.com 

info@dnaconcerti.com

www.facebook.com/dnaconcertieproduzioni 

www.instagram.com/dna_concerti

 

 

INFORMAZIONI ALLA STAMPA SUL TOUR:

Annachiara Pipino - annachiara@dnaconcerti.com

Tel. +39 (0)6 89560116

 

 

READ MORE:

www.facebook.com/42rec

facebook.com/musicadicolapesce

www.42records.it

 

 

Ufficio stampa GDG Press

www.gdgpress.com


www.facebook.com/gdgpress.ufficiostampa/

Giulia Di Giovanni: info@gdgpress.com 3341949036

Alessandro Gambino: alessandro@gdgpress.com

Michela Rossetti: rossetti.michela1@libero.it - 347 9951730

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
[SpaceRenaissianceItalia NEWS #01.2018] Elon Musk is the Bob Dylan of our Time Fri, 20 Apr 2018 12:30:01 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/476888.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/476888.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Space Renaissance News  *by ADRIANO AUTINO


INFO web blog  Asino Rosso



 
 
 
A brief letter to the “March For Our Lives” movement
 
by Adriano V. Autino
 
Dear students and supporters,
 
Fifty years ago, when I was your age, my generation rebelled throughout the world against the stupid and warmongering powers which rewarded exploitation and oppressed the exploited. We demonstrated for freedom and equal opportunities for all peoples in the world, regardless of the latitude where they were born or whatever social class that they belonged to.
 
The American student movement against the Vietnam War was an inspiring flame for similar movements that were born in other places throughout the world. Our heroes were the poets and musicians of the beat generation, of whom Bob Dylan is perhaps the most unanimously recognized representative. Dylan sang his deeply humanist lyrics, always projecting his vision far beyond the short-sighted classist and hateful ideology that unfortunately characterized many of the protest movements, severely limiting their innovative and genuinely progressive character.
 
The brightest minds realized that freedom, equality and brotherhood, which had been proclaimed two centuries ago by the French Revolution, were not enough to fuel progress. To fuel progress, wealth is also needed. Poverty does not generate progress: it can at most stimulate ideas and initiatives (“stay hungry, stay foolish, …” as Steve Jobs said). However, if ideas and initiatives do not find the necessary resources they cannot develop. Whether wealth is conceived as a reward to the best ones or as a distribution criteria for social equity, if there is no wealth, there can be no social model useful for the progress and the well-being of civilization. Poverty only generates barbarism, authoritarianism, despotic bureaucracy, dictatorship and contempt for life. Therefore, at least one fundamental concept must be added to the values of the bourgeois revolution of two centuries ago: wealth. Eventually, then, we can discuss how it is more ethical to distribute wealth, but first of all we must ensure that there is sufficient wealth for everyone, if we truly believe that every human being has the right to live peacefully and seek happiness.
 
Now, let's ask ourselves a fundamental question: “Has the concept of global wealth, of abundance necessary for humanity, already found poets and musicians capable of transmitting this “good news” all over the world?” In my opinion, yes it has.
 
A couple of months ago Elon Musk launched his car on a Falcon Heavy into space. This gesture was highly symbolic, as Musk is saying that we shall continue our civilian activities - particularly industrial development - in outer space. Also please notice the strong symbolism represented by the life and career of Elon Musk: he creates wealth and spends it on the future of humanity. He is able to understand and conceptualize, as have Stephen Hawking and a few other excellent minds of our time, that almost eight billion humans living on the third planet of the Solar System will not survive if they remain confined within the limits of their home planet. Inevitably, a myriad of fragmented tribes will be reduced to fiercely fighting over dwindling resources in order to survive in an ever deteriorating environment, as has been portrayed in many dystopian science fiction scenarios that have been “sensitizing” us for years about what to expect. Yet, the Solar System holds nearly infinite resources and the energy necessary for maintaining and perpetuating a truly free and peaceful civilization.
 
We must not expect the messengers of the Renaissance to always present themselves in the same form. This is the mistake made by all the nostalgic people who despair, regretting the movements of the past and lamenting their absence today.
 
Elon Musk speaks to the world today as much as Bob Dylan did so fifty years ago. Musk is part of a new visionary and progressive entrepreneur class that has been generated by the industrial civilization of the last two centuries, and he speaks to those who will understand it.
 
In approximately twenty countries where periodic tests have been carried out, it now seems that the intellectual quotient (IQ) of the latest generations has increased from 3 to 8 points every 10 years (the Flynn Effect). It is therefore my deep conviction that many will understand this message. Indeed, as it often happens, messengers probably interpret feelings that are already publicly widespread and present in society.
[English editing: Arthur Woods]
 

If you think that our work deserves to be supported,
consider to join SRI as a member!

 
Visit the Space Renaissance websites:
 
  
 
Join the Space Renaissance!
 
  
 
 
© 2018 Space Renaissance International
 
]]>
Pro Biennale di Vittorio Sgarbi, ultimi giorni per partecipare Fri, 20 Apr 2018 12:11:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/476887.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/476887.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Spoleto Arte - Grandi Eventi


 

Image

Presentata da Vittorio Sgarbi

con il soprano Katia Ricciarelli,

José Dalì, figlio di Salvador Dalì,

Alberto D'Atanasio del museo Modigliani,

Paolo Liguori di TG Com,

la direttrice di «Chi» Silvana Giacobini

e molte altre grandi personalità.


 

 Rimangono ancora POCHI POSTI LIBERI 

per poter esporre nel CUORE DI VENEZIA

ed entrare così nel prestigioso CATALOGO MONDADORI


 presso


SCUOLA GRANDE DI SAN TEODORO - Ponte di Rialto 

 

SPOLETO PAVILION - Dorsoduro, vicino al Teatro La Fenice

Image
Image
Image
Image
 

 SCARICA LA NOSTRA BROCHURE

per avere tutte le informazioni sull'evento,

sugli ospiti illustri,

e sui servizi a cui avrai diritto se partecipi

 

Richiedi maggiori informazioni

telefonando allo

0424 525190

 

oppure al

388 7338297

 

  altrimenti inviaci una e-mail

con i tuoi dati e le tue opere all'indirizzo:

org@spoletoarte.it

 
Facebook
 
Instagram
 
Web Site
 


]]>
«La foresta assassina» di Sara Blaedel e All'ombra di Julius di Elizabeth Jane Howardin libreria Fri, 20 Apr 2018 12:07:00 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/476885.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/476885.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Fazi Editore 


 
Inoltra
Care lettrici e cari lettori, 
vi presentiamo  
Buona lettura!

Sara Blaedel
LA FORESTA ASSASSINA
Collana Darkside / pp. 302 / 15 euro / Traduzione di Alessandro Storti

la foresta assassina

«Blædel è una delle migliori che io conosca».
Michael Connelly

«Sara Blædel è al suo apice. Louise Rick è un personaggio che farà tornare i lettori, che ne vorranno di più».
Camilla Läckberg

«Sara Blædel è una forza di cui bisogna tener conto. Quando si parla di gialli, tutti parlano di trend - scandinavi, tedeschi, russi. Blædel non è un trend: è una scrittrice di gialli molto dotata che, una dopo l’altra, confeziona storie solide e avvincenti che possono piacere a tutti i lettori del mondo». 
Karin Slaughter

Il libro È una notte importante, per il quindicenne Sune. Cresciuto in una comunità neopagana scandinava, è finalmente giunto il momento del suo rito di iniziazione: insieme al padre uscirà di casa bambino, per farvi ritorno da uomo. È il suo rito. Un falò è stato acceso in mezzo alla foresta; le lingue di fuoco vibrano nell’oscurità e le ombre nere oscillano fra gli alberi; gli uomini sono tutti lì per lui, per accoglierlo nel loro cerchio. E poi, ecco una donna. Una prova difficile… Quella notte Sune sparirà nel nulla. Le indagini sono affidate alla detective Louise Rick, che è tornata al dipartimento di polizia dopo una lunga assenza forzata. Hvalsø, teatro della scomparsa del ragazzo, è il suo paesino d’origine, e per Louise questo caso si rivela un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo, che la costringerà a fare i conti con i misteri del suo passato: il suo fidanzato potrebbe non essersi suicidato, come credeva. Correndo gravi pericoli, riscoprirà poco alla volta una cittadina dove il manto invernale del Nord ha coperto ogni cosa ma dove, dietro paesaggi gelidi e immacolati, si nascondono terribili segreti e legami mortali.
Dalla regina del crime danese, dopo Le bambine dimenticate torna l’indimenticabile Louise Rick in un poliziesco dall’atmosfera soffusa e avvolgente.


Sara Blaedel Nata nel 1964, prima di dedicarsi alla scrittura è stata editrice e giornalista. Ha pubblicato dieci romanzi, che hanno venduto oltre tre milioni di copie. Tradotta in 37 paesi, è conosciuta come la regina del crime danese. Il suo personaggio più celebre, Louise Rick, è finalmente in arrivo sugli schermi: Bron Studios ha acquisito i diritti tv per l’intera serie con la detective protagonista.

Dal 9 aprile in libreria
All'ombra di Julius di Elizabeth Jane Howard

all'ombra di julius
 
Condividi:
]]>
Ferrara: Tiemme Edizioni Digitali 100° *Antonio Sturla - Pioniere del cinema italiano Fri, 20 Apr 2018 12:03:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/476884.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/476884.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

*info web blog AsinoRosso



A cinquant’anni dalla sua scomparsa, questo libro omaggia Antonio Sturla, uno dei pionieri del cinema italiano, che ha iniziato la sua attività di operatore cinematografico nei primi anni della nascita del cinema, peraltro anni in cui quella figura professionale coincideva spesso con quella di regista. Antonio Sturla è stato direttore della fotografia in oltre un centinaio di documentari: perno di una produzione cinematografica che ha anche favorito la formazione di alcuni registi, distintisi poi nel cinema e nella televisione, fra i quali Florestano Vancini, Damiano Damiani, Adolfo Baruffi, Renzo Ragazzi, Fabio Pittorru e, sebbene non regista ma creatore degli effetti speciali, il “tre premi Oscar” Carlo Rambaldi.

*Le edizioni digitali Tiemme, a cura del poeta, editore, critico letterario e giornalista Riccardo Roversi, festeggiano l'eBook numero 100(!) dopo neppure un anno, dedicato a Antonio Sturla, come da presentazione, figura storica e quasi relativamente mitica per il cinema italiano,  tra le più alte personalità creative  ferraresi  vere ferrariste e moderne, anche mentore della storia cinematografica sempre made in Ferrara di ampiezza e notorietà nazionale e anche internazionale. Come diversamente centenario in senso editoriale eBook quindi ad hoc, tra i più preziosi nell'ambito di un catalogo colmo di ristampe e squisitezze già collezionistiche in chiave digitale e ciberculturali, secondo la filosofia editoriale in primo piano del curatore. (R.G.)
]]>
BLUE PARROT FISHES - Ascolta il Concept EP della band toscana (Beng! Dischi 2018) Fri, 20 Apr 2018 11:06:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/476880.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/476880.html Beng! Dischi Beng! Dischi

 
La band electro rock toscana Blue Parrot Fishes torna con l'omonimo EP che mostra una decisa svolta stilistica rispetto alle loro produzioni precedenti: un Concept EP che rappresenta il viaggio che ognuno di noi è destinato a compiere.
Ogni capitolo è racchiuso nelle 4 canzoni dell'EP, ovvero la nascita e la partenza (Le Grand Bleu), la crescita e la scoperta (Fuoco), la rassegnazione (Rakatabum) e, infine, la morte (Terra).
 
In questi anni la band si è caratterizzata per il forte impatto live e per il mondo surreale che racconta. Ha registrato un EP e un Album e suonato in piccoli e grandi club e locali ma anche a festival e concorsi, vincendone molti. Il loro percorso li porta ad oggi con questo EP che li vede cresciuti, in tutti i sensi. Realizzano l'EP grazie ad una vincente campagna crowdfounding con Musicraiser e alla vittoria del concorso "Indietime" che permette loro di aprire il concerto a Marina Rei al Marea Festival e di registrare l'EP a Labella Studio.
 
L'EP esce per Beng! Dischi il 20 Aprile 2018, data di presentazione del disco e inizio di un tour promozionale.

ASCOLTA L'EP
BLUE PARROT FISHES (Beng! Dischi 2018)

facebook.com/bengdischi

Spotify - https://goo.gl/HdsDq3
ITunes - https://goo.gl/t2xASG
Amazon - https://goo.gl/bc9pah
YouTube - https://goo.gl/GRzzgb​

ACQUISTA L'EP
Bandcamp - 
https://goo.gl/HSpoFz

__________________________________________
 
 
I BPF sono Francesco Marino (voce, tastiera e cori), Gianni Capecchi (chitarre e cori) e Ravi di Tuccio (batteria e cori) e dal vivo sono supportati da Albert, un'intelligenza artificiale che li guida per tutta la durata del concerto.
 
Ecco le date (in continuo aggiornamento):
20 Apr - Circolo Arci "Il Botteghino" - Pontedera (PI)
25 Apr - "Fino al Cuore della Rivolta" - Fosdinovo (MS)
27 Apr - Circolo Brusciana Empoli (FI)
1 Mag - Festa Rossa - Lari (PI)
5 Mag - Home Concert - Berna, Svizzera
19 Mag - Santa Croce Rock City - Santa Croce (PI)
1 Giu - Circolo Arci di Margine Coperta (PT)
6 Giu - La Cucina Abusiva - Pontedera (PI)
14 Lug - "Notti Rosse" - Villalunga di Casalgrande (RE)
24 Lug - Birra e Acciughe - San Miniato (PI)
 

CONTATTI:
Etichetta -
facebook.com/bengdischi
Uff. Stampa - bengdischi@gmail.com
Booking - blueparrotfishesband@gmail.com
 
 


]]>
Valentino a wide width Fri, 20 Apr 2018 10:47:47 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/world_music/476873.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/world_music/476873.html valenti norere valenti norere First, clean the inside of the body so the adhesive has a good surface to bond to. You can do this with a paper towel an water, or a cleaner if you see fit. As you can see, my truck was very dirty from running in the snow, so I had to spend a decent amount of time cleaning. Make sure that the surface is dry before you move on to the next step.

The kitten heel is a much shorter heelbetween one and one and a half inches high. It meets the shoe at its widest place and curves to a narrower point at the very bottom. Originally called "trainer heels," these shoes were designed in the 1950s to help young girls get used to wearing high heels. Highquality kitten heels typically have leather uppers and are worn by women who like the look of heels but prefer something shorter than the stiletto or standard pump heel height. They can be worn with most styles of clothing.

The badges on my mother's uniform glittered under the lights. Her hair dripped rain onto the carpet. I could smell her combination of leather and sweat and http://www.valentinooutletvip.com/ smoke, the smell of the prison in Hutchinson where she worked. "Why are you two still awake?" she asked. Her mouth's oval widened. She stared at me as if I wasn't her child, as if some boy with vaguely aberrant features had been deposited on her living room floor. "Brian?"

Christian louboutin uk is banging them journey red rug with a particular kick connected with his peeptoe tools. Celebrities like Kate Moss, Kylie Minogue and Nicole Kidman have been flashing his or her's little scarlet undercarriages, and where they go every fashionista follows, happily parting utilizing GBP430 for a 4in ct shoe which provides toe cleavage.

 

All of the major athletic shoe companies offer at least one exercise shoe that comes in Valentino a wide width. New Balance even offers a detailed fitting chart that tells you the heel width, instep height, toebox depth and forefoot width for every shoe they make. If you don have access to knowledgeable staff at a running or sporting goods store, all of the major brands have tools on their websites to assist you in selecting a shoe that fits; some, but not all, take width into consideration.

]]>
Note di PNL di Michele Cardone: la musica alla base della PNL Fri, 20 Apr 2018 10:12:43 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/476869.html http://comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/476869.html Recensione Libro.it Recensione Libro.it  


Michele Cardone con il saggio Note di PNL spiega al lettore,
attraverso la musica, le basi delle tecniche di Programmazione Neuro Linguistica.

Con semplicità, parlando anche a chi non conosce la PNL, Cardone fa esempi pratici e citazioni musicali, utilizza le canzoni e le biografie dei musicisti per spiegare i benefici che questa disciplina ha sull’uomo in particolare e sulla sua vita in generale.

La musica è sempre presente nella nostra quotidianità e ci tocca continuamente, basta prestare un po’ di attenzione per rendersi conto che possiamo ascoltare note ovunque ci troviamo. La musica è un ottimo stimolo al benessere e pur non dovendo scomodare la scienza è facile comprendere quanto sia significativa la sua presenza nella nostra vita.

Note di PNL è un manuale originale, che racconta in modo semplice come la musica possa influenzare i nostri stati d’animo, possa portare alla luce ricordi che credevamo di non avere e allieta il nostro tempo, soprattutto rende più piacevole l’attesa e stimola i nostri sensi.

Michele Cardone con questo saggio ci mostra come la musica possa essere un modello per comprendere meglio ciò che ci circonda, ci aiuta a relazionarci con gli altri e ci stimola interiormente.

Note di PNL è un libro pieno di spunti interessanti, aneddoti musicali che incuriosiscono e appassionano, spronando ancora di più il lettore a comprendere il valore della musica nella PNL.

 

Per maggiori informazioni: https://pnlecoaching.it/prodotto/note-di-pnl/

https://www.amazon.it/percorso-musicale-scoperta-strumenti-efficacia/dp/8894193578

 

 

]]>