comunicato stampa: a Santa Croce in Gerusalemme Una "tre giorni" di restauri con Totò, Antonioni e Massi mo Troisi

10/lug/2018 14:10:45 Centro Sperimentale di Cinematografia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


“Per il cinema italiano”

a Santa Croce in Gerusalemme

Una “tre giorni” di restauri con Totò, Antonioni

e Massimo Troisi

Organizzato da CSC e Mibact

 

La seconda settimana della manifestazione “Per il cinema italiano” è dedicata ai restauri della Cineteca Nazionale. “Per il cinema italiano” è in programma dal 30 giugno al 21 luglio a Roma nel Parco Archeologico di Santa Croce in Gerusalemme, negli spazi all’aperto antistanti al Mibact la cui Direzione Generale Cinema promuove l’iniziativa organizzata dal Centro Sperimentale in collaborazione con l’Istituto Luce Cinecittà. Nei primi dieci giorni, nell’arena di piazza S.Croce in Gerusalemme 9/A si sono succeduti ospiti quali Carlo Verdone, Michael Nyman, Nicola Piovani, Giuliano Montaldo, Valerio Aprea, Donato Carrisi, Galatea Ranzi, Alessio Boni, Anna Bonaiuto, Marco Manetti, Antonino Iuorio, Pivio, Paola Cortellesi e Riccardo Milani.

 

Da oggi, martedì 10 luglio, inizia una “tre giorni” di restauri all’insegna della commedia e del grande cinema d’autore.

 

Martedì 10 luglio viene proiettato “Miseria e nobiltà” (Mario Mattoli, 1954), uno dei film più popolari della popolarissima filmografia di Totò. Presentato in anteprima nell’autunno del 2017 al Teatro San Carlo di Napoli (dove sono ambientate alcune sequenze), il film è tratto da un testo teatrale di Eduardo Scarpetta. Nel porticato del Mibact, gli studenti di scenografia del CSC coordinati dal docente Francesco Frigeri hanno ricostruito una scena del film, quella della famosa “spaghettata”. Il film sarà introdotto dalla conservatrice della Cineteca Nazionale Daniela Currò e dal maestro Federico Savina, che ha curato il restauro della colonna sonora.

 

Mercoledì 11 luglio la Cineteca Nazionale (che all’interno del CSC si occupa della conservazione e del restauro dei film italiani) è orgogliosa di presentare la copia restaurata di “Il deserto rosso” (Michelangelo Antonioni, 1964), uno dei capolavori del regista interpretato da Monica Vitti. È un restauro importantissimo, che ha avuto la sua prima mondiale alla Mostra di Venezia nel 2017 ed è stato proiettato in numerosi paesi. Sempre Daniela Currò presenterà il film assieme al direttore della fotografia Luciano Tovoli, che ha curato il restauro ed è stato collaboratore di Antonioni in “Il mistero di Oberwald” e in “Professione: reporter”.

 

Giovedì 12 luglio verrà invece presentato il restauro di “Ricomincio da tre” (1981), amatissima opera prima di Massimo Troisi. Sarà presente l’attore Renato Scarpa, che nel film interpreta l’indimenticabile personaggio dell’eterno ragazzo Robertino.

 

Le proiezioni all’aperto iniziano intorno alle 21, l’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti. Nell’area archeologica del Mibact sono presenti mostre, stand del CSC con libri in vendita e informazioni sui corsi della Scuola Nazionale di Cinema, e un punto ristoro organizzato da Palombini.


Le foto possono essere scaricate dal link:  https://goo.gl/xaEZRQ

 

Roma, 10 luglio 2018

 

 

 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl