comunicato stampa: Al Festival di Roma Peppino e l'Unione Europea in un corto di Giaci Mondaini

15/ott/2014 17:13:43 Centro Sperimentale di Cinematografia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La Cineteca Nazionale presenterà nella prima giornata del Festival di Roma, una chicca assoluta: “Partire è un po’ morire” un film di circa 11’40”, interpretato da Peppino De Filippo per la regia di Giacinto Mondaini (detto Giaci (1903–1979), papà di Sandra Mondaini, fu pittore, disegnatore, umorista, sceneggiatore e scrittore. Ha collaborato con riviste come Il Corriere dei piccoli, Il giornalino della domenica,Candido, e soprattutto Il Bertoldo. Da un suo racconto è stato tratto il film Darò un milione (1935) di Mario Camerini). 
Partire è un pò morire è una farsa surrealista, in cui si auspica una Unione europea senza passaporti e dogane, come negli USA. 
E' l’anno 2001, una presentatrice da un televisore annuncia la trasmissione di una comica di cinquanta anni fa quando viaggiare da un paese all’ altro dell’Europa era un’impresa rischiosa e complessa.
Si vede un uomo (Peppino De Filippo) e una donna (Margit Seeber) correre da un ufficio a l’altro per avere il passaporto e la licenza di matrimonio. Alla fine, dopo minuziosi controlli al posto di frontiera, i due decidono di andare a vivere su un albero augurandosi che un giorno, sul modello degli Stati Uniti d’America, vengano creati gli Stati Uniti d’Europa ! (Il film è del 1951 !!!)

Parte del film, o forse tutto, è girato all’interno e all’esterno del CSC.

Il film appartiene al Fondo della famiglia Iannotta, depositato nel 2013 presso la Cineteca Nazionale, in cui si stanno scoprendo numerose rarità. Trovato da poco, restaurato dalla Cineteca nazionale verrà presentato al pubblico per la prima volta nella sua versione integrale il 16 ottobre pv. al Festival di Roma poi la prossima proiezione ci sarà il 23 e 24 ottobre alla Conferenza internazionale "Regulation: an industry at a crossroads" organizzata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali alla quale parteciperanno i delegati degli Stati membri dell'Unione Europea.

Il restauro in digitale 4k è stato effettuato partendo dai negativi originali scena e colonna conservati presso gli archivi della CN.

 

Per i giornalisti è disponibile la clip del film.

 

Susanna Zirizzotti

Ufficio stampa  

Centro Sperimentale di Cinematografia

via Tuscolana, 1520 - 00172 Roma

tel. 06.72294260   cell. 3391411969

susanna.zirizzotti@fondazionecsc.it - susanna.zirizzotti@gmail.com

mailfax: cscfax_press@fondazionecsc.it

 

TUTELA DELLA PRIVACY

Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da contatti personali o da elenchi e servizi di pubblico dominio o pubblicati. In ottemperanza della Legge 675 del 31/12/96 così come modificata dal decreto legislativo 196 del 30/06/2003, per la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati. Nel caso le nostre comunicazioni non fossero di vostro interesse, sarà possibile evitare ulteriore disturbo, rispondendo a questa e-mail e specificando l'indirizzo o gli indirizzi da rimuovere e come oggetto del messaggio “Cancellazione Nominativo”.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl