videospritz angelo ricciardi incontri internazionali con la videoarte

05/dic/2017 17.47.30 Comitato Trieste Contemporanea Contatta l'autore

07 dicembre 2017

ore 18
Studio Tommaseo
via del Monte 2/1 Trieste

Giovedì 7 dicembre alle 18 Angelo Ricciardi sarà ospite di Trieste Contemporanea per uno speciale Videospritz –  l’appuntamento con la videoarte internazionale da gustare con il tradizionale aperitivo triestino. L’artista napoletano basa la sua ricerca sul rapporto tra scrittura e figurazione nella società contemporanea, con particolare interesse per gli scambi tra comunicazione verbale e comunicazione visuale, molti dei quali svoltisi contemporaneamente in varie città del mondo in collaborazione con altri artisti.

I video in programma allo Studio Tommaseo sono:


Carissima Laure,
2016
file mov. su pendrive
2:16
5/5
Il video, nato durante la corrispondenza con la poetessa libanese Laure Keyrouz, documenta l’azione fatta a Napoli il 1. Gennaio 2016. In linea d’aria, la distanza approssimativa tra le spiagge di Napoli e Beirut è di circa 2.000 Km., chilometri che diventano circa 3.800 se ci muoviamo in direzione Est ed 8.500 se ci muoviamo in direzione Ovest. Svuotare il mare ridurrebbe, di fatto, le distanze.



The Game of Fourteen
2014
DVD Video, 00:37:23
Su di un tavolo un vecchio numero della rivista Co-incidences dedicata alla poesia sonora ed una moneta da un euro. Il visitatore è invitato a giocare il gioco del 14: deve far ruotare la moneta su se stessa facendo in modo che raggiunga il numero 14 in alto a destra sulla rivista. Il video mostra come fare. Gioco nel gioco l’assonanza tra il nome della rivista, Co-incidences, e la moneta che gira, Coin qui danse sur Co-incidences.



End Credits
2013
DVD Video, 4:52:01
5/5
Una lista, quelli dei cento artisti più quotati al mondo, scorre sul cielo stellato mentre il Papa comunica le sue dimissioni. End Credits rappresenta un tentativo, in forma di web collage (la Top 100 List è infatti tratta da http://artfacts.net/en/artists/top100.html del 6 febbraio 2013 mentre l’audio – la voce di Papa Benedetto XVI che rassegna le sue dimissioni – è stato scaricato da http://youtube.com/watch?v=S9qs8vsrLo), di visualizzare lo stato delle cose. Lo stato di un’arte contemporanea, chiusa, isolata nella sua spesso prevalente forma di mercato. Dove è quasi impossibile ascoltare voci fuori del coro.



The Train
2011
DVD Video, 3:44
5/5
Uomini e donne si incamminano, come fantasmi (i nostri?), lungo i binari. Forse hanno abbandonato il proprio villaggio, forse vanno al lavoro o semplicemente in città. Il treno – che non appare mai nel video – è quello che collega Mombasa a Nairobi.



_roundabout
2010
DVD Video, 2:31:13
5/5
Napoli. Quartiere Ponticelli. Rotonda Buren. Un automobile gira intorno alla fontana posta al centro della piazza. Nata con l’intenzione di riqualificare la zona, l’opera appare semi-abbandonata, con i muri scrostati ed i rifiuti che galleggiano nell’acqua. Il dolore e la tristezza provati durante le riprese vengono amplificati dalla canzone Senza Mamma, O Bimbo, Tu Sei Morto! tratta dal Suor Angelica di Giacomo Puccini.
NOTA: Il video, realizzato in collaborazione con Antonio Picardi, nasce come contributo a Luogocomunelab, un progetto di Anton Roca tendente a creare, attraverso la costituzione di un laboratorio internazionale, una riflessione creativa continua sul concetto di luogo comune inteso come luoghi e/o spazi in cui confluiscono tutte le diversità. luogoComune # 3 the roundabout individua il proprio centro d’interesse nella rotonda, elemento urbanistico che è stato in grado di attivare una trasformazione radicale di uno dei tratti distintivi della civiltà occidentale: l’incrocio.



The Blind Man & Other Crossing Stories
2007
DVD video, 1:41:22
5/5
Città diverse – le riprese sono state effettuate a Dublino, Roma e New York – ed allo stesso tempo uguali. Le persone provano a muoversi, provano ad attraversarle. Il suono dei piatti tratto dalla musica popolare balinese eseguita solitamente durante i funerali ne evidenzia il loro esserci e non esserci. Il titolo del video rimanda all’omonima rivista pubblicata nel 1917 a New York da Marcel Duchamp.



Mirleft
2006
DVD Video, 3:31
5/5
Mirleft è un piccolo villaggio del Sud del Marocco, ai confini con il Sahara ex-Spagnolo. Spiaggia di sabbia, poche case bianche, un albergo-da-tre-stanze che guardano l’Oceano. Il video – un lavoro di montaggio (2006) di foto digitali (2004) animate dai movimenti zoom in e zoom out – prova a raccontare l’incontro con un luogo (gli antichi Greci credevano che i luoghi avessero un’anima). La colonna sonora - un brano tratto da un CD pirata acquistato nel souk di Marrakech - ne detta tempi e modi. Autore, titolo e testo sono pertanto sconosciuti a chi scrive. Condiviso ne è il sentire.
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl