30 settembre incontro con Stefano Boccalini

28/set/2013 15:59:08 dryphoto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato stampa

Nei mesi di settembre e ottobre Dryphoto arte contemporanea inizia una serie di incontri su temi specifici riguardanti l'arte contemporanea attraverso le riflessioni di curatori e artisti. Un punto di incontro, dove è possibile tramite il racconto e l'esperienza di altri interagire, formarsi ed informarsi. Gli incontri sono accompagnati da assaggi di vini da meditazione.
Vino da meditazione è una tipologia di vino adatta al consumo fuori pasto, senza abbinamento al cibo. Gradevoli da soli, grazie a forti sapori e profumi. Adatti per essere gustati nella calma e alla ricerca di relax oppure per accompagnare conversazioni. Vini propizi al filosofare.

lunedì 16 settembre, Conversazioni sull'immagine, Luca Panaro

Presentazione del libro Conversazioni sull'immagine.
Olivo Barbieri | James Casebere | Mario Cresci | Andrea Galvani | Nan Goldin | Sandy Skoglund | Alessandra Spranzi | Franco Vaccari.
Otto conversazioni intrattenute dall'autore con artisti dai differenti approcci ma ugualmente interpreti della più stretta contemporaneità. La fotografia è il loro mezzo preferenziale, ma è l’arte l’ambito culturale in cui si collocano. La riflessione sull’immagine e il suo più recente utilizzo rende questa breve raccolta di interviste un utile strumento per decodificare il presente.

lunedì 30 settembre, PubblicaPrivata, Stefano Boccalini

Arte pubblica: il ruolo dell'arte nella società contemporanea.
Attraverso la presentazione delle opere e dei progetti di Stefano Boccalini riproponendo anche l’esperienza Wild Island, costruzione di un orto-giardino pubblico nel 2002 al Quartiere Isola di Milano fino al suo ultimo lavoro sull'acqua prodotto per aperto_2013 art on the border in Val Camonica, andremo ad analizzare alcuni dei contenuti del suo lavoro come l'importanza del processo, il legame che esiste fra il territorio e chi lo abita, l'attenzione ai temi dell'economia e della politica.

lunedì 14 ottobre, La contestazione dell'arte, Stefano Taccone

Presentazione del libro La contestazione dell'arte �“ La pratica artistica verso la vita in area campana.
Uno studio che mira a ricostruire e mettere a fuoco una serie di esperienze artistiche tra la metà del decennio sessanta e i primi anni del decennio settanta a Napoli ed in altri centri limitrofi. Esperienze che, rinvenendo nella contestazione il loro “motore concettuale”, tendono ad eccedere il conchiuso spazio tradizionalmente deputato al fenomeno artistico per invadere la vita ed identificarsi il più possibile con essa, riprendendo il progetto delle avanguardie di inizio secolo. L’arte diviene così strumento di contestazione della società, della politica, dell’economia, ma anche di se stessa, del suo statuto mercantile, della sua stessa fondazione come disciplina finalizzata alla separazione.

lunedì 28 ottobre, Dusty landscape, Paolo Meoni

L'identità del paesaggio industriale che nel tempo si modifica grazie alle nuove migrazioni, alle nuove prospettive di lavoro e all’architettura che cambia sono alla base della ricerca artistica di Paolo Meoni. Nell'incontro, insieme alla presentazione del proprio lavoro, l'artista porrà l'accento su come queste modificazioni si riflettono sul suo modo di lavorare e sulle immagini che crea.
Fotografia e video sono gli strumenti che usa non semplicemente per catturare immagini, ma per lavorare su di esse e trasformare il preesistente in nuove immagini-metafore della vita contemporanea.

Schede relatori

Luca Panaro
Nato a Firenze nel 1975. Laureato in Arte al Dams dell'Università di Bologna, dal 2007 insegna al Biennio specialistico di Fotografia dell'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e dal 2005 collabora al Laboratorio Arti e Comunicazione Visiva del Politecnico di Milano, sede di Piacenza. Ha tenuto conferenze e seminari al Musée de l'Elysée di Losanna, al Castello Sforzesco di Milano, al Master in Photography e Visual Design presso la Naba di Milano, al Milan Image Art Fair, all'Accademia di Belle Arti di Bologna e Bergamo. Ha pubblicato i libri L'occultamento dell'autore. La ricerca artistica di Franco Vaccari (Apm 2007) e Tre strade per la fotografia (Apm 2011). Tra i suoi saggi più recenti: Realtà e finzione nell'arte contemporanea (XXI secolo, vol. 4, Enciclopedia Treccani 2010) e Voglia di comunità (Community, Electa 2010). Ha inoltre curato le monografie Olivo Barbieri selected works 1978-2010 e Mario Cresci dentro le cose. Ha scritto per le riviste «Around Photography», «Arskey», «Bôite», «De-Sign», «Exibart», «Eyemazing», «Flash Art», «Op. cit», «Segno». Dal 2010 è direttore artistico della rassegna annuale “Centrale Fotografia” di Fano. Ha curato varie mostre personali di autori italiani e stranieri, fra le esposizioni collettive ricordiamo “Immagini a contatto” (Fotomuseo Panini, Modena 2004 e 2006), “Rereading the Image” (Prague Biennale 2009) e “City Limits” (Expo Shanghai 2010).

Stefano Boccalini
Nato a Milano nel 1963, vive e lavora a Milano, insegna Arte Pubblica alla NABA di Milano ed è consulente dell’Archivio Gianni Colombo, lavora con istituzioni pubbliche e gallerie private in Italia e all’estero. Ha attivato una serie di progetti nello spazio e per lo spazio pubblico, dove il rapporto con chi abita il territorio è fondamentale per la costruzione del lavoro.
Mostre selezionate: 2013, PubblicaPrivata, opera permanente, a cura di Giorgio Azzoni per Aperto 2013, art on the border, Saviore Dell’Adamello (Brescia) - 2012 Pronto moda, a cura di Dryphoto, Centro per l’arte contemporanea L. Pecci, Prato - 2011 Una parola su Latronico, opera permanente, Latronico (Potenza) - 2010 Melting Pot 3.0, a cura di Chiara Bertola, HangarBicocca, Milano -2009 We Do It, a cura di M. Scotini, Kunstraum Lakeside, Klagenfurt (Austria) -2008-Economia Politica/Geografie Umane, a cura di A. von Fürstenberg, Studio Dabbeni, Lugano, CH, (personale);15ª Quadriennale d’Arte di Roma, a cura di C. Bertola, Palazzo delle Esposizioni,Roma -2007 Mulher mulheres a cura di A.von Furstenberg, Sesc Paulista, Sao Paul, Brasil -2003 Fragments d’un discurs italien, a cura di C. Bernard, Musée d’art moderne et conteporain Mamco, Genève, Switzerland - 2002 Percorrenze 2.0, a cura di M. Bazzini, Serravalle Pistoiese (Pt); Ouverture, a cura di G. Scardi, Galleria Care/Of, Milano - 2000 - Homo Ludens, a cura di L. Acevedo, Centro Cultural Parque de Espaňa, Rosario, Argentina; Museo de Arte Moderno de Buenos Aires, Argentina.

Stefano Taccone
Nato a Napoli nel 1981 è critico e curatore indipendente e studioso dei rapporti tra pratica artistica e dimensione socio-politica ed ha al suo attivo numerose pubblicazioni, cataloghi e curatele di mostre personali e collettive. Dal 2007 collabora stabilmente con la rivista Segno. Nel 2010 apre il blog www.cominciaadessoblog.blogspot.it. Nel 2012 è tra i fondatori dello spazio indipendente Di.St.Urb (distretto di studi e relazioni urbane) di Scafati (Salerno). Ha pubblicato il libro Hans Haacke. Il Contesto politico come materiale (Plectica, Salerno, 2010).

Paolo Meoni
Nato a Prato nel 1967, dove vive e lavora, ha esposto in spazi pubblici e privati sia in Italia che all'estero.
Ultime mostre selezionate: 2013, L'altro ritratto, Mart Rovereto, a cura di Jaen-Luc Nancy; Oltre il pensiero Quattordici ricerche attraverso la materia, Brescia, a cura di A+B; 2012, La Magnifica Ossessione, Mart Rovereto a cura di Cristiana Collu; Mondi, Die Mauer, Prato, progetto a cura di Pier Luigi Tazzi; Fuori fuoco, Berchidda (Olbia-Tempio), a cura di Marco Senaldi; 03 Ho fatto Terna!, MAMM, Miltimedia Art Museum, Mosca; L'evento immobile 2012, Casa Masaccio, San Giovanni Valdarno (AR); Dèjà Made/Ready Vu �“ Visioni, Vertigini e Ritorni, Palazzo Appiani, Piombino; L'evento immobile _ Sfogliare il tempo, MAN, Museo d'arte Provincia di Nuoro; 2011, Sei gradi di separazione, Centro di Attività Espressive Villa Pacchiani, Santa Croce sull'Arno (Pisa); L'evento immobile 2011 Sfogliare il tempo, Galleria Gentili, Prato; Passaggio a Prato, Die Mauer Gallery, Prato, a cura di Piero Gaglianò; 2010, Premio Terna03, vincitore nella categoria Megawatt, Roma; Palinsesti 2010 �“ Sotryboard, a cura di Roberto del Grande e Denis Viva; 32° Film festival mediterraneo, sezione sperimentale, Montpellier; Il Caos 2# Le migrazioni, Isola San Servolo, Venezia a cura di Raffaele Gavarro.








blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl